Errico Buonanno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Errico Buonanno fotografato all'interno della sala della Gran Guardia a Rovigo in occasione della presentazione del suo romanzo Lotta di classe al terzo piano. 1 giugno 2014.

Errico Buonanno (Roma, 14 ottobre 1979) è uno scrittore e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nella narrativa con il romanzo Piccola Serenata Notturna, nel 2003 con cui ha vinto il Premio Calvino [1] e il Premio Kihlgren. [2] A partire dallo stesso anno ha iniziato a collaborare con il giornale il manifesto, per poi passare a Il Riformista e al Corriere della Sera. Dal 2004 al 2010 ha lavorato come editor di narrativa italiana presso la Marsilio Editori di Venezia. Ha tradotto le opere Può la barca affondare l'acqua? Vita dei contadini cinesi Chen Guidi e Wu Chuntao, 2007, Una bambina soldato di China Keitetsi, nel 2008, e Le donne e l'Olocausto. Ricordi dall'inferno dei Lager di Lucille Eichengreen, nel 2012, per la Marsilio.

L'accademia Pessoa è stato pubblicato anche in Germania e in Italia ha vinto il Premio Letterario Orient-Express. [3]

Dal 2010 al 2012 ha collaborato con Chiara Gamberale alle tre stagioni della trasmissione radiofonica Io, Chiara e l'Oscuro, in onda su Radio 2, in cui interpretava il ruolo della "Testa". Nel 2013, ancora per Radio 2, ha collaborato come autore al programma di Flavio Insinna "Per favore parlate al conducente" e ha rivestito il ruolo di insegnante di letteratura italiana per il programma La Scimmia, in onda su Italia 1 nell'ottobre del 2012 e successivamente inserito all'interno di Amici di Maria De Filippi su Canale 5. Nel 2014, per il Corriere della Sera, ha realizzato la web-serie I ragazzi degli anni '90. [4]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Piccola Serenata Notturna, 2003, Marsilio;
  • Partita doppia, 2005, Aliberti editore, assieme a Gianni Farinetti;
  • L'accademia Pessoa, 2007, Einaudi Stile Libero;
  • Sarà vero. La menzogna al potere. Fatti, sospetti e bufale che hanno fatto la Storia, 2009, Einaudi Stile Libero;
  • L'eternità stanca. Pellegrinaggio agnostico tra le nuove religioni, 2012, Laterza;
  • Io, Chiara e l'Oscuro, 2012, Transeuropa;
  • La sindrome di Nerone. In ogni grande dittatore, un artista mancato, 2013, Rizzoli
  • Lotta di classe al terzo piano, 2014, Rizzoli

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Può la barca affondare l'acqua? Vita dei contadini cinesi, Chen Guidi e Wu Chuntao, 2007, Marsilio;
  • Una bambina soldato, China Keitetsi, 2008, Marsilio;
  • Le donne e l'Olocausto. Ricordi dall'inferno dei Lager, Lucille Eichengreen, 2012, Marsilio;
  • Confessioni di una sociopatica, M.E. Thomas, 2013, Marsilio;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Italo Calvino
  2. ^ Premio Letterario Edoardo Kihlgren Opera Prima Nona Edizione - Subway - Letteratura
  3. ^ Italiani
  4. ^ cultura - speciale Corriere della Sera

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]