Euphorbia celastroides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Euphorbia celastroides
Chamaesyce cyathia.jpg
Chamaesyce (Infiorescenza)
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Euphorbiales
Famiglia Euphorbiaceae
Genere Euphorbia
L.
Sottogenere Chamaesyce
Specie E. Celastroides
Classificazione APG
Ordine Malpighiales
Famiglia Euphorbiaceae
Nomenclatura binomiale
Euphorbia celastroides
Boiss.

L'Euphorbia celastroides, nota precedentemente anche come as Chamaesyce celastroides (per gli Hawaiiani autoctoni, ʻakoko) è una specie di Euphorbia strettamente correlata al sottogenere Poinsettia.[1] Questa specie si sviluppa in un arbusto a forma rotonda ed è endemica nelle isole Hawaii.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La E. celastroides cresce in forma di arbusto o di piccolo albero alto circa 2 m.[2] Per crescere adeguatamente questa specie richiede temperature di 15 °C e leggera ombra.[3] Nell'estate assume un colore rosso-violetto e non perde le foglie in inverno, grazie al clima mite dell'ambiente ove normalmente vive. I fiori femminili hanno pistilli in tre parti su un ovario in tre parti, che produce normalmente tre (o, talvolta, anche più) semi.[3] La specie tollera sia il caldo che la siccità, ma è sensibile agli attacchi fungini. Il suo ciazio può trovarsi in infiorescenze corte o ramificate ed aperte oppure rimane nella foglia. Le foglie crescono in coppie verticali e possono avere una ricopertura pruinosa. Essa produce un frutto tondo verde o marrone, lungo da 2 a 4 mm, contenente semi grigio-marroni lunghi da 0.5[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte di queste varietà si trova solo nelle isole Hawaii.[4][5] La E. celastroides cresce in zone secche, sia sulle coste che nell'interno[6] ed è endemica nelle zone del polihale e del kanaio di Kauai and Maui.[7]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La E. celastroides non è ancora stata esaminata dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN).[8] Comunque, a causa della sua natura endemica, è molto vulnerabile alle minacce provenienti dall'uomo: due esempi di questo tipo di minaccia sono i veicoli a quattro ruote (che rompono le piante) e le specie introdotte (che competono per le risorse).[7]

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

Questa piñata conta numerose varietà, fra le quali:[9]

  • Var. amplectens
  • Var. halawana
  • Var. hanapepensis
  • Var. haupuana
  • Var. humbertii
  • Var. ingrata
  • Var. kaenana
  • Var. kohalana
  • Var. laehiensis
  • Var. laurifolia
  • Var. mauiensis
  • Var. nelsonii
  • Var. nematopoda
  • Var. niuensis
  • Var. pseudoniuensis
  • Var. saxicola
  • Var. typica
  • Var. waikoluensis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Euphorbiaceae at hawaii.edu
  2. ^ a b (EN) Hawaiian flora at botany.si.edu
  3. ^ a b (EN) E. celastroides at ZipCodeZoo
  4. ^ (EN) W. Wagner, D. Herbst, S. Sohmer, Manual of the flowering plants of Hawaii, Honolulu, University of Hawaii Press, 1990), p. 1853, ISBN 0-8248-1152-6.
  5. ^ (EN) USDA.gov on Var.kaenana
  6. ^ (EN) Andrew W. Mitchell, The fragile South Pacific: an ecological odyssey, Austin, TX, University of Texas Press, 1989, p. 167, ISBN 0-292-72466-7. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  7. ^ a b (EN) CHAMAESYCE CELASTROIDES COASTAL DRY SHRUBLAND at hawaii.edu
  8. ^ (EN) Chamaesyce celastroides at EOL.org
  9. ^ (EN) Euphorbia on SageBud
botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica