Episodi di Inuyasha (settima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

1leftarrow.pngVoce principale: Episodi di Inuyasha.

La settima e ultima stagione dell'anime Inuyasha è compresa nella seconda serie Inuyasha The Final Act (犬夜叉 完結編 Inuyasha Kanketsu-hen?) e comprende gli episodi dal centosessantotto al centonovantatre, per un totale di 26 episodi, ed è l'unica della seconda serie animata.[1] La regia generale degli episodi è a cura di Yasunao Aoki e sono prodotti da Yomiuri TV e Sunrise. Gli episodi sono adattati dal manga omonimo di Rumiko Takahashi, e più precisamente agli eventi narrati dal capitolo 359 al 558 dei volumi 37-56. In questa settima stagione, vengono narrati tutti gli eventi finali, partendo dagli epiloghi di Kohaku, Kagura e Kikyo, gli scontri con Moryomaru e in seguito Magatsuhi, l'entrata in scena di Byakuya dell'illusione, fino ad arrivare al confronto finale con l'antagonista Naraku. Questa stagione è caratterizzata da una grande rapidità e da molte parti tagliate dal manga.

La settima stagione è andata in onda in Giappone dal 3 ottobre 2009 al 29 marzo 2010 su Yomiuri TV. È stata poi trasmessa in numerosi altri paesi del mondo, tra cui in Italia dal 13 novembre 2010 al 5 febbraio 2011 e distribuita da Dynit in DVD.

In questa stagione sono presenti 4 sigle: una di apertura e tre di chiusura. La sigla di apertura è Kimi ga Inai Mirai fino all'episodio 25 (168-192) dei Do As Infinity. L'ultimo episodio è senza opening, comunque Kimi ga Inai Mirai si sente in sottofondo nelle scene finali. La sigla di chiusura fino all'episodio 8 (168-176) è With You degli AAA, per i seguenti 9 episodi, cioè dal 9 al 17 (177-184) è Diamond di Alan, mentre per gli ultimi 9, cioè dal 18 al 26 (185-193), è stata usata Tooi Michi no Saki De di Ai Tatekawa.

Lista episodi[modifica | modifica sorgente]

La prima numerazione degli episodi tiene conto dei 167 episodi della serie precedente. La seconda, è la numerazione ufficiale della sola serie finale Kanketsu-hen.

Oltre ai titoli sono specificati i capitoli e i volumi del manga da cui sono tratti gli episodi, con la numerazione della serie originale e quindi della 2º edizione italiana.

[2] [3] Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone Italia
168 1 Il cuore di Naraku
「奈落の心臓」 - Naraku no shinzō
3 ottobre 2009 13 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 361-362,392,411,378,359-360-361,367-368-369-370-371-372-373,375[4][5][6][7] Vol.37-38,40,42
Kagura fa la guardia alla prigione di Goryomaru sotto ordine di Naraku e quando si chiede il motivo della prigionia e perché gli fa assorbire i demoni, arriva Hakudoshi e le suggerisce di liberarlo, così i due convincono la donna ad allearsi per tradire Naraku raccogliendo i frammenti rimanenti e sconfiggerlo. Moryomaru intercetta Koga e tenta di strappargli i frammenti ma Kikyo interferisce nella battaglia, allo stesso tempo Hakudoshi riesce a rubare il frammento di Kagome in un attimo di distrazione. Intanto Kohaku che cacciava demoni per conto di Naraku, libera un bambino sottomesso da un parassita, poco dopo sopraggiunge Kagura intenta a prendergli il frammento che lo tiene in vita. Durante lo scontro, Kohaku spiega le ragioni del suo obiettivo e Kagura allora distrugge il cristallo di aura che gli aveva consegnato e lo lascia fuggire, non sapendo però che Hakudoshi ha ascoltato tutto così tenta di ucciderla per l'ennessimo tradimento, tuttavia, ella viene tratta in salvo da Inuyasha; a questo punto interviene Goryomaru che si rivela essere Moryomaru e fugge col frammento all'inseguimento di Kohaku, mentre Hakudoshi si occupa degli altri e con uno stratagemma riesce ad imprigionare Kagura nella sua barriera, così ella si affretta a raccontare il piano del ragazzino: rafforzare i poteri di Moryomaru, la corazza del bambino, per poi prendere il posto di Naraku. Ad un certo punto, la barriera di Hakudoshi scompare e i Saimyosho si allontanano, tutto per volontà di Naraku, perciò Inuyasha lo fa a pezzi e Miroku lo risucchia nel vortice. Poco dopo, durante la colluttazione con Moryomaru, finalmente Sango scopre che il fratello ha riacquistato la memoria.
169 2 Il vento di Kagura
「神楽の風」 - Kagura no kaze
10 ottobre 2009 13 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 375-376-377,380-381-382,400,403,371-372,374,404,365-366,405,406,407[4][8] Vol.38-39,41,37
Il gruppo al villaggio degli sterminatori indaga su un'anomalia nella cava di Midoriko, al cui interno è presente un bozzolo di Shinidamachu che raccoglie l'anima della sacerdotessa decaduta e la porta a Kikyo, poiché quest'ultima ha scoperto che la ferita che Naraku le ha inferto sul monte Hakurei si è riaperta, così fonde la sua anima con quella di Midoriko per richiuderla temporaneamente e avverte Inuyasha che l'unico modo per uccidere Naraku è cancellare la sua anima con la Sfera dei Quattro Spiriti completa; nel frattempo Kohaku guidato dalla volontà del frammento decide di seguire Kikyo per portare a termine la missione. Koga intanto prende possesso di Goraishi, un'arma degli antenati Yoro, lasciata come cimelio nel cimitero dei lupi e ottiene la protezione degli spiriti atavici per quando le sue gambe verranno bloccate dalla volontà di Midoriko, ma potranno farlo soltanto una volta. Kagura durante la sua fuga si trova davanti Naraku, che un attimo dopo averle restituito il cuore le infligge una ferita mortale con i suoi tentacoli. Moryomaru riporta in vita con un frammento di carne, Meioju, un demone-tartaruga con la corazza più potente del mondo e lo ingloba ottenendo la sua corazza, così viene scovato da Sesshomaru con il cristallo di aura e i due iniziano a lottare. Sesshomaru con Tokijin non riesce a scalfire la corazza, inoltre la sua energia demoniaca viene assorbita dal corpo di Moryomaru, il demone-cane però continua a colpirlo fino a fargli esplodere il corpo per l'energia assorbita riuscendo addirittura, in un momento di rabbia, a scheggiare Meioju, a scapito però di Tokijin che si spezza. Kagura intanto finisce in un campo di fiori a morire, non prima di aver rivisto per l'ultima volta Sesshomaru.
170 3 Meido Zangetsuha
「冥道残月破」 - Meidō Zangetsuha
17 ottobre 2009 20 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 409,411,380,512,505-506,383-384-385,410[4][9] Vol.42,39,52,51
Totosai raggiunge Sesshomaru attirato dal richiamo di Tenseiga, poiché quest'ultima ha percepito il cambio nell'animo del demone-cane durante la morte di Kagura. Il fabbro quindi riforgia Tenseiga in un'arma che subito Sesshomaru mette alla prova; Meido Zangetsuha (Luna del mattino che conduce all'aldilà), una tecnica che apre un varco con il regno dei morti e spedisce i nemici direttamente nell'aldilà. Attualmente la tecnica ha la forma di uno spicchio di luna e per essere completa deve avere una forma circolare. Intanto il nonno di Kagome racconta che per far svanire la Sfera dal mondo si deve chiedere al gioiello il "desiderio corretto" di cui però nessuno è a conoscenza. In seguito, il gruppo alloggia in un Ostello di volpi in cui Shippo fa un esame di Kitsune infastidendo Inuyasha che allora vuole punirlo a tutti costi, così poco dopo, Mujina, una ragazza demone-tasso approfitta di Shippo per assorbire il potere di Tessaiga con la spada Dakki. Inuyasha smaschera la vera identità di Mujina, cioè un vecchio tasso e distrugge la Dakki ma rimane colpito dal potere di quella spada.
