European Extremely Large Telescope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffigurazione artistica del telescopio E-ELT

L'European Extremely Large Telescope (E-ELT) è un Extremely Large Telescope, cioè un telescopio estremamente grande, progettato per essere il telescopio ottico di prossima generazione del European Southern Observatory, con un diametro dello specchio primario di 42 metri.

Tecnologia[modifica | modifica sorgente]

L'E-ELT confrontato con un telescopio esistente dell'Osservatorio del Paranal

E-ELT è entrato nella fase di progettazione dopo uno studio di fattibilità per un telescopio di 100 m di diametro, noto come Overwhelmingly Large Telescope, ha avuto esito negativo, sia per l'eccessiva complessità, sia per il costo molto elevato, circa 1,5 miliardi di €.

La tecnologia disponibile per la fabbricazione degli specchi pone un limite, intorno agli 8 metri di diametro, per quelli costituiti da un singolo pezzo. I prossimi telescopi di grandi dimensioni, come il Gran Telescopio Canarias ed il Southern African Large Telescope, prevedono una fitto insieme di specchi esagonali per formare uno specchio composito di oltre 10 m di diametro. Gli ELT useranno lo stesso approccio. Inoltre gli ELT necessitano di sistemi di ottica adattiva in grado di compensare i disturbi della turbolenza atmosferica e rendere effettivo tutto il potenziale reso disponibile dal grande diametro.

Scopi[modifica | modifica sorgente]

Il progetto ELT punta a osservare l'universo visibile a un livello di dettaglio anche superiore a quello fornito dal Telescopio Spaziale Hubble. Uno specchio di circa 39 metri consentirà anche lo studio dell'atmosfera dei pianeti extrasolari. Il progetto del sistema ottico a 5 specchi stima in circa 800 milioni di € il costo di realizzazione, mentre il completamento è previsto per il 2017[1].

Sito[modifica | modifica sorgente]

Il 26 aprile 2010 l'ESO ha annunciato che il telescopio verrà costruito in Cile, sulla montagna Cerro Armazones, nel Deserto di Atacama.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) ESO Council Gives Green Light to Detailed Study of the European Extremely Large Telescope, Press Release Source: European Southern Observatory, 11 dicembre 2006.
  2. ^ E-ELT Site Chosen. World’s Biggest Eye on the Sky to be Located on Armazones, Chile, European Southern Observatory, Press release, 26 aprile 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]