Episodi di Prison Break (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Prison Break.

Questa voce contiene riassunti, dettagli e crediti dei registi e degli sceneggiatori della quarta stagione della serie televisiva statunitense Prison Break.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'azione si sposta a Los Angeles ad un mese di distanza dagli eventi narrati nella terza stagione e vede Michael, evaso dal penitenziario di Sona, andare alla ricerca della Compagnia e di Gretchen per vendicarsi della morte di Sara. Durante la ricerca viene condotto da Don Self, agente speciale della sicurezza nazionale, il quale gli propone di portare a compimento quel che suo padre Aldo ha tentato di fare per anni, ossia distruggere La Compagnia, cosa che sarebbe possibile solo entrando in possesso di Scylla, il cosiddetto "libro nero" di tale organizzazione.

Date le lamentele dei fan riguardo alla morte di questo personaggio agli inizi della terza stagione, i produttori hanno deciso di farlo tornare in scena, e l'attrice Sarah Wayne Callies ha accettato un nuovo contratto. Sara e Michael si reincontrano fin dal primo episodio, Sara è viva. Visto che nella terza stagione tutto dava a pensare che fosse stata decapitata da Gretchen, nella quarta viene spiegato, tramite flashback, cosa le è veramente accaduto. A permettere il suo ritorno sono diversi fattori:

  • la sua morte non è mai stata ripresa;
  • la "testa" che viene mandata a Lincoln è stata mostrata solo tramite un brevissimo flash, e si direbbe che nemmeno Lincoln abbia desiderato osservarla per più di un secondo;
  • L.J. nella terza stagione spiega al padre che al momento della decapitazione ha chiuso gli occhi;
  • Mahone, alla fine della serie, afferma a Whistler di ritenere Gretchen "l'anello debole" della Compagnia per quello "che ha fatto a Sara" cosa che fa intuire che non l'abbia decapitata.

Il nome del congegno Scylla si riferisce alle 6 teste di Scilla, un mostro marino della mitologia greca.

Alla fine dell'ultimo episodio un flashforward mostra la conclusione delle diverse storie di ogni personaggio, a distanza di quattro anni.

Produzione e trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese degli episodi di questa stagione sono iniziate nel maggio 2008 a Los Angeles. L'8 gennaio 2009 durante il press tour invernale della Television Critics Association il presidente della Fox, Kevin Reilly, ha confermato che sarebbe stata l'ultima stagione della serie, più che altro perché è stata la serie stessa ad essere ormai arrivata alla sua conclusione naturale, dopo essere durata molto più di quanto fosse stato immaginato alle origini dal suo stesso ideatore, Paul Scheuring, ossia una mini-serie di 14 episodi.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Scylla Sara è viva 1º settembre 2008 4 giugno 2009
2 Breaking and Entering L'irruzione 1º settembre 2008 11 giugno 2009
3 Shut Down Operazione sospesa 8 settembre 2008 18 giugno 2009
4 Eagles and Angels Aquile e angeli 15 settembre 2008 25 giugno 2009
5 Safe and Sound Fuori pericolo 22 settembre 2008 2 luglio 2009
6 Blow Out Il quarto uomo 29 settembre 2008 9 luglio 2009
7 Five the Hard Way La quinta scheda 6 ottobre 2008 16 luglio 2009
8 The Price Il prezzo 20 ottobre 2008 23 luglio 2009
9 Greatness Achieved Vincitori e vinti 3 novembre 2008 30 luglio 2009
10 The Legend La diagnosi 10 novembre 2008 30 luglio 2009
11 Quiet Riot Prova finale 17 novembre 2008 6 agosto 2009
12 Selfless Altruismo 24 novembre 2008 6 agosto 2009
13 Deal Or No Deal L'accordo 1º dicembre 2008 13 agosto 2009
14 Just Business Solo affari 8 dicembre 2008 13 agosto 2009
15 Going Under Tuffo nel passato 15 dicembre 2008 20 agosto 2009
16 The Sunshine State Equilibri spezzati 22 dicembre 2008 20 agosto 2009
17 The Mother Lode Una madre ingombrante 17 aprile 2009 27 agosto 2009
18 VS Futuro in vendita 24 aprile 2009 27 agosto 2009
19 S.O.B. Il congresso 1º maggio 2009 1º settembre 2009
20 Cowboys and Indians La legge del più forte 8 maggio 2009 1º settembre 2009
21 Rate of Exchange Sul filo del rasoio 15 maggio 2009 8 settembre 2009
22 Killing Your Number La scelta finale 15 maggio 2009 15 settembre 2009

Sara è viva[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Scylla
  • Diretto da: Kevin Hooks
  • Scritto da: Matt Olmstead

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre settimane dopo la fuga da Sona, Michael va in cerca di Whistler e Gretchen per vendicarsi della morte di Sara. Whistler deve recuperare una memory card per conto della Compagnia, è per questo che l'hanno fatto uscire da Sona. Fingendo di volerla acquistare la ottiene ed uccide coloro che l'avevano rubata alla Compagnia. Michael trova Whistler, che sta facendo una copia della memory card all'insaputa di Gretchen; quando la donna compare Michael vuole ucciderla, ma si ferma quando gli viene detto che Sara è ancora viva.

Alcuni giorni prima il carcere di Sona ha preso fuoco e tra i detenuti che sono riusciti a fuggire vi sono T-Bag, Bellick e Sucre. Sucre e Bellick riescono a passare il confine, ma quando Fernando si reca all'ospedale per vedere sua figlia viene catturato dalla polizia assieme all'ex guardia carceraria. T-Bag, tramite un contatto panamense, assolda degli uomini per attraversare il confine e andare in cerca di Michael per vendicarsi di lui, ma viene tradito e lasciato nel deserto assieme all'uomo che gli aveva organizzato il viaggio. Pur ferito il suo pensiero è quello di non farsi scappare il libretto sugli uccelli di Whistler che, ne è certo, o lo condurrà da Michael o condurrà Michael a lui. Il generale scopre che la memory card non è quella originale ed incolpando Gretchen ordina che venga uccisa, ordine che dovrebbe essere eseguito da un nuovo killer: Wyatt, il quale le punta sì la pistola al volto ma non lo si vede sparare. Sarà lui a dover ritrovare la memory card e spazzare via tutti coloro che hanno avuto a che fare con Whistler. Mahone convince Michael a parlare con Whistler, lui sa dove è Sara e glielo dirà in cambio del suo aiuto. Whistler in realtà lavora per l'FBI per smantellare la Compagnia e la memory card, chiamata Scylla, che contiene proprio il libro nero della Compagnia. Michael deve aiutarlo a trovare il luogo dove viene tenuto il computer in grado di decrittarlo, nel libretto sugli uccelli vi erano importanti informazioni che lo avrebbero aiutato a trovare tale luogo, ma in quel mentre Whistler viene colpito a morte dal killer della Compagnia. Mahone e Michael sono costretti alla fuga e Scylla torna nelle mani del generale. Lincoln, che si trova a Panama con Sofia e L.J., viene arrestato per aver accidentalmente ucciso un membro della Compagnia che, a sua volta, lo stava seguendo per ucciderlo. Wyatt si reca a casa dell'ex moglie di Mahone per avere informazioni sul suo bersaglio. Quando l'ex FBI arriva viene fermato dai poliziotti che gli impediscono di entrare: il figlio è stato ucciso. Mahone viene poi arrestato.

Anche Michael viene arrestato, l'agente dell'FBI Donald Self tuttavia gli propone un'alternativa a 15 anni in prigione: lavorare per lui per smantellare la Compagnia, per questo occorrerà recuperare e decrittare Scylla, progetto a cui stava lavorando da anni suo padre, Aldo Burrows. Lincoln potrà aiutarlo perché l'FBI ha stretto un accordo con le autorità panamensi per fargli scontare la pena negli Stati Uniti. Bruce Bennett, l'amico di famiglia di Sara che già aveva aiutato Michael in passato, paga la cauzione per i fratelli e li porta da Sara, che stava aiutando a nascondersi.

Dopo che Wyatt prova nuovamente ad ucciderli i due fratelli scelgono di accettare l'offerta di Self, viene così formata una squadra di persone con poco da perdere e che hanno già avuto a che fare con la Compagnia: Michael, Lincoln, Sara, Mahone, Bellick e Sucre.

L'irruzione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Breaking and Entering
  • Diretto da: Bobby Roth
  • Scritto da: Zack Estrin

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'agente Donald Self conduce il gruppo nel loro quartier generale, non prima di aver fatto indossare a tutti delle cavigliere GPS. Qui è presente un altro detenuto (con cui ha gli stessi accordi) che prenderà parte all'operazione insieme alla squadra capitanata da Michael: Roland Glenn, un hacker asiatico. T-Bag insieme al suo "compagno" panamense cerca di ritrovare segni di civiltà ma c'è solo deserto intorno a loro; Dopo poco tempo viene attaccato dall'altro uomo che se lo vuole mangiare, ma T-Bag come sempre ha la meglio ed è lui ad avere un pasto. L'operazione di recupero di scylla passa attraverso il riconoscimento dell'autista del "custode" (l'uomo a cui è affidata la card); Mahone grazie all'aiuto di Donald che gli procura una lista di 50 uomini riconosce l'autista, e da lì trovano l'abitazione del custode. Sara avvicina la domestica di quella casa e le inserisce nella borsa un congegno ideato da Roland che consente di avere traccia di ogni onda elettronica e di registrarla. Michael con una telefonata riesce a far avvicinare la domestica alla stanza in cui è contenuta Scylla, in questo modo il congegno di Roland riesce ad imprimere i dati su di esso. Per recuperare il congegno Bellick e Mahone fingono una rapina (della borsa) alla domestica, sfortunatamente la stessa l'ha lasciato in casa. Michael e Mahone s'introducono nell'abitazione, distraendo con un allarme dall'altra parte della strada le guardie, e recuperano il congegno. T-Bag incontra due ragazzi su un quad e si fa dare un passaggio fino a San Diego, lì con le coordinate dentro "il libro degli uccelli" di Whistler recupera una documentazione che comprende un fascicolo, delle tessere e una chiave, dopo di ciò sale su un autobus diretto a Los Angeles. Arrivati al quartier generale, Roland scopre che il contenuto di Scylla è solo una parte, e che per essere letto ha bisogno di altre parti, da qui il nome Scylla che indica un mostro mitologico a sei teste, quindi adesso mancano altre cinque schede elettroniche per completare il puzzle. Intanto Gretchen è viva ed è tenuta prigioniera dall'agente Wyatt.

Operazione Sospesa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Shut Down
  • Diretto da: Milan Cheylov
  • Scritto da: Nick Santora

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael, dopo aver scoperto che per trovare Scylla ci vogliono in tutto ben 6 schede, si scaglia contro Don in un acceso dialogo, accusandolo di non aver detto tutta la verità sulle schede, dialogo che vede primeggiare comunque l'agente dell'FBI che minaccia di rimandarli subito in prigione. Il tempo stringe, e lo stesso agente comunica a Scofield che dovranno trovare il prossimo custode entro la giornata, altrimenti torneranno tutti in prigione. Insieme agli altri membri del team "anti-compagnia" riesce a decriptare una mail ricevuta dal primo custode, che contiene un messaggio in codice riguardante un appuntamento con un altro custode di scylla. Così, per trovare la fonte originale della mail, Michael e Roland si recano in un edificio pubblico dove vi è una stanza dei server che monitoreggia ogni file che passa in internet, registrandolo poi tramite l'indirizzo IP. Grazie anche all'aiuto di Sara, che procura loro il pass per entrare nella server room, i due riescono nell'intento, ma quando Sara viene scoperta, per salvarla Michael fa scattare l'allarme antincendio in modo da far evacuare l'edificio e darle la possibilità di fuggire. Lo stesso Scofield però poi commette un errore: rientrando nella server room chiude la porta ad allarme innescato e questa viene chiusa ermeticamente, facendo scattare l'aspirazione dell'ossigeno nella stanza come sistema difensivo per l'integrità dei server. Poco prima che finisca l'ossigeno però, Lincoln riesce a salvarli distruggendo lo spesso vetro della stanza con un'accetta presa in prestito dai vigili del fuoco. T-bag nel frattempo, dopo aver trovato diversi documenti riguardanti Whistler, va nel suo appartamento e lì cerca di scoprire di più su un assegno d'indennità intestato a Cole Pfeiffer (evidentemente un'altra identità di Whistler), garantitogli da una compagnia chiamata Gate. T-bag si impersonifica al telefono come il suddetto Cole e riesce a scoprire che nell'azienda Gate tutti quanti lo stanno aspettando, in quanto considerato uno dei migliori venditori del mondo, così che il pluriomicida evaso da due carceri, grazie anche al fatto che nessuno ha mai visto il viso di Cole Pfeiffer, capisce che questa è l'occasione buona per fare un po' di soldi e scoprire di più sui piani di Whistler. Intanto si scopre una cruda realtà su Mahone: il killer Wyatt infatti, non ha ucciso la sua ex moglie, Pam, bensì ha ucciso suo figlio Cameron. Alex chiama così la sua ex collega FBI, l'agente Lang, chiedendole di procurargli informazioni su chi abbia fatto fuori suo figlio, per potersi vendicare. Senza volerlo, Lincoln ascolta la conversazione e prende atto della notizia. Il killer della compagnia, Wyatt, nel frattempo interroga Bruce Bennett, cercando informazioni utili sulla posizione dei due fratelli, drogandolo con pesanti dosi di allucinogeni. Sucre e Bellick sono appostati davanti alla casa del primo custode per monitorarne i moviment: l'ex guardia carceraria propone a Fernando di scappare in Messico, ma durante il discorso l'FBI irrompe e li arresta, non prima che Sucre sia riuscito, tramite uno sms, ad avvisare Michael. Questi, assieme ai compagni presenti nel loro rifugio, scappano, e Scofield, con una chiamata all'agente Don Self, capisce da questo che l'intera operazione è andata a monte per voleri superiori. Durante la fuga, Michael riesce a scoprire il messaggio in codice dell'e-mail, sovrapponendo i due file stampati trovati nella stessa: questi danno delle coordinate per il meeting del custode. Lincoln e gli altri vengono però catturati e l'unico che riesce a fuggire è lo stesso Michael che va verso il luogo dell'incontro. Qui riesce a filmare con il cellulare il meeting fra tutti e 6 i custodi. Mostrandolo a Self, vista la prova così importante, si assume la responsabilità di riaprire l'operazione e libera tutti quanti. Nella scena finale, Wyatt si fa dire da Bruce dove risiede Sara Tancredi, a Los Angeles, e poi lo uccide, mentre Lincoln prova a confortare Mahone, dicendogli che lo aiuterà a trovare chi ha ucciso suo figlio, e buttando così alle spalle i vecchi problemi che li riguardavano.Intanto Michael inizia misteriosamente a sanguinare dal naso.

Aquile e Angeli[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Eagles and Angels
  • Diretto da: Michael Switzer
  • Scritto da: Karyn Usher

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael e gli altri continuano la ricerca sulle schede di Scilla, e grazie al video dove venivano ripresi tutti e 6 i custodi, riescono a risalire, tramite una targa, al loro secondo obbiettivo: questa volta è una donna, Lisa. Avvicinarsi a lei però è impossibile, infatti è sempre circondata dalle sue guardie del corpo. Intanto T-Bag si incammina per l'incontro alla Gate, quando il destino gli vuole far rincontrare delle spiacevoli conoscenze: Michael e Lincoln. I due lo inseguono, ma grazie anche alla sua furbizia, Teodor riesce a fuggire. Don Self comunica a Sara la morte di Bruce Bennett, e questa crolla in un forte stato di depressione, tanto da andare molto vicina a riprendere un vecchio vizio, l'alcool. Wyatt, il killer della compagnia, è sulle sue tracce per arrivare a Scofield, e grazie a una soffiata, scopre in che punto si trovi Sara. Michael, Lincoln e Mahone intanto, per avvicinarsi a Lisa e permettere al dispositivo di Roland di copiare i dati della scheda, si travestono da poliziotti e partecipano a una manifestazione di beneficenza della polizia di L.A., chiamata appunto "Eagles & Angels", dove questa è ospite d'onore.Intanto Don Self scopre che il suo collega ha scoperto il luogo dell'irruzione ma sfortunatamente Wyatt lo raggiunge per primo e lo uccde.Grazie all'astuzia di Scofield, riescono a copiare il contenuto nella scheda, e a scappare prima che qualcuno riesca a riconoscerli. T-Bag riesce a impersonificarsi come Cole Pfeiffer, e alla Gate, gli danno il suo ufficio richiesto. Teodor continua a seguire gli appunti del libro di Whistler per capirne i piani, senza però riuscirne ancora a decifrarne lo scopo. La puntata di chiude in ambiguità: Pad-Man e la compagnia continuano a parlare dell'operazione in Laos, ancora all'oscuro, uno strano individuo dal nome Xing sembra essere interessato a Scilla, e Sara, uscita dal bar e pronta a tornare da Michael dopo aver superato la momentanea crisi d'alcool, è seguita a pochi metri dal pericolosissimo Wyatt.

Fuori pericolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Safe and Sound
  • Diretto da: Karen Gaviola
  • Scritto da: Seth Hoffman

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sara riesce a sfuggire dal killer Wyatt che la stava inseguendo, successivamente avverte Michael del pericolo. Mahone incontra Pam, e da questa, riesce ad ottenere il viso dell'uomo che ha ucciso suo figlio, lo stesso Wyatt. Alex così inizia a cercarlo per vendicarsi. Intanto gli altri si muovono per arrivare al terzo custode, che risiede al dipartimento del tesoro, un edificio di massima sicurezza. Per irrompere, e copiare il contenuto della scheda, Don Self riesce a convincere un collega ad andare a pranzo con lui, in modo da liberare l'ufficio accanto a quello dove Scylla viene rinchiusa in una cassaforte a muro. Don fa entrare Michael, Linc, Bellick e Sucre dai sotterranei, e questi riescono, tramite un gioco di ascensori e condotti, ad arrivare al piano interessato. Grazie all'aiuto di Sucre e Bellick, che si fingono inservienti dell'edificio, Michael e Lincoln riescono a trapanare la cassaforte dal muro opposto e a copiare la scheda. T-Bag intanto attira sospetti sul suo nuovo posto di lavoro, alla Gate, e Trishanne, la segretaria, capisce che Cole Pfeiffer nasconde qualche segreto, che usa per farsi un po' di soldi extra, mentendo a Sucre e Bellick, che cercavano T-Bag in ogni palazzo circostante al luogo dell'ultimo incontro con lo stesso, e dicendo di non aver mai visto quell'individuo. Durante la copia delle schede, Lincoln vede Michael sanguinare dal naso, e dice che quello era un vecchio problema che aveva anche a 13 anni, e di chiedere aiuto a Sara, ma Michael lo prega di mantenere il segreto con lei. Questa intanto, fa delle ricerche sul Laos, vista la partenza del secondo custode, Lisa, proprio verso questo paese, che sta affrontando una grandissima crisi economica con una conseguente insurrezione con centinaia di morti. Gretchen intanto, grazie all'aiuto di un chiodo, uccide la guardia che la teneva prigioniera e scappa. Alex cerca Wyatt, ma anche se per poco, non riesce a trovarlo. T-Bag intanto, fortunosamente, scopre nel libro di Whistler una mappa, che però deve ancora decifrare, e nello stesso momento, arriva il personaggio dai tratti orientali che aveva ucciso Xing, il contatto di Cole Pfeiffer per la compravendita di Scylla. Il tizio, alquanto minaccioso e poco propenso a trattare, dà un ultimatum a T-bag Pfeiffer, dicendo che se non consegnerà Scylla entro 3 giorni, verrà ucciso. T-Bag deve ora capire cosa voleva fare Whistler. Nell'ultima scena, Don Self riesce, tramite il video sui custodi girato da Michael, a procurare informazioni sugli altri custodi, tranne su Pad-Man, capo della compagnia, che risulta un fantasma. Questo però viene avvisato del riconoscimento visivo, e incarica Wyatt di trovare l'agente Self.

Il Quarto Uomo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Blow Out
  • Diretto da: Bryan Spicer
  • Scritto da: Kalinda Vazquez

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per recuperare la copia della scheda dal quarto custode, il gruppo si sposta all'ippodromo, dove proprio il custode ha fatto una puntata su una corsa. Grazie a uno stratagemma, riescono a far entrare il custode nell'ufficio del direttore, dove è inserito il dispositivo per la copia dati. La card è copiata, ma dopo che Mahone riesce a recuperarla, viene preso dai poliziotti per essere in una zona riservata, e nel tentativo di scappare, prende a pugni un poliziotto, viene così arrestato. Don Self prova a farlo liberare, ma non ci riesce, invece riesce a ottenere i suoi effetti personali, tra cui il dispositivo copia dati, in questo modo Alex, anche per decisione del gruppo, viene lasciato nella cella di detenzione della polizia, in attesa di essere processato. Wyatt intanto incontra l'agente Self, e lo intima a farsi gli affari suoi e a non indagare sul Generale Krantz(pad-man). Gretchen intanto torna dalla sorella, dove scopre che questa ha una figlia, data però in custodia alla stessa sorella. Qui, prende pistola, munizioni e un po' di soldi, dopodiché riesce a recuperare, con metodi non troppo gentili, gli effetti personali del defunto Whistler, trovando un telefonino e un mazzo di chiavi, partendo così per la sua vendetta personale. T-Bag continua a scoprire altre mappe nel libro degli uccelli, e capisce che la stanza che porta alla X della mappa è quella dietro al suo ufficio. Proprio qui però, il vice-direttore scopre delle truffe fatte a suo nome, quello di Cole Pfeiffer, e pretende delle spiegazioni. T-Bag non ci pensa due volte, e fugge a gambe levate. Michael e gli altri nel mentre hanno individuato il quinto custode, e sono pronti a partire alla ricerca di questo, quando però Alex telefona a Scofield, chiedendogli di trovare Wyatt e di ucciderlo per lui. Michael così, decide di aiutare Mahone a tutti i costi, considerandolo un membro importante per la squadra. Aspetta così il suo trasferimento nel tribunale per il processo, e grazie anche all'aiuto degli altri, riesce a far saltare l'impianto elettrico, far calare le luci, e far scappare Mahone. Wyatt è sul posto ma oltre a uno sguardo fulminante e un colpo di pistola mimato con la mano verso Alex, non può fare altro. Mahone, dopo aver ringraziato gli altri, telefona a Wyatt, con il numero che lo stesso aveva dato a Pam e questa poi ad Alex, e gli dice che quando lo troverà, lo ucciderà. Mahone butta il foglio con il numero del killer in un cestino, che però viene recuperato dall'ambiguo Roland. T-Bag raccoglie le sue cose dall'appartamento di Cole Pfeiffer, ma un attimo prima di scappare, Gretchen arriva e lo stende.

