Esercito Nazionale di Liberazione Libico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repubblica libica
Esercito Nazionale di Liberazione Libico
Flag of Libya.svg
Bandiera della Coalizione della Rivoluzione del 17 febbraio (già Bandiera del Regno di Libia)
Tipo Forza armata
Istituito 17 febbraio 2011
Generale Rajab al-Fituri
Sede Bengasi

L'Esercito Nazionale di Liberazione Libico (in arabo: جيش التحرير الوطني الليبي , Jaysh at-Taḥrīr al-Waṭanī al-Lībī) è stato costituito dopo i primi giorni della Guerra civile libica nel 2011 contro il regime di Gheddafi dalle forze dell'Esercito libico passate con i rivoltosi[1][2]. È sotto il comando del Consiglio nazionale di transizione e la sede del suo quartier generale è nella città di Bengasi.

Effettivi[modifica | modifica wikitesto]

Armamento[modifica | modifica wikitesto]

L'Esercito Nazionale di Liberazione Libico ha le armi che ha ottenuto dall'occupazione dei depositi dell'Esercito libico e dal Qatar, inclusi Kalashnikov, armamento contraereo e carri armati[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Libya rebel army says training before Tripoli push, Reuters, Mon Feb 28, 2011 5:20pm GMT.
  2. ^ Nancy A. Youssef, Libyan rebels admit their military is lacking, Miami Herald, Monday, 02.28.11.
  3. ^ Battle for control rages in Libya, Al Jazeera, 15 marzo 2011. URL consultato il 18 marzo 2011.
  4. ^ Gadhafi showers strategic oil port with rockets, Associated Press, 10 marzo 2011. URL consultato il 18 marzo 2011.. Il termine arabo "ṣāʿiqa" (in arabo: صاعقة) significa "Avanguardia".
  5. ^ Battle Rages over Libyan Oil Port, Al Jazeera English, 3 marzo 2001. URL consultato il 18 marzo 2011.
  6. ^ David D. Kirkpatrick and Karim Faheem, Libya rebels gain arms, defectors, Boston.com, 28 febbraio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]