Erik Solér

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erik Solér
ErikSoler.jpg
Dati biografici
Nome Erik Francisco Solér
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 173 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1990
Carriera
Squadre di club1
1979-1983 Lillestrom Lillestrøm 97 (9)
1984 Eik-Tonsberg Eik-Tønsberg 8 (2)
1984-1985 Amburgo Amburgo 25 (0)
1986-1987 Brann Brann 21 (0)
1987-1988 Aarhus Aarhus  ? (?)
1989-1990 Lillestrom Lillestrøm 16 (0)
Nazionale
1982-1988 Norvegia Norvegia 39 (4)
Carriera da allenatore
1991-1993 Mercantile Mercantile
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 giugno 2012

Erik Francisco Solér (Lillestrøm, 6 agosto 1960) è un ex calciatore, procuratore sportivo e dirigente sportivo norvegese, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Solér iniziò la sua carriera con la maglia del Lillestrøm, giocando inizialmente sulla linea dei centrocampisti e successivamente su quella di difesa, sempre sulla fascia destra. Lasciò la squadra per giocare con l'Eik Tønsberg, finché non si trasferì all'Amburgo. Dopo un anno e mezzo in Germania, tornò in patria per militare nel Brann. Si aggiudicò la Coppa di Danimarca 1987-1988, vestendo la maglia dello Aarhus, siglando la rete decisiva in finale. La breve esperienza danese fu seguita dal ritorno al Lillestrøm, con cui vinse la 1. divisjon 1989, prima di ritirarsi l'anno seguente.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Solér giocò 39 partite per la Norvegia, con 4 reti all'attivo.[1] Esordì il 22 settembre 1982, giocando titolare nella sconfitta per uno a zero contro il Galles.[2] Il 19 maggio 1983 segnò la prima rete, nel pareggio per due a due contro la Danimarca.[3]

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dal 1991 al 1993, fu allenatore del Mercantile.[4] Nei tardi anni novanta, diventò l'agente di alcuni importanti calciatori norvegesi, quali Erik Mykland e Steffen Iversen. Fu co-proprietario e membro della dirigenza dello Start tra il 2002 ed il 2008. Durante questo periodo, lo Start centrò la promozione nella Tippeligaen nel 2004; l'anno seguente, la squadra giunse seconda in campionato e guadagnò l'accesso alla Coppa UEFA 2006-2007.

Il 25 novembre 2009, annunciò che sarebbe diventato il nuovo direttore generale dei New York Red Bulls.[5] Il tutto fu confermato il 7 dicembre. Nel suo primo anno d'attività, contribuì a trasformare la squadra in un club di prima fascia, attraverso l'ingaggio di calciatori quali Joel Lindpere, Thierry Henry, Roy Miller e Rafael Márquez. Durante la Major League Soccer 2010, New York vinse per la seconda volta nella sua storia la Eastern Conference.[6]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
Lillestrøm: 1981
Aarhus: 1987-1988
Lillestrøm: 1989

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Erik Solér, home.no. URL consultato il 17-03-2011.
  2. ^ (NO) Wales - Norge 1 - 0, fotball.no. URL consultato il 17-03-2011.
  3. ^ (NO) Danmark - Norge 2 - 2, fotball.no. URL consultato il 17-03-2011.
  4. ^ (NO) 1950-2006, mercantile.no. URL consultato il 07-06-2012.
  5. ^ (NO) Solér blir New York Red Bulls-sjef, vg.no. URL consultato il 17-03-2011.
  6. ^ (EN) Red Bulls beat Revs, clinch Eastern Conference, mlssoccer.com. URL consultato il 17-03-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]