Ermengarda de Hesbaye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ermengarda de Hesbaye (778Angers, 3 ottobre 818) fu regina dei Franchi e Sacra Romana Imperatrice.

Figlia del conte di Hesbaye, Ingramm (nipote di Rotrude, moglie di Carlo Martello) e di Edvige di Baviera. L'Hesbaye era un'antica regione del Belgio, che comprendeva l'attuale provincia di Liegi e parte del Brabante Vallone, del Brabante Fiammingo, del Limburgo e di Namur.

Nel 794 sposò Ludovico il Pio, figlio di Carlomagno.

Nel gennaio dell'814, alla morte di Carlomagno, Ludovico ereditò l'impero e fu incoronato a Reims, nell'agosto dello stesso anno, dal Papa Leone III, assieme a Ermengarda.

Siccome l'imperatrice aveva una grande influenza su Ludovico, si ritiene che per favorire i suoi figli, Lotario, Pipino e Ludovico, lo indusse a mandare in monastero i figli naturali di Carlomagno, Drogone (801-855, diventò vescovo di Metz), Ugo (?-844, fu abate in diverse abbazie, assassinato) e Teodorico (807-?, monaco).

Inoltre inviò, nell'817 i suoi emissari dal nipote di Ludovico, il re d'Italia, Bernardo, per invitarlo ad Aquisgrana, con la promessa che non gli sarebbe accaduto nulla, per una presunta ribellione; ma appena arrivato, fu imprigionato e condannato a morte (poi trasformata in accecamento, a seguito del quale ne morì).

Morì il 3 ottobre 818 ad Angers, mentre col marito faceva un'ispezione del regno.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Ermengarda diede a Ludovico sei figli:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86109131