Ex-ex-gay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine ex-ex-gay è utilizzato per descrivere persone che, avendo partecipato in passato a movimenti di ex-gay per tentare di cambiare il loro orientamento sessuale dall'omosessualità (o bisessualità) all'eterosessualità, siano poi state sorprese od abbiano dichiarato esplicitamente di essere ritornate allo status omosessuale di partenza.

Il fenomeno ha assunto una certa notorietà, nei paesi con un'alta diffusione dei movimenti ex-gay, poiché in tempi recenti ben otto gruppi di ex-gay della sola Exodus International sono stati sciolti dopo che le persone che li dirigevano hanno trovato un partner dello stesso sesso. Particolarmente clamoroso fu il ritorno alla pratica dell'omosessualità del presidente del movimento, John Paulk, che dopo aver pubblicizzato ampiamente sui mass media la sua "guarigione" e il matrimonio con una ex-lesbica, fu riconosciuto e fotografato dal giornalista Wayne Besen mentre cercava un partner in un bar gay, in occasione di un convegno di ex-gay e rimosso dall'incarico.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

LGBT Portale LGBT: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di LGBT