Esposizione del Werkbund a Colonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manifesto disegnato da Peter Behrens in occasione dell'esposizione del 1914

L'Esposizione del Werkbund a Colonia, organizzata dal Deutscher Werkbund, si tenne da maggio ad ottobre del 1914 nel Rheinpark a Colonia in Germania.

In questa occasione si manifestò la frattura ideologica che persisteva all'interno del Werkbund; da un lato l'accettazione collettiva della Typisierung (tipo)[1] dall'altro la kunstwollen[2] (volontà di forma) che era l'espressione individuale[3]. Da un lato Behrens e Gropius con la standardizzazione dall'altro van de Velde e Taut con l'individualismo della kunstwollen.

Espositori[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei principali architetti, designer e artisti presenti all'esposizione del 1914:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Concetto introdotto da Muthesius nel 1911, secondo cui si riteneva indispensabile l'individuazione di tipi per il raggiungimento di un infallibile buon gusto universalmente valido cfr. Adrian Forty, Parole e edifici. Un vocabolario per l'architettura moderna, Pendragon, Bologna, 2005, p. 330 [1]
  2. ^ Termine coniato da Alois Riegl per definire la forza che guidava l'evoluzione dello stile
  3. ^ K. Frampton, Storia dell'architettura moderna, Bologna, 1982, p. 128