Etere dibutilico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Etere dibutilico
Dibutylether.svg
Nome IUPAC
1-butossibutano
Nomi alternativi
dibutiletere
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H18O
Massa molecolare (u) 130,22792 g/mol
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [142-96-1]
PubChem 8909
SMILES CCCCOCCCC
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0.7684 g/cm3
Indice di rifrazione 1.3992
Solubilità in acqua 300 mg/L a 25 °C
Coefficiente di ripartizione 1-ottanolo/acqua 3,21
Temperatura di fusione -95,2 °C
Temperatura di ebollizione 140,8 °C
Tensione di vapore (Pa) a 25 °C K 6,01 mmHg
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 7400mg/kg ratto, os
Indicazioni di sicurezza
Flash point 25 °C[1]
Simboli di rischio chimico
Irritante
Frasi R 10-36/37/38-52/53
Frasi S 61

L'etere dibutilico è un composto organico della famiglia degli eteri comunemente utilizzato come solvente. Appare come un liquido incolore e dall'odore caratteristico, è miscibile col benzene e con la maggior parte dei solventi organici e risulta molto solubile in acetone. I vapori dell'etere dibutilico sono altamente infiammabili e sono irritanti per occhi, vie respiratorie ed anche per la cute in caso di esposizione prolungata[2].

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

L'etere dibutilico può essere ottenuto dalla deidratazione dell'1-butanolo catalizzata dall'acido solforico:

2But-OHBut-O-But + H2O

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dibutyl ether, Chemicalland21.
  2. ^ Di-n-butyl ether Basic information, Chemical Book.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia