Ernesto De Angeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Ernesto De Angeli
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Ernesto De Angeli
Luogo nascita Laveno
Data nascita 29 gennaio 1849
Luogo morte Milano
Data morte 17 gennaio 1907
Titolo di studio Diploma di ragioneria
Professione Imprenditore industria tessile
Legislatura XIX
Pagina istituzionale

Ernesto De Angeli (Laveno, 29 gennaio 1849Milano, 17 gennaio 1907) è stato un imprenditore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le scuole elementari si iscrisse al liceo Beccaria di Milano. Fu costretto a sospendere gli studi per la morte del padre. Cominciò a lavorare nel Cotonificio Cantoni, e successivamente si diplomò in ragioneria.

Diventato in seguito direttore di uno stabilimento del Cotonificio Cantoni, nel 1872 fondò a Milano la Società Ernesto De Angeli e C, per la stampa dei tessuti in cotone. In pochi anni la ditta divenne una delle maggiori aziende del settore. Nella conduzione della ditta, De Angeli fu affiancato dal cognato Giuseppe Frua. Nel 1878 lo stabilimento fu ampliato[1]. Dopo lo stabilimento di Milano, la De Angeli-Frua acquisì anche una fabbrica ad Agliè.

Per le sue capacità sin dall'inizio Ernesto De Angeli ebbe l'appoggio, come soci, da parte di industriali come Cantoni, Crespi, Krumm, Ammann e di banche milanesi, come la Zaccaria Pisa; Giuseppe Pisa (m.1905) e poi Giuseppe Sullam (m. 1927), rappresentarono a lungo la Z. Pisa nel consiglio di amministrazione dell'impresa[2].

Già consigliere comunale a Laveno e a Milano, nel 1895 De Angeli fu nominato senatore. Nello stesso anno acquistò tre carature della società editrice del Corriere della Sera, diventando socio di Benigno Crespi, uno dei figli del grande industriale cotoniero Cristoforo Benigno Crespi, e di Giovanni Battista Pirelli.

Nel suo paese natale fu promotore di molte iniziative sociali.

Morì a Milano il 17 gennaio 1907. Dopo la sua scomparsa, la De Angeli-Frua continuò la crescita sotto la guida di Giuseppe Frua.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oggi il luogo è noto come piazza De Angeli.
  2. ^ Associazione Società Italiane per Azioni Notizie statistiche sulle Società Italiane per Azioni varie edizioni, sub voce.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie