Ernesto Augusto di Hannover (1954)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Augusto di Hannover
Capo del Casato di Hannover
Stemma
Nome completo Ernst August Albert Paul Otto Rupprecht Oskar Berthold Friedrich-Ferdinand Christian-Ludwig
Nascita 26 febbraio 1954, Hannover
Dinastia Hannover
Padre Ernesto Augusto "IV"
Madre Ortrud di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Coniugi Chantal Hochuli
Carolina di Monaco
Figli Ernst August
Christian
Alexandra
Religione protestantesimo

Ernesto Augusto di Hannover, il cui nome completo in tedesco è Ernst August Albert Paul Otto Rupprecht Oskar Berthold Friedrich-Ferdinand Christian-Ludwig Prinz von Hannover (Hannover, 26 febbraio 1954), è il figlio maggiore del principe Ernesto Augusto IV di Hannover (1914-1987) e della sua prima moglie, principessa Ortrud di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg (19251980).

Solitamente ci si riferisce ad Ernesto Augusto come a sua altezza reale il principe di Hannover; in alcuni casi è chiamato anche Ernesto Augusto V di Hannover.

Egli è il terzo, e attuale, marito della principessa Carolina di Monaco, erede presuntiva al trono del Principato di Monaco. Ernesto Augusto è invece il pretendente al trono di Hannover.

Nome ed antenati[modifica | modifica sorgente]

In quanto maggiore tra i discendenti in linea maschile di Giorgio V di Hannover, e quindi di Giorgio III del Regno Unito, Ernesto Augusto è a capo della Casata dei Welfen ed è quindi numerato come Ernesto Augusto V. Ne deriva che egli è il pretendente hannoveriano al trono del regno di Hannover e del ducato di Brunswick. Secondo la tradizione tedesca egli ha diritto al trattamento di sua altezza reale e si fregia dei titoli di principe di Hannover, duca di Brunswick e Lüneburg, principe di Gran Bretagna e Irlanda.[1] Nessuno di questi titoli è però valido secondo la moderna legislazione tedesca, britannica o irlandese, ma gli vengono comunque riconosciuti per cortesia nelle corti europee, mentre il Principato di Monaco li riconosce formalmente. In Germania, i titoli nobiliari e reali vennero aboliti nel 1918, legalmente considerandoli semplicemente come cognomi.

Come erede dell'ultimo Duca di Cumberland e Teviotdale, Ernesto Augusto ha il diritto di petizione in base al Titles Deprivation Act 1917 per la restaurazione della parìa britannica dei suoi antenati. Egli però non ne ha ancora approfittato, benché suo padre, dopo la seconda guerra mondiale, avesse richiesto e ottenuto la nazionalità britannica, in virtù delle disposizioni, a lungo ignorate, del Sophia Naturalization Act 1705.

Ernesto Augusto è inoltre un bisnipote dell'ultimo imperatore tedesco, Guglielmo II. Fino al suo matrimonio con la principessa Carolina, egli era 385° nella linea di successione al trono britannico; sposandosi con una cattolica venne però escluso dalla successione in base all'Act of Settlement 1701. I suoi tre figli non hanno però perso i loro diritti successori perché cresciuti come protestanti.

Matrimoni e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Egli si sposò la prima volta, con cerimonia civile il 28 agosto 1981 e religiosamente il 30 agosto, con Chantal Hochuli, ereditiera di un impero del cioccolato svizzero. Ebbero due figli:

  • principe Ernst August di Hannover (n. 19 luglio 1983);
  • principe Christian di Hannover (n. 1 giugno 1985).

Ernesto Augusto e Chantal Hochuli divorziarono il 23 ottobre 1997.

Egli si sposò una seconda volta il 23 gennaio 1999, con cerimonia civile tenutasi a Monaco, con la principessa Carolina di Monaco, che all'epoca era incinta della loro figlia:

Dal momento che egli nacque all'interno della linea successoria del trono britannico egli era legato alle disposizioni del Royal Marriages Act 1772; di conseguenza, prima di sposarsi con la principessa Carolina, dovette ottenere un esplicito permesso dalla regina Elisabetta II in consiglio. In assenza del consenso reale il matrimonio sarebbe stato invalido in Gran Bretagna ed avrebbe quindi messo in rischio la possibilità per Ernesto Augusto di agire in giudizio per la restaurazione del sospeso ducato di Cumberland e Teviotdale. Similarmente, la corte monegasca notificò ufficialmente il matrimonio della principessa alla Francia e ricevette l'assicurazione che non esistevano obiezioni, il tutto in osservanza del trattato franco-monegasco.

Controversie legali[modifica | modifica sorgente]

Nel corso della sua vita, Ernesto Augusto ha avuto dei guai con la giustizia. Nel 1998 dovette pagare una sanzione di 30 000 sterline per aver rotto il naso ad un cameraman, senza contare altri litigi con fotografi e con un ufficiale di polizia. Venne inoltre fotografato durante l'Expo 2000 ad Hannover mentre urinava contro il padiglione turco, causando così un incidente diplomatico ed una rimostranza dell'ambasciata turca, che lo accusò di insultare il popolo turco. Egli querelò coloro che pubblicarono la fotografia (Bild-Zeitung) per violazione della privacy, ma venne comunque condannato a pagare 33 900 euro; il giornale, in precedenza, aveva anche pubblicato una foto del principe mentre urinava fuori da un ospedale in Austria.[2]

Eventi recenti[modifica | modifica sorgente]

Lunedì 3 aprile 2005 Ernesto Augusto venne ricoverato d'urgenza in ospedale per una pancreatite acuta. Il giorno seguente cadde in un coma profondo, un giorno prima della morte del suocero, il principe Ranieri III di Monaco. Il venerdì, l'8 aprile 2005 il personale dell'ospedale fece sapere che il principe non era più in coma, ma si trovava comunque nel reparto cure intensive. Un rapporto dello stesso giorno di BBC World News descrisse le sue condizioni come «serie ma non irreversibili»; il 9 aprile, sempre secondo un servizio della BBC, un portavoce dell'ospedale annunciò che Ernesto Augusto stava ricevendo cure mediche continue. Da quel momento è stato dimesso ed è stato spesso visto in pubblico assieme alla moglie.

Antenati e ascendenza patrilineare[modifica | modifica sorgente]

Ernesto Augusto di Hannover Padre:
Ernesto Augusto IV di Hannover
Nonno paterno:
Ernesto Augusto III di Brunswick
Bisnonno paterno:
Ernesto Augusto, duca di Cumberland
Trisnonno paterno:
Giorgio V di Hannover
Trisnonna paterna:
Maria di Sassonia-Altenburg
Bisnonna paterna:
Thyra di Danimarca
Trisnonno paterno:
Cristiano IX di Danimarca
Trisnonna paterna:
Luisa d'Assia-Kassel
Nonna paterna:
Vittoria Luisa di Prussia
Bisnonno paterno:
Guglielmo II di Germania
Trisnonno paterno:
Federico III di Germania
Trisnonna paterna:
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bisnonna paterna:
Augusta Vittoria di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Trisnonno paterno:
Federico VIII di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg
Trisnonna paterna:
Adelaide di Hohenlohe-Langenburg
Madre:
Ortrud di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Nonno materno:
Alberto di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Bisnonno materno:
Federico di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonna materna:
Luisa Carolina d'Assia-Kassel
Bisnonna materna:
Adelaide di Schaumburg-Lippe
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo di Schaumburg-Lippe
Trisnonna materna:
Ida di Waldeck-Pyrmont
Nonna materna:
Hertha di Ysenburg e Büdingen
Bisnonno materno:
Bruno di Ysenburg e Büdingen
Trisnonno materno:
Ernesto Casimiro II di Ysenburg e Büdingen
Trisnonna materna:
Thekla di Erbach-Fürstenau
Bisnonna materna:
Bertha di Castell-Rüdenhausen
Trisnonno materno:
Adolfo di Castell-Rüdenhausen
Trisnonna materna:
Maria di Thüngen

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze hannoveriane[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Ernesto Augusto - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Ernesto Augusto
— [4]

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 9 agosto 1992

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paul Theroff, an online Gotha
  2. ^ Royalty reaps riches in strict privacy laws
  3. ^ Pedigree di Oberto I
  4. ^ La Verdad

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Cumberland e Teviotdale – titolare
causa della mancata successione:
Titles Deprivation Act 1917
Successore
Ernesto Augusto IV di Hannover dal 9 dicembre 1987 ad oggi in vita
Predecessore Re di Hannover – titolare
causa della mancata successione:
l'Hannover viene annesso alla Prussia nel 1866
Successore
Ernesto Augusto IV di Hannover dal 9 dicembre 1987 ad oggi in vita
Predecessore Duca di Brunswick - titolare
causa della mancata successione:
il Ducato viene abolito nel 1918
Successore
Ernesto Augusto IV di Hannover dal 9 dicembre 1987 ad oggi in vita
Predecessore Capo della Casata di Hannover Successore
Ernesto Augusto IV di Hannover dal 9 dicembre 1987 ad oggi in vita