Expo 2015 (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Expo 2015 SpA
Stato Italia Italia
Tipo Società per Azioni
Fondazione 1 dicembre 2008 a Milano
Sede principale Milano
Persone chiave
Settore Servizi
Prodotti realizzazione, organizzazione e gestione dell'Esposizione Universale di Milano nel 2015
Sito web www.expo2015.org

Società di Gestione Expo Milano 2015 - So.Ge. S.p.A. è una azienda italiana di prevalente proprietà pubblica incaricata della realizzazione, organizzazione e gestione dell'Esposizione Universale di Milano nel 2015.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Expo 2015 S.p.A. è stata creata con atto notarile il 1º dicembre 2008 a Milano, in seguito all'attuazione del DPCM 22 ottobre 2008 (cosiddetto decreto Expo del Governo Berlusconi IV), che prevedeva la creazione di una società che gestisse l'evento.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Come definito dal DPCM 22/10/2008, la società[1][2]:

  • organizza e gestisce l'Evento stesso;
  • redige il piano finanziario dettagliato delle opere essenziali;
  • è direttamente assegnataria dei finanziamenti pubblici degli enti finanziatori;
  • stipula i contratti relativi alla gestione operativa dell'Evento e ne acquisisce i proventi, nel rispetto del dossier di candidatura e successive modificazioni;
  • può avvalersi degli uffici tecnici e amministrativi degli enti pubblici interessati e può disporre di personale comandato dagli stessi;
  • stipula i contratti relativi alla gestione operativa dell'Evento e ne acquisisce i proventi; sempre ai sensi dell'art. 4, la stessa è inoltre tenuta a redigere un piano finanziario dettagliato delle opere essenziali;
  • redige alla chiusura dell'Evento un rendiconto finanziario generale, sottoposto alla approvazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Arexpo[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º giugno 2011 è stata costituita la società Arexpo, con lo scopo di acquisire le aree del sito espositivo di Expo 2015, metterle a disposizione dell'azienda per l'organizzazione dell'Esposizione universale e gestire lo sviluppo urbanistico dell'area, con particolare focalizzazione sugli utilizzi post-manifestazione.

La società risulta partecipata dai seguenti soci:

La società ha lo scopo di curare anche la riqualificazione delle aree al termine dell'esposizione.

Consiglio d'amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Prima di Sala è stato amministratore delegato Lucio Stanca[4][5] che rassegnò le dimissioni, sia da AD che da consigliere, nel giugno 2010 per divergenze con il Consiglio, ed in particolare con il presidente Bracco, che a sua volta lo criticava per "non aver concluso nulla"[7].

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Il capitale sociale di 10 120 000 euro è suddiviso tra:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Expo 2015 S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001
  2. ^ Sono definite opere essenziali quelle infrastrutturali di connessione del sito stesso, riguardanti la ricettività, di natura tecnologica, nonché le attività di organizzazione e di gestione dell’evento, mentre opere connesse sono quelleviarie, stradali, ferroviarie e inerenti linee metropolitane.
  3. ^ Expo: CDA nomina Giuseppe Sala AD della società
  4. ^ a b Lucio Stanca e Leonardo Carioni hanno sostituito i dimissionari Paolo Glisenti e Angelo Provasoli a seguito della riunione del Consiglio di amministrazione del 9 aprile 2009
  5. ^ a b Expo 2015: Lucio Stanca AD e Vice presidente
  6. ^ Leonardo Carioni viene sostituito da Alessandra Dal Verme
  7. ^ Expo, Stanca dà le dimissioni e lascia il consiglio di amministrazione

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]