Eulemur collaris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lemure dal collare
Eulemur collaris AGrandidier 0833.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Lemuridae
Genere Eulemur
Specie E. collaris
Nomenclatura binomiale
Eulemur collaris
Geoffroy, 1817
Sinonimi

Eulemur fulvus ssp. collaris

Il lemure dal collare (Eulemur collaris Geoffroy, 1817) è un lemure della famiglia Lemuridae, endemico del Madagascar.[2]

Fino a tempi recenti era classificato come sottospecie del lemure bruno (Eulemur fulvus); recenti analisi del DNA, tuttavia, hanno permesso a questi animali (assieme alle altre sottospecie di E. fulvus) di guadagnare lo status di specie a sé stanti.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Lo si trova nella zona nord-orientale dell'isola, dove preferisce le zone di foresta pluviale non troppo fitta.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali lunghi poco meno di 1 m, per un peso massimo di 3 kg.
Presenta dimorfismo sessuale: i maschi hanno la testa nera con le sopracciglia bianche e delle caratteristiche basette arancioni ai lati della testa, mentre il corpo è rossiccio e la coda anch'essa nera, invece le femmine hanno basette e meno accentuate, sopracciglia bianche assenti e colori in genere più smorti. Ciò non toglie che le femmine hanno ruolo di dominanza (anche se piuttosto blando rispetto ad altre specie di lemuri) rispetto ai maschi. Gli occhi sono giallo-arancio.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali diurni, arboricoli e prevalentemente frugivori, anche se non disdegnano altro materiale vegetale come foglie e fiori.

Vivono in gruppi di meno di 10 esemplari, anche se non è raro trovarne di più consistenti (il più grande finora registrato contava 29 individui).

Nella foresta di Berenty (Madagascar meridionale) esiste una popolazione ibrida, introdotta tra la fine degli anni '70 e gli inizi degli anni '80, di E. fulvus × collaris[3]. È stato dimostrato, con analisi quantitative, che questi lemuri hanno una gerarchia lineare a dominanza femminile e presentano comportamenti riconciliatori dopo le aggressioni[4]. Inoltre, i livelli di stress individuali (misurati con comportamenti self-directed) sono tanto più alti quanto più gli animali sono bassi in gerarchia. Lo stress aumenta in seguito alle aggressioni, ma la riconciliazione tra due ex contendenti sembra però in grado di riportare lo stress ai livelli basali[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Andrainarivo C. et al. 2008, Eulemur collaris in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Jolly A, Koyama N, Rasamimanana H, Crowley H & Williams G, Berenty Reserve: a research site in southern Madagascar in Ringtailed Lemur Biology: Lemur catta in Madagascar, 2006, pp. 32-42, ISBN 0-387-32669-3.
  4. ^ Norscia I, Palagi E, Do wild brown lemurs reconcile? Not always in Journal of Ethology 2010 e-pub, DOI:10.1007/s10164-010-0228-y.
  5. ^ Palagi E, Norscia I, Scratching around stress: hierarchy and reconciliation make the difference in wild brown lemurs Eulemur fulvus in Stress 2010 e-pub, DOI:10.3109/10253890.2010.505272.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]