Escara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune boliviano, vedi Escara (Bolivia).
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Escara

L'èscara è una porzione di tessuto andata incontro a fenomeni necrotici e ben delimitata dal circostante tessuto sano. Nel processo di guarigione è destinata a essere sostituita da una cicatrice[1].

Il termina deriva dal tardo latino eschăra, a sua volta derivato dal greco ἐσχάρα[2].

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

La causa principale responsabile della formazione di escare sono le ustioni. Può tuttavia essere dovuta ad altre condizioni cliniche quali lesioni da decubito, infezione cutanea da antrace ed herpes zoster. Può essere segno della presenza di tifo fluviale giapponese[3].

Clinica[modifica | modifica sorgente]

La consistenza può essere friabile o mostrarsi dura come il cuoio; è spesso contornata da tessuto eritematoso.

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

La sua rimozione chirurgica, che avviene tramite escarotomia o con toilette chirurgica, lascia un'ulcerazione più o meno profonda la cui guarigione comporta la comparsa di una cicatrice. Nel caso non si infetti e rimanga secca l'intervento è sconsigliato[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Escara in Dizionario di medicina Treccani. URL consultato il 27 maggio 2013.
  2. ^ escara in Treccani.it - Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  3. ^ Kim DM, Won KJ, Park CY, Yu KD, Kim HS, Yang TY, Lee JH, Kim HK, Song HJ, Lee SH, Shin H., Distribution of eschars on the body of scrub typhus patients: a prospective study. in Am J Trop Med Hyg. ., vol. 76, 2007, pp. 806-9..
  4. ^ Martin R., Mysterious calciphylaxis: wounds with eschar -Tto debride or not to debride? in Ostomy Wound Manage, vol. 50, aprile 2004, pp. 64-66.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina