Erysipelothrix rhusiopathiae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Erysipelothrix rhusiopathiae
Diseases of Swine 31-1.png
Colonia di Erysipelothrix rhusiopathiae
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Firmicutes
Ordine Erysipelotrichales
Famiglia Erysipelotrichidae
Genere Erysipelothrix
Specie E. rhusiopathiae
Nomenclatura binomiale
Erysipelothrix rhusiopathiae
Migula, 1900

Erysipelothrix rhusiopathiae è un bacillo polimorfo, gram-positivo, immobile, acapsulato e asporigeno. Cresce sia in presenza che in assenza di ossigeno.

Diffuso in tutto il mondo, E. rhusiopathiae è considerato un organismo patogeno, che causa un'infezione nota come erisipela negli animali e erisipeloide negli esseri umani.

Colpisce solitamente tacchini e maiali, ma sono stati riportati casi di infezione in altri uccelli (polli, anatre ed emu), pecore, pesci e rettili.[1]

La malattia umana chiamata erisipela non è causata da E. rhusiopathiae, ma da membri del genere Streptococcus.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Brooke C, Riley T, Erysipelothrix rhusiopathiae: bacteriology, epidemiology and clinical manifestations of an occupational pathogen in J Med Microbiol, vol. 48, nº 9, 1999, pp. 789–99, DOI:10.1099/00222615-48-9-789, PMID 10482289.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]