Erispoë

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erispoë
Re di Bretagna
In carica ca. 851 - 857
Predecessore Nominoë
Successore Salomone
Altri titoli Re di Dumnonia in Armorica
Morte 857
Padre Nominoë
Coniuge Marmohec
Figli figlia di cui non si conosce il nome
figlia di cui non si conosce il nome e
Conan

Erispoë (... – 857) fu il secondo, il primo ad essere incoronato, re di Bretagna dal 851 alla sua morte.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Erispoë era il figlio del primo re di Bretagna, Nominoë e della moglie di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti[1]. Il futuro re, Salomone, era suo cugino, come risulta da un documento dello stesso Erispoë, in cui nomina sia il padre, Nominoë, che Salomone, definito cugino[2].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nell'843, Erispoe, secondo la Chronica Rainaldi Archidiaconi Andegavensis, alla guida dei Bretoni, nelle vicinanze di Metiacumsi scontrò con Rinaldo di Nantes, che per il tradimento dello spergiuro di Lamberto II di Nantes, alleatosi con i Bretoni, fu sconfitto ed ucciso con tutti i suoi uomini[3]

Dopo la morte del padre, Nominoë, nell'851, che, secondo il Fragmentum Chronicorum Fontanellensis, si trovava entro i confini del regno dei Franchi[4] (nelle vicinanze di Le Mans) e, secondo il cronista franco, Reginone, avvenne per divina volonta[5], Erispoe ottenne il regno del padre[5].

In quello stesso anno (851), dopo essere salito al trono, Erispoe, secondo gli Annales Bertiniani, ad Angers, giurò fedeltà al re dei Franchi occidentali[6], Carlo il Calvo, poi però, secondo il Fragmentum Chronicorum Fontanellensis, fu affrontato dal re dei Franchi, Carlo il Calvo[4] durante la battaglia perse diversi dei suoi tra cui un conte palatino, mentre i Bretoni catturati furono uccisi[4]. Dopo lo scontro si pervenne ad un accordo di pace tra Erispoe e re Carlo, che permise a quest'ultimo di fare ritorno, nel suo regno[4], mentre a Erispoe furono cedute le città di Rennes e Nantes ed il Pays de Retz[7].

Nell'856, Erispoe fece definitivamente pace con Carlo il Calvo e secondo gli Annales Bertiniani, la pace fu suggellata dal fidanzamento della figlia primogenita di Erispoe col figlio primogenito di Carlo, Luigi o Ludovico, detto il Balbo, a cui fu donato il ducato del Maine[8], creato appositamente per Luigi, erede al trono dei Franchi occidentali.

Gli Annales Bertiniani, ricordano che Erispoe mori l'anno successivo (857), ucciso dal cugino, Salomone e da un altro Bretone, Almaro, che si erano ribellati al loro re[9]. L'assassinio di Erispoe da parte di Salomone è confermato anche dalla Chronica Rainaldi Archidiaconi Andegavensis[3].
A Erispoe successe Salomone.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Dalla moglie, Marmohec (in un documento della Cronaca di Nantes è citata col marito[2]), di cui non si conoscono gli ascendenti, Erispoë ebbe 3 figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Early Dukes of Brittany - Nominoë
  2. ^ a b c d (EN) BRITTANY, DUKES & NOBILITY - Erispoë
  3. ^ a b (LA) Chroniques des Eglises d'Aniou: Chronica Rainaldi Archidiaconi Andegavensis pag 5
  4. ^ a b c d (LA) Fragmentum Chronicorum Fontanellensis anno 851, pag 303
  5. ^ a b (EN) Monumenta Germanica Historica: Reginonis Chronicon, anno 851, pag 571
  6. ^ (LA) Annales Bertiniani anno 851, pag 77
  7. ^ (LA) Annales Bertiniani anno 851, pag 78
  8. ^ a b (LA) Annales Bertiniani anno 856, pag 88
  9. ^ (LA) Annales Bertiniani anno 857, pag 92

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie[modifica | modifica sorgente]

Letteratura storiografica[modifica | modifica sorgente]

  • René Poupardin, Ludovico il Pio, in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 558–582.
  • René Poupardin, I regni carolingi (840-918), cap. XIX, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 582-634.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Bretagna Successore COA fr BRE.svg
Nominoë 851857 Salomone