Etelvulfo del Wessex

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ethelwulf del Wessex)
Etelvulfo

Etelvulfo (in inglese antico: Æþelvvulf; Aquisgrana, 795 circa – 13 gennaio 858) regnò sul Wessex dal 839 al 856.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu il primogenito di Egberto del Wessex: nacque intorno all'800, e succedette al padre come re del Wessex nell'839. Venne incoronato a Kingston upon Thames e combatté i Danesi invasori, le cui spedizioni aumentarono considerevolmente. Una grande vittoria per Etelvulfo avvenne a "Acleah", che probabilmente corrisponde a Ockley o Oakley nel Surrey. Etelvulfo inoltre sconfisse Cyngen ap Cadell del Galles assieme al regno di Mercia. Nell'855, dopo la morte della moglie, andò in pellegrinaggio a Roma con il suo figlio più giovane, Alfredo, ove fece completare i lavori per una casa di accoglienza dei pellegrini sassoni presso la chiesa di Santo Spirito in Sassia e fece sontuose donazioni alle chiese ed al popolo di Roma.[1] Durante il viaggio di ritorno, nell'856, sposò la principessa Giuditta, figlia di Carlo il Calvo. Tornato in Inghilterra fu deposto dal suo primogenito, Etelbaldo. Morì il 13 gennaio 858 e venne sepolto prima a Steyning e poi trasferito successivamente a Winchester. L'immagine qui è un ritratto immaginario disegnato da uno sconosciuto artista del diciottesimo secolo, probabilmente lo stesso che disegnò molti altri ritratti di re inglesi.

L'anello di Etelvulfo - Illustrazione dalla Storia d'Inghilterra di Cassell - Edizione del Centenario - pubblicata all'incirca nel 1902

L'anello dorato, nell'immagine, è grande all'incirca un'oncia, riccamente decorato con simboli religiosi, ha inscritto "Ethelwulf Rex" e fu trovato a Laverstock, Wiltshire, nel 1780; si pensa sia stato donato a Etelvulfo da uno dei suoi fedeli sudditi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ John N.D. Kelly, Gran Dizionario Illustrato dei Papi, Casale Monferrato (AL), Edizioni Piemme S.p.A., 1989, ISBN 88-384-1326-6. p. 286

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re del Wessex Successore
Egberto 839-856 Etelbaldo

Controllo di autorità VIAF: 85986743 LCCN: nb2008005376