Eric Foreman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eric Foreman
Eric Foreman.png
Universo Dr. House - Medical Division
Lingua orig. Inglese
Autore David Shore
1ª app. in Una prova per non morire
Ultima app. in Everybody Dies
Interpretato da Omar Epps
Voce italiana Tony Sansone
Sesso Maschio
Professione Assistente di House nel reparto di diagnostica del PPTH, specializzato in neurologia, Direttore Sanitario del PPTH.
Parenti

Eric Foreman è un personaggio della serie televisiva statunitense Dr. House - Medical Division, interpretato da Omar Epps. È uno degli assistenti di House al Princeton-Plainsboro Teaching Hospital, l'unico assistente di colore, ed è specializzato in neurologia. Nell'ultima stagione prende il posto di Lisa Cuddy dopo il suo ritiro come capo del Princeton-Plainsboro Teaching Hospital.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Eric Foreman ha iniziato i suoi studi di medicina assecondando il volere del padre, ottenendo ottimi voti (come si evince dal primo episodio), per poi diventare un ottimo ed esperto dottore orgoglioso del suo lavoro.

A differenza del padre, profondamente cristiano, sembra essere ateo, infatti nel doppio episodio della seconda stagione Euforia dopo essersi ammalato e essere stato in quarantena con un paziente, gli rivela "mio padre prega sempre, io mai". Commenta inoltre con disapprovazione che il padre quando egli fa qualcosa di giusto ne dà il merito a Dio, mentre quando sbaglia accusa lui.

Nell'episodio Tredici porta fortuna Foreman, dopo aver scoperto che House non ha trovato alcuna informazione interessante sul suo conto per mezzo del suo investigatore privato e che perciò il suo capo lo considera noioso, si pone il dubbio se quella che lui considera la propria maturità, sia in realtà un'indifferenza e una freddezza interiore, che tra l'altro l'hanno portato alla rottura con Wendy, l'infermiera con cui era fidanzato. Pone questa domanda anche a Chase, che tra una battuta e l'altra afferma che Foreman è noioso perché non fa mai nulla di sbagliato o di istintivo, pur avendone le potenzialità (visti i precedenti come il furto dell'auto, il tatuaggio, o quando infetta Cameron).

In Una spiegazione semplice rivela di preferire affrontare da solo i problemi, deludendo Tredici che voleva passare del tempo con lui.

Rapporti coi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Con House[modifica | modifica wikitesto]

Foreman è forse l'assistente più importante dell'unità. Già dalla prima serie si può dire che sia il tuttofare di House, poiché svolge ogni commissione per lui, che lo ha assunto perché voleva qualcuno di spregiudicato e Foreman aveva, in passato, commesso dei furtarelli, cosa che il capo gli rinfaccia sporadicamente. Durante la serie, Cameron lo paragona ad House, dicendo che sono molto simili. Nella terza serie difende strenuamente il capo dalle accuse di Tritter, nonostante le pressioni dell'agente, che arriva a promettergli di liberare il fratello in cambio del suo aiuto.

Alla fine della terza serie si dimette, perché non vuole correre il rischio di diventare come House, che ammira come medico ma non come persona, e non vuole abituarsi ai suoi metodi anticonvenzionali; la sua scelta è stata forse condizionata dal fatto che, in Una lezione per House, usando i metodi del diagnosta uccide una paziente. Nel corso della quarta stagione torna a far parte del gruppo di lavoro di House, con un altro incarico, non avendo trovato lavoro perché diventato troppo simile all'ex capo. La Cuddy lo riassume, infatti, contro la volontà di House per supervisionare il lavoro dei nuovi membri del team.

Inoltre inizia a chiedersi se le capacità mediche siano veramente le sue o se la sua buon riuscita nel lavoro dipenda da House. Perciò nell'episodio Emancipazione prende, nonostante la finta contrarietà di House (che vuole invece metterlo alla prova), un caso da solo (con piccoli aiuti da parte di Chase e Cameron). Inizialmente Foreman non riesce ad arrivare alla diagnosi e, per una questione d'orgoglio, non vuole chiedere aiuto ad House, come invece gli suggeriscono Chase e Cameron. Tuttavia quando il suo paziente si avvicina alla morte, Foreman mette da parte il suo orgoglio e chiede ad House un aiuto per risolvere il caso. Nonostante ciò il suo capo, consapevole delle potenzialità mediche di Eric (sebbene conscio del fatto di mettere il pericolo la vita di un bambino), rifiuta di aiutarlo. Infine Foreman riesce a risolvere da solo l'enigma, capendo così di essere un buon dottore e di potercela fare anche senza dipendere da House.