La quinta scheda[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Five the Hard Way
  • Diretto da: Garry A. Brown
  • Scritto da: Christian W. Trokey

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il quinto custode si dirige a Las Vegas, Lincoln, Sucre, Sara e Roland lo seguono, mentre Bellick, Mahone e Michael si devono occupare di T-Bag che si è fatto avanti, accompagnato da Gretchen che per il momento si mantiene in disparte, dopo aver persuaso T-Bag con la forza per una collaborazione sull'obbiettivo Scilla. T-Bag riesce a catturare Bellick e Michael, oltre a Trishanne, la segretaria della Gate, ma non Mahone, che riesce a fuggire. Don Self intanto indaga su Pad-Man, il Generale Krantz, e scappa da Wyatt. Con un atto di coraggio, l'agente FBI si presenta dallo stesso Pad-Man, e lo minaccia di far esplodere uno scandalo informativo se percaso dovesse esser fatto fuori. Il Generale, meravigliato dal suo carattere, gli offre un posto di lavoro alla compagnia, che però Don rifiuta, almeno per ora. A Las Vegas, intanto la quinta scheda viene copiata grazie a Sucre, che riesce ad avvicinarsi quanto basta al custode, grazie anche a un "gioco" con la moglie. Roland però, che non ha perso il vizio del gioco, viene beccato, e gli viene confiscato il dispositivo copia dati, e poi calciato fuori dal Casinò. Lincoln dice a Sara dei problemi di sangue di Michael, che a quanto pare, riguardano un'epistassi che può portare all'aneurisma, che uccise la loro madre all'età di 31 anni, la stessa di Scofield. Michael decifra il libro di Whistler che contiene una piantina della Gate, che porta al luogo dell'irruzione per la decodificazione di Scilla. T-Bag porta Michael al palazzo, e insieme scoprono una stanza sotterranea dietro l'ufficio di Cole Pfeiffer. Qui però, T-Bag viene bloccato da Mahone, che lo rinchiude poi in una stanza senza possibilità di fuga. Michael poi afferma che il luogo dell'irruzione è alla Gate, ma non dove stava portando T-Bag, e che questo porta dritti al Generale. Gretchen però, ha le parti mancanti della piantina, e telefonando a Michael, dice che non le darà nulla se non libererà T-Bag e se non collaborerà per prendere Scilla.

Il prezzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Price
  • Diretto da: Bobby Roth
  • Scritto da: Graham Roland

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per completare Scylla oramai manca solo l'ultima scheda, quella del Generale Krantz "Pad-Man". Dopo che il dispositivo di Roland è andato perduto, Lincoln pensa a un piano decisamente burrascoso, pensa infatti di fare un agguato al Generale e schiantarsi contro la sua macchina, in modo da potergli rubare la scheda. Roland è oramai fuori dal gruppo, e per la paura di tornare in prigione, chiama il killer Wyatt per dirgli dove si trovano Scofield e Burrows. Inoltre, spiffera il piano di Lincoln, così che il killer può avvisare il Generale in tempo per salvarsi. Wyatt, arrivato sul posto, spara diversi colpi e colpisce Sucre allo stomaco, solo grazie a un intervento chirurgico lampo di Sara riesce a salvarsi. La stessa Sara intanto deve affrontare il fatto che Gretchen, insieme a T-Bag, con l'accordo di Don Self, oramai fa parte della squadra, visto che possiede delle pagine del libro di Whistler, fondamentali per trovare il punto in cui Scylla verrà decodificata. Quando le due si incontrano, si capisce come Sara sia fuggita dalla prigionia grazie a una guardia, Michelle, che le passò la chiave per poter scappare, e che questa sia stata poi uccisa dalla stessa Gretchen per non aver fatto un buon lavoro di guardia. Dopo che il piano di Lincoln è saltato, tutti capiscono che a venderli è stato Roland, così Michael, capendo che sarebbe scappato, gli chiede di fare delle ricerche con il computer portatile, dove lo stesso Scofield ha impiantato una cimice. Così quando l'hacker si incontra con Wyatt per dire dove si nascondono i due fratelli, Michael e gli altri, compreso Mahone, sono lì ad attenderlo, ma prima devono guardare impotenti alla brutale morte di Roland per mano di Wyatt, che viene colpito da Alex, e dopo averlo preso a pugni, lo portano via con sé. Intanto il Generale, avendo capito della pericolosità dell'agguato, decide di far spostare Scylla.

Vincitori e vinti[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Greatness Achieved
  • Diretto da: Jesse Bochco
  • Scritto da: Nick Santora

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che il Generale Krantz decide di spostare Scylla e il suo contenuto, Gretchen decide di andare proprio da lui, per vendicarsi del torto subito in precedenza con la tortura di Wyatt. Il Generale però non sa che lei ora sta lavorando con Michael e Don Self, e così cerca di rientrare nelle sue grazie seducendola. T-Bag fa entrare Michael, Lincoln, Sucre e Bellick alla Gate, dove incominciano il loro percorso sotterraneo che dovrebbe portarli al quartier generale della compagnia dove dovranno decodificare Scylla, anche se ancora manca l'ultima scheda. Sorge però un grosso problema, un impianto idrico passa proprio attraverso quei condotti così che Scofield, decide che l'unico modo per continuare è passarci attraverso con un grosso tubo di ferro. Lincoln riesce a distruggere la centralina che controlla lo scorrimento dell'acqua, in modo che gli altri possano cominciare a lavorare per far passare il grosso tubo. Durante questi lavori però, Michael si sente male e per poco non sviene, riesce poi a rimettersi in piedi ma le sue condizioni sembrano aggravarsi per colpa della sua malattia. Intanto T-Bag deve affrontare un investigatore della polizia che sta cercando notizie sulla morte di Andrew Blauner, morto per colpa di Gretchen. Wyatt intanto, è prigioniero di Mahone e Don Self. Intanto Sara fa parlare Wyatt, fingendo di essere solidale con lui, e riesce a fargli pronunciare la frase "Sono tutti morti", in realtà Sara sta registrando tutto e quindi Self chiama Pad-Man e gli fa credere che Link e Michael e il resto della compagnia sono morti. Wyatt viene così fregato, e Mahone decide di vendicarsi con una tortura ai limiti del dolore fisico e mentale, per poi ucciderlo lasciandolo cadere nell'oceano. Proprio quando il tubo sembra aver raggiunto l'altra sponda però, un'asse che lo sosteneva cede, sembra tutto perduto finché Brad Bellick non decide di sacrificarsi per il gruppo e sollevarlo con le proprie forze e chiudere così ermeticamente i due buchi del condotto. Poco dopo l'acqua viene riattivata e Brad verrà ucciso, ma grazie a lui ora c'è un modo per continuare con il percorso.

La diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Legend
  • Diretto da: Dwight H. Little
  • Scritto da: Karyn Usher

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo continua a studiare il percorso per arrivare a Scylla, e grazie alle pagine mancanti che Gretchen da a Michael, il quadro è completo. L'ultimo ostacolo prima di arrivare a Scylla però, è un muro blindato spesso diversi metri, così Linc e Sucre vanno a controllare, mentre Michael ha un altro malore e questa volta viene portato all'ospedale da Sara. Intanto Mahone va a cercare David Baker, colui che ha progettato il percorso "Scylla". Alex riesce a farsi dare una legenda della mappa, così che i vari punti che prima non avevano un senso, ora possono essere svelati. Gretchen intanto informa gli altri che il Generale vuole spostare Scylla il giorno dopo, il tempo stringe. T-Bag continua la sua sceneggiata alla Gate, in modo da far entrare sempre senza sospetto gli altri del gruppo, e scopre che Trishanne, la segretaria della Gate, nonché suo ostaggio su ricatto, lavora per Don Self. Trishanne infatti è un agente FBI in segreto e lavora proprio con l'agente Self per l'operazione contro la compagnia. Linc e Sucre hanno un problema: quest'ultimo, di fronte al grosso muro che li separa da Scylla, mette per sbaglio il piede su una mina a detonazione elettronica, così che deve rimanere immobile per non esplodere. Grazie alla legenda di David Baker Michael comprende che non si tratta di una mina ma di un sensore per un allarme, quindi Mahone riesce infine a salvare Sucre. Viene ritrovato il cadavere di Bellick, che verrà restituito alla madre, mentre tutti quanti a modo loro, piangono per la sua morte. Dopo gli esami fatti in ospedale, si accerta che Michael ha un Amartoma alla testa, un pericoloso tumore che potrebbe portare velocemente alla morte. Così il dottore che lo ha visitato, gli dice che dovrà essere per forza operato il giorno seguente.

Prova finale[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Quiet Riot
  • Diretto da: Kevin Hooks
  • Scritto da: Seth Hoffman

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo avere magistralmente eseguito un buco sulla parete che confina direttamente sulla stanza nella quale è custodita Scylla, Sucre e Mahone vi introducono un cavo ottico, per permettere a Michael di studiare l'interno del locale e trovare un modo per accedervi. L'ingegnere, come volevasi dimostrare, escogita un piano estremamente complesso, tenendo conto di tutti gli ostacoli e le difficoltà tecniche del caso: per poter mettere le mani sulla preziosa scheda, i compari dovranno attraversare prima un muro di cemento e poi uno di vetro senza fare rumore (ci sono dei microfoni sensibili puntati in tutte le direzioni), inoltre sul pavimento sono presenti dei sensori in grado di rilevare il peso, per cui sarà necessario attraversare lo spazio tra i due muri senza toccare terra; la stanza è provvista di un rilevatore termico e di una sola telecamera di sicurezza alla quale può accedere esclusivamente il Generale.

Il compito di Gretchen e di T-Bag è quello d'impossessarsi della sesta scheda, quella cioè che appartiene a Krantz. L'astuta donna sa di avere una certa influenza sull'ex mentore, perciò decide di farsi fotografare da Bagwell in pose decisamente provocanti, per poi inviare tramite mms le immagini al Generale, chiedendogli quindi un appuntamento amoroso. Il potente capo della Compagnia, però, anticipa le sue mosse e coglie Gretchen in fallo, proprio mentre cerca la sesta scheda nella sua giacca. L'uomo sembra deciso ad ucciderla ma lei riesce a persuaderlo ricordandogli i momenti condivisi e, soprattutto, l'esistenza della figlia Emily.

Mentre Lisa, una dei Custodi della Compagnia, è impegnata a fare colpo su Krantz nella gestione dello spostamento di Scylla, Gretchen stringe accordi con Feng, il cinese interessato alla scheda; l'obiettivo è impossessarsi dell'oggetto tanto desiderato immediatamente dopo che gli ex di Fox River lo abbiano recuperato, per poi venderlo ai cinesi. Per fare ciò è necessario sbarazzarsi di Don Self e di Trishanne, la finta segretaria che in realtà collabora con l'agente. Fornendole dunque una pista sbagliata da seguire, Bagwell tende un'imboscata alla ragazza e a Self, i quali vengono "accolti" da Feng e compagni.

Micheal necessita di un'urgente operazione al cervello ma decide di rinunciarvi, almeno per il momento, in modo da poter prendere parte all'operazione d'intrusione all'interno della sala sorvegliata. Insieme all'aiuto di Sucre, Lincoln e Mahone, riesce a generare un campo elettromagnetico grazie al quale supera il primo muro in cemento, il quale era irrobustito da fibre di acciaio. Una volta creato il varco, Sucre sistema una serie di aste che formano una sorta di scala, la quale permetterà poi di giungere al muro in vetro. L'intera operazione viene eseguita nell'assoluto silenzio, anche se si sfiora il pericolo di far scattare l'allarme quando Sucre rischia di lasciar cadere dalla scala una bombola. La situazione viene però gestita per il meglio e Michael è in grado di raggiungere il muro di vetro. Con l'abilità che lo contraddistingue, crea un varco ed accede alla stanza, trovandosi faccia a faccia con Scylla. La sfiora, ne rimane quasi affascinato, nel frattempo però Krantz lo vede attraverso la telecamera e lancia l'allarme. Contemporaneamente i Custodi sono guidati da Lisa verso il quartier generale, ma Sara, la quale si trova al di fuori dell'edificio per studiare i movimenti della Compagnia, sembra avere un piano.

Altruismo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Selfless
  • Diretto da: Michael Switzer
  • Scritto da: Kalinda Vazquez

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael è di fronte a Scylla ma fa scattare l'allarme dopo averla toccata. Sembra oramai tutto perduto visto che il generale Krantz e due guardie stanno scendendo nel sotterraneo per ucciderlo. Ma appena il Generale si avvicina, Lincoln, Sucre e Mahone gli puntano contro la pistola: è un'imboscata, tutto un piano premeditato di Scofield. Le due guardie vengono disarmate, e ora Krantz è un ostaggio. Alla Gate, T-Bag e Gretchen stanno aspettando Michael e gli altri per rubargli Scylla e così intascare il denaro, ma qualcosa va storto: Gregory White, il capo della Gate, si accorge di alcune armi nello studio di Cole Pfeiffer, Gretchen lo capisce ed è costretta a tirar fuori le armi e fare tutti prigionieri. Don Self intanto, catturato insieme a Trishanne da Feng, riesce a liberarsi, uccidendo poi lo stesso Feng. Michael inserisce le sei schede e riesce a recuperare Scylla, una sorta di Hard-Disk particolare. Il Generale è sicuro di cavarsela in breve tempo, ma non ha previsto che nel frattempo Lisa Tabak, che si scopre essere proprio figlia di Krantz, è tenuta sotto tiro con una pistola da Sara che l'ha bloccata in un bagno di un ristorante. Il Generale così è costretto a lasciar andare Michael e gli altri, temendo per la vita della figlia. Questi poi, con un abile giochetto, riescono a seminare la compagnia e a fuggire. Intanto Trishanne è tornata alla Gate dove prova a liberare gli ostaggi. Gregory White però fa una mossa avventata e viene ucciso. Gretchen e T-Bag così scappano, e quest'ultimo si vede puntar contro la pistola di Gretchen che vuole farlo fuori perché sa troppe cose sul suo contro. T-bag si salva grazie all'arrivo di Trishanne che si mette a sparare, mettendo in fuga Gretchen, ma arrestando poi lo stesso Teodor. Scofield e gli altri raggiungono l'appuntamento con Don Self per consegnargli Scylla. Questi dà loro una busta dove dice che ci sono gli ultimi documenti utili per essere completamente liberi, poi se ne va con Scylla. Sembra tutto finito, ma qualcosa non va: nel magazzino dove stanno Michael e gli altri non arrivano i federali che dovevano firmare le carte per il rilascio. Scofield controlla nella busta datagli da Self, e scopre che ci sono solo dei fogli bianchi. Lo stesso Don, uccide Trishanne a sangue freddo, mostrando così il suo tradimento. Intanto, il Generale Krantz non sa più come muoversi.

L'accordo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Deal Or No Deal
  • Diretto da: Bobby Roth
  • Scritto da: Christian W. Trokey

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Self ha ingannato tutti quanti tenendosi per sé Scylla in modo da rivenderla, l'agente corrotto fa in modo di credere che Trishanne sia stata uccisa, insieme a lui stesso, da Burrows. Michael e gli altri capiscono che sono stati fregati, e cercano un modo per scappare. Intanto T-Bag è costretto a lavorare con Self, il quale lo obbliga a tenere sotto ostaggio la sorella e la figlia di Gretchen, per convincere la stessa a trovare un nuovo acquirente per Scylla. Il generale intanto riorganizza la compagnia per dare la caccia e Michael e gli altri per riprendersi Scylla. Self riesce a incastrare il gruppo, facendo una soffiata sulla posizione di Michael e Lincoln, e quest'ultimo viene catturato. Il superiore di Self, Herb, chiama Scofield e gli dice che hanno capito che Self era un traditore e propongono una deposizione come testimonianza da parte del gruppo contro Self in cambio della libertà. Michael non si fida ed elabora un piano. Dice a Sara, Sucre e Mahone di andarsene, penserà tutto lui al resto. Così, incontra Herb e il Senatore Dallow per verificare il patto, che però è un falso, infatti la sicurezza nazionale vuole insabbiare tutta la storia riguardante Scylla. Un agente della compagnia però irrompe nel magazzino e uccide Herb, costringendo Michael e seguirlo per un incontro con il Generale. Nel mentre però, Sucre è tornato indietro insieme a Sara, e lo stesso Sucre riesce a salvare i fratelli e l'uomo della compagnia viene ucciso. Mahone sembra essersene andato. Gretchen accompagna Self da un nuovo acquirente, ma quest'ultimo informa l'agente corrotto che manca un pezzo di Scylla. Michael infatti, prima di consegnare Scylla, ha tolto un piccolo circuito che però sembra parte integrante di Scylla. Così ora è Self a dover trovare Michael.

Solo affari[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Just Business
  • Diretto da: Mark Helfrich
  • Scritto da: Graham Roland

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Generale rivuole indietro Scylla e sguinzaglia i suoi uomini per tutta la città; Michael deve riuscire a rimpossessarsene per poter smantellare la Compagnia; Self la vuole vendere per poter ricavare del denaro. Insomma, tutti inseguono tutti. Il primo a fare la mossa è proprio Don Self che, resosi conto dell'incompletezza dell'oggetto da lui posseduto, decide di stanare Michael dal magazzino nel quale si nasconde, in modo da mettere le mani sul pezzo mancante da lui nascosto. I metodi utilizzati dall'agente sono esasperati: attraverso un fucile speciale spara nell'edificio dei bossoli dai quali fuoriesce del gas ma Lincoln, con il solito tempismo, lo ferma. I fuggitivi e il traditore hanno modo di confrontarsi e, quest'ultimo, propone a Michel una collaborazione, spiegandogli che c'è un compratore disposto a pagare una grossa cifra in cambio di Scylla. Il ragazzo finge di essere interessato ma è facile intuire che i suoi piani siano ben altri. Alex Mahone non è scomparso ma, anzi, ha contattato la sua partner dell'FBI Felicia, la quale sta cercando di convincere un collega ad aiutare l'amico: l'idea sarebbe quella di mettersi in contatto con il procuratore generale in modo da fornirgli informazioni riguardo alla Compagnia. Sucre, intanto, si è nascosto nel bagagliaio della macchina di Self; riesce così a procurare a Michael l'indirizzo preciso nel quale Gretchen e l'agente si nascondono: un hotel malmesso frequentato da gente poco raccomandabile. Scofield, Sara e Lincoln si recano sul luogo e preparano un agguato. T-Bag è impegnato a sorvegliare la sorella e la figlia di Gretchen, mentre si tiene costantemente in contatto telefonico con i compari. Suona alla porta un venditore di Bibbie dall'aria innocua ma, il nostro furbo criminale, riconosce un anello di dubbia provenienza al dito dell'uomo e, sospettando che possa essere qualcuno mandato dalla Compagnia, decide di bloccarlo minacciandolo con la pistola. Sucre riesce ad infiltrasi nell'hotel e qui ha uno scontro diretto con Gretchen, la quale si dimostra più agguerrita che mai. Self, in seguito a del gas sparato in camera da Lincoln, cerca la via di fuga attraverso la scala antincendio ma s'imbatte in Michael, il quale riesce finalmente ad impossessarsi di Scylla; mentre fugge via stringendo il bottino tra le mani, il nostro eroe ha una nuova crisi e si accascia a terra perdendo i sensi. Self lo raggiunge rapidamente e s'impadronisce nuovamente dell'oggetto. Alcuni uomini della Compagnia a bordo di un furgone si recano sul posto e, dopo una sparatoria dalla quale Gretchen e l'agente riescono a scappare, prelevano Scofield. Self riesce a mettere la mani sulla parte mancante di Scylla, quella cioè che Michael aveva nascosto nel bagno del magazzino. Ora il database è completo ed è pronto per essere venduto. Durante le trattative con Vikan, colui che fa da tramite con il compratore, Don decide improvvisamente di sparare a costui ed ai suoi scagnozzi, in modo da eliminare ogni intermediario e poter quindi intascare l'intera somma di denaro. T-Bag si fida del suo istinto ed è convinto che l'uomo che ha davanti non sia un vero venditore di Bibbie. Le parole misericordiose di Rita, la sorella di Gretchen, e la disperazione sul volto del soggetto che sta minacciando lo fanno cedere: ordina alla donna e alla bambina di scappare e decide di lasciar andare l'ostaggio il quale, ovviamente, risulterà però essere davvero un uomo della Compagnia. Michael è ora nella mani di Krantz; egli si dice disposto a curare il male che affligge il giovane se, in cambio, Lincoln collabora al ritrovamento di Scylla. Alex viene incastrato dagli agenti dell'FBI, i quali non hanno intenzione di contattare il procuratore generale ma, anzi, decidono di catturarlo.

Tuffo nel passato[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Going Under
  • Diretto da: Karen Gaviola
  • Scritto da: Zack Estrin

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella scorsa puntata abbiamo visto Krantz proporre un patto a Lincoln: la vita di Michael in cambio della collaborazione per il ritrovamento di Scylla. Considerando i favori resi dal fratello (primo tra tutti l'intromissione all'interno di Fox River per impedire la sua esecuzione), Burrows è deciso ad aiutare il Generale. La vita di Scofield è dunque nelle mani della Compagnia; un'efficiente équipe di medici predispone l'intervento al cervello, mentre Sara assiste preoccupata. Durante l'operazione, Michael ripercorre alcuni momenti della sua vita, finché il suo pensiero si sofferma su un ricordo particolare: la cella di Fox River ed il compagno Charles Westmoreland.

Lincoln deve trovare Scylla e per farlo è necessario che rintracci Self e Gretchen; si serve allora di T-Bag, il quale è stato catturato dagli uomini della Compagnia. Dopo una serie di tentennamenti e di conseguenti minacce da parte di Burrows, Bagwell si trova costretto a rivelare il luogo nel quale i due si incontreranno con il compratore. Lincoln si reca dunque al molo di Arlington, accompagnato dall'amico Sucre, ma qui non trovano nessuno.

Mahone è stato catturato dagli ex colleghi e agenti dell'FBI, i quali lo stanno scortando con la macchina. Il prigioniero riesce però a scappare rompendo con un tubo il finestrino dell'auto; viene inseguito da Felicia ma, nel momento in cui si trovano faccia a faccia, la donna non riesce a fermarlo, l'affetto verso il collega è forte e perciò lo lascia fuggire.

Self e Gretchen s'incontrano con il compratore, un uomo molto serio ed esperto in fatto di affari: egli non ha intenzione di pagare i "venditori" e, anzi, spara loro colpendo Self. Lincoln e Sucre rintracciano il luogo dello scambio e, anche se si fanno scappare il compratore che fugge via con Scylla, riescono a bloccare Gretchen e il compagno. Il Generale riceve Borrows ed insiste sull'importanza che questi ritrovi Scylla, anche a costo di lavorare a fianco di T-Bag, Self e Gretchen. Sucre sceglie invece di abbandonare la missione, deciso a ricominciare una nuova vita.

L'intervento di Scofield viene eseguito in modo magistrale dai medici della Compagnia, i quali mettono in pratica un'operazione sperimentale e all'avanguardia. Nel suo "sogno" Michael ha modo di parlare con Westmoreland, il quale lo induce a riflettere attentamente sul senso delle sue azioni; il ragazzo, infatti, percepisce il peso degli avvenimenti che si sono susseguiti e non sembra essere più in grado di sopportare il dolore causato ad altre persone. Il vecchio Charles, però, lo difende sottolineando la sua innocenza e lo esorta a riflettere più attentamente sul senso delle cose. L'operazione viene portata a termine con successo, nonostante ci sia stata una crisi passeggera, e al risveglio Michael ha un'illuminazione: si rende conto che Scylla non è ciò che sembra, non è dunque un oggetto pericoloso solo per il fatto di essere il libro nero della Compagnia, ma anzi, è qualcosa di buono che ha a che fare con l'energia. Il nostro ingegnere riesce a risalire ad una teoria scientifica secondo la quale, combinando alcuni elementi allo scopo di creare una cellula fotovoltaica, si potrebbe sfruttare al massimo l'energia solare e ciò può potenzialmente conferire un potere illimitato. La conclusione di Sara riesce bene a spiegare il sunto della questione: la Compagnia non sta proteggendo il passato ma il futuro.

