Episodi di Piccoli brividi (prima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La prima stagione di Piccoli brividi è composta da 19 episodi, andati in onda in Canada dal 1995 al 1996, mentre in Italia sono andati in onda nel 1996. Le trame linkate sono relative ai relativi libri da cui le storie provengono.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV Canada Prima TV Italia
1 The Haunted Mask: Part 1 La maschera maledetta (prima parte) 27 ottobre 1995
2 The Haunted Mask: Part 2 La maschera maledetta (seconda parte) 27 ottobre 1995
3 The Cuckoo Clock Of Doom La pendola del destino 3 novembre 1995
4 The Girl Who Cried Monster Al mostro! Al mostro! 10 novembre 1995
5 Welcome to Camp Nightmare: Part 1 Il campeggio degli orrori (prima parte) 17 novembre 1995
6 Welcome to Camp Nightmare: Part 2 Il campeggio degli orrori (seconda parte) 24 novembre 1995
7 Phantom of the Auditorium Il fantasma del palcoscenico 1º dicembre 1995
8 Piano Lessons Can Be Murder Il pianoforte impazzito 8 dicembre 1995
9 Return Of The Mummy Il ritorno della mummia 22 dicembre 1995
10 Night Of The Living Dummy II Il pupazzo parlante 12 gennaio 1996
11 My Hairiest Adventure Un tragico esperimento 19 gennaio 1996
12 Stay Out of the Basement: Part 1 Il mistero dello scienziato pazzo (prima parte) 27 gennaio, 1996
13 Stay Out of the Basement: Part 2 Il mistero dello scienziato pazzo (seconda parte) 27 gennaio 1996
14 It Came from Beneath the Sink! Un mostro in cucina 2 febbraio 1996
15 Say Cheese and Die! Foto dal futuro 9 febbraio 1996
16 A Night in Terror Tower: Part 1 I prigionieri della torre (prima parte) 25 febbraio 1996
17 A Night in Terror Tower: Part 2 I prigionieri della torre (seconda parte) 25 febbraio 1996
18 The Werewolf of Fever Swamp: Part 1 Il lupo della palude (prima parte) 17 maggio 1996
19 The Werewolf of Fever Swamp: Part 2 Il lupo della palude (seconda parte) 17 maggio 1996

La maschera maledetta: prima parte[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da:

Un paio di giorni prima di Halloween. Carly Beth è una ragazzina molto timida ed ha paura di tutto, tant'è che per un misero scherzo rimane terrorizzata. Inoltre viene continuamente presa in giro da due bulli della scuola Chuck e Steve. Dopo l'ennesimo scherzo dei due, Carly Beth decide di vendicarsi, così nel pomeriggio del giorno di Halloween va in un nuovo negozio di maschere che aveva adocchiato giorni prima con la sua migliore amica Sabrina. Entrata nel negozio Carly Beth viene sorpresa dal negoziante, un uomo molto serio che le dà solo cinque minuti per guardare. Viene però incuriosità da una stanza dove ci sono maschere spaventose su dei piedistalli. Arriva però il negoziante che le impedisce di prendere una di quelle ma lei ne prende una e sfugge. Arrivata la notte Carly Beth e la sua amica Sabrina iniziano a perlustrare le case in cerca di dolcetti ma Carly Beth inizia a comportarsi male e sembra voler strangolare la sua amica Sabrina.

La maschera maledetta: seconda parte[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da:

Carly Beth inizia a diventare davvero pazza e cattiva con quella maschera addosso. Inizia così a scappare da Sabrina per cercare Chuck e Steve per spaventarli. I due stanno giocando nel cimitero, quando arriva Carly Beth che spaventa i due e cosa inaspettata la testa di gesso che le aveva fatto la madre con le sue sembianze, inizia a parlare chiedendo aiuto. I due scappano e Carly Beth seppellisce la testa di gesso e ritorna da Sabrina. Arrivati a casa dell'amica Carly Beth decide di togliersi la maschera ma questa non viene più via. Scappa così e si dirige verso il negoziante che le dice che quelle maschere sono malvagie e sono vere facce. Per risolvere la questione egli dice a Carly Beth di trovare un simbolo d'affetto che spezzi il male della maschera. Però le altre maschere maledette si svegliano e iniziano ad inseguire Carly Beth, la quale scappa e si dirige verso il cimitero dove ha seppellito la testa di gesso che, mostrandola alle maschere, le fa scappare e le fa riuscire a togliersi la sua. Così Carly Beth capisce che la testa di gesso è il simbolo d'amore che cercava e ritorna a casa sua dove si precipita fra le braccia della madre.

La pendola del destino[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: La Pendola del destino

Michael vive costantemente ossessionato dalla sorellina più piccola Tara, che è vista come il cucciolo di casa e che quando fa dispetti dice sempre che a fare tutto è stato Michael. Un giorno, i genitori di Michael e Tara portano a casa una pendola strana con un brutto uccello che batte le ore. Michael in particolare non vede la pendola di buon occhio. È il compleanno di Tara, e qui Michael non solo è vittima di uno degli scherzi della sorella ma viene anche umiliato e deriso da tutti. Stufo di questa situazione, Michael decide di farla pagare a Tara e quella notte, mentre l'uccellaccio esce per battere le ore, Michael gira la testa del volatile all'indietro. Il giorno successivo, Michael si rende conto di rivivere il giorno precedente, ovvero il compleanno di Tara, e poi di iniziare a regredire nel tempo, prima arrivando ad avere 9 anni, poi 6 e infine 3. Capisce cos'è successo: la girando la testa dell'uccellaccio ha fatto sì che il tempo tornasse all'indietro. Tornando a 2 anni di vita, scopre il negozio dov'è la pendola e chiede come può ai genitori di entrare lì dentro, è l'unica occasione che Michael ha per evitare di tornare ad essere un feto e di morire senza nemmeno nascere. Cercando di scalare la pendola per mettere la testa dell'uccellaccio a posto, inavvertitamente toglie col piede un tassello dove c'è scritto 1988. Quando la pendola batte l'ora, Michael riesce a rimettere la testa dell'uccellaccio al suo posto e così il giorno seguente si risveglia nuovamente dodicenne. Corre per riabbracciare tutti, compresa Tara, ma quando entra nella sua stanza vede uno studio ammobiliato diversamente. Quando trova i genitori, li vede col loro nuovo acquisto, la pendola, con un tassello mancante dove dovrebbe esserci l'anno 1988: staccando quel tassello, Michael ha fatto sì che Tara non nascesse e quindi può godersi la sua nuova vita.

Al mostro! Al mostro![modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Al mostro! Al mostro!

Lindy è una ragazzina un po' pestifera che si diverte a giocare scherzi a danno di suo fratello minore Randy: gli racconta sempre di mostri, spiriti e spiritelli. Ma non sa ancora che presto sarà lei ad avere a che fare con un mostro vero. E il mostro in questione è il signor Mortman, il bibliotecario. Lucy lo sorprende nel momento della sua trasformazione: ha la testa simile a un pallone, gli occhi sporgenti e adora mangiare insetti vivi.Quando lo racconta ai suoi genitori, le sue parole sono accolte con evidente scetticismo: i genitori credono si sia inventata un'altra storia per spaventare il fratellino. Allora, per dimostrare che ciò che ha detto è vero, Lindy prende una macchina fotografica e torna in biblioteca a fargli delle foto. Più tardi, mentre i genitori vanno al centro commerciale per mangiare al ristorante cinese, Lindy va al negozio di fotografie e, con orrore, scopre che nelle foto che ha fatto non c'è nemmeno un'immagine del signor Mortman.Per dimostrare di non essere pazza, Lindy si porta dietro il suo migliore amico Aaron per fargli vedere il vero aspetto di Mortman. Qui il bibliotecario la scopre e tenta di ucciderla, ma Aaron vede tutto. Fortunatamente, Lindy riesce a scappare. Alcuni giorni più tardi, Mortman viene invitato a cena dai genitori di Lindy. Alla domanda: "Che cosa c'è per cena?", la mamma di Lindy risponde: "Beh... doveva essere una sorpresa, ma visto che ce l'ha chiesto... c'è Lei!". Mortman non capisce quella risposta. La mamma di Lindy voleva dire che il piatto del giorno è il signor Mortman, che con orrore vede i genitori di Lindy trasformarsi in orribili mostri zannuti che sbranano il bibliotecario. Lindy è inorridita da ciò che ha visto. Per rassicurarla, i genitori le dicono che non le faranno mai del male, che anche lei è come loro ma il suo potere di metamorfosi si svilupperà col tempo. Infatti i genitori di Lindy e Randy sono dei mostri dotati del potere di metamorfosi che sono venuti a Timberland Falls per stare in pace.

Il campeggio degli orrori[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Il campeggio degli orrori

I ragazzi credono di passare, anche se controvoglia, una settimana fatta di vacanze, sole, laghi e aria pulita. ma non è così: infatti il pulmino che trasporta i ragazzi al campeggio si rompe e li lascia in mezzo ai boschi, in balia di feroci animali selvaggi. I ragazzi vengono quasi attaccati da un branco di lupi, messi in fuga solo all'arrivo di un guardiacaccia che si rivela essere il direttore del campeggio estivo, Al, detto "lo zio Al". Durante il tragitto, Billy conosce una ragazza che, come lui, è diretta al campeggio, però ad un campeggio femminile.I giorni successivi sono un susseguirsi di incidenti: nella camerata, un ragazzo di nome Mike, viene morso da una vipera e Billy scopre con orrore che non c'è un'infermeria nel campo e Mike no lo rivede più per tutta la settimana; durante una gita in barca Jay e Colin, spariscono misteriosamente; durante una prova di coraggio, Billy si rifiuta di andare ad esplorare un alloggio distante dagli altri, chiamato l'Alloggio Dimenticato. Lo zio Al, infatti, ha detto che nessuno si doveva avvicinare per nessuna ragione al mondo.Inoltre, il bosco sembra essere l'immensa tana di una feroce bestia chiamata Sabre. Un giorno, Billy e i suoi compagni ricevono dei fucili perché devono partire per una caccia. Due ragazze del campeggio femminile sono scappate e la direttrice del campeggio ha chiamato lo zio Al per andarle a riprenderle.Ormai Billy è sul punto di esplodere e si rifiuta di eseguire l'ordine, ritenendolo eccessivo per andare a prendere due ragazze. Lo zio Al, che fino ad allora era stato comprensivo con Billy, va su tutte le furie e gli ordina di imbracciare il fucile.Billy imbraccia il fucile, lo tende verso lo zio Al e spara un colpo. A quel punto lo zio Al cade a terra... per poi rialzarsi con un sorriso a 32 denti stampato in faccia. Billy non capisce il perché di quell'entusiasmo. Allora lo zio Al si mette a gridare che tutti devono uscire perché Billy ce l'ha fatta. E a quelle parole escono fuori le due ragazze che erano fuggite dal campeggio femminile, Mike, Jay e Colin... si erano tutti messi d'accordo. E poi escono anche i genitori di Billy. A quel punto, il padre di Billy spiega che il campeggio in realtà è un laboratorio governativo in cui si effettuano dei test: infatti i genitori di Billy lavorano per il governo e per questo devono fare lunghi viaggi. In questo viaggio vogliono portare anche il figlio, ma prima devono vedere se lui è pronto. E il test a cui Billy è stato sottoposto dimostra che il lui è pronto per partire con i genitori verso una missione top secret in un posto assolutamente inospitale e pieno di insidie. Un posto chiamato Terra.

Il pianoforte impazzito[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Il Pianoforte Impazzito

Jerry è un ragazzo un po' malizioso. Vive insieme alla madre, una donna sarcastica, col padre, un uomo nervoso e con il suo brutto gatto Bonkers. Lei e la famiglia si trasferiscono in una nuova città. Nella cantina della sua nuova, grande e misteriosa casa, c'è un pianoforte. Una notte Jerry sente qualcuno suonare il pianoforte; scende in cantina per indagare, una volta lì vede il fantasma del vecchio proprietario della casa. Jerry è molto spaventato, ma nonostante tutto decide di prendere lezioni di pianoforte. Il dottor Shreek, il suo maestro, si altera perché il ragazzo, intimorito degli avvertimenti del fantasma di non suonare, sbaglia delle note. Shreek lo attacca, attratto dalle belle mani del ragazzo. Jerry viene salvato dal professor Toggle, il quale gli spiega che il dottor Shreek non è altro che un robot malvagio. Ma si scopre presto che il robot adoperava proprio per mano del salvatore di Jerry. Jerry chiede spiegazioni e Toggle risponde semplicemente che vuole meccanizzare le sue mani per poi farle suonare per l'eternità. Il fantasma salva il ragazzo costringendo Toggle a suonare per l'eternità.

Curiosità: Il dottor Shreek era interpretato da Aron Tager, l'attore che nella serie televisiva concorrente Hai paura del buio? interpretava il dottor Vink.

Il pupazzo parlante[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Il Pupazzo Parlante n° 2

Amy è una ragazza che vive nella sua ricca e numerosa famiglia composta dal padre, dalla madre, e due fratelli Jed e Sara la quale è molto viziata e narcisista per la sua bravura in tutto. Amy è una ragazzina che ama i pupazzi e un giorno quello che ha da sempre si rompe, così il padre gliene compra uno nuovo di nome Slappy strano con una strana scritta nel taschino Karru Marri Odonna Loma Molonu Karrano. Da quel momento nella famiglia succedono cose strane: il dipinto di Sara viene scarabocchiato, nella casa ci sono problemi e tutti incolpano Amy. Un giorno mentre fa uno spettacolino con il suo pupazzo Slappy, il pupazzo inizia a parlare da solo offendendo i membri della famiglia e tutti incolpano Amy. Così la ragazza inizia a sospettare che il pupazzo sia vivo. La notte Slappy va in cucina e con la chitarra del padre cerca di colpire quest'ultimo ma Amy gli cade addosso rompendo la chitarra e i genitori l'accusano di nuovo. Così in famiglia iniziano tutti a vedere di malocchio Amy, anche una sua amica dopo un'esperienza rompe la loro amicizia. Così Amy decide di buttare il pupazzo nelle fogne ma quest'ultimo ritorna e si fa scoprire anche dagli altri due fratelli. Le due sorelle iniziano a combatterlo ma ecco che arriva qualcuno che lo spinge a terra e lo fa rompere. Arrivati anche i genitori tutti pensano che sia stato Jed a spingere il pupazzo ma la verità è che a romperlo è stato il vecchio pupazzo di Amy, vivo anche lui.

Un tragico esperimento[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Un tragico esperimento

Raggio di sole. Abbronzatura in pochi minuti. Questa è la scritta che presenta la misteriosa boccettina che Larry Boyd trova abbandonata in un magazzino. Immaginando di poter ottenere una bella abbronzatura in breve tempo il ragazzo e i suoi amici Lily, Jared, Manny e Kristina decidono di provare il prodotto che però ha degli effetti imprevisti: in poco tempo i cinque ragazzi inizieranno a ricoprirsi di peli mentre alcuni di loro spariranno misteriosamente, e alla fine si scoprirà che in realtà Larry e i suoi amici erano cani trasformati in ragazzi dal dottore di Larry.

Il mistero dello scienziato pazzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Il mistero dello scienziato pazzo

Il dottor Brewer si comporta stranamente, passando praticamente tutto il tempo nella cantina di casa sua, lavorando sui suoi esperimenti con le piante. Ha avvertito i suoi figli, Margaret e Casey, di non entrarci ma i due sgattaiolano dentro e danno un'occhiata alle enormi piante. Cominciano a preoccuparsi ancora di più quando Margaret scopre suo padre mangiare concime, dormire su uno strato di terriccio e lavarsi una ferita ad una mano dalla quale cola del sangue verde. Quando gli cade il berretto rivelando delle foglie che gli crescono dalla testa, il dottor Brewer spiega che sta lavorando con l'ingegneria genetica, per creare un ibrido pianta/animale. Infine Margaret e Casey ritornano nella cantina e trovano un altro dottor Brewer legato e imbavagliato nello sgabuzzino. Questo porta ad una resa dei conti finale, nella quale i fratelli e la madre scoprono la verità: il dottor Brewer aveva cominciato per sbaglio a creare piante in parte umane, e il "dottor Brewer" con il quale i suoi familiari avevano vissuto per un certo tempo è in realtà un clone quasi perfetto del vero dottor Brewer. Il clone, insieme alla maggior parte delle piante, è distrutto dal vero dottor Brewer con un'ascia, mentre alcune delle piante normali sono spostate in giardino. Nelle ultime righe del libro, una di queste piante parla a Margaret sostenendo di essere il suo vero padre, ma questo sviluppo è lasciato sospeso.

Foto dal futuro[modifica | modifica wikitesto]

  • Tratto da: Foto dal futuro

Un click, un flash e un misterioso ronzio. Greg, il protagonista, va con i suoi amici a esplorare una casa abbandonata e trova una macchina fotografica speciale che fa delle foto che rappresentano il futuro. Fa una foto alla sua amica Shani ma lei nella foto non compare, e dopo mezz'ora Shani si perde dal gruppo di amici, ma quando Greg strappa la foto Shani ricompare. Successivamente fa una foto alla sua nuova auto ma la foto rappresenta l'auto con il cofano sfondato, e 2 giorni dopo scopre che il padre ha avuto un incidente d'auto e la macchina è andata distrutta come nella foto. Allora decide di riportare la macchina fotografica alla casa abbandonata. In quel luogo scoprono che non solo fa delle foto al futuro ma è proprio essa che decide il futuro.

Piccoli brividi
Stagioni Prima stagione · Seconda stagione · Terza stagione · Quarta stagione
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione