Erythrosuchus africanus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Erythrosuchus
Erythrosuchus afr12DB.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Sottoclasse Sauropsida
Infraclasse Archosauromorpha
Famiglia Erythrosuchidae
Genere Erythrosuchus
Specie E. africanus
Nomenclatura binomiale
Erythrosuchus africanus
Broom, 1905

L'eritrosuco (Erythrosuchus africanus Broom, 1905) è un enorme arcosauro fossile, vissuto in Sudafrica durante il Triassico inferiore e medio.

Questo animale era uno dei più grandi predatori della sua era. Lungo circa 4,5 metri e pesante una tonnellata, l'eritrosuco era dotato di una testa enorme, che raggiungeva il metro, di forma massiccia e dotata di lunghi denti acuminati.
Come intuibile da questa caratteristica, l'eritrosuco doveva con buona probabilità essere l'ultimo anello della catena alimentare nel Triassico inferiore sudafricano, prima della comparsa dei dinosauri.
Le zampe forti e robuste, poste quasi perpendicolarmente rispetto al corpo, lo denotano come un predatore attivo ed efficiente nonostante la mole, anche se non è improbabile che l'eritrosuco si nutrisse anche di carogne.

Forme simili all'eritrosuco sono note anche in Russia e in Cina (Shansisuchus). Il gruppo a cui appartengono l'eritrosuco e i suoi parenti comprende anche altri arcosauri primitivi dall'aspetto simile a quello dei coccodrilli, come Proterosuchus.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]