Eustorgio II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Eustorgio II
Nascita  ?, Grecia
Morte 518, Milano
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione pre canonizzazione
Ricorrenza 6 giugno
Attributi pastorale, mitria
Eustorgio II
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Arcivescovo di Milano
Nato  ?, Grecia
Deceduto 518, Milano

Eustorgio II (Grecia, ... – Milano, 518) è stato un arcivescovo italiano di origine bizantina, arcivescovo di Milano dal 512 fino alla sua morte.

È venerato come santo della Chiesa cattolica che lo ricorda il 6 giugno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Eustorgio era un sacerdote greco che viveva a Roma.

Fu eletto alla cattedra milanese nel 512, rimanendo in carica sino alla propria morte.

Durante gli anni del suo episcopato, devolse la propria attività alla liberazione degli ostaggi catturati dalle tribù barbariche giunte a Milano con l'ormai imminente crollo dell'Impero Romano.

Si occupò attivamente anche della città di Milano: qui fece infatti installare un nuovo fonte nel battistero pre-ambrosiano di santo Stefano detto "alle fonti" che venne così lodata da sant'Ennodio vescovo di Pavia:

« Ecco che qui a cielo sereno piove e l'azzurra volta lascia scendere l'acqua... e dalla pietra scaturisce l'acqua: da un arido pergolato zampillano fonti limpide e un'onda celeste scende su quelli che sono rinati. L'acqua sacra fluisce da cavità eteree per cura del vescovo Eustorgio. »
(Ennodio)

Morì nel 518 e venne sepolto nella Basilica di san Lorenzo, nella cappella di san Sisto. Secondo il martirologio, viene festeggiato il 6 giugno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo di Milano Successore ArchbishopPallium PioM.svg
San Lorenzo I Litta 512-518 San Magno de' Trincheri