Eritromelalgia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Eritromelalgia
Erythromelalgia.jpg
Malattia rara
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 443.82
ICD-10 (EN) I73.8
Eponimi
Malattia di Mitchell

L'eritromelalgia o Malattia di Mitchell è una rara sindrome da vasodilatazione parossistica da aumento della temperatura cutanea con arrossamento dei piedi e, meno di frequente, delle mani. La malattia è stata descritta e denominata nel 1878 dal medico statunitense Silas Weir Mitchell.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

L'eziologia di tale condizione è sconosciuta, mentre l'eritromelalgia secondaria si può avere in pazienti con disordini mieloproliferativi, ipertensione arteriosa, insufficienza venosa o diabete mellito. Può rappresentare una reazione avversa al farmaco nell'utilizzo di Bromocriptina, farmaco utile nel trattamento della malattia idiopatica di Parkinson[1]

Diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

La diagnosi rimane comunque abbastanza difficoltosa e si basa sull'associazione tra l'aumento della temperatura ed i segni clinici.

Terapia e prevenzione[modifica | modifica wikitesto]

Gli attacchi possono essere prevenuti o trattati con il riposo del paziente a cui devono essere sollevate le gambe ed applicati impacchi di acqua fredda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ , Katzung - Farmacologia generale e clinica - 6ed Piccin.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina