Episodi di Supernatural (quinta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La quinta stagione della serie televisiva Supernatural è stata trasmessa in prima visione negli Stati Uniti d'America da The CW dal 10 settembre 2009 al 13 maggio 2010. Gli antagonisti principali della stagione sono Zaccaria, Michele e Lucifero

In Italia la stagione è stata trasmessa da Rai 2 dal 1º giugno al 7 settembre 2011.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Sympathy for the Devil Compassione per il Diavolo 10 settembre 2009 1º giugno 2011
2 Good God, Y'All Il cavaliere dell'Apocalisse 17 settembre 2009 8 giugno 2011
3 Free to Be You and Me Liberi di essere se stessi 24 settembre 2009 15 giugno 2011
4 The End La fine 1º ottobre 2009 20 giugno 2011
5 Fallen Idols La caduta... dei famosi 8 ottobre 2009 27 giugno 2011
6 I Believe the Children Are Our Future I bambini sono il nostro futuro 15 ottobre 2009 4 luglio 2011
7 The Curious Case of Dean Winchester Il curioso caso di Dean Winchester 29 ottobre 2009 11 luglio 2011
8 Changing Channels Prigionieri della TV 6 novembre 2009 18 luglio 2011
9 The Real Ghostbuster I veri acchiappafantasmi 12 novembre 2009 25 luglio 2011
10 Abandon All Hope Lasciate ogni speranza... 19 novembre 2009 1º agosto 2011
11 Sam, Interrupted Il virus della follia 21 gennaio 2010 8 agosto 2011
12 Swap Meat Scambio di corpi 28 gennaio 2010 15 agosto 2011
13 The Song Remains the Same È sempre la stessa musica 4 febbraio 2010 16 agosto 2011
14 My Bloody Valentine San Valentino di sangue 11 febbraio 2010 21 agosto 2011
15 Dead Men Don't Wear Plaid La città degli zombie 25 marzo 2010 22 agosto 2011
16 Dark Side of the Moon Il lato oscuro della luna 1º aprile 2010 23 agosto 2011
17 99 Problems 99 problemi 8 aprile 2010 29 agosto 2011
18 Point of No Return Punto di non ritorno 15 aprile 2010 31 agosto 2011
19 Hammer of the Gods Il martello degli dei 22 aprile 2010 1º settembre 2011
20 The Devil you Know Il diavolo che conosci 29 aprile 2010 4 settembre 2011
21 Two Minutes to Midnight Due minuti a mezzanotte 6 maggio 2010 5 settembre 2011
22 Swan Song Il canto del cigno 13 maggio 2010 7 settembre 2011

Compassione per il Diavolo[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dean e Sam cercano disperatamente di scappare da Lucifero mentre ogni porta della chiesa è chiusa, a un certo punto, inspiegabilmente, si trovano catapultati su di un aereo che transita sopra al monastero, e una colonna di luce li investe. Sconvolti dall'accaduto, Sam e Dean si recano dal profeta Chuck e scoprono che Castiel è stato fatto a pezzi dall'Arcangelo. Durante la loro discussione arriva Zaccaria che vuole prendere Dean per iniziare la battaglia contro Lucifero. Infuriato per quelle imposizioni, Dean attiva un "segno" con il suo sangue e riesce a cacciare gli angeli. La scena si sposta in un motel dove Sam dà a Dean dei sacchetti per maledizioni, per non essere rintracciati, e gli dice di essere stato guarito dalla sua dipendenza dal sangue da parte della stessa cosa che li ha trasportati sull'aereo. Nonostante i ripetuti tentativi per scusarsi, Sam finisce sempre per essere zittito dal fratello, che non vuole sentire ciò che ha da dirgli. Intanto Chuck, controllato dagli angeli, riesce a comunicare con Becky, una fan accanita delle gesta dei Winchester e riesce a utilizzarla come ambasciatrice. La ragazza va dai fratelli e comunica la nuova premonizione di Chuck riguardante la spada di Michele perduta dagli angeli e dice loro che si trova in un castello con quarantadue cani. Sam e Dean chiamano subito Bobby, che accorre in aiuto dai ragazzi. Arrivato, Bobby comunica loro la storia della spada e dei suoi poteri. Durante la sua permanenza, Bobby viene a conoscenza della colpa di Sam per l'inizio dell'Apocalisse, avendo lui rotto l'ultimo sigillo. Tra i due si crea una violenta discussione che finisce in maniera molto negativa per il ragazzo. Intanto Dean capisce che la spada si trova in un magazzino di proprietà di suo padre. Improvvisamente, Bobby visibilmente compiaciuto dalla notizia colpisce Dean e mostra di essere posseduto da un demone. Entra in campo il capo di questo demone che si dimostra essere Meg, e ordina a Bobby di uccidere Dean con il coltello di Ruby. Bobby troppo affezionato al giovane si pugnala all'addome riuscendo per un attimo a riprendere il controllo del suo corpo. Dean si riprende il coltello e uccide tutti i demoni tranne Meg che scappa. Sam e Dean dopo aver accompagnato Bobby all'ospedale, corrono al magazzino dove trovano ad aspettarli Zaccaria. Zaccaria rivela a Dean che lui è il tramite designato dell'arcangelo Michele ma occorre il suo consenso per far sì che Michele possa entrare in lui. Dean rifiuta e Zaccaria inizia a torturare lui e il fratello, ma improvvisamente compare Castiel, riportato in vita, che si sbarazza degli angeli e scompare senza dare spiegazioni. La scena si sposta a casa di un uomo, Nick, la cui famiglia è stata uccisa da uno squilibrato. L'uomo in preda alla disperazione, vede la moglie che gli parla e, successivamente, Lucifero gli appare per convincerlo che Dio non è mai stato dalla sua parte e che lui può aiutarlo. Nick, vedendo una speranza, accetta la proposta di Lucifero e ne diviene il tramite. La puntata finisce con Dean che confessa al fratello che non può più fidarsi di lui.

Il cavaliere dell'Apocalisse[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'episodio si apre in ospedale dove Bobby è costretto su una sedia a rotelle dopo la ferita che si è inflitto. Bobby è molto triste e Sam e Dean discutono su come risollevargli il morale, ma tutti i tentativi si rivelano vani. Sam riceve una chiamata da parte di Castiel, il quale a causa del sigillo impresso da lui stesso nel costato dei fratelli, non è più in grado di vederli. Castiel, raggiunti i ragazzi in ospedale, dice loro di essere in cerca dell'unico essere in grado di uccidere Lucifero oltre all'Arcangelo Michele, ovvero Dio, e ha bisogno di un amuleto che reagisce alla presenza di Dio diventando incandescente. Ma Dean non crede all'esistenza del Creatore e critica pesantemente Castiel, il quale lo informa che avendo tradito, è stato cacciato dal Paradiso ed è diventato un ricercato, e ha fatto tutto ciò a causa sua e di suo fratello. Castiel, dopo la dura conversazione con Dean, gli chiede il suo portafortuna. È proprio quello l'amuleto per trovare Dio. Intanto a Bobby arriva una chiamata di aiuto da parte di Rufus, un cacciatore suo amico, impegnato in uno scontro a fuoco contro dei demoni in Colorado. I due fratelli si recano sul posto trovando una città distrutta e deserta con varie macchine abbandonate in strada col motore acceso, tra le quali spicca una mustang rossa. Dean viene attaccato alle spalle da una donna che si rivela essere Ellen la quale, sinceratasi che i ragazzi non sono demoni, li porta nel loro rifugio. Ellen racconta di aver risposto alla chiamata d'aiuto di Rufus insieme a sua figlia Jo che però ora è sparita con lo stesso Rufus. I fratelli organizzano un piano di fuga per i superstiti, e vanno a procurarsi sale e fucili, ma nel mini-market Sam è attaccato da due demoni e li uccide con il coltello di Ruby, ma rimane a guardare il sangue con sguardo combattuto. Ma subito arriva Dean che vedendo la scena dubita del fratello e della sua sete di sangue. Sam ed Ellen fanno un giro di ricognizione per trovare Jo, e notano un camino acceso e vanno a controllare. Visto che i demoni non sentono il freddo la funzione del camino risulta misteriosa, ma mentre parlano vengono attaccati da dei demoni tra i quali Jo, ma lo scontro è strano visto che ogni parte vede l'altro con gli occhi neri demoniaci. Sam viene catturato ma Ellen torna al rifugio e avverte Dean; il quale dopo un primo momento di collera studia i presagi per capire la situazione. I fiumi si sono inquinati, una stella cadente è apparsa nei cieli: sono presagi dell'Apocalisse e la macchina rossa è il nuovo "cavallo" di uno dei Quattro Cavalieri. Intanto Rufus e Jo tentano di esorcizzare Sam e fallendo lo lasciano legato e solo. Ma ecco che arriva uno dei superstiti del rifugio di Ellen, Titus che, parlando con Sam e del suo trascorso, si rivela essere il cavaliere chiamato Guerra, che, dopo aver deriso Sam per la sua sete di sangue, va al rifugio e scatena tutti contro Dean ed Ellen. Intanto Dean ed Ellen raggiungono Rufus e Jo e spiegano loro la situazione. Mentre le due fazioni si scontrano con armi da fuoco, Sam e Dean raggiungono Guerra, al quale tagliano il dito con l'anello che ne racchiudeva il potere. L'episodio si conclude con Sam che comunica a Dean la sua intenzione di sospendere la caccia poiché neanche lui può fidarsi di sé stesso. Dean stranamente è d'accordo con il fratello per il semplice fatto che passa più tempo a preoccuparsi di lui che a far bene il suo lavoro, e questo in prossimità dell'Apocalisse è inaccettabile. Dean si tiene l'Impala mentre Sam raccoglie le sue cose e se ne va.

Liberi di essere se stessi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'episodio si apre con Sam rifugiatosi in un motel, che dialoga con Jessica, la sua ragazza uccisa dal demone con gli occhi gialli. Jessica chiede a Sam il perché di questa nuova fuga e gli dice che, qualsiasi cosa lui faccia, in sé possiede un lato oscuro che lo perseguita da sempre. La scena si sposta a Dean che ha ripreso la caccia in solitaria, nella fattispecie vampiri; mentre Sam, cambiata la sua identità, ha trovato lavoro come barista in Oklahoma e suscitato la curiosità di una cameriera, Lindsay. Intanto Castiel contatta Dean poiché un arcangelo, Raffaele, cammina sulla Terra ed è una rara occasione per avere informazioni su Dio. I due si fingono agenti dell'FBI, con Castiel insolitamente impacciato e incapace di mentire, ma comunque vengono a conoscenza che il tramite dell'arcangelo è in ospedale in stato quasi catatonico. Sam guardando il telegiornale riconosce dei presagi dell'Apocalisse e incapace di lottare chiama Bobby perché se ne occupi. Bobby crede ancora nel ragazzo ma a causa di un suo rifiuto a occuparsi della cosa, manda tre cacciatori amici del padre di Sam. Sam messo alle strette accetta di cenare con la cameriera la quale, ironia della sorte, è un ex-bevitrice ripulita ormai da tre anni. La cameriera cerca di far capire a Sam che, qualsiasi cosa abbia commesso a causa della sua dipendenza, nulla è così grave da non potervi porre rimedio. Intanto Castiel appare a Dean con una brocca d'olio sacro prelevato a Gerusalemme: quest'olio ha il potere una volta acceso di bruciare anche gli angeli. Il rituale va fatto all'alba e visto che probabilmente non sopravviverà all'incontro con l'arcangelo Raffaele, Dean lo accompagna in una casa d'appuntamenti. Castiel, nonostante sia contrariato, segue una ragazza nelle sue camere. Dopo qualche secondo Dean sente le urla della ragazza, spaventata a morte da Castiel, che sembra sapere tutto sulla sua storia. Successivamente, Dean e Castiel si avvicinano al tramite di Raffaele e lo chiamano, ma senza che succeda nulla. Intanto, in Oklahoma, dei tre cacciatori mandati da Bobby uno è morto e gli altri due trovano Sam, grazie all'aiuto di un demone che oltre ad avergli detto dove si trovi il ragazzo, gli ha anche raccontato tutta la storia dell'Apocalisse. I due cacciatori rimasti prendono in ostaggio Lindsay e tentano di far bere a Sam del sangue demoniaco per vendicarsi della morte del loro compagno. Ma Sam rifiuta di berlo e dà una lezione ai due cacciatori che fuggono. Nel mentre, Dean e Castiel tornati a casa trovano Raffaele, il quale viene intrappolato nell'olio sacro. Castiel gli chiede dove sia Dio, ma l'arcangelo è convinto che sia morto; perciò stanchi del mondo imperfetto vogliono causare l'Apocalisse per tornare in Paradiso. Castiel non crede che Dio sia morto e se ne va lasciando Raffaele imprigionato che lo avverte che prima o poi lo ucciderà. Dean parlando con Castiel afferma che cacciare da solo è liberatorio e senza dover preoccuparsi anche per il fratello riesce anche a divertirsi. Ma dopo la scomparsa di Castiel, Dean guarda il sedile vuoto con malinconia. Sam sogna di nuovo la sua ragazza ed è contento poiché in lui è rinata la speranza di poter cambiare, ma ecco che Jessica si rivela essere un uomo che Sam non ha mai visto. L'uomo si presenta: è Lucifero. Lucifero nel suo discorso informa Sam di essere il predestinato: è stato scelto per essere il suo tramite ed è questa la ragione della sua esistenza. Il ragazzo non vorrebbe crederci e assicura il Diavolo che non darà mai il consenso a farsi possedere, ma Lucifero è molto sicuro di sé e scompare soddisfatto.

La fine[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sam in sogno vede Lucifero che gli rivela che è lui il prescelto, il suo tramite. Subito Sam telefona a Dean per comunicaglierlo, ma Dean non ne è sorpreso e gli consiglia di stare ancora lontano da lui. Intanto Castiel sta cercando la Colt da qualche parte, e mette al corrente Dean che però essendo stanco, non lo ascolta e torna a dormire. Risvegliatosi, si trova nel 2014 dove la terra è contaminata dal virus demoniaco del Croatoan, che rende aggressive tutte le persone. Dean scopre che è stato Zaccaria a mandarlo lì, per fargli vedere come sarà il mondo se lui non dirà sì a Michele e suo fratello Sam, d'altro canto, non dirà sì a Lucifero. Dean incontra il Dean del futuro, rimanendo sconvolto per ciò che è diventato. Successivamente il Dean del futuro rimprovera Dean per non aver accettato che Michele entrasse in lui scatenando così la fine del mondo. Dean chiede se in futuro si sia riavvicinato con Sam, ma Dean del futuro gli dice che Sam, il Sam che lui ricorda, è morto poiché ha detto sì a Lucifero. Il Dean del 2014 vuole uccidere Lucifero con la Colt che è riuscito finalmente a trovare, insieme ad alcuni commilitoni non contagiati, tra cui c'è anche Castiel che non è più un angelo, bensì è diventato una sorta di hippie, si dirige verso un palazzo nel centro della città, ma si accorge subito che è una trappola perché non c'è nessuno nei paraggi. Il Dean del futuro manda avanti i suoi amici, perché facciano da esca a loro insaputa e viene rimproverato da Dean che sempre più sconvolto dal suo destino, vorrebbe fermarlo ma il Dean del futuro lo stende con un pugno. Risvegliatosi, Dean si dirige verso l'entrata posteriore dove vi trova se stesso (ancora vivo) con Sam.. o meglio con Lucifero che gli spezza il collo con la scarpa. Lucifero vestito interamente di bianco riconosce che Dean viene dal passato, e gli dice che comunque non riuscirà mai a fermarlo perché dovrebbe uccidere Sam e Dean non ne ha il coraggio; perciò alla fine si ritroveranno sempre faccia a faccia senza fare niente. Dean si risveglia nel 2009, e si ritrova nella sua stanza del motel con Zaccaria che gli chiede di dire sì a Michele ma lui risponde nuovamente di no, e mentre Zaccaria tenta di torturarlo, viene nuovamente portato via da Castiel. Dean lo ringrazia e telefona subito a Sam. Infine si vede Dean che appoggiato alla sua macchina aspetta Sam, che arriva su una macchina gialla. I due fratelli si guardano e Dean consegna a Sam il pugnale di Ruby perché se vuole tornare a cacciare insieme, di sicuro è un po' arrugginito. Sam lo ringrazia e gli promette che non lo deluderà, Dean lo sa e ne è convinto e gli dice che sono il tallone di Achille l'uno dell'altro e che tenteranno in tutti i modi di metterli l'uno contro l'altro; ma sono l'unica cosa che hanno.

La caduta... dei famosi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'episodio si apre con due uomini di mezz'età contenti per aver trovato la macchina di James Dean, "Little Bastard". Pronti a immortalare questo momento, uno dei due si mette alla guida mentre l'altro va a prendere la telecamera: al suo ritorno il conducente è con il cranio conficcato nel parabrezza. Sam e Dean decidono di seguire il caso benché Sam non vorrebbe distrarsi dalla ricerca della Colt, ma Dean gli fa notare che hanno bisogno di un caso per rimettersi sui giusti binari. Sam e Dean contattano lo sceriffo locale che si dimostra un sempliciotto incompetente. Nel frattempo, sentito il testimone, esaminano la "Little Bastard" prendendo il numero di serie del motore per una chiara identificazione. Sam controlla il numero mentre Dean va in un bar a bere; intanto in un'altra casa un noto storico viene ucciso da Abramo Lincon. Sam scopre che la macchina è un falso e, insieme al fratello, si presenta sulla nuova scena del crimine dove, parlando uno striminzito spagnolo, riescono a farsi dire dalla testimone (una domestica ispanica) che il professore è stato appunto ucciso da Lincoln. I due fanno delle ricerche in rete e scoprono l'esistenza di un museo delle cere alquanto particolare. Nel museo ci sono pezzi originali appartenuti ai personaggi famosi esposti, quali il portachiavi di James Dean, il cappello a cilindro di Lincoln, gli occhiali di Gandhi e altri pezzi unici. Durante la notte i due fratelli s'intrufolano nel museo per eliminare gli oggetti e con essi i fantasmi, ma Sam viene attaccato da Gandhi. Fortunatamente Dean arriva in tempo e brucia gli occhiali insieme al cilindro di Lincoln e Gandhi svanisce. Dean è convinto di aver risolto il caso, ma Sam non è della stessa opinione. I due hanno un pesante alterco. Durante la discussione arriva una telefonata dallo sceriffo che spiega che una ragazza è stata rapita da Paris Hilton. Sam ricontrolla i cadaveri delle precedenti vittime e trova nel torace di ognuno degli strani semi di origine est asiatica. L'essere che sta uccidendo tutte queste persone è una divinità pagana di nome Leshy, protettrice di un bosco distrutto per far spazio a una fabbrica. Questa divinità si ciba dei suoi seguaci, ma la sua peculiarità è che è in grado di prendere la forma di ciò che le persone adorano per poi cibarsi di loro. L'unico modo per ucciderla è tagliarle la testa con un'ascia di ferro. Dean e Sam tornano al museo, ma vengono imprigionati dalla divinità sotto forma di Paris Hilton. Dean le fa notare che loro non adorano la Hilton quindi lei è sul punto di tramutarsi nel padre dei fratelli, ma Dean prima e Sam poi riescono a liberarsi e a ucciderla. La puntata si conclude con Sam che chiede a Dean un rapporto paritario e di reciproco scambio invece del continuo susseguirsi di ordini. Dean, dal canto suo, sembra capire la richiesta del fratello e gli porge le chiavi dell'Impala.

I bambini sono il nostro futuro[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'episodio si apre con una ragazza che sta guardando la tv, è la babysitter di un bambino di nome Jimmy, che ancora sveglio viene mandato a letto dalla ragazza. Jimmy aveva messo della polvere orticante sulla spazzola della babysitter, che incomincia a pettinarsi. Tornati a casa, i genitori, trovano la ragazza morta con il cervello che le fuoriesce dalla testa. Dean e Sam si recano all'obitorio, fingendosi agenti dell'FBI, e l'anatomopatologo dice loro che la ragazza è morta perché si era grattata la testa troppo violentemente. I due si recano a casa della famiglia e scoprono che il bambino ha comprato quella polvere in un negozio per scherzi. Poco dopo muore un infermiere perché il paziente anziano gli aveva dato la scossa, con quel giochino che quando stringi la mano prendi la scossa. Il vecchio lo aveva comprato nello stesso negozio in cui il bambino aveva comprato la polvere; i due fratelli si recano al negozio ma scoprono che il proprietario non ne sa nulla. La scena si sposta in una camera da letto di una bambina, alla quale il padre sta dicendo di mettere il dentino sotto il cuscino per ricevere i soldini dalla fatina; la bambina ha paura e mentre il padre dorme gli nasconde il dentino sotto il cuscino. Durante la notte arriva una uomo travestito da fatina, che toglie con le pinze tutti i denti del padre. La mattina Sam e Dean sono all'ospedale per capire l'accaduto. Scoprono che tutto sta succedendo nel raggio di due chilometri e al centro della mappa si trova una casa. Recatisi lì, trovano un bambino tutto solo che aspetta i genitori, e trovano un disegno che ricorda la descrizione della fatina-uomo. Capiscono che il bambino ha dei poteri soprannaturali e vengono avvisati da Castiel che ordina loro di uccidere il bambino perché è l'anticristo. I fratelli fanno ricerche e scoprono che il bambino è stato adottato e si recano dalla madre naturale, che racconta loro di essere stata posseduta e di aver partorito un figlio concepito dal demone che la possedeva. Il demone ora è tornato e si ri-impossessa del corpo della madre, che ora sa dove si trova il figlio. Castiel si dirige a uccidere il bambino che lo riduce a una statuina di cera, arrivano Sam e Dean e gli raccontano tutto a proposito dell'Apocalisse e a un certo punto entra la madre (posseduta) che scaraventa Sam e Dean contro il muro e cerca di portare con sé il bambino, che però ascolta le parole di Sam che lo invita a fermare il demone. Il bambino è così potente da bloccare seduto il demone, e le parole di Sam lo fanno riflettere sulle scelte che dovrà fare, accetta di seguire il bene e ordina al demone di lasciare il corpo di sua madre e ciò avviene. Il bambino però deve abbandonare anche i suoi genitori adottivi perché con lui vicino sono in pericolo, perciò dovrebbe seguire Dean e Sam, ma chiedendo di andare a salutare i genitori e dicendo di fare le valigie scappa di casa. Castiel riprende la sua forma e insieme ai due fratelli legge una lettera d'addio rivolta ai genitori, scritta dal bambino. I fratelli chiedono come faranno a trovarlo e Castiel risponde che lo troveranno solo se lui vorrà essere trovato.

  • Altri interpreti: Andrew Bernard (Jimmy Jansen)
  • Nota: a partire da questo episodio Castiel (interpretato da Misha Collins) diventa un personaggio fisso della serie.

Il curioso caso di Dean Winchester[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La puntata si apre con un uomo apparentemente in buona salute che davanti allo specchio inizia a invecchiare velocemente fino a morire di vecchiaia. I due fratelli si recano sul posto per investigare e, su suggerimento di Bobby, iniziano a controllare i vari casi di persone scomparse. Arrivano a un certo Cliff che all'insaputa della moglie amava spassarsela in una casa di appuntamenti ogni martedì. I due si recano alla solita camera e vi trovano un Cliff ringiovanito con due asiatiche; l'uomo messo alle strette confessa di aver vinto una partita a poker dove al posto dei soldi ci si giocava gli anni. Bobby, Dean e Sam iniziano a controllare i vari locali in cerca dello stregone che si fa chiamare Jack. Bobby lo trova ma invece di fermarlo si gioca con lui 25 anni e li perde, Dean arrivando subito dopo di lui cerca di riprendersi gli anni di Bobby. Dean gioca con una posta di 50 anni di cui 25 li regala a Bobby prima d'iniziare il suo gioco, che perde. Sam meravigliato di trovarsi davanti un Dean rugoso, si mette ad analizzare la situazione arrivando alla conclusione che le fiches sono stregate. Il terzetto segue lo stregone fino al suo albergo, e mentre Bobby è bloccato al piano terra, Dean e Sam salgono le scale fino all'attico. Qui trovano le fiches ma vengono bloccati dalla bionda compagna dello stregone. Jack li lascia andare in quanto offensivi, e comunica loro che le fiches fanno parte dello show, non sono magiche. I due se ne vanno ma lo stregone infetta Sam con la gonorrea per punizione. Nel pomeriggio la compagna dello stregone porta a Sam un incantesimo che può distruggere lei e lo stregone e ridare a tutti la propria età. Mentre Dean e Bobby vanno in cerca dei componenti per la pozione, Sam si presenta alla partita di poker. Sam gioca cautamente e preleva uno stuzzicadente pieno del D. N.A. dello stregone. Ma Jack si era accorto di tutto e lo aveva sostituito con uno nuovo. Visibilmente arrabbiato comincia una nuova mano, avvertendo prima Sam che i giorni di Dean sono finiti. Sam come impazzito si lancia in un all-in. Jack mostrando le carte sta per prelevare la vincita quando Sam scoprendo la sua coppia lo batte con un Poker. Jack paga gli anni vinti ridando a Dean la sua età. Jack alla fine della puntata è costretto a uccidere la sua donna poiché essa era stanca di una vita così innaturale. Dean dice esplicitamente a Bobby quanto abbia bisogno di lui e che il suo senso d'inadeguatezza per il suo handicap è fuori luogo e assurdo.

Prigionieri della TV[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'episodio, unico nel suo genere, si apre con Sam e Dean all'interno di uno show televisivo registrato con il pubblico in sala, ovvero si sentono risate ecc. La storia torna indietro di alcuni giorni dove Sam e Dean dopo essersi qualificati come agenti dell'F.B.I. indagano sulla morte di un uomo. Quest'uomo è stato inseguito e ucciso da un orso che gli avrebbe strappato via la testa dal collo. Almeno questo è quanto la polizia ha ipotizzato, visto che la testimonianza ufficiale della moglie del morto faceva risalire l'accaduto all'incredibile Hulk. I due fratelli dopo aver trovato delle carte di dolci iniziano a sospettare che si tratti di nuovo del Trickster. Sam vorrebbe parlare con quest'essere visto l'enorme potere dimostrato finora, ben superiore a qualsiasi altro nemico, anche con la finalità di farne un alleato. Controllando le frequenze della polizia vengono attirati in un magazzino, ma una volta entrati sono vittima del Trickster. Sam e Dean sono intrappolati in varie serie tv e quindi costretti, pena la morte, a interpretare diversi ruoli. Castiel cerca di aiutare i due, ma i poteri del Trickster sono stranamente più forti del previsto. Il Trickster allora rivela che libererà i due Winchester solo se questi accoglieranno in loro stessi l'arcangelo Michele e Lucifero. In qualche modo, nell'ambito di una serie televisiva poliziesca Sam riesce apparentemente a uccidere il Trickster, ponendo momentaneamente fine al gioco. In realtà, Dean salito su un'auto si rende conto che la stessa è divenuta Sam (come fosse Kit nella serie televisiva Supercar). Il gioco era lungi dall'essere concluso. Intuito pertanto che il Trickster possa essere un angelo, con uno stratagemma lo intrappolano in un anello di fuoco sacro. Il Trickster ormai battuto, dopo aver fatto ricomparire Castiel, rivela di essere l'Arcangelo Gabriele. Per Gabriele l'Apocalisse non è altro che una scaramuccia tra due suoi fratelli; Michele, il maggiore fedele a un Padre assente (comportamento simile a quello di Dean) e Lucifero il minore che si ribella alla volontà del Padre (simile a Sam). Per Gabriele solo l'Apocalisse avrebbe rinnovato il mondo e risolto quelli che per lui erano problemi "familiari". Redarguito da Dean circa le proprie responsabilità, viene dallo stesso liberato ed esortato a lottare per la sua famiglia.

I veri acchiappafantasmi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver ricevuto una telefonata, Sam e Dean si recano sul posto per scoprire poi che si tratta di un albergo. Appena arrivati, Dean si meraviglia di trovare parcheggiate una serie di Impala proprio come la sua e, una volta entrati, rimangono ancora più attoniti: l'albergo è pieno di Sam, Dean, demoni e altri sosia. Senza parole, raggiungono Chuck che comunica loro che a chiamarli è stata Becky e che in quel momento, si sta svolgendo una convention su di loro. Amareggiati dalla cosa, vorrebbero andarsene quando però vengono convinti da Chuck a rimanere per un po'. Durante la convention, Chuck risponde alle domande dei fan e annuncia loro che sta scrivendo un altro libro. Subito dopo, inizia un gioco di ruolo per trovare e sconfiggere dei demoni. I veri Sam e Dean si trovano così in un gioco di ruolo di loro stessi dove l'oggetto della caccia è il fantasma di una donna che uccise quattro bambini ospitati nell'orfanotrofio. Durante la "caccia" Sam e Dean però si rendono conto che qualcosa non va e una volta scoperto che in realtà vi è un fantasma, costringono Chuck a chiudere tutti in una sala e a intrattenerli mentre loro continuano a cercare i veri fantasmi. Dopo un po' di lamentele, Chuck convince tutti a entrare mentre Sam e Dean li sigillano con del sale. Mentre Sam e Dean affrontano i fantasmi aiutati anche da due loro fan, Chuck intrattiene il resto delle persone con delle anticipazioni sul suo nuovo lavoro. Mentre però Chuck è distratto, uno degli ospiti rompe il sigillo di sale permettendo così a un fantasma di entrare. Chuck, appena se ne accorge, lo scaccia creando però il panico. I veri Sam e Dean intanto continuano la loro caccia quando la finta fantasma della donna si trova faccia a faccia con i bambini. In quel momento, Sam e Dean capiscono che i veri assassini furono i bambini e cercano di batterli: le cose si mettono male quando, fortunatamente, i due finti Sam e Dean, rimasti al cimitero, bruciano le ossa dei bambini, salvandoli. Conclusasi la caccia, Sam e Dean si prestano alle domande dei fan confessando che essere loro non è poi così divertente e semplice. Poco prima di andare via, Sam viene fermato da Becky che gli confessa di non amarlo più e di amare Chuck e, inoltre, informa i fratelli di aver letto che in realtà Bela non aveva dato la Colt a Lilith, bensì a un demone, Crowley, che ancora la detiene.

Lasciate ogni speranza...[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un uomo si reca a un incrocio per fare un patto con un demone e, questa volta, invece di una donna, appare Crowley. Nonostante il patto stia avvenendo tra due uomini, viene sigillato da un bacio, tutto sotto gli occhi di Castiel che osserva da lontano la scena. Vista la scena, Castiel chiama Dean e Sam. Jo entra nell'abitazione di Crowley e comincia a uccidere dei demoni. Poco dopo, arrivano anche Sam e Dean a dare una mano ma vengono bloccati dallo stesso Crowley che, minacciandoli con la Colt propone loro un patto: visto che Lucifero una volta distrutta la Terra, volgerà a favore dei demoni, lui sarà salvo ma, visto che una parte di Lucifero è comunque angelica, lui non si fida e consegnerà ai due fratelli la Colt a patto che loro la usino per uccidere Lucifero. Senza esitare, Sam accetta e una volta presa l'arma la punta contro Crowley e gli spara.. ma non vi sono altri proiettili. Crowley, che se l'aspettava, fornisce loro i proiettili raccomandando di "non fare casini" e sparisce, e tutti i cacciatori si riuniscono a casa di Bobby: Castiel li informa che in una città del Missouri vi è un elevato numero di mietitori, cosa che indica la presenza di Lucifero. Sentendo il piano di Castiel, Ellen e Jo vorrebbero quasi farlo ubriacare ma Bobby non è d'accordo. Tutti si preparano ad andare in "guerra" ma, prima di partire, Bobby scatta loro una foto dicendo che potrebbe essere la loro ultima notte sulla Terra e Dean, avendo sempre avuto un debole per Jo, le chiede di passare la serata, e di conseguenza la notte, insieme, e Jo fa finta di baciarlo, ma all'ultimo declina il suo invito. Arrivati nella cittadina, non c'è nessuno tranne un'innumerevole quantità di mietitori visibili solo agli occhi di Castiel, che si allontana dai cacciatori per andare a cercare Lucifero. Sam, Dean, Jo ed Ellen stanno perlustrando la cittadina quando davanti a loro appare un demone: è Meg che, infuriata con i Winchester, sguinzaglia contro di loro i cerberi dell'inferno. Invisibili ai loro occhi, i cacciatori tentano invano di sparargli contro ma, mentre scappano, Dean viene preso da uno di loro e Jo, per salvarlo viene ferita gravemente. Per metterla al sicuro, i quattro si barricano in un negozio: le condizioni di Jo sono gravissime e la ragazza, ormai vicina alla morte, consiglia a tutti di scappare ma Ellen non l'abbandona. Dean, Sam e Ellen decidono di costruire delle bombe per poter uccidere i cerberi e Jo, sapendo di essere ormai prossima alla morte, decide di morire uccidendo quei cani. Quando Dean e Jo si salutano, però, sapendo che quella sarà l'ultima volta che si vedranno, si baciano. Ellen non vuole scappare con i fratelli Winchester e lasciare la figlia lì, da sola. Decide perciò di morire nell'esplosione delle bombe insieme a sua figlia. Poco dopo la fuga dei Winchester, i cani irrompono e, mentre Jo muore tra le braccia di sua madre, Ellen fa scattare la bomba, morendo nell'esplosione, sotto gli occhi di Sam e Dean, che si erano allontanati di pochi passi dal negozio. Intanto, Castiel cerca un modo per sconfiggere Meg giocando sulle sue debolezze. Rimasti soli, Sam e Dean arrivano a Lucifero e Sam riesce ad avvicinarsi a lui. Mentre i due stanno parlando, Dean gli spara con la Colt prendendolo nel centro della fronte. Lucifero, dopo il colpo, si rialza tranquillamente, comunicando ai fratelli che lui, oltre a Michele, Dio.. e Sam e Dean. È una delle cinque cose che la Colt non può uccidere! Sconvolti dalla cosa, i due non sanno che cosa fare quando Lucifero scaraventa Dean contro un albero e continua a chiedere a Sam di dirgli di si, trovando però il ragazzo sempre più convinto del no. Data la risposta negativa, sotto gli occhi impotenti dei fratelli, Lucifero completa il suo rito e invoca un altro dei quattro cavalieri: Morte. I ragazzi, riescono a fuggire grazie all'aiuto di Castiel e, arrivati a casa da Bobby, scoprono che praticamente tutto il Missouri è stato distrutto. La puntata si chiude con Bobby che dà fuoco alla foto di gruppo che avevano fatto il pomeriggio.

Il virus della follia[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sam e Dean ricevono la chiamata di un vecchio amico che chiede il loro aiuto. Pronti come sempre, i fratelli Winchester si recano al Glenwood Springs Psychiatric Hospital dove, dopo aver raccontato la storia di Sam, colui che ha scatenato l'Apocalisse e di come insieme a suo fratello cacciano i demoni per evitare la fine del mondo, vengono internati. All'interno dell'ospedale psichiatrico incontrano il loro amico Martin il quale comunica loro che c'è qualcosa che non va: molti pazienti stanno morendo in contesti strani. I due fratelli cominciano delle indagini fingendosi dei pazienti e, durante il "soggiorno" Dean conosce una bella infermiera. Mentre Sam, Dean e Martin stanno tornando nelle loro stanze, per il corridoio incontrano una donna, Wendy, che si avvicina a Dean e lo bacia. La sera, mentre tutti dormono, Sam e Dean escono dalle loro stanze per andare a interrogare un paziente che, a quanto pare, ha visto il demone ma, quando mentre stanno andando da lui, scoprono che è morto. Non arrendendosi, riescono a intrufolarsi nell'obitorio dove riescono a controllare il corpo: all'uomo è stato aspirato il cervello. Proprio mentre stanno formulando le loro ipotesi, entra nell'obitorio un'infermiera e Dean, con la sua prontezza, riesce a confonderla. L'indomani, Sam e Dean discutono del fatto con Martin, il quale comunica loro che ha capito che hanno a che fare con un demone wraith: questo demone vive succhiando i cervelli umani e, per avvicinarsi alle sue prede prende sembianze umane. L'unico modo per scoprirlo è tramite il suo riflesso che mostra la sua vera identità e, per ucciderlo, bisogna colpirlo con l'argento. Ora Sam e Dean si separano e Dean decide di fermarsi a un incrocio tra due corridoi controllati tramite specchi per osservare tutti i passanti. Mentre sta aspettando di vedere il demone, incrocia di nuovo la bella ragazza con la quale in precedenza si era confessato dicendole perché si trovava lì. La donna, parlando del motivo per cui Dean era fermo lì, gli confessa che non riesce a capire come lui faccia a sopportare la responsabilità di dover salvare il mondo e che deve essere difficile vivere così. Mentre stanno parlando, Dean vede riflessa l'immagine del demone: è il dottore. Sam e Dean si riuniscono e decidono di attaccare per uccidere il demone quella notte stessa. Mentre stanno camminando per i corridoi, incontrano nuovamente Wendy che questa volta però, bacia Sam. I fratelli, assistiti da Martin arrivano nella stanza del dottore e proprio mentre Sam lo sta per colpire, viene fermato da Martin che capisce che quello non può essere il demone. Vista la rabbia di Sam, il dottore decide di sedarlo. Ora Dean è solo nelle sue ricerche. Mentre sta elaborando un piano, Dean incontra di nuovo la ragazza che questa volta gli parla di Jo, Ellen e del loro destino. In quel momento, Dean capisce che il dottore che voleva sedarlo non è reale e che quella ragazza è un'allucinazione forse della sua coscienza. Spaventato, e credendosi realmente pazzo, Dean cerca Sam che intanto è in seduta dove, dopo essersi più volte scusato con il dottore, non è a suo agio: pensa che tutti vogliano combatterlo ma proprio allora, capisce che la sua rabbia è un problema reale e, visto il suo comportamento viene rinchiuso in isolamento. Dean ora pensa di aver capito tutto: la chiave di tutto è la pazza Wendy che ha infettato sia lui sia Sam con il bacio. Dean, accompagnato da Martin, corre in camera dalla ragazza per ucciderla ma arrivati qui, trovano l'infermiera in procinto di succhiarle il cervello. Flashback: appena arrivati in ospedale, Sam e Dean fecero tutte le analisi, tra cui quelle del sangue fatte dall'infermiera. È stato in quel momento che entrambi sono stati contagiati. Tornando al presente, interrotta dall'arrivo dei due, la donna/demone fugge inseguita da Dean che però non riesce a rimanere lucido, tanto che perde le tracce della donna. Intanto lei è arrivata nella stanza dove è rinchiuso Sam e, proprio mentre sta per ucciderlo, finalmente arriva Dean. La donna è felice di ciò perché pensa di poterlo battere e nutrirsi quindi dei loro cervelli ormai quasi del tutto folli. Tra Dean e il demone comincia uno scontro: Dean sembra avere la peggio quando però riesce a reagire e a sconfiggerla. Dean libera Sam e insieme fuggono. Arrivati all'auto, Sam ha quasi un ripensamento confessando al fratello che i suoi problemi sono reali, ma Dean non vuole sentire certi discorsi e lo fa salire in macchina invitandolo a tornare lucido per andare a scovare e sconfiggere Lucifero.

Scambio di corpi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Housatonic, (Massachusetts). Sam, visibilmente euforico, entra in bar dove ordina un banana daikiri. Comincia a guardarsi intorno e, vedendo seduta accanto a sé una bella donna, comincia con lei una conversazione. La donna sembra gradire la sua presenza e gli propone di accompagnarlo a casa. Sam è entusiasta.. e vuole copulare con lei.

36 ore prima: Dean si reca con Sam a casa di una donna che sembra avere a che fare con un fantasma. Dopo aver risolto la questione, i due vanno a mangiare. Poco dopo, Sam esce da solo e mentre sta camminando in tutta tranquillità, viene colpito da qualcosa e sviene. Non appena si sveglia, Sam viene preso da dei poliziotti e viene riportato a casa. Sam non capisce che cosa stia succedendo e, mentre urla contro i poliziotti, viene accolto in casa da una famiglia. Sempre più confuso, entra in casa dove vede il suo riflesso in uno specchio: si trova imprigionato nel corpo di un ragazzino di nome Gary. Il falso Sam, fiero del suo nuovo corpo, si reca nella stanza del motel da Dean. Sam, imprigionato nel corpo di un adolescente indaga in casa per cercare qualche indizio e trova un pentacolo in camera sua. L'indomani, Sam cerca di fare del suo meglio per non insospettire nessuno e continua con le attività del ragazzo, che includono anche le lamentele e i progetti dei genitori. Sam va a scuola dove viene deriso da altri due ragazzi, Trevor e Nora, e, mentre cerca dei libri nell'armadietto vi trova un potente libro di magia nera. Intanto, Gary si reca al cimitero con Dean per cacciare quel fantasma che perseguitava la donna. Sconfitto, i due vanno a festeggiare e si recano in un fast food. Qui, Dean si meraviglia di come il fratello parli solo del cimitero e soprattutto che ha preso per pranzo un cheeseburger. La scena si sposta di nuovo al momento iniziale: Gary/Sam sta per copulare con la donna mentre il vero Sam è portato da Trevor e Nora nella cantina di Trevor, ancora incosciente. Si scopre così che Trevor, Nora e Gary sono venuti a sapere che sulla testa di Dean c'è una taglia dall'Inferno e hanno così deciso d'intervenire prendendo in ostaggio Sam. Sam cerca di dissuaderli, invano. Trevor invoca così un demone che possiede Nora: Trevor, all'arrivo del demone, fa le sue richieste, ma viene ucciso dal demone sotto gli occhi di Sam. Ora, il demone capisce che quello non è il vero Sam, bensì è solo il suo contenitore. La scena si sposta nuovamente al presente dove Gary entra nella stanza del motel per uccidere Dean che, capito che quello non è il vero Sam lo attacca a sua volta. Arriva nella stanza anche Nora che, visto Dean e Gary tenta a sua volta di uccidere Dean nonostante Gary lo inviti alla calma. Dean sta avendo la peggio quando Gary interviene con un esorcismo e, aiutato da Dean, riesce a liberare il corpo di Nora. Ora tutto viene riportato alla normalità e Sam, tornato nel suo corpo, insieme a Dean fanno promettere a Gary di non occuparsi più di quelle cose e, inoltre, Sam dice a Gary che la sua vita non è così male e che Nora ha una cotta per lui. Rientrati in macchina, Sam confessa al fratello che la vita di Gary fa schifo.

È sempre la stessa musica[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dean si trova con due belle ragazze, una vestita da angelo l'altra da diavolo, che ballano per lui. Poco dopo però, viene interrotto dall'arrivo di Anna. La ragazza è fuggita dalla prigione angelica e chiede il suo aiuto. Svegliatosi dal suo "bel sogno", Dean chiama subito Castiel che scoperta la fuga di Anna, la cerca visto che nessuno può fuggire dalla prigione e tantomeno essere in possesso di un'arma come quella che ha lei. Una volta trovata, Castiel ha una brutta discussione con Anna la quale informa Castiel che Sam deve essere ucciso e, visto che in questa vita la cosa è resa impossibile dalla presenza di Dean e dello stesso Castiel, l'angelo è deciso a fermare il tutto dal principio. Castiel, giunto dai Winchester, comunica loro le intenzioni di Anna e, dopo aver trovato l'arco temporale dove si trova Anna, riesce a portare Sam e Dean con lui. Arrivati nel 1978, Castiel è molto stanco e viene portato da Sam e Dean in un motel per riposare. Rimasti soli, Sam e Dean vanno alla ricerca della casa dei genitori. Trovata, Mary caccia Dean in quanto, ricordando il loro primo incontro nel 1973, pensa ancora che sia un cacciatore amico dell'ormai defunto padre. La donna prova a cacciare i due visto anche il modo in cui Sam la fissa, modo giustificato da Dean con un'impressionante somiglianza con la madre. Sam e Dean vedono arrivare John e Dean prontamente dice di essere parenti di Mary. Vista la parentela, John invita i ragazzi a entrare in casa e a rimanere a cena. Durante la cena, John riceve una chiamata dal suo capo e, vista l'urgenza, deve subito raggiungerlo. Arrivato lì però, non c'è il suo capo ma si presenta Anna. John sta per essere ucciso quando arrivano Dean e Mary: inizia la lotta tra i tre e, quando Mary la pugnala, si rende conto che con lei non funziona. Sotto gli occhi increduli e impotenti di John, Mary sta per essere uccisa quando prontamente arriva, e interviene Sam che riesce a cacciare l'angelo. Tutti se ne vanno con l'Impala di John e, una volta arrivati a un rifugio, cominciano a tracciare trappole del diavolo e simboli angelici per protezione. Intanto Sam è con Mary che gli mostra come usare l'olio sacro mentre Dean è con John che ancora sotto shock, prova a dare il suo contributo. Ora Sam si trova ad un faccia a faccia con John nel quale quest'ultimo attacca il padre dei ragazzi per aver loro fatto conoscere quel mondo ma Sam lo difende dicendogli che lui l'ha fatto per proteggerli e che gli vuole comunque bene. Dean è invece con Mary e decide di raccontarle la verità: dopo averle fornito delle prove, Mary crede al ragazzo. Entra nella stanza anche Sam che dice alla madre che deve lasciare John per evitare la futura Apocalisse. La donna però, si rifiuta visto che è già incinta di John. Intanto, Anna dopo essere stata messa fuori gioco, va a rintracciare e a convincere Uriel del 1978 a unirsi a lei nella sua battaglia. Ora I due si presentano nel rifugio dei Winchester e, dopo una lotta iniziale, Sam viene colpito mortalmente da Anna, Dean a sua volta viene messo fuori gioco, John viene scaraventato fuori dalla casa e Mary è presa di mira dai due angeli. All'esterno della casa, John è investito da una forte luce. Poco dopo, rientra in casa proprio mentre Mary sta per essere uccisa e, rivelandosi per quello che è in realtà, cioè l'arcangelo Michele, uccide Anna e allontana Uriel, salvando così Mary. Michele chiede a Dean di potergli parlare prima di ridare la vita al fratello. Durante la conversazione, l'arcangelo dice a Dean che lui non vorrebbe mai uccidere suo fratello ma che quello è il volere di Dio. Dean rifiuta ancora la proposta di Michele e, vista la caparbietà del ragazzo, l'arcangelo se ne va dopo aver guarito Sam, mandato i due e Castiel nel loro tempo e cancellato tutti i ricordi di Mary e John. Tornati nel loro tempo, Sam, Dean e Castiel si rendono conto di essere soli in questa battaglia. La puntata si conclude con John e Mary, in avanzato stato di gravidanza, che guardano il lettino del loro bambino parlando di una statuetta di angelo che proprio quel giorno lei aveva comprato, sentendosene irresistibilmente attratta, come se gli angeli vegliassero sul loro bambino.

San Valentino di sangue[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una coppia d'innamorati, dopo il loro appuntamento tornano a casa e, mentre si stanno scambiando effusioni, la cosa degenera a tal punto che i due cominciano a mordersi fino a mangiarsi, letteralmente, a vicenda uccidendosi reciprocamente. È il giorno prima di San Valentino e mentre Sam e Dean si stanno recando sulla scena del delitto, Sam scherza sul fatto che Dean potrà divertirsi quanto vuole trovando però il fratello molto restio e contrario. Intanto, in città, una donna non potendo aspettare il rientro del marito dal lavoro, va nel suo ufficio, dove però un collega del marito comincia a insinuare che lui la tradisca. La donna, infuriata per le accuse, spara all'uomo. Poco dopo, anche i coniugi si sparano. In obitorio, Sam e Dean esaminano i cadaveri e notano una cosa molto strana: sul cuore si trova inciso un piccolo simbolo. Sam è convinto che sia enochiano, la lingua degli angeli, e, chiamato Castiel, chiedono il suo parere. È proprio enochiano: Castiel riferisce che si tratta dell'opera di un tipo si angeli di basso grado, che gli umani conoscono come Cupido, identificandoli erroneamente in un'unica entità. Sconvolti dalla cosa, i tre riescono in un fast food a tendere una trappola al cherubino che si trova nei paraggi, il quale riferisce però di non avere niente a che fare con gli omicidi. Usciti dal fast food, Sam nota un uomo vestito di nero con in mano una valigetta. Raggiuntolo, Sam lo trascina in un vicolo e, graffiandolo col coltello speciale, gli rivela di sapere che cosa è perché ne ha sentito l'odore: è un demone. I due lottano, ma il demone riesce a fuggire lasciando però la valigetta. Sul coltello è rimasto un po' del sangue del demone e lui ne è fortemente attratto, ma fortunatamente riesce a resistere. Rientrato al motel, insieme a Dean, apre la valigetta dalla quale si sprigiona una luce fortissima. Apparso Castiel, l'angelo spiega ai due che quella è un'anima, uno dei "pasti" di Carestia, e che il Cavaliere è in città. Il Cavaliere ha l'aspetto di un uomo vecchio, vicino alla morte e si nutre delle debolezze degli uomini: la prima coppia è stata colpita nella lussuria, lui stesso ora non riesce a fare a meno di mangiare hamburger e Sam si rende conto di avere di nuovo "sete". Dean e Castiel decidono allora di legare Sam per evitare che ricada nella dipendenza e si recano insieme al nascondiglio di Carestia. In macchina, intanto, Castiel confessa di aver perso il conto dei panini che ha mangiato, ma è sicuro di avere superato il centinaio e Dean gli spiega di non essere vittima del potere del Cavaliere poiché lui sazia i suoi vizi quando vuole, mantenendoli comunque sotto controllo. Arrivati al fast food dove di nasconde Carestia, inizia l'attacco: decidono che sarà Castiel ad agire. Dean intanto sta aspettando in macchina, ma Castiel ci sta mettendo troppo tempo e al fast food è tutto tranquillo. Decide quindi di entrare, e trova l'angelo schiavo della sua dipendenza mentre s'ingozza di carne macinata. Carestia si rivela e dice a Dean che lui non è vittima del suo potere perché è morto dentro. Intanto, al motel, Sam è in crisi quando due demoni arrivano per ucciderlo ma le cose non vanno proprio così: Sam riesce a liberarsi e a uccidere i due demoni.. nutrendosi del loro sangue. Dean ora si trova a fronteggiare da solo tutti i demoni di Carestia quando all'improvviso arriva Sam: forte del sangue bevuto, riesce a sconfiggere tutti i demoni che si contrappongono tra lui e Carestia. Ora è il turno del Cavaliere: Sam riesce a usare il suo potere sulle anime mangiate da Carestia, che implode, e Dean riesce a prendere l'anello. Tutto è tornato alla normalità e Sam, Castiel e Dean si recano da Bobby dove Sam viene rinchiuso nella panic room per superare di nuovo la dipendenza; Dean, solo, esce dalla casa e prega Dio di aiutarlo..

La città degli zombie[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un uomo è in casa sua che sta guardando un film alla TV, quando uno zombie entra nella sua abitazione e lo attacca. Successivamente, durante i loro controlli, Sam e Dean notano un aumento notevole di decessi nella città natale di Bobby. Così, i due vi si recano e notano che la gente, sceriffa compresa, ha uno strano comportamento. Soggiornando qualche giorno in città, scoprono che i morti invece di rimanere tali, resuscitano e tornano con le loro famiglie riprendendo a vivere come prima, come se nulla fosse. Preoccupati per la cosa, i fratelli Winchester si fingono agenti dell'FBI per indagare ma il loro travestimento viene presto smascherato dalla sceriffa. Non sapendo che cosa fare, Sam e Dean si recano a casa di Bobby il quale però consiglia loro di non intromettersi nella faccenda. Non capendo che cosa volesse dire Bobby, poco dopo i ragazzi capiscono il motivo del suo comportamento: dalla cucina spunta Karen, la moglie di Bobby, uccisa dal marito anni prima in seguito a una possessione demoniaca. Sconvolti dalla cosa, Sam e Dean chiedono spiegazioni a Bobby il quale confessa di essere felice di riavere sua moglie e che la cosa dipende da un altro dei cavalieri: Morte. Sam e Dean se ne vanno dopo essere stati cacciati in malo modo perché convinti ad agire nonostante la contrarietà di Bobby ma continuano le loro ricerche. Qualche giorno dopo Karen invita Dean in casa di nascosto da Bobby; i due hanno una lunga conversazione, in cui lei confessa di sapere che cosa è e anche di sapere che suo marito, Sam e Dean sono cacciatori, che lei non ha cattive intenzioni e che desidera soltanto fare felice suo marito. Nel frattempo, Sam va a trovare la prima resuscitata: è una vecchia signora che vive col marito. La trova sdraiata sul letto, tossisce, ha davvero un pessimo aspetto; Sam si avvicina, lei lo attacca e tenta di mangiarlo, ma lui riesce a ucciderla: i resuscitati stanno mutando, rivelando la vera natura di zombie. I fratelli riferiscono tutto a Bobby e gli raccomandano di fare attenzione a sua moglie. Bobby rifiuta di nuovo il loro aiuto: se e quando ce ne sarà bisogno, sarà lui a occuparsi di Karen. Altri zombi stanno mutando: Sam riesce a salvare la sceriffa dal figlio, ma per il marito è ormai troppo tardi. Anche Karen ormai si sta trasformando, e a Bobby non resta altro che ucciderla per la seconda volta. Dean, che entrando in casa proprio in quel momento sente lo sparo, corre preoccupato da Bobby, che però sta bene nonostante stia malissimo per aver ucciso la moglie ancora una volta. Poco dopo vengono attaccati da altri zombi che si riversano in casa. Quando i due sembrano avere la peggio, arrivano Sam e la sceriffa che fortunatamente intervengono a dare una mano. L'indomani, Sam e Dean vanno a salutare Bobby il quale dice loro che tutto è successo a causa sua: Morte voleva arrivare a lui, in quanto ostacolo all'Apocalisse, per riferirgli, tramite Karen, un messaggio che tuttavia non ha rivelato ai fratelli.

Il lato oscuro della luna[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dean e Sam stanno dormendo in un motel quando vengono svegliati da due cacciatori che, infuriati per l'inizio dell'Apocalisse, li uccidono. Dean si risveglia, solo, nella sua Impala di notte su una strada deserta. Incuriosito, scende dalla macchina e un Sam ragazzino con in mano una cassa di fuochi d'artificio gli dice tutto contento di sbrigarsi: è un ricordo di molti anni prima, quando lui e suo fratello avevano deciso di festeggiare il 4 luglio soli con uno spettacolo personale di fuochi d'artificio. Dean rivive felice il ricordo, ma poco dopo il Sam ragazzino scompare e Dean torna alla sua auto dove, tramite la radio, Castiel si mette in contatto con lui informandolo che il luogo in cui si trova è il Paradiso e che deve trovare la strada per arrivare a Joshua, l'unico angelo che al momento parla con Dio. Dean dà ascolto a Castiel e, seguendo la strada, arriva a una casa in cui trova Sam: sta rivivendo il ricordo di un giorno del ringraziamento passato da ragazzino a casa di un'amica. Dean entra e i fratelli si ricongiungono. All'improvviso salta la corrente e un fascio d'intensa luce illumina l'esterno della casa spostandosi continuamente. Tornate la corrente e la tranquillità, Castiel si mette di nuovo in contatto con loro attraverso un televisore informandoli di non poter più accedere al Paradiso e che la luce che hanno appena visto è opera di Zaccaria, che li sta cercando per riportarli in vita. I due, passando di ricordo in ricordo, si ritrovano in un bosco dove Zaccaria li trova; cercano di scappare ma, quando ormai sembrano spacciati, vengono salvati da un misterioso uomo mascherato. L'uomo mascherato si rivelerà poi essere Ash che, una volta morto, si è creato un suo mondo nel Paradiso dove "vive alla grande". Ash li informa che non è la prima volta che muoiono e che li trova in Paradiso, ma i fratelli non ricordano nulla perché gli angeli hanno cancellato loro quei ricordi. Nella sua abitazione, una perfetta ricostruzione della Road House, i fratelli Winchester trovano, con molta sorpresa, Pamela, la veggente, che, come Zaccaria, dice ai ragazzi che dovrebbero acconsentire ai loro ruoli di tramite. Poco dopo, Sam e Dean se ne vanno e si ritrovano nuovamente in casa loro dove vedono Mary, la loro madre. La scena che si pone di fronte ai loro occhi è un brutto ricordo di Dean, sconosciuto a Sam poiché ancora non era nato. Poco dopo, tutte le porte e finestre si murano all'improvviso e compare Zaccaria: è una trappola. I fratelli vengono immobilizzati da due angeli e Zaccaria li tortura per far loro dire sì. Impossibilitati a reagire, Sam e Dean vengono salvati da un angelo che li porta in un giardino immenso: quell'angelo è Joshua. Felici di vederlo, Sam e Dean gli chiedono aiuto per essere messi in contatto con Dio. L'angelo gli rivela che Dio non è morto: si trova sulla Terra, ma non vuole essere trovato, né vuole intervenire nella guerra in corso e si aspetta che anche loro rinuncino alla lotta. Sconvolti dalla notizia, i fratelli chiedono spiegazioni ma Joshua li rimanda sulla Terra, vivi e, questa volta, con i ricordi intatti. I due si risvegliano nel motel e, ancora sotto shock, vedono Castiel nella stanza che, stanco e desolato, riconsegna l'amuleto per trovare Dio a Dean. Dean, affranto decide di gettare via quell'amuleto lasciando Sam, ancora speranzoso, attonito.

99 problemi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sam e Dean stanno fuggendo sulla loro auto da numerosi demoni, quando vengono salvati da una squadra di salvataggio molto ben organizzata in grado di uccidere ed esorcizzare con formule in enochiano, la lingua degli angeli, e che si fa chiamare la Santa Milizia Luterana. I due fratelli vengono portati nel loro rifugio dove vengono presentati al parroco Rob il quale, a sua volta, presenta loro sua figlia, Leah che afferma di essere una Profetessa degli Angeli che riesce a comunicare con loro. La ragazza guida i vari cacciatori e gli altri abitanti a seguire gli ordini celesti per combattere il male e far tornare la pace. Sam e Dean, nonostante quest'ultimo sia ormai del tutto sconsolato riguardo alla loro "guerra", decidono di dare una mano e partecipano a un'imboscata ai danni di alcuni demoni, che però termina con la morte di un giovane combattente che si era legato ai fratelli. Da quel momento, le cose sembrano precipitare: Leah spinge i fedeli verso un fanatismo religioso a scopo salvifico, che non si ferma neppure davanti all'omicidio dei propri adepti. Castiel, ubriaco e depresso a causa dell'indifferenza di Dio, raggiunge Dean e Sam e rivela loro l'inganno: Leah non è un vera profetessa, ma è la prostituta di Babilonia, un demone legato a Lucifero, il cui compito è quello di portare le anime all'Inferno, che potrà essere ucciso solo da un Servitore del Paradiso per mezzo di un ramo di cipresso di Babilonia. Convinti che il prescelto sia il pastore luterano della città, nonché il padre di Leah, i tre riescono a convincerlo riguardo l'identità della figlia e, una volta convinto, lo arruolano per la loro missione e affrontano il demone, che però riesce a rendere inoffensivo il pastore e aggredisce Dean. In preda alla paura, Dean prende il ramo e lo usa contro il demone che, con grande sorpresa di tutti, muore. Scioccato dall'accaduto, Dean fugge e raggiunge la vecchia fiamma Lisa, a cui confessa il suo amore e le promette di salvarla con conseguente comportamento da vero Servitore del Paradiso, mettendo fine all'Apocalisse. Lei, confusa, chiede spiegazioni e vorrebbe fargli promettere di non fare stupidaggini ma Dean, sconvolto, se ne va.

Punto di non ritorno[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Zaccaria è in un bar ad ubriacarsi e raccontare le sue sventure ad un avventore quando una luce accecante inonda il locale e uccide tutti i presenti. Zaccaria si limita ad annuire e torna ai suoi compiti. Intanto, Dean è sempre più intenzionato a dire sì a Michele nonostante i vani tentativi di Sam per dissuaderlo. Sam, non sapendo più che cosa fare, contatta Castiel che, messo a conoscenza dei fatti, porta Dean da Bobby, nel tentativo di trattenerlo e fargli cambiare idea. Improvvisamente, Castiel sparisce ritrovandosi in un bosco dove combatte con altri angeli, uccidendoli: un suo presentimento lo ha messo in guardia riguardo al ritorno dal mondo dei morti di qualcuno. Solo successivamente scoprirà che quel qualcuno è Adam, l'altro fratello dei Winchester. Castiel, portato via il ragazzo dagli altri angeli, lo conduce da Bobby dove, con meraviglia di tutti, il ragazzo racconta di come Zaccaria abbia dei piani per lui, essendo egli stesso il tramite "sostituto" al posto di Dean. Sam allora prova a convincere sia Adam che Dean a non accettare il piano di Michele ma Dean è sempre più convinto nella sua decisione tanto da costringere Castiel, Sam e Bobby a rinchiuderlo nella panic room. Intanto Adam sta dormendo, sotto la stretta sorveglianza di Sam. In sogno, gli appare Zaccaria che lo convince nuovamente a unirsi a lui e, svegliatosi, ingannando Sam, riesce a fuggire e, una volta uscito di casa, viene portato da Zaccaria nella stanza verde. Fiero di sé, Adam prova a parlare con Zaccaria di quanto stia facendo per lui, ma l'angelo confessa al ragazzo che lui non è altro che un'esca per portare Dean lì da loro, sconvolgendo il ragazzo. Intanto a casa di Bobby, Dean riesce a fuggire dalla panic room e, trovato un profeta, gli dice di essere pronto. In quel momento però, arriva Castiel che, arrabbiato più che mai, lo picchia e lo riporta a casa di Bobby. Di nuovo insieme, Sam ora propone un piano sia per evitare il sì di Dean che per salvare Adam. Nonostante sembri una follia, il piano viene messo in atto: Sam, Dean e Castiel si recano in California dove si trova la stanza verde. Entrati, Castiel combatte contro cinque angeli di guardia davanti l'entrata della stanza. Dopo aver ucciso i primi due, Castiel mostra un simbolo anti-angeli e sparisce con tutti gli angeli restanti. In quel momento, Sam e Dean entrano nella stanza dove Adam urla loro che quella è una trappola: appare così Zaccaria che blocca e colpisce Sam, che ora moribondo è inerme sul pavimento accanto ad Adam. Dean decide allora di proporre un patto a Zaccaria al quale Michele dovrà sottostare se vuole il suo sì. Proprio mentre sta per arrivare Michele però, Dean incrocia lo sguardo di Sam e, impugnando il suo coltello, uccide Zaccaria. Di corsa, prende Sam e Adam ed escono ma Adam rimane indietro e, intrappolato nella stanza, sparisce insieme a essa dopo l'arrivo di Michele. Tornati nell'auto dopo aver vinto una nuova battaglia, Dean confessa a Sam di non aver potuto dire di sì per lui, che lui gli ha salvato la vita ed è la sua famiglia. Dean decide così di tornare a combattere accanto al fratello, ignorando il destino.

Il martello degli dei[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bloccati da un acquazzone, Sam e Dean si fermano in un albergo. Mentre Dean sta mangiando e prova a riposarsi, Sam cerca un modo per sconfiggere Lucifero. Quando i due si trovano nella stanza però, notano la strana sparizione dei loro vicini di stanza e, girando per l'albergo alla loro ricerca, notano che non c'è nessuno eccetto loro. I due giungono in cucina dove trovano delle persone tenute prigioniere nella cella frigorifera. I due provano a liberarli ma vengono colpiti e portati in un'altra stanza dove vi sono i gestori dell'albergo: questi si mostrano poi per ciò che sono in realtà, cioè gli dei di tutte le altre religioni, che complottano per uccidere Sam e Dean futuri contenitori scelti degli angeli Michele e Lucifero. Le divinità, stanche di essere messe in disparte, vogliono tornare agli antichi fasti e pensano che l'unico modo per tornare alla normalità sia uccidere i fratelli ma a bloccarli appare Loki, conosciuto così da loro. L'unica però a sapere che quello in realtà è l'arcangelo Gabriele è la dea Kalì che, in un incontro con quest'ultimo, confessa che Sam e Dean sono tenuti lì grazie a un suo incantesimo e lo uccide. Riunitisi di nuovo tutti, Dean trova il modo di contrattare con le divinità, riuscendo a far liberare i prigionieri e mentre li sta portando fuori la sua attenzione viene attirata da Gabriele, nascosto nell'Impala che confessa al ragazzo di essere un codardo. Rientrato nella stanza, ci sono di nuovo le stesse discussioni ma nessuno sa che il dio Mercurio ha chiamato Lucifero, tradendo tutti. In quell'istante arriva Lucifero: il dio Baldur prova a combatterlo ma viene ucciso, così come è stato ucciso Mercurio. Ora Kalì prova a tenergli testa ma, mentre sta per essere uccisa, interviene Gabriele a salvarla: l'angelo dà una cassetta a Dean e gli dice di difenderla a costo della sua vita e lascia fuggire lui, Sam e Kalì. Ora lo scontro è tra Gabriele e Lucifero: Gabriele dice a Lucifero che l'apocalisse è solo un capriccio da bambini, poiché Dio aveva sempre preferito, tra i quattro arcangeli, Lucifero, e quando aveva creato l'umanità Lucifero si era sentito messo da parte. Per questo Gabriele decide di schierarsi né con Lucifero né con Michele, bensì con gli umani. Nonostante ciò Lucifero rimane della convinzione che gli uomini siano "difettosi", ma Gabriele gli dice che è proprio per questo che sono migliori di loro: perché possono migliorare. Ne nasce una lotta nella quale Gabriele ha la peggio. Sam e Dean, salvata Kalì, si fermano a guardare la cassetta data loro da Gabriele: dopo un inizio che promette essere porno, appare Gabriele che gli dice che c'è ancora speranza: per rinchiudere Lucifero dovranno raccogliere gli anelli dei quattro Cavalieri dell'Apocalisse. Sam e Dean si guardano e, avendo già l'anello di Guerra e Carestia, si mettono in moto per cercare gli ultimi due. In strada, una macchina sta viaggiando verso un punto di ristoro: al suo interno un uomo malato. L'uomo si ferma ed entra nel negozio: al suo passaggio e al suo tocco, tutto viene impiastrato di muco. Rientrato in macchina, il muco viene poi accompagnato da mosche: l'uomo è Pestilenza.

Il diavolo che conosci[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sam a Dean sono sulle tracce di Pestilenza, senza però riuscire mai ad anticiparlo. Mentre sono in viaggio, appare nella loro auto Crowley che, dopo essersi scusato per il fatto che la Colt non abbia funzionato contro Lucifero, rivela loro di conoscere un demone, Brady che è lo "Stalliere dei Cavalieri", in grado di rivelare loro dove si trovi Pestilenza. Nonostante Sam sia contrario, Dean si fida di Crowley e insieme si recano nel posto dove si trova Brady. Crowley organizza l'agguato lasciando in disparte Sam il quale, rimasto ora solo in macchina, chiama Bobby confessandogli che sta pensando di dire sì a Lucifero per poi controllarlo e rinchiuderlo, trovando però fermamente contrario l'amico. Intanto, Crowley è arrivato da Brady e al suo cospetto manda però Dean il quale, non sapendo che cosa fare, prova a provocarlo finendo poi in una brutta rissa. Dean riesce poi a portarlo in ascensore e, una volta che le porte si aprono interviene Crowley che riesce a incappucciare Brady. Crowley si trova in contrasto con Dean, ma quest'ultimo decide di portare il demone da Sam. Arrivati in casa, Sam si trova di fronte a Brady, riconoscendolo come il suo migliore amico dei tempi dell'università. Sconvolto, Sam apprende che Brady fu la causa di tutto e, infuriato, chiude Dean nell'altra stanza e comincia a torturare Brady. Intanto Crowley è scomparso e Dean non sa come fare a controllare Sam. Poco dopo, appare nuovamente Crowley e Sam apre la porta permettendo così a Crowley di parlare con Brady. Mentre Sam e Dean parlano tra loro sentono alle loro spalle dei rumori: sono dei cerberi che hanno seguito Crowley. Non sapendo che cosa fare, cominciano a fuggire per tutta la casa quando Crowley scompare nuovamente. I due fratelli si rifugiano in una stanza quando ecco che torna Crowley con il suo cucciolo: inizia una brutta lotta tra cerberi dalla quale esce vincitore il cucciolo di Crowley. Ora i fratelli sanno dove trovare Pestilenza e, preso Brady, Sam sotto la supervisione di Dean, lo uccide. Crowley invece si presenta da Bobby e gli propone di stringere con lui un patto temporaneo, attraverso il quale potrà essere reso noto dove si trova l'ultimo cavaliere: Morte.

Due minuti a mezzanotte[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bobby informa Dean del piano di Sam per imprigionare Lucifero. L'inevitabile discussione viene rimandata quando Castiel si mette in contatto con loro tramite un cellulare e comunica loro che ora ha perso i suoi poteri ed è dolorante in ospedale. Poco dopo, i ragazzi si dirigono presso una casa di cura in cui sanno di trovare Pestilenza. Il cavaliere, informato del loro arrivo, visto che non ha a cura la loro vita, è deciso a eliminarli. Una volta attirati i ragazzi nella struttura, li infetta rendendoli incapaci anche solo di reggersi in piedi e riuscirebbe nel suo intento se Castiel, ormai completamente umano, non facesse irruzione nella stanza cogliendolo di sorpresa e strappandogli via l'anello. I tre fanno ritorno a casa di Bobby, dove cercano di riorganizzarsi: Pestilenza ha fatto capire loro di aver già provveduto a diffondere il virus Croaton, scatenando un'epidemia che renderà tutti gli uomini degli Zombies. Come se non bastasse Bobby rivela loro di aver venduto l'anima in cambio delle coordinate attraverso cui riuscire a rintracciare Morte, che risulta trovarsi a Chicago. Crowley informa Bobby che in cambio della sua anima ora può di nuovo camminare. Al gruppo non resta che dividersi: Dean e Crowley daranno la caccia a Morte, mentre Sam, Bobby e Castiel si occuperanno d'intercettare e distruggere i camion che diffonderanno l'epidemia demoniaca in tutto il paese. Al magazzino dei camion i demoni contagiano gli operai col virus Croaton e Sam e compagni sono costretti a combattere per avere la meglio e salvare quante più persone possibili. Intanto, per il suo folle piano, Sam trova l'appoggio di Castiel che però lo informa che per avere la meglio dovrà bere molto sangue demoniaco. Dean trova Morte ad aspettarlo in un piccolo fast food di Chicago. Impaurito, entra armato di falce (arma che potrebbe ucciderlo). Morte sa della presenza di Dean e subito si riprende la sua arma demoralizzando Dean che capisce così di non poterlo uccidere. I due cominciano a parlare e Morte informa Dean che lui è talmente potente da poter uccidere Dio, e che però è costretto a rimanere sulla Terra a causa di un incantesimo che gli ha fatto Lucifero. Sapendo del piano dei Winchester, Morte propone un patto a Dean: lasciare che Sam dica di sì a Lucifero per sconfiggerlo in cambio dell'anello e delle istruzioni per usarlo. Titubante, Dean accetta la proposta. Dean rientra in casa e parla a Bobby dell'accaduto confessandogli di aver mentito a Morte in quanto non permetterà mai a Sam di dire sì, avendo paura di perderlo. Bobby a sua volta, ha paura per il ragazzo conoscendo il suo lato malvagio, ma sa anche che Sam ha una grande forza di volontà e vera bontà.

Il canto del cigno[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Chuck è in casa sua e sta ultimando il "Vangelo dei Winchester". Ora al centro del suo racconto vi è la macchina più importante dell'universo: la Chevy Impala del 1967. Intanto, Sam e Dean stanno tranquillamente parlando tra loro e quest'ultimo dice al fratellino di come stia accettando che ora lui è un uomo in grado di prendere le sue decisioni e che accetta il fatto che Sam dirà sì a Lucifero. Insieme a Dean, Castiel e Bobby uccidono diversi demoni per permettere a Sam di bere il loro sangue e rinforzarsi il più possibile. Durante le sue ricerche, Dean scopre che a Detroit ci sono dei presagi demoniaci e capisce così che Lucifero si trova proprio lì. Il gruppo intraprende così il suo viaggio durante il quale Sam fa promettere da Dean che non tenterà di tirarlo fuori dalla prigione. Arrivati in città, i fratelli si abbracciano per l'ultima volta e, insieme, si recano da Lucifero. Qui Sam si fa possedere mentre Dean apre il portale della prigione. Quando Sam è pronto a entrarci pensando di avere la meglio su Lucifero, ecco che quest'ultimo si rivela e afferma di aver vinto, prima di andarsene. Ora Lucifero è invincibile e parla con Sam mostrandogli come il suo destino fosse segnato. Bobby e Castiel hanno perso le speranze mentre Dean decide di chiamare Chuck. L'amico sta continuando a descrivere l'importanza dell'Impala per i ragazzi e di come quest'auto abbia una funzione di casa per i Winchester. Chuck dice poi a Dean che la battaglia tra Lucifero e Michele (nel corpo di Adam) sarà dove tutto ha avuto inizio: il cimitero di Lawrence, in Kansan. L'indomani, Lucifero arriva nel luogo dell'incontro e poco dopo lo raggiunge Michele. Prima dello scontro Lucifero prova a convincere Michele che è inutile combattere soltanto per volere del padre, ma il fratello è irremovibile. Prima dell'inizio dello scontro, nella sua Impala, arriva Dean che prova a far tornare in sé il fratello ma Michele, stanco di questi giochetti, tenta di cacciarlo via ma viene attaccato da Castiel e Bobby, che lo cacciano con del fuoco sacro. Lucifero, dopo aver detto a Dean che ormai Sam non c'è più, infuriato con Castiel per aver cacciato suo fratello, lo uccide ricevendo in risposta un colpo sparatogli da Bobby, il quale a sua volta viene ucciso. Dean, attonito, prova ancora a parlare con il fratello ma Lucifero, stanco, comincia a picchiarlo. Dean non molla nemmeno quando Lucifero sta per ucciderlo. Qualcosa però lo ferma: Lucifero nota nell'auto un soldatino che Sam da bambino aveva incastrato nel portacenere: i ricordi nella mente di Sam riaffiorano per finire poi con un abbraccio con Dean. Sam è tornato e riesce ad aprire la prigione. Intanto è tornato anche Michele e Sam, ancora in sé, abbraccia Michele trascinandolo con sé nella prigione che subito si richiude. Tutto sembra finito e Dean si dispera per aver perso tutti e soprattutto suo fratello. In ginocchio vicino a una croce, Dean viene consolato da un amico: è Castiel che rivela di essere stato resuscitato e potenziato da Dio e così, grazie ai suoi nuovi poteri, resuscita Bobby. Compiuto il suo dovere, Castiel torna in Paradiso per prendere il posto di Michele e riportare l'ordine. Chuck finisce ora il suo racconto: Bobby e Dean si salutano lì al cimitero e le loro strade si divideranno: Bobby continuerà a cacciare mentre Dean si dirige a Morning Hill. Qui Dean va da Lisa la quale lo accoglie in casa. Chuck continua con la narrazione dicendo che tutto ciò era un piano superiore di Dio per vedere cosa avrebbero scelto i fratelli i quali, nonostante gli innumerevoli sacrifici, hanno scelto la famiglia. Detto ciò, Chuck chiude il racconto e svanisce. La scena finale vede Dean a cena con Lisa e Ben e fuori, improvvisamente, un lampione comincia ad accendersi e spegnersi: sotto la luce intermittente c'è un uomo che osserva Dean: è Sam.