Esercito di liberazione ucraino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Українське Визвольне Військо
(Ukrayins’ke Vyzvol’ne Viys’ko)
In tedesco: Ukrainische Befreiungsarmee
In italiano: Esercito di liberazione ucraino
Flag of Ukraine.svg
Bandiera dell'Ucraina
Descrizione generale
Attiva 1943 - 15 aprile 1945
Nazione Ucraina
Alleanza Flag of German Reich (1935–1945).svg Germania Nazista
Servizio Esercito
Tipo Fanteria
Dimensione 50.000 - 80.000 soldati
Battaglie/guerre Seconda guerra mondiale
Comandanti
Comandanti degni di nota Pavlo Shandruk
Mykhajilo Omelianovych-Pavlenko

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Esercito di liberazione ucraino (Українське Визвольне Військо,Ukrayins'ke Vyzvol'ne Viys'ko, UVV) fu formato in seno all'esercito tedesco (Wehrmacht) nel 1943 per raccogliere le residue unità di volontari ucraini che ancora appoggiavano le forze dell'Asse durante la II Guerra Mondiale. Esso era composto da ucraini volontari, ex-prigionieri di guerra sovietici, e volontari di minoranze nazionali (tatari di Crimea, cosacchi, tedeschi del Volga).

Guidata dal generale ucraino Mykhajilo Omelianovych-Pavlenko, l'unità è cresciuta alle dimensioni di 50.000 dal 1944 con un picco di circa 80.000 verso la fine della guerra. L'esercito è stato composto perlopiù di unità raccogliticce sparse in tutta Europa. Nel 1945, i resti dell'UVV vennero aggregati all'Esercito Nazionale Ucraino del generale Pavlo Shandruk.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

seconda guerra mondiale Portale Seconda guerra mondiale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di seconda guerra mondiale