Evliya Çelebi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Evliya Celebi (16111684) è stato uno scrittore ottomano, considerato uno degli scrittori emergenti della letteratura turca non tradizionale del XVII secolo.

La sua vita si svolge sotto il regno di Murad IV (1623-1640), Ibrahim I (1640-1648) e Mehmed IV (1648-1687). Dopo i trent'anni, nominato aiutante di Malek Ahmed Pascià, che sarebbe diventato gran visir, ebbe modo di viaggiare costantemente sia all'interno dell'impero ottomano che in alcuni paesi stranieri. Scrisse pertanto una relazione in dieci volumi, intitolata Seyahatname (Il libro dei viaggi), considerato ai suoi tempi letteratura d'intrattenimento. Sebbene in alcuni casi sia ricorso all'immaginazione, la sua descrizione di Istanbul, che costituisce il primo tomo della Seyahatname, costituisce una fonte di prim'ordine per la conoscenza della capitale dell'impero ottomano nel XVII secolo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Robert Mantran, La vita quotidiana a Costantinopoli ai tempi di Solimano il Magnifico e dei suoi successori traduzione di Maria Luisa Mazzini, BUR, Milano 1985
  • Luciano Rocchi, Tra guerra e diplomazia. Un viaggiatore turco nella Dalmazia del Seicento - Passi scelti dal Seyahatname di Evliya Çelebi, IRCI, Trieste 2008

Controllo di autorità VIAF: 20478862 LCCN: n50047303

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie