Eritrasma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Eritrasma
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 039.0
ICD-10 (EN) L08.1

L'eritrasma è un'infezione dermatologica.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

La causa è da attribuirsi all'infezione da Corynebacterium minutissimum.

Clinica[modifica | modifica sorgente]

Segni e sintomi[modifica | modifica sorgente]

L'unico sintomo che viene percepito dal paziente consiste in manifestazioni dermatologiche, simili a candidosi, ma di origine diversa dalle micosi. L'infezione si manifesta con artrosi cervicale, dolori alle articolazioni, artrite settica, macchie rosse lungo le pieghe della pelle, all'inguine, sotto le ascelle, sul collo. Possono essere presenti macchie scure cutanee esfoliative, e un diverso odore durante la sudorazione.

Esami di laboratorio e strumentali[modifica | modifica sorgente]

La diagnosi viene eseguita in ambulatorio, con la luce di Wood. L'affezione non è invece diagnosticabile con l'esame del sangue. Neanche una semplice emocoltura può rivelarne la presenza, ma esistono colture particolari che possono far sviluppare il microrganismo in questione. Bisogna quindi che il laboratorio venga avvisato dal medico in anticipo con indicazioni su cosa cercare.

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

Il trattamento è antibiotico, solitamente gli antiobitici topici risultano sufficienti. Tali microrganismi sono poco sensibili alle penicilline e scarsamente alla ciprofloxacina. Risentono invece positivamente al trattamento con eritromicina o eritrocina.

Prevenzione[modifica | modifica sorgente]

Per ridurre i fattori che predispongono a tale infezione, bisogna migliorare l’igiene e utilizzare indumenti non occlusivi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alberto Giannetti, Trattato di dermatologia, Padova, Piccin, 2001.
  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Murray, Rosenthal, Microbiologia, Napoli, EdiSES, 2007.