Ermanno Comuzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ermanno Comuzio (Bergamo, 1923Bergamo, 24 agosto 2012[1]) è stato un giornalista, saggista, critico cinematografico e musicale italiano.

Titolare della rubrica cinematografica e teatrale del Giornale di Bergamo, ha collaborato a diverse riviste tra cui "Sipario", "Cineforum", "Cinematografo", "Carte di Cinema" e ha curato voci per Filmlexicon, l'Enciclopedia dello Spettacolo e l'Enciclopedia Italiana Treccani.

Tra le sue numerose pubblicazioni, le monografie su George Cukor, Raoul Walsh, King Vidor, (tutte tre per Il Castoro), Mark Sandrich, (Lindau), Erich von Stroheim, (Gremese), e soprattutto, frutto dalla sua passione combinata per la musica e il cinema, il Dizionario ragionato dei musicisti cinematografici e il Dizionario ragionato dei compositori cinematografici, Film Music Lexicon (Amm. Prov. Di Pavia), Colonna Sonora (in prima edizione per Il Formichiere, e poi, ampliato e aggiornato, per l'Ente dello Spettacolo), e i tre volumi in cofanetto con dvd Musicisti per lo schermo (Ente dello Spettacolo).

Ha pubblicato anche saggi sulla storia del teatro in Italia e nella provincia bergamasca.

Ha partecipato più volte in veste di giurato al concorso internazionale di musiche per film "Mario Nascimbene", è stato presidente di giuria al festival "Roseto opera prima" e giurato al film festival del Garda.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Colonna sonora. Dizionario ragionato dei musicisti cinematografici, Ente dello Spettacolo, 1992 - ISBN 888509502X
  • Erich von Stroheim. Fasto e decadenza di un geniale sfrenato e anticonformista maestro della storia del cinema. Gremese, 1998 - ISBN 8877421649
  • Mark Sandrich. Cappello a cilindro, Lindau, Universale Film, 2002 - ISBN 978-88-7180-392-0
  • Musicisti per lo schermo. Dizionario ragionato dei compositori cinematografici, Ente dello Spettacolo, 2004 - ISBN 8885095232
  • "William Walton. Tra Londra e Ischia tra musica da concerto e musica per film",Grafital 2013-ISBN 978-88-89544-18-1

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Fiorello Zangrando per la critica cinematografica (1995)
  • Premio Domenico Meccoli. Scrivere di cinema (1997)
  • Premio Ring! Festival della critica cinematografica (2003).

Note[modifica | modifica wikitesto]