Esposto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'esposto, nell'ordinamento giuridico italiano, è una segnalazione all'autorità di pubblica sicurezza di un dissidio tra privati, con il quale si richiede a tale autorità di intervenire per comporre il contrasto.

Procedimento[modifica | modifica sorgente]

A seguito dell'esposto, un ufficiale di pubblica sicurezza invita le parti interessate a comparire alla sua presso suoi uffici per trovare una conciliazione.Se opportuno, si può stendere un verbale dell'incontro, che può essere successivamente prodotto in un'azione legale.

La presenza di un reato perseguibile d'ufficio impedisce in ogni caso di raggiungere un accordo tra le parti; invece per i delitti perseguibili a querela della parte offesa si può raggiungere un accordo, senza rinuncia per la parte offesa di presentare una successiva querela[Anche dopo aver raggiunto l'accordo? O quello che si sarebbe voluto dire è che intraprendere il metodo dell'esposto e quindi tramite esso tentare di raggiungere un accordo non impedisce di presentare una querela?].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]