Esco di rado e parlo ancora meno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esco di rado e parlo ancora meno
Esco di rado e parlo ancora meno.jpg

Artista Adriano Celentano
Tipo album Studio
Pubblicazione 2000
Durata 60 min. 36 sec.
Dischi 1
Tracce 12
Genere Pop
Etichetta Clan Celentano
Produttore Clan Celentano
Note Vendite 1.800.000 copie
Adriano Celentano - cronologia
Album precedente
(1999)
Album successivo
(2002)

Esco di rado e parlo ancora meno è un album di Adriano Celentano, uscito il 10 novembre 2000. Il disco doveva inizialmente uscire nella primavera del 2001 ma fu anticipato su pressioni della Sony per sfruttare le vendite natalizie; al momento dell'uscita il precedente Io non so parlar d'amore era ancora nella top 50 italiana degli album più venduti. I singoli Per averti e Apri il cuore contribuiscono al grande successo dell'album (1.800.000 di copie), uno dei più apprezzati nella carriera del molleggiato. Come per l'album precedente, anche in questo caso, pochi mesi dopo l'uscita, il molleggiato torna su RaiUno con uno show di 4 puntate: "125 milioni di cazzate" che fa registrare grandi ascolti e grandi polemiche e, sempre come il suo predecessore, il titolo è la prima frase di una canzone: in questo caso di Io sono un uomo libero.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il team produttivo è lo stesso di Io non so parlar d'amore con la coppia Mogol e Gianni Bella che compone quasi tutti i brani. Il disco ripete dunque la formula vincente del precedente ma risulta meno immediato in alcune parti: accanto a brani tipici del repertorio di Celentano da segnalare Il figlio del dolore che narra di una violenza sessuale in una guerra e che vede Celentano duettare con Nada, Io sono un uomo libero, scritta da Ivano Fossati, con la quale Celentano dichiara la propria libertà e la propria astensione verso gli schieramenti politici ("...né destra né sinistra...") e Le stesse cose che porta la firma di Carlo Mazzoni. Il brano Index è un mix di alcuni brani del disco.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Per averti - 5'03" - (Mogol / G. Bella)
  2. Apri il cuore - 5'19" - (Mogol, Cheope / G. Bella, R. Bella)
  3. Lago rosso - 5'18" - (Mogol / G. Bella)
  4. Quello che non ti ho detto mai - 4'35" - (Mogol / G. Bella)
  5. Ti prenderò - 4'55" - (Mogol / G. Bella)
  6. Tir - 4'29" - (Mogol / G. Bella, R. Bella)
  7. Se tu mi tenti - 4'14" - (Mogol / G. Bella)
  8. Africa - 4'36" - (Mogol / G. Bella, R. Bella)
  9. Io sono un uomo libero - 5'46" - (Fossati)
  10. Le stesse cose - 5'43" - (Mazzoni)
  11. Il figlio del dolore - 6'25" - (Celentano / Spina)
  12. Index - 4'07" - (ideato e realizzato da Adriano Celentano)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Andamento nella classifica degli album italiana (top 50)[modifica | modifica wikitesto]

ITA FIMI album chart
Settimana 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Posizione
1
2
2
2
2
2
2
2
2
2
3
2
1
1
1
1
2
2
1
1
3
3
5
7
4
2
4
4
5
8
ITA FIMI album chart
Settimana 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 (RE) 55 56 57 (RE) 58 59 60 61 62(RE)
Posizione
10
7
8
8
7
8
7
8
11
8
4
9
12
16
16
29
18
14
23
25
43
41
50
35
43
48
38
36
41
43
50
44

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica