Fábio Barreto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fábio Villela Barreto (Rio de Janeiro, 1957) è un regista e attore brasiliano.

È membro della famosa famiglia Barreto, che include il fratello Bruno e il padre Luís Carlos, produttore di molti suoi film. È sposato con l'attrice Déborah Kalume dal 2003.

Il suo film O Quatrilho, del 1995, gli è valso la nomination agli Oscar come "miglior film straniero". Due anni dopo ha diretto Bela Donna, coproduzione USA-Brasile con dialoghi in lingua inglese.

Nel dicembre 2009 il regista ha riportato traumi su tutto il corpo in seguito a un incidente d'auto, finendo in coma. Da allora non ha mai ripreso conoscenza. [1][2]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fábio Barreto continua tratamento em casa - Jornal O Globo
  2. ^ http://www1.folha.uol.com.br/folha/ilustrada/ult90u710695.shtml

Film[modifica | modifica wikitesto]

Da regista:

  • 2009 - Lula, o filho do Brasil (pre-produzione)
  • 2007 - Donas de Casa Desesperadas (Versione brasiliana di Desperate Housewives)
  • 2007 - Nossa Senhora de Caravaggio
  • 2002 - A Paixão de Jacobina
  • 2000 - De Conversa em Conversa (corto)
  • 1997 - Bela Donna
  • 1995 - O Quatrilho
  • 1991 - Lambada
  • 1988 - Luzia Homem
  • 1986 - O Rei do Rio
  • 1984 - Índia, a Filha do Sol
  • 1978 - Mané Garrincha (corto)
  • 1977 - A Estória de José e Maria (corto)

Da attore:

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema

Controllo di autorità VIAF: 107704460