171 4 Tessaiga scaglie di drago
「竜鱗の鉄砕牙」 - Ryūrin no Tessaiga
24 ottobre 2009 20 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 422,410,386-387-388-389-390-391,432-433-434-435-436,403,406,407,408,397,398-399[4][10][11] Vol.43,42,39-40,44,41
Inuyasha si rivolge a Totosai per indagare sulla spada Dakki incompleta e viene indirizzato dal fabbro spadaio Toshu; quest'ultimo per creare le spade, fonde le lame con una scaglia di Ryujin (un demone drago). Il Ryujin proprietario della spada viene a reclamare la Dakki e incalza un combattimento con Inuyasha, che riesce a sconfiggerlo con l'onda Bakuryuha dopo che il demone-drago ha incanalato e respinto il potere demoniaco di Tessaiga. A questo punto Toshu uccide il Ryujin assorbendo il suo potere completando la Dakki e inizia a fronteggiare Inuyasha che si trova in netta difficoltà, in quanto ad ogni incrocio di lame, Dakki assorbe energia demoniaca, mentre Tessaiga si corrode, ormai arrivata al limite e quasi distrutta. Inuyasha allora sfruttando un'incrinatura riesce a battere Toshu con un colpo di fortuna dovuto al rigetto della spada sul proprietario, così riassorbe il suo potere ed ottiene le Scaglie di Drago. Intanto fa il suo ingresso Byakuya dell'illusione, che dopo aver fatto sterminare alcune Tribù Yoro, costringe Kai a sconfiggere Koga con un frammento, in cambio della vita del fratellino Shinta. Dopo alcune peripezie la battaglia si sposta da Moryomaru che viene in possesso del frammento di Kai (avendone così 2), inoltre Koga è sotto effetto della volontà di Midoriko che gli blocca le gambe, come se non bastasse Moryomaru assorbe i dardi del Kongosoha di Tessaiga. Inuyasha e Koga combinano i poteri di Tessaiga Scaglie di Drago e di Goraishi e riescono a mettere in fuga il nemico, tuttavia Tessaiga ogni volta che assorbe energia si surriscalda e alla fine rigetta tutto il potere su Inuyasha che rimane gravemente ferito.
172 5 La prova di Yoreitaisei
「妖霊大聖の試練」 - Yōreitaisei no shiren
31 ottobre 2009 27 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 409,438,439,416,418-419-420,403,401,399,425-426-427-428-429-430-431[4][12][13] Vol.42,43-44,45,41
Inuyasha torna da Totosai per gli effetti collaterali delle Scaglie di Drago, così il fabbro lo indirizza dall'eremita santone Yoreitaisei. Nel frattempo Moryomaru si avvicina a Ginka e Kinka, due particolari demoni con il corpo unificato dalla nascita, che si affrontano a vicenda per ottenere un unico corpo. Il legame del loro sangue fa sì di rafforzare la corazza di Meioju e rigenerarla, perciò Moryomaru li uccide con qualche difficoltà e li ingloba. Nelle vicinanze Sesshomaru fa la conoscenza di Byakuya e quando tenta di attaccare Moryomaru, l'illusionista lo fa fuggire per ordine di Naraku. Inuyasha arriva da Yoreitasei per risolvere il problema del rigetto, ma l'eremita sembra impossibilitato ad aiutarlo, in quanto un demone gli ha rubato le sue interiora, così il mezzo-demone decide di recuperarle ma Yoreitaisei gli impone un sigillo sulla spada. In realtà il tutto è un addestramento del santone per permettere ad Inuyasha di imparare a vedere e riconoscere i Vortici Demoniaci (Yoketsu). Alla fine il mezzo-demone, essendo esposto a grandi ondate di energia demoniaca, impara a riconoscerli sconfiggendo un demone bovino e la sua spada viene intrisa dell'aura santa di Yoreitaisei così da poter dividere in due i normali vortici, inoltre il maestro gli fa capire che Tessaiga è una spada che taglia, cioè da combattimento e che quindi non è fatta per assorbire l'energia.
