Eric Johnson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo cestista, vedi Eric Johnson (cestista); per l'omonimo attore, vedi Eric Johnson (attore)
Eric Jonhson
Eric Jonhson
Eric Jonhson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock strumentale
Jazz
Fusion
Periodo di attività 1974 – in attività
Strumento Chitarra
Gruppi G3, Alien Love Child, Electromagnets
Studio 7
Live 1
Gruppi e artisti correlati G3
Sito web

Eric Johnson (Austin, Texas, 17 agosto 1954) è un chitarrista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il talento di Johnson iniziò a svilupparsi in età precoce. Nato in una famiglia incline alla musica, lui e le sue tre sorelle studiarono pianoforte, suo fratello formò una propria band; suo padre era un cantante appassionato. All'età di 11 anni, Johnson prese la chitarra e progredì rapidamente attraverso la musica delle sue influenze: Eric Clapton, Chet Atkins, Cream, Jimi Hendrix, Wes Montgomery, Jerry Reed, Bob Dylan, Django Reinhardt, e altri. La sua prima esperienza professionale fu come membro della band psychedelic rock Mariani ad appena 15 anni di età. Nel 1968, Johnson registrò una demo con il gruppo, che vide una vendita molto limitata; anni dopo la registrazione divenne un prezioso oggetto da collezione.

Dopo il diploma alla Holy Cross High School, Johnson frequentò brevemente l'University of Texas presso Austin e viaggiò con la sua famiglia in Africa. Infine ritornò ad Austin, e nel 1974 aderì alla band fusion The Electromagnets. La band fece un tour regionale, ma non riuscì ad attrarre l'attenzione dalle maggiori case di registrazioni e si sciolse nel 1977. Comunque, il virtuosismo di Johnson attirò un piccolo seguito di culto del gruppo all'inizio delle registrazioni, e due decenni dopo i loro due album furono stampati in grande numero su compact disc.

In seguito alla fine degli Electomagnets, Johnson formò un trio per il tour, The Eric Johnson Group, con il batterista Bill Maddox e il bassista Kyle Brock. Suonarono per rispettabili spettatori della scena musicale di Austin, e nel 1978 registrò il primo album in studio Seven Worlds. Sebbene l'album mostri le notevoli capacità tecniche di Johnson, una combinazione di dispute contrattuali, controversie finanziarie, e cattiva conduzione influenzarono l'uscita dell'album — e la carriera di Johnson — per diversi anni. Senza cambiamenti, Seven Worlds venne rilasciato vent'anni dopo nel 1998 dall'Ark21 Records dopo che Johnson garantì i diritti alla casa discografica.

Incapace di riuscire ad ottenere un nuovo contratto, Johnson, tuttavia, continuò a costruire la sua reputazione professionale lavorando come chitarrista, apparendo nelle registrazioni di Cat Stevens, Carole King, Christopher Cross e altri.

Nel 1996 e nel 2000 ha partecipato ai tour del G3 assieme a Joe Satriani e Steve Vai.

Il suo celebre pezzo Cliffs of Dover è presente nel videogame Guitar Hero.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84247791 LCCN: no98120834

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock