Eteldreda di Ely

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Santa Eteldreda" rimanda qui. Se stai cercando la santa reclusa ricordata il 2 agosto, vedi Alfreda di Crowland.
Sant'Eteldreda di Ely
Statua di sant'Eteldreda nella Cattedrale di Salisbury
Statua di sant'Eteldreda nella Cattedrale di Salisbury

Regina e badessa

Nascita 636
Morte 679
Venerata da Chiesa cattolica
Ricorrenza 23 giugno
Attributi colonna, due daine e corona

Eteldreda (o Eteldrude, in inglese arcaico, Etheldreda, spesso contratto in Audrey (Exning, 636Ely, 679) è stata regina di Northumbria, poi badessa, ed è venerata come santa dalla Chiesa cattolica.

Era figlia del re degli angli orientali Anna che la diede in sposa a Tonbert, principe di Cyrvii. Era anche sorella di quattro sante: Santa Etelburga di Faremoutiers, badessa di Faremoutiers, santa Vitburga, che fondò il convento di Dereham e ne divenne badessa, di santa Sexburga, badessa di Ely, e di santa Setrida, badessa di Faremoutiers, della quale era sorellastra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Etelreda venne educata da santa Ebba l'Anziana, fondatrice di due monasteri e venerata come santa. Eteldreda e Tonbert non consumarono mai il loro matrimonio fino a che, tre anni dopo, Eteldreda rimase vedova e si ritirò a Ely, un'isola donatale del marito. Avrebbe voluto essere una monaca, ma acconsentì ugualmente a un'unione politica con Ecgfrith, re di Northumbria, a patto che il marito non violasse la sua verginità, ma lui, convinto di aver fatto uno sbaglio, chiese al vescovo locale di invalidare l'unione. Eteldreda si rifugiò allora ancora ad Ely, dove fondò un monastero di cui fu badessa fino al 679, anno della morte. Le successe la sorella Sexburga.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Ebbe subito molti devoti attorno alla sua tomba e quando nel 694 il suo corpo venne spostato per porlo in una tomba più adatta, fu trovato incorrotto. E tale era anche nel 1106, quando fu nuovamente spostato durante la costruzione della cattedrale di Ely. Sant'Eteldreda viene ricordata il 23 giugno ed ancora oggi in questo giorno viene organizzata una processione in suo onore all'interno della cattedrale di Ely.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Badessa di Ely Successore
Abbazia di nuova fondazione 673 - 679 santa Sexburga
679699

Controllo di autorità VIAF: 57003196 LCCN: n86036094