Con Cameron[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda serie (Un cane è per sempre) Eric tradisce la fiducia della dottoressa prendendo spunto da un suo articolo e pubblicandolo a suo nome. Quando ella gli chiede scusa per la reazione, questi le dice che per lui lei è solo una collega, mentre la dottoressa Cameron lo riteneva un amico.

In Euforia - Parte II infetta Cameron con una siringa al fine di costringerla a tornare nell'appartamento maledetto a cercare la soluzione (che troverà House dopo un accurato sopralluogo): questa, che voleva andarci da prima, entra nella casa anche se il rischio di contagio era minimo: House ne deduce che ha usato la puntura come scusa. Nello stesso episodio Foreman, prima di entrare in coma, chiede alla dottoressa il suo perdono dicendole che anche lui la riteneva un'amica. Dapprima titubante, la dottoressa accetta le scuse dell'uomo; è comunque cosa certa che Foreman si fida della donna, perché le affida il compito di decidere della sua salute quando egli è in coma, cosa che sarebbe spettata al padre.

Con Chase[modifica | modifica wikitesto]

Foreman e Chase non si stimano a vicenda, cosa sottolineata da entrambi i personaggi: Foreman lo trova un ruffiano e non apprezza il suo carattere (sottolinea spesso il fatto che abbia una doppia faccia),[1] Chase trova il neurologo una persona noiosa.[2]. Tuttavia, nel corso della quinta serie, i due si confrontano spesso e si consigliano a vicenda[3]. Il loro rapporto migliora drasticamente dalla sesta stagione in poi, anche per merito della maturazione subita dai due nel corso della serie, merito delle numerose esperienze vissute in ospedale: nell'ultima stagione, Foreman arriverà addirittura ad ammettere di essere contento dell'ennesimo ritorno di Chase nel team di House.

Con Tredici[modifica | modifica wikitesto]

Foreman aiuta Tredici a riprendersi dal "processo autodistruttivo" (come lo chiama House) che aveva intrapreso. Il brillante neurologo, infatti, la inserisce in un trial clinico riguardante il morbo di Huntington. Durante il trial, Remy conosce una povera donna affetta dall'Huntington in fase avanzata, ma scopre anche di provare un interesse sentimentale per il neurologo: alla fine i due si baciano appassionatamente e si fidanzano.

In Il bene più grande Foreman trasgredisce al protocollo del trial, rischiando la sua carriera per poterle dare qualche anno di vita in più; imprevedibilmente le fa sviluppare un tumore al cervello; egli è incerto se rivolgersi alla casa farmaceutica, ma House e Tredici lo convincono a rinunciare: Kutner lo definisce un ipocrita perché, mentre per trasgredire il protocollo non ha chiesto il parere della diretta interessata, ora lo ascolta, sottolineando che fa ciò che gli è più comodo.

Alla fine si rivolge comunque alla casa farmaceutica che lo "grazia" minacciando però di fargli togliere la licenza se mai avesse partecipato a qualunque altra sperimentazione. Tredici riacquista l'uso degli occhi e ella perdona il collega, anche se viene espulsa dal trial. In Infedele House minaccia di licenziare Tredici o lui se non avesse interrotto la relazione: dopo vari litigi e sacrifici, Foreman e Tredici fingono di staccarsi l'uno dall'altra; House, che ha capito il trucco, non caccia nessuno. Nella sesta stagione Foreman prende temporaneamente il posto di House come capo del reparto diagnostico e licenzia Tredici perché non riesce a essere il suo capo e conteporaneamente il suo fidanzato. Alla fine Treici lo lascia, e quando House riprende il suo posto come capo la fa riassumere. Le cose tra Foreman e Tredici andavano male, i due avevano bruschi litigi, ma dopo tante esperienze i due medici trovano la forza di andare nuovamente d'accordo e di rimanere buoni amici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dr. House - Medical Division: episodio 2x08, Sotto accusa (The Mistake).
  2. ^ Dr. House - Medical Division: episodio 5x05, Tredici porta fortuna (Lucky Thirteen).
  3. ^ Dr. House - Medical Division: episodio 5x13, Bimba Dentro (Big Baby).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]