Erythropitta arquata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pitta a bande blu
BirdsAsiaJohnGoVGoul 0284.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Passeriformes
Sottordine Tyranni
Famiglia Pittidae
Genere Erythropitta
Specie E. arquata
Nomenclatura binomiale
Erythropitta arquata
(Gould, 1871)
Sinonimi

Erythropitta arcuata

Areale

Blue-banded Pitta Distribution.jpg

La pitta a bande blu o pitta minore (Erythropitta arquata (Gould, 1871)) è un uccello passeriforme della famiglia dei Pittidi[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Con appena 15 cm di lunghezza massima e 42 g di peso, la pitta a bande blu rappresenta la specie di minori dimensioni dell'intera famiglia Pittidae[3].

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Questi uccelli hanno un aspetto massiccio e paffuto, con ali e coda corte, testa arrotondata e becco allungato.
In questa specie è presente un dimorfismo sessuale piuttosto netto: la colorazione del maschio è infatti rosata sulla faccia, mentre vertice e nuca sono rossi e dietro l'occhio parte una sottile banda azzurra che raggiunge la base della nuca. Azzurro brillante è anche il margine delle penne fra gola e petto (da cui il nome comune della specie), mentre petto, ventre e sottocoda sono rossi e dorso, ali e coda sono azzurro-blu. La femmina è invece prevalentemente bruna, con gola, ventre e banda postoculare biancastri e decise sfumature rossicce sui fianchi: in ambedue i sessi il becco è nerastro, gli occhi sono verde-azzurri e le zampe sono di colore carnicino.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si trata di uccelli dalle abitudini diurne e solitarie, molto timidi ma allo stesso tempo assai territoriali verso i conspecifici: essi passano la maggior parte della giornata al suolo, muovendosi nel sottobosco alla ricerca di cibo.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La dieta di questi uccelli si basa su lombrichi e chiocciole, venendo inoltre integrata quando possibile con insetti e altri invertebrati di piccole dimensioni.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La riproduzione di questi uccelli non è stata finora descritta in natura, ma si ritiene tuttavia che non si discosti significativamente dal pattern seguito dalle altre specie di pitte.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La pitta dalle bande blu è endemica del Borneo, dove abita perlopiù le regioni centrali: il suo habitat è rappresentato dalla foresta pluviale con presenza di folto sottobosco[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Erythropitta arquata in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Pittidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ Whitehead, J., A Review of the Species of the Family Pittidae in Ibis, vol. 35, nº 4, 1893, p. 488–509, DOI:10.1111/j.1474-919X.1893.tb01238.x.
  4. ^ Phillipps, Q. & Phillipps, K., Phillipps’ Field Guide to the Birds of Borneo, John Beaufoy Publishing, 2011, ISBN 978-1-906780-56-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]