Erico di Auxerre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Erico di Auxerre (in francese Heiric d'Auxerre; Auxerre, 841876) fu uno scrittore e teologo francese appartenente all'ordine benedettino.

Allievo di Lupo di Ferrières ed anch'egli educatore di figure di rilievo della successiva generazione, quali Hucbald di Reims e Remigio di Auxerre. Si può notare quindi un filo di continuità nell'educazione carolingia. Heiric occupa un posto importante nella storia dei testi classici. Pubblicò raccolte di estratti da Valerio Massimo e Svetonio. Egli è stato anche il primo ad aver usato gli estratti di Petronio che circolavano in un volume, ora a Berna ( (357, scritto circa nell'870) e gli va attribuita una raccolta di testi rari, sopravvissuta in un codice scritto ad Auxerre negli anni dall'860 all'862 e da lui stesso postillato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Leighton Reynolds e Nigel G. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dal medioevo ad oggi. Seconda edizione riveduta e ampliata

Controllo di autorità VIAF: 77120804 LCCN: nr91031758