Erik Scavenius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erik Scavenius

Erik Julius Christian Scavenius (Klintholm, 13 luglio 1877Gentofte, 29 novembre 1962) è stato un politico e diplomatico danese, primo ministro della Danimarca durante l’occupazione nazista dal 9 novembre 1942 al 29 agosto 1943.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia aristocratica, nel 1901 si laurea in Economia e poco dopo entra nella carriera diplomatica lavorando presso l’ambasciata danese a Berlino (1906-1908), poi a Vienna, a Roma e Stoccolma.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale la Danimarca viene occupata da parte della Germania nazista e, a seguito della crisi del telegramma il governo guidato da Vilhelm Buhl fu costretto alle dimissioni. Scavenius, ritenuto più vicino alla Germania venne nominato primo ministro.

L’andamento della guerra e la crescente resistenza della popolazione danese contro le forze d’occupazione spinsero Hitler a privare di qualunque potere il governo guidato da Scavenius trasferendone le competenze alle autorità tedesche.

Di conseguenza, il 29 agosto 1943 Scavenius rassegnò le dimissioni ma il re Cristiano X si rifiutò di accettarle e, pertanto, Scavenius rimase de iure in carica fino alla fine della seconda guerra mondiale e all’elezione del governo guidato da Vilhelm Buhl.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Viggo Sjøqvist, Erik Scavenius En biografi Bd. 1-2 Gyldendal 1973


Controllo di autorità VIAF: 71493059 LCCN: n81022756