Euthynnus alletteratus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Alletterato
Euall u0.gif
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Scombridae
Genere Euthynnus
Specie E. alletteratus
Nomenclatura binomiale
Euthynnus alletteratus
Rafinesque, 1810

Euthynnus alletteratus, conosciuto comunemente come tonnetto alletterato, è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Scombridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nel mar Mediterraneo (dove è comune anche nelle acque costiere italiane ad eccezione dell'Adriatico) e nell'Oceano Atlantico orientale (dal golfo di Guascogna all'Africa tropicale) e occidentale (dal Maine al Brasile).
È una specie pelagica che frequenta acque aperte e costiere.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Simile al tombarello da cui si distingue per le pinne dorsali contigue (nell'Auxis le due pinne sono separate da un largo spazio), per l'occhio proporzionalmente più piccolo ed il corpo meno slanciato, può essere confuso anche con il giovane tonno rosso che però non ha i caratteristici disegni sul dorso o con il tonnetto striato da cui è distinguibile per la diversa colorazione.
La livrea è azzurro scuro sul dorso e bianco madreperlaceo sul ventre. Nel terzo posteriore del corpo, in posizione dorsale ci sono disegni scuri molto simili a quelli del tombarello, inoltre ci sono 4-8 grossi punti neri sotto la pinna pettorale.
Raggiunge 1 m di lunghezza e massimo 15 kg di peso.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Cattura pesci e cefalopodi pelagici.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproduce in primavera-estate.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Abbocca facilmente alle lenze a traina ed è anche catturato con vari tipi di rete. Le carni sono ottime, simili a quelle del tonno. Misura minima di pesca è la lunghezza di almeno 30 cm. In base al regolamento CEE 1536/92 non può essere commercializzato come tonno, ma soltanto come palamita.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci