Escina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Escina
β-escina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C55H86O24
Massa molecolare (u) 1131,27
Aspetto polvere bianca
Numero CAS [6805-41-0]
Numero EINECS 229-880-6
PubChem 6476030
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,46
Temperatura di ebollizione 1140,6 °C (1413,75 K)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 311,8 °C (584,95 K)
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 302+332
Consigli P --- [1]

L'escina è una mistura di saponine con attività antiinfiammatoria, vasoprotettrice e vasocostrittrice. Viene estratto dall' Aesculus hippocastanum.[2]

La β-escina in particolar modo è considerata la molecola principale responsabile degli effetti vasoprottettori.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica wikitesto]

Sembra infatti che l'attività dell'escina sia soprattutto rivolta nell'induzione della sintesi dell'ossido nitrico endoteliale rendendo le cellule endoteliali più permeabili al calcio, inducendo anche il rilascio di prostaglandina F.[3][4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 29.05.2013
  2. ^ A. Bruni, Farmacognosia Generale e Applicata, Piccin Nuova Libraria, 1999, p.339, ISBN 978-88-299-1500-2.
  3. ^ Carrasco OF, Vidrio H, Endothelium protectant and contractile effects of the antivaricose principle escin in rat aorta in Vascul. Pharmacol., vol. 47, nº 1, luglio 2007, pp. 68–73, DOI:10.1016/j.vph.2007.04.003, PMID 17512261.
  4. ^ Berti F, Omini C, Longiave D, The mode of action of aescin and the release of prostaglandins in Prostaglandins, vol. 14, nº 2, agosto 1977, pp. 241–9, DOI:10.1016/0090-6980(77)90169-1, PMID 897216.
  5. ^ > Sirtori CR, Aescin: pharmacology, pharmacokinetics and therapeutic profile in Pharmacol. Res., vol. 44, nº 3, settembre 2001, pp. 183–93, DOI:10.1006/phrs.2001.0847, PMID 11529685.