Evel Knievel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Evel Knievel nel 1979

Robert Craig Knievel, Jr, noto come Evel Knievel (pronuncia: ˈiːvəl kɨˈniːvəl) (Butte, 17 ottobre 1938Clearwater, 30 novembre 2007), è stato uno stuntman statunitense.

Attivo dal 1966 al 1981 si è conquistato il ruolo di più celebre stuntman motociclista statunitense.

Fra le sue imprese più famose è da ricordare il tentativo di saltare le cascate Shoshone nello Snake River Canyon in Idaho l'8 settembre 1974, evento sportivo che figura fra i più seguiti di ogni tempo. Ha avuto una lunga e brillante carriera segnata anche da numerosi incidenti ed infortuni.

Knievel è deceduto nella sua residenza a Clearwater, in Florida, all'età di 69 anni in seguito a complicazioni da fibrosi polmonare idiopatica, patologia di cui soffriva da tempo.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 ha autorizzato la realizzazione di una rock opera basata sulla sua vita; precedentemente il suo nome è stato citato anche nell'album dei Genesis del 1974 The Lamb Lies Down on Broadway ([...] Evel Knievel, you got nothing on me. Here I go! [...]) e nell'album del 1994 degli Dog Eat Dog All Boro Kings ([...] The king daredevil took it to another level, Evel Knievel a well paid rebel. [...], dal brano Who's the King?).

Nel film A cena con un cretino di Jay Roach del 2010 viene citato come "l'uomo che si è rotto più ossa di chiunque altro nella storia" e commemorato in forma di un diorama animato con un topolino vestito del suo caratteristico abito e in sella ad una motocicletta nel compiere un'acrobazia. È citato anche nel film documentario Quando eravamo re, film di Leon Gast del 1996, ricostruzione dell'incontro di boxe, valevole per il titolo mondiale dei pesi massimi, tra i pugili neri Muhammad Ali e George Foreman a Kinshasa in Zaire il 30 ottobre 1974.

Nel 2009 il gruppo post rock britannico Crippled Black Phoenix ha inserito un suo discorso in apertura della terza traccia dell'album 200 Tons of Bad Luck intitolata "Time of Ye Life/Paranoid Arm of Narcoleptic Empire". Nel 2010 viene citato nello speciale Marvel "Deadpool: in viaggio con la testa" quando il mercenario chiacchierone irrompe in una stanza uscendo dall'ascensore mentre guida una moto. Viene inoltre citato nella canzone-parodia di Ian Hecox e Anthony Padilla pubblicata sul loro canale smosh (The Legend of Zelda Rap) nel ritornello. Viene inoltre parodiato nel video della canzone "Touch the Sky" di Kanye West del 2005.

Moto utilizzate[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato come co-protagonista nel 1977 ad un episodio della terza serie de La donna bionica intitolato Una gara fuori programma (Motorcycle boogie), interpretando se stesso. Ha stabilito il record delle ossa rotte durante la sua vita: 443.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2681365 LCCN: n79078698