173 6 La fine di Moryomaru
「魍魎丸の最期」 - Mōryōmaru no saigo
7 novembre 2009 27 novembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 439-440-441-442-443-444-445-446-447-448[14][15] Vol.45
Naraku assorbe nel suo corpo Yomeiju, un demone albero in grado di penetrare le barriere con i rami e divorare i demoni, poi si dirige verso Moryomaru e dopo aver spiegato che aveva previsto il suo tradimento e che lo ha sfruttato in modo che si potenziasse, inizia ad affrontarlo. Non potendosi uccidere entrambi tentano di inglobarsi a vicenda ma Moryomaru sembra avere la meglio grazie alla sua corazza indistrittubile e riesce ad assorbire Naraku. Inuyasha e Koga si lanciano all'attacco ma questa volta Moryomaru è più forte, inoltre Inuyasha non riesce a vedere i vortici demoniaci a causa della gemma Fuyoheki che li rende invisibili. Nel frattempo Kikyo attende che i frammenti di Koga vengano riuniti per poi usare quello di Kohaku che lo tiene in vita e purificare la sfera ma, Kagome la convince a desistere. Inuyasha usa le Scaglie di Drago per assorbire il potere di Goraishi e sferrarlo su Moryomaru, quest'ultimo intrappola Koga e fugge resosi conto che la corazza sta cedendo perché in realtà non sta facendo uso del potere della Sfera; a questo punto Naraku si rivela all'interno spiegando che lo sta assorbendo da dentro grazie a Yomeiju, così Naraku ingloba Moryomaru mostrandosi a tutti. Koga in balia del miasma e della volontà di Midoriko viene purificato da una freccia di Kagome e finalmente riceve la divina protezione degli Antenati Yoro liberandosi. Naraku tenta di fuggire ma Miroku apre il vortice deciso più che mai a risucchiare il bambino attaccato alle protuberanze per mettere fine al nemico, sia per se stesso sia per evitare che Kohaku perda la vita. Il monaco inizia a perdere sangue da tutti i pori a causa del veleno riuscendo a risucchiare Fuyoheki, fino a quando però Inuyasha lo blocca un attimo prima che muoia. Kikyo sostiene che il miasma aveva quasi raggiunto il cuore e che anche se lo purifica, il suo corpo non tornerà mai più come prima.
174 7 Il mausoleo del monte Azusa
「梓山の霊廟」 - Azusa yama no reibyō
14 novembre 2009 4 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 448-449,452-453-454-455-456-457-458[15][16] Vol.45-46
Kikyo fa passare il miasma di Miroku nel suo corpo e lo purifica all'interno, poco più tardi spiega al monaco che anche se ha rimosso il veleno, non è riuscita a purificare quello in profondità e che ogni voltà che userà il vortice le cicatri si ramificheranno fino a raggiungere il cuore e ucciderlo. Il monaco decide di non rivelare a Sango questo segreto. Naraku torna alle macerie dell'Hakurei e si riprende la parte di anima di Onigumo che vi aveva sepolto in passato, perché si è accorto del piano di Kikyo, così capisce che ha bisogno delle emozioni terrene malvagie del brigante per poter uccidere Kikyo definitivamente. Naraku inizia a diramare le sue ragnatele e colpisce l'animo di Inuyasha, più tardi riesce con un abile stratagemma a colpire anche Kikyo che così si deve dividere da Kohaku lasciandolo ai suoi shikigami Kocho e Asuka per non rischiare di contaminare il suo frammento. La sacerdotessa si rifugia in un tempietto tentando invano di purificare la tela, Inuyasha sopraggiunge e così facendo Kikyo perde la concentrazione e le si riapre la ferita infertale sul monte Hakurei. Anche Kagome viene infetta dai pensieri impuri in modo da non poter purificare la sacerdotessa, tutto come aveva pianificato Naraku. Kagome allora si dirige sul monte Azusa, dove è presente un arco sacro custodito in un mausoleo, tuttavia lo spirito del monte prima di accettare la ragazza la mette alla prova creando un'illusione di Kikyo. Intanto Byakuya attacca Kohaku ormai del tutto impotente, ma viene salvato da Sesshomaru.
175 8 Fra le stelle lucenti
「星々きらめきの間に」 - Hoshiboshi kirameki no aidani
21 novembre 2009 4 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 459-460-461-462-463-464-465[15][17] Vol.47
Kagome ha ottenuto l'arco del monte Azusa dopo aver superato una prova, nel frattempo le ragnatele di Naraku raggiungono Kikyo e gli altri e li intrappolano trasportandoli lontano dal monte dove ha inizio la battaglia con Naraku, il quale tiene fra le braccia la sacerdotessa con l'intento di ucciderla per sempre. Koga attacca Naraku con Goraishi senza però riuscire a danneggiarlo, dal momento che il nemico fa usa di un braccio di Kongosoha ereditato da Moryomaru. Ad un certo punto le gambe di Koga vengono bloccate dalla volontà di Midoriko, così Naraku ne approfitta per acchiapparlo per prendere i frammenti. Kikyo nota la luce purificatrice di Midoriko e attende che Naraku inglobi i frammenti per poi colpirlo, tuttavia riesce a scampare dalla purificazione dopo aver toccato un frammento; in quell'istante sopraggiunge Inuyasha che con Tessaiga Scaglie Drago fende il vortice demoniaco di Naraku che unito al potere purificatore delle schegge di Koga, apre il corpo di Naraku ove è presente la sfera incompleta. Koga ne approfitta per colpire la sfera usando i frammenti delle sue gambe, ma Naraku abilmente la nasconde nel corpo di Kikyo e la lascia cadere. Koga ormai in preda al miasma sta per essere inglobato, allora Miroku usa il vortice estendendo la sua ferita ma liberando il demone-lupo dal veleno che così potrebbe liberarsi se non fosse che le sue gambe si sono quasi fuse al corpo di Naraku. Kagome localizza la sfera e lancia una freccia con il nuovo arco, Kikyo sfrutta la freccia per purificare la sfera e lanciarla sul nemico col proposito di purificarlo a morte. In seguito ad alcuni sforzi, la malvagità di Naraku sconfigge la forza di Kikyo e riesce anche a strappare i due frammenti di Koga. Dopo uno straziante saluto, Kikyo si dissolve per sempre.
176 9 Sesshomaru nell'aldilà
「冥界の殺生丸」 - Meikai no Sesshomaru
28 novembre 2009 11 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 466-467-468-469-470-471 Vol.47-48
Koga raggiunto da Ginta e Hakkaku, ora che ha perso i frammenti decide di abbandonare per sempre questa battaglia salutando gli amici dopo aver spronato Inuyasha a risollevarsi. Nel frattempo Sesshomaru viene raggiunto da un demone-cane che si rivela essere sua madre, questa racconta di aver avuto istruzioni dal Grande Demone Cane prima che morisse per aiutare Sesshomaru a completare la Meido Zangetsuha. Arrivati al suo castello la madre del demone evoca un segugio dell'aldilà che porta Kohaku e Rin negli inferi, così Sesshomaru corre a salvarli, tuttavia nel regno dei morti, i normali esseri umani non possono sopravvivere. Kohaku rimane in vita grazie al frammento mentre Rin muore istantaneamente. Sesshomaru prova a salvarla con Tenseiga ma straneamente la spada non gli fa vedere gli spettri dell'aldilà, il demone-cane disperato riesce a sconfiggere il guardiano degli inferi per recuperare almeno il suo corpo e fare ritorno fuori, facendo questo riesce quasi a completare il Meido. Una volta fuori la madre gli spiega che Tenseiga può riportare una sola volta in vita le persone e che lo scopo della prova era quello di provare pietà. Ella infine usa la Pietrà dell'aldilà per riprendere la vita di Rin rimasta negli inferi, inoltre confessa a Kohaku che anche lui non può essere resuscitato con Tenseiga.
177 10 Fiori colmi di tristezza
「悲しみに濡れる花」 - Kanashimi ni nureru hana
5 dicembre 2009 11 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 471-472-473-474-475-476 Vol.48
Naraku si rende conto che il puntino di luce che Kikyo ha lasciato nella sfera minaccia la sua vita nonostante la sacerdotessa sia ormai defunta. Inuyasha e gli altri vanno a riposarsi in un villaggio orchestrato di fiori profumati in cui i paesani accettano di farli alloggiare per la notte. In realtà tutta la popolazione è tenuta sottoscacco da Kaou, ovvero Il principe dei fiori, questi infatti è un demone che tramite i rovi dei fiori si nutre della tristezza della gente facendo loro provare felicità prima di divorarli. Dopo alcune peripezie Inuyasha e Kagome riescono a sconfiggere Kaou, il mezzo-demone comprende di non essere il solo a soffrire per la fine di Kikyo. Intanto Kanna riceve un ordine di Naraku tramite Byakuya; evocare il Demone dello Specchio e inviarlo contro Inuyasha per distruggere lui e Tessaiga definitivamente. Il demone dello specchio si mostra e crea una "copia" di Tessaiga che oltretutto usa i suoi poteri e ne priva l'originale degli stessi, mettendo in fuga il gruppo.
178 11 La lapide di Kanna
「神無の墓標」 - Kanna no bohyō
12 dicembre 2009 18 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 476-477-478-479-480 Vol.48-49[18]
Il gruppo si nasconde in una grotta protetta da una barriera innalzata da Miroku, poco dopo si fa vivo il demone dello specchio che infrange la barriera con Tessaiga Rossa, Inuyasha si lancia all'attacco e dopo essere scaraventato via si ritrova con il volto trasformato in demone ma con la mente perfettamente lucida; il mezzo-demone capisce che è Tessaiga a richiamare il suo potere demoniaco per combattere insieme. Il demone usa le Scaglie di Drago per fendere il vortice demoniaco di Inuyasha ora che è trasformato, ma il mezzo-demone scansa facilmente gli attacchi grazie alla sua velocità e ferisce più volte l'avversario che però sembra non subire i danni; invero gli effetti vengono trasferiti sul corpo di Kanna che a poco a poco si sta sfaldando, tuttavia il demone dell'evanescenza non fa una piega e continua ad ordire gli attacchi usando l'ombra dello specchio per colpire Tessaiga e distruggerla, motivo per cui fu in principio creata da Naraku. Anche Tessaiga inizia ad incrinarsi, Kagome allora interviene facendo chiudere l'ombra, Inuyasha allora spezza la copia di Tessaiga riprendendosi i poteri. A questo punto il combattimento sembra essere concluso, Naraku però ordina a Kanna di lasciarsi esplodere per trascinare con sé nella morte anche il gruppo fallendo però il tentativo. Durante l'esplosione un frammento di specchio finisce nell'occhio di Kagome e le trasmette l'ultima previsione di Kanna: "La luce ucciderà Naraku".