Lincoln va a trovare il fratello per accertarsi che stia bene e per informarlo a proposito del patto stipulato con Krantz. Michael non sembra essere d'accordo riguardo a tale collaborazione e protesta contro il fratello, il quale si trova costretto a rivelare un importante segreto: la madre dei due, prima di morire, aveva collaborato con la Compagnia. La missione di Lincoln è arrivare al compratore, in modo da ritrovare Scylla, proprio come è stato ordinato dal Generale.

Equilibri spezzati[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della puntata Lincoln chiama Sarah e chiede come sta Michael, Sarah risponde che non sa dove si trova... Lei si trova in un albergo vi è stata portata dagli uomini della compagnia. Lincoln intanto lavora al recupero di Scylla con T-Bag, Self e Grenchen. Michael si sveglia in un posto sconosciuto ed inizia ad esplorarlo andando in bagno, viene chiamato da una guardia; Michael chiede dove si trova e l'uomo risponde in una casa in un bosco a 100 km da ogni altro posto. Arriva un'altra persona presentandosi a Michael dicendo di essere un dottore, specificando dopo di essere uno psichiatra. Il dottore rivela a Michael che la madre e ancora viva e che lavora ancora per la compagnia. Lincoln si reca in un hotel dove vi era stato il compratore di Scylla, vi è una piccola rissa con degli inservienti. Prende una ragazza che sembra sapere qualcosa ma è tutta una trappola, Lincoln è vittima di un'imboscata ma riesce a salvarsi, mentre Gretchen viene colpita e cade a terra in fin di vita. Lincoln dopo aver rubato il portafoglio alla ragazza che sembra essere la compagna del compretore manda T-Bag e Self a scoprire qualcosa di più su di lei. Intanto Sara va dal generale a chiedere di Michael che gli dice solo che sta bene. Il dottore cerca di convincere Michael che la madre è viva ma lui non riesce a crederci a questo punto Michael chiede di vederla e il dottore risponde che quando sarà pronto la potrà vedere... Michael la vuole vedere subito ma il dottore gli risponde dicendo che solo qualora si fosse alleato con la Compagnia l'avrebbe potuta vedere. Intanto T-Bag e Self vanno nell'appartamento della ragazza ma non trovano degli indizi soddisfacenti e ritornano alla base con l'idea di prendere il comando dell'operazione.

Una madre ingombrante[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Mother Lode
  • Diretto da: Jonathan Glassner
  • Scritto da: Seth Hoffman

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il generale fa trovare a Lincoln, T-Bag, Mahone e Don Self delle foto rappresentanti i loro cari, minacciando di ucciderli nel caso non gli riportassero Scylla. Intanto Michael e Sara cercano di fuggire facendosi dare un passaggio da un camionista. Christina, la madre dei fratelli, mettendo a punto un piano, tenta di uccidere il Generale con un'esplosione, servendosi di un ex possessore di una delle carte di scyilla. Lincoln e gli altri trovano un indizio lasciato da Christina che li conduce in un ex santuario, dove poi troveranno pass e armi della Compagnia. Mentre Sara e Michael sono nel retro del camion, un finto poliziotto ferma l'autista e scopre che sta tenendo nascosti i due fuggitivi così lo ammazza e si mette alla guida del camion. Michael riesce a capire tutto e cerca un modo di scappare. Mahone e Lincoln scoprono che è Christina ad avere Scylla. Intanto il Generale, salvatosi per miracolo all'incendio, contatta Christina e anche lui intuisce che è lei ad avere Scyilla e che è opera sua il tentato omicidio. Lincoln e Christina si incontrano in un ristorante e gli spiega parte dei suoi piani giustificandosi per tutto. Lincoln non è convinto e se ne va. Michael e Sara riescono a fuggire dal camion e, dopo essere stati inseguiti dal lor rapinatore, riescono a farsi dire chi lo ha mandato, poco prima che quest'ultimo muoia. Adesso anche Michael scopre che c'è sua madre dietro tutto questo. Dopo aver parlato con gli altri del suo incontro, Lincoln decide di reincontrare la madre nonostante questa gli abbia detto più volte di non rintracciarla. Non appena Lincoln si avvicina al luogo dove risiede Christina, il cecchino di guardia la informa del suo arrivo. Lei gli dà il permesso di ammazzarlo.

Futuro in vendita[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: VS
  • Diretto da: Dwight H. Little
  • Scritto da: Christian W. Trokey, Kalinda Vazquez

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Linc è sotto tiro ma scompare momentaneamente dalla visuale del cecchino prima che questo possa sparargli, intanto arriva Self che individua la posizione dell'uomo e Alex si precipita sul tetto per fermarlo; arrivato qui si imbatte in uno scontro a fuoco con il tiratore scelto e questo riesce a prendere le scale e a fuggire ma nel frattempo arriva Lincoln che lo blocca all'uscita dell'edificio; l'uomo viene interrogato ma non rivela dove si trova Cristina quindi Linc prende il suo cellulare e va via con Mahone e T-Bag. Nello stesso tempo Michael e Sara si rifugiano in un appartamento a Miami, Sara va in bagno e fa il test di gravidanza che risulta positivo: Michael diventerà presto papà, ma Sara decide per il momento di non dire nulla a Michael e mantiene la bella notizia per sé mentre il generale Krantz, scampato all'attentato messo in atto da Cristina, cerca di scoprire dove si trovi Scylla e contatta Lincoln per avere degli aggiornamenti ma Linc e gli altri pur sapendo che Scylla si trova in possesso di Cristina decidono di tenere la bocca chiusa e di non dire nulla al generale. I ragazzi scoprono che Cristina terrà un incontro con Naveen Banerjee, un acquisitore interessato a comprare il progetto Scylla, in un'ambasciata internazionale di media sicurezza e i ragazzi si precipitano sul posto. Per poter entrare all'interno dell'edificio Linc, Self e Mahone usufruiscono di T-Bag così da distrarre alcune guardie all'ingresso del cancello in modo da creare un po' di caos tra le telecamere della sorveglianza che si concentreranno tutte all'ingresso dell'ambasciata; i tre vengono scoperti poco dopo mentre attraversano uno dei corridoi dell'edificio ma il fatto che si trovino in un'ambasciata di valore internazionale garantisce loro di non poter essere sparati quindi non vengono uccisi ma vengono chiusi in una stanza e lasciati lì in attesa che Cristina concluda l'accordo con Banerjee, dopodiché Cristina abbandona l'edificio. I tre ormai soli e fuori pericolo, escono dalla stanza e trovano su un tavolino, un foglietto dimenticato da Cristina che fa riferimento ad un appuntamento con un certo Vincent Sandinsky "VS" previsto per il pomeriggio così ritornano al loft per scoprire l'identità di questo tizio; qui trovano T-Bag conciato abbastanza malamente dopo essere stato picchiato dalla security dell'ambasciata. Nonostante il suo "sacrificio", i ragazzi non sono riusciti a recuperare Scylla e T-Bag, per niente soddisfatto dell'operato del gruppo, si innervosisce e perde la pazienza; per vendicarsi decide di fare la spia e di spifferare tutto ciò che sa al Generale. Alex e gli altri scoprono che VS è in volo e sta per atterrare all'aeroporto Everglade Memorial lì a Miami e si dirigono sul posto. Intanto anche Sara e Michael scoprono l'identità dell'uomo e sanno del suo volo; infatti saranno proprio loro ad arrivare per primi alla pista d'atterraggio e saranno loro a prendere in custodia Vincent Sandinsky. Ma i guai non finiscono qui, infatti Michael, Sara e VS vengono inseguiti da due uomini armati che li bloccano e li fanno scendere dalla macchina e proprio mentre Michael e Sara stanno per essere uccisi arrivano Lincoln, Alex e Don che li salvano appena in tempo e Sandinsky viene portato al rifugio per poter essere interrogato. Michael e Sara, ormai soli contro tutti, riescono, pochi attimi prima, a rubare di nascosto il cellulare di VS che sarà utile loro per scoprire alcuni indizi più tardi, così ritornano al loro appartamento per fare le dovute ricerche. Intanto al loft continua l'interrogatorio di Vincent Sandinsky ma con esiti poco soddisfacenti poiché l'uomo sembra non essere molto convincente. Inoltre il generale Krantz è diretto a Miami per fare la sua mossa

Il congresso[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: S.O.B.
  • Diretto da: Garry A. Brown
  • Scritto da: Karyn Usher

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lincoln, Mahone, Self e T-Bag sono al loft e interrogano Vincent Sandinsky cercando di capire se sia in relazione con Christina, cosa che VS stesso nega ma viene confermata da Michael, il quale telefona a Linc avvisandolo dell'intenso scambio di e-mail tra Christina e contro Linc perde la pazienza e minaccia VS con una pistola, ma arriva il generale Krantz a fermare tutto; questi svela di conoscere già VS visto che è stato membro della Compagnia per 21 anni. VS confessa quasi subito di lavorare con Christina, e svela anche dove lei si trovi: il generale concede ancora un giorno a Linc, Mahone e Self; T-Bag, che aveva fatto la soffiata al generale sul coinvolgimento di Christina, viene sollevato dall'incarico e inizia ad entrare nelle grazie del generale. Michael, in un magazzino del porto, chiama Christina dal telefono di VS di proposito per farsi rintracciare; Christina e il collaboratore Downey si recano dove si trova Michael; quest'ultimo entra nella loro macchina lasciata incustodita, infila una bustina nelle prese d'aria e mette il condizionatore al massimo; la busta contiene un composto tossico che Michael aveva precedentemente preparato, e quando Christina e gli altri tornano alla macchina, all'accensione restano intossicati; Michael e Sara rapiscono Christina e la portano al loro appartamento. Linc e compagni arrivano nel luogo in cui si trovava Christina e lo perquisiscono, trovando una busta con le lettere DMB e un numero. Con una telefonata al generale scoprono, per confessione di VS che DMB sono le iniziali di una banca e il numero è quello di una cassetta di sicurezza. Michael cerca di farsi dire dove si trovi Scylla, ma non vi riesce; anche Sara prova un faccia a faccia, ma la discussione si sposta sul fatto che Sara è incinta, cosa che Christina ha capito. Ci riprova Michael, ma alla fine della discussione Christina gli rivela che lui e Lincoln non sono fratelli: Lincoln era stato adottato da Aldo Burrows dopo che i suoi genitori, che a loro volta lavoravano per la Compagnia, erano rimasti uccisi. Michael è visibilmente scosso, ma alla fine, minacciando Christina, riesce a farsi dire della conferenza sull'energia al Panda Bay Hotel, luogo in cui molto probabilmente si trova anche Linc. Michael decide di recarsi lì, e lascia a Sara la custodia di Christina, la quale però riesce a liberarsi e a scappare, lasciando Sara legata al tavolo dell'appartamento. Linc, Mahone e Self vanno alla banca per aprire la cassetta di sicurezza, ma Downey li ha preceduti di poco, e infatti lo vedono allontanarsi con una valigetta, quindi lo inseguono. Downey arriva all'Hotel della conferenza sull'energia e vi entra, seguito da Lincoln, mentre Mahone e Self restano fuori. Christina si mette in contatto prima con Downey e poi con Naveen Banerjee, il quale sta per parlare alla conferenza. Al loft il generale, vedendo della conferenza alla tv, capisce che il piano di Christina è quello di vendere Scylla all'India per trarre un grandissimo profitto economico, riconoscendo anche che questo potrebbe essere l'inizio di un conflitto mondiale. Dopodiché ordina a T-Bag di uccidere Sandinsky. All'hotel Lincoln insegue Downey, che riesce a sfuggirgli; Lincoln da lontano vede un cecchino vestito da cameriere che spara a Naveen Banerjee uccidendolo; il cecchino scappa e Lincoln rimane bloccato nel punto da cui il cecchino aveva sparato, in compagnia dell'arma del delitto e di un proiettile sul quale ci sono le sue impronte (lo aveva toccato durante la perquisizione del nascondiglio di Christina), nuovamente incastrato per un omicidio che non ha commesso. Viene raggiunto da Michael, e i due ora sono intrappolati nell'hotel.

La legge del più forte[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Cowboy And Indians
  • Diretto da: Milan Cheylov
  • Scritto da: Nick Santora

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Christina riesce a catturare Lincoln e a tenerlo in ostaggio ferito e in fin di vita, mentre il Generale cattura Sara tenendola in ostaggio sotto le grinfie di T-Bag. Michael deve prendere una decisione: consegnare Scylla al Generale e salvare Sara o consegnarla a Christina salvando quindi Lincoln.

Sul filo del rasoio[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Rate of Exchange
  • Diretto da: Bobby Roth
  • Scritto da: Zack Estrin

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael insieme ad Alex cerca di salvare entrambi, Michael si reca nell'albergo dove è imprigionata Sara e dopo aver colpito T-Bag riesce a portarla via, mentre Alex facendo finta di consegnare Scylla a Christina riesce a portare in salvo Lincoln. Self nonostante sia riuscito a scappare finisce in ospedale per una ferita alla gamba, dove viene poi raggiunto da un'agente della Compagnia che gli procura un'overdose di insulina annullando ogni sua attività cerebrale. Intanto Sucre viene contattato da una sua vecchia conoscenza: C-Note. Quest'ultimo gli dice di quanto sia stato difficile vivere sotto "custodia protettiva" e che in realtà non era mai stato veramente libero, chiede a Sucre di portarlo dai fratelli affinché una sua conoscenza possa sistemare tutto grazie alla sua posizione. C-Note conduce Sucre da questa persona e gli dice di chiamarlo Paul.

La scelta finale[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Killing Your Number
  • Diretto da: Kevin Hooks
  • Scritto da: Matt Olmstead, Nicholas Wootton
Mahone, Sara, Sucre, Lincoln e Michael Jr. davanti alla tomba di Michael, nella scena finale della serie

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael riceve una chiamata da questo misterioso Paul che altri non è che l'ex agente della compagnia Paul Kellerman, si scopre essere ancora in vita al contrario di quello che si credeva, propone a Michael di portare a lui Scylla promettendo a lui e ai suoi compagni la libertà. Michael decide di dare Scylla a Kellerman, ma Christina cerca di impedirglielo e Sara la uccide. Intanto Sofia e LJ vengono portati in un luogo sicuro come anche Pam Mahone. Scylla viene poi consegnata a Kellerman che regala la libertà a tutti lasciando la decisione sul destino di T-Bag a loro. Decidono che può tornarsene in prigione.

Ritroviamo poi i personaggi dopo quattro anni, Lincoln e Sofia stanno insieme e discutono sul percorso universitario di LJ, T-Bag è tornato a comandare a Fox River, Il Generale sta per essere giustiziato alla sedia elettrica, Self si ritrova a poco più di un vegetale, Kellerman è diventato un deputato degli Stati Uniti d'America, C-Note e Sucre hanno raggiunto le rispettive famiglie, Alex dopo aver lasciato Pam ora ha una relazione con l'agente Lang e Sara ha avuto il bambino a cui ha dato il nome Michael, lo stesso del padre. Ritroviamo Lincoln,Sucre, Sara con suo figlio e Mahone nella scena finale che vanno a commemorare il defunto Michael nella sua tomba.

  • Altri interpreti: ...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione