Estelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Estelle (disambigua).
Estelle
Fotografia di Estelle
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Urban[1]
Rap[1]
Pop[1]
Rhythm and blues
Periodo di attività 2000 – in attività
Etichetta V2 Records, Atlantic Records
Album pubblicati 3
Studio 3
Sito web

Estelle Fanta Swaray (Londra, 18 gennaio 1980) è una cantante e produttrice discografica britannica più nota con il suo primo nome anagrafico di Estelle.

Attiva prevalentemente come artista di supporto, ha all'attivo una gran quantità di duetti con artisti affermati. Ha raggiunto la notorietà internazionale nel 2008 con la canzone American Boy, estratta dal suo secondo album Shine e vincitrice di un Grammy Award.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È attiva dal 2000, quando ha cominciato a collaborare con artisti affermati come Skitz realizzando duetti. Nata da madre senegalese e padre proveniente da Grenada, è proprietaria di una casa discografica, la Stellar Ents, con la quale ha registrato il suo primo album The 18th Day, che tuttavia non ha riscontrato un grosso successo rimanendo nella classifica britannica per sole due settimane, raggiungendo la posizione numero 35.[2] Nel 2004 ha preso parte al progetto Band Aid 20, per il brano Do They Know It's Christmas?.

Nel 2006 firma un contratto con la Atlantic Records ed ottiene la collaborazione al suo secondo album, Shine, uscito nella primavera del 2008, di artisti del calibro di Will.I.Am, Wyclef Jean, Mark Ronson, Cee-Lo, Swizz Beatz, e John Legend. Anche Kanye West partecipa all'album, nel brano American Boy che ha riscosso un grosso successo internazionale[3] vincendo anche un Grammy Awards come "Migliore collaborazione rap".[4]

Dopo questo grande successo ha proseguito l'attività duettando con numerosi artisti, tra cui David Guetta in One Love e Robin Thicke in Rollacosta, e ha pubblicato i singoli Freak e Fall in Love, incisi rispettivamente insieme a Kardinal Offishall e Nas, che non hanno tuttavia ottenuto successo. Questi e altri singoli sono stati poi inclusi nel suo terzo album di inediti, All of Me, uscito nel 2012 e rivelatosi un flop commerciale tanto da non entrare nella classifica degli album del Regno Unito, raggiungendo soltanto il ventottesimo posto della classifica statunitense.[5]

Inoltre a partire dal 2013 ottiene un ruolo da doppiatrice prestando la voce a Garnet nella serie animata Steven Universe.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - iTunes Live: London Sessions
  • 2008 - Estelle Live @ LiveDEMO Berlin
  • 2013 - Love & Happiness, Vol. 1
  • 2013 - Love & Happiness, Vol. 2: Waiting to Exhale
  • 2014 - Love & Happiness, Vol. 3: How Stella Got Her Groove Back

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Biografia di Estelle su allmusic.com. URL consultato il 20 marzo 2011.
  2. ^ The 18th Day su acharts.us. URL consultato il 20 marzo 2011.
  3. ^ American Boy su acharts.us. URL consultato il 20 marzo 2011.
  4. ^ (EN) Grammy vinti da Estelle su allmusic.com. URL consultato il 20 marzo 2011.
  5. ^ All of Me su acharts.us. URL consultato il 15 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 44594947 LCCN: no2005081391