179 12 I sentimenti di Sango e la decisione di Miroku
「珊瑚の想い 弥勒の覚悟」 - Sango no omoi Miroku no Kakugo
19 dicembre 2009 18 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 482-483-484,485-486-487-488,489 Vol.49-50[19]
Durante la notte del novilunio, Sango e Miroku si trovano alle prese con due demoni mangia ossa, padre e figlia, di cui il primo si sta disintossicando da un veleno divorando ossa di qualità; quando questi nota che Hiraikotsu è l'unione di una moltitudine di demoni prova a divorarlo. Con le spalle al muro, Sango si trova costretta a spalmare un potente velendo demoniaco sul suo boomerang e scagliarlo sull'avversario che appena lo afferra si corrode assieme all'arma. Myoga scorta il gruppo da Yakurodokusen un eremita santone esperto di veleni in grado di riparare l'arma. Yakurodokusen accetta di riparare Hiraikotsu quando scopre che il boomerang è di Sango, così mette l'arma nelle anfore di sakè e fa entrare la sterminatrice in un'altra dove affronta gli spiriti dei demoni di Hiraikotsu. Nel frattempo Miroku beve una pozione che gli permette di non avvertire più i dolori causati dal miasma di Naraku nel suo corpo ma senza annullarne gli effetti. La simbiosi delle pozioni di Yakudosen fanno sì che Miroku riesca a bere il veleno e Sango ottenga il nuovo Hiraikotsu.
180 13 Il meido completo
「完全な冥道」 - Kanzen na meidō
26 dicembre 2009 25 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 488-489-490-491-492-493 Vol.49-50
Dopo che Sesshomaru ha attraversato gli inferi, il diametro della Meido Zangetsuha si è esteso quasi del tutto, ma più di così non riesce ad andare, viene allora "invitato" da Shishinki, il vero possessore della tecnica che lui può lanciare da uno scettro, sempre a forma di luna ma con un diametro molto piccolo che però è in grado di assorbire quella di Sesshomaru incompleta. Questi gli spiega che fu il Grande Demone Cane a sottragli il colpo con Tessaiga che ha il potere di assorbire le tecniche. Poco dopo grazie a Myoga si scopre che il Generale Cane creò Tenseiga dividendola da Tessaiga e sigillò lì il potere della Meido poiché Inuyasha in quanto mezzo-demone non sarebbe stato in grado di gestirla e di completarla, lasciandola a Sesshomaru affinché fosse lui a renderla completa. Durante lo scontro, Shishinki lancia una moltitudine di Meido verso Sesshomaru e Inuyasha, tuttavia con la risonanza di Tessaiga lì vicino, Tenseiga sferra una Meido Zangetsuha completa risucchiando quelle del nemico e lo stesso Shishinki.
181 14 Sulle tracce di Naraku
「奈落の追撃」 - Naraku no tsuigeki
4 gennaio 2010 25 dicembre 2010
Capitoli del manga corrispondenti: 495-496-497-498-499 Vol.50-51
Sesshomaru si rivolge da Totosai per sapere se i suoi sospetti siano fondati; secondo la volontà del Grande Demone Cane, ora che il Meido è completo, la tecnica dovrà essere riassorbita da Tessaiga, divenendo quindi di Inuyasha. Rin, Jaken e Kohaku sono rimasti soli, così Naraku ne approfitta per prendere l'ultimo frammento attaccando il giovane sterminatore di persona. Tuttavia quando tenta di strappargli il frammento, un suo tentacolo viene distrutto ed il frammento purificato, questo grazie al puntino di luce presente nella Sfera incompleta di Naraku lasciato da Kikyo. Nel frattempo anche il gruppo di Inuyasha arriva sul posto ma è ostacolato da Byakuya, così solo Sango arriva faccia a faccia con l'antagonista. Kohaku è di nuovo sotto l'influsso di Naraku, Sango allora lancia il suo "nuovo Hiraikotsu" che avvolto da uno strano veleno (che poi si scopre essere di Yakurodokusen), distrugge il corpo di Naraku e non gli permette di ricomporre i suoi pezzi mettendolo addirittura in fuga.
182 15 Il legittimo erede
「正統なる継承者」 - Seitō naru keishōsha
11 gennaio 2010 1º gennaio 2011
Capitoli del manga corrispondenti: 499-500-501-502-503-504 Vol.51[20]
Sesshomaru riceve la visita di Byakuya dell'illusione che gli fa dono di un frammento del demone dello specchio di Kanna. Il demone-cane lo sparge su Tenseiga e crea una copia di Tessaiga e sfida Inuyasha in un combattimento mortale per verificare una volta per tutte se è degno di Tessaiga e quindi della tecnica Meido Zangetsuha. Byakuya trasferisce i due in un altro luogo. Inuyasha si trova in netta difficoltà, poiché la sua Tessaiga viene privata di tutti gli attacchi, così la spada richiama il suo potere demoniaco facendo fluire la forza in Tessaiga, in questo modo incrociando la sua katana con quella di Sesshomaru, inizia a riprendersi i suoi poteri. Sesshomaru a questo punto sferra una Meido Zangetsuha che inghiotte Inuyasha; il mezzo-demone grazie al potere delle scaglie di drago, riesce quasi a sopprimere il Meido, ma Naraku interviene ferendolo alle spalle con Kongosoha tramite Tenseiga. Sesshomaru entra nella via dell'al di là e fa in modo che Inuyasha rompa Tenseiga in modo che acquisisca la tecnica, poiché ha capito che lui è il degno possessore. Inuyasha, ora padrone della tecnica, grazie alla luce di Tenseiga riesce a riaprire il Meido.
183 16 La barriera di Hitomiko
「瞳子の結界」 - Hitomiko no kekkai
18 gennaio 2010 1º gennaio 2011
Capitoli del manga corrispondenti: 507-508-509-510-511 Vol.51-52[21]
Naraku uccide la sacerdotessa Hitomiko con la sua ragnatela; lui e quest'ultima si erano già incontrati 15 anni prima. Naraku, riporta in vita Hitomiko come non-morta, e la istiga ad uccidere Kagome poiché impaurito dal potere del suo arco preso al monte Azusa. Hitomiko riesce ad intrappolare Kagome nella sua barriera e le rivela che nel suo nome è confinato un kotodama, cioè un potere mistico nascosto in lei fin dalla nascita e le rivela inoltre che non riesce ad usare il potere di quell'arco; a questo punto Hitomiko tenta di ucciderla, Kagome però capisce il volere della sacerdotessa ed individua Naraku grazie al suo potere nascosto e scocca una freccia che scompare e riappare direttamente sul demone. Hitomiko prima di morire di nuovo, spiega a Kagome che ha mostrato il suo vero potere solo quando ha scoccato la freccia, poiché qualcosa lo tiene sigillato.
184 17 La malvagia volontà di Magatsuhi
「曲霊の邪念」 - Magatsuhi no janen
25 gennaio 2010 8 gennaio 2011
Capitoli del manga corrispondenti: 494,512,513-514-515-516-517-518, Vol.50,52[22]
Inuyasha racconta a Kaede di Kikyo e del sigillo spirituale di Kagome. La vecchia sacerdotessa spiega che probabilmente è stata la parte maligna della sfera temendo il potere innato di Kagome. Naraku intanto fa materializzare Magatsuhi dalla sfera dandogli in prestito i frammenti del suo corpo. Magatsuhi si dirige direttamente a prendere il frammento di Kohaku senza badare troppo agli altri, Sesshomaru nel combattimento corpo a corpo si trova in netta difficoltà venendo ferito diverse volte, Kohaku interviene, ma al solo tocco dei tentacoli dell'essere con il suo frammento, egli sviene, inquinato di malvagità. A questo punto arriva il gruppo di Inuyasha, Kagome tenta di purificare Kohaku senza riuscirvi e al solo sguardo di Magatsuhi anche lei perde i sensi. Sesshomaru rimasto umiliato guarisce le sue ferite e si trasforma staccando la testa a morsi dell'avversario, che però rimane tranquillamente in vita e strangola il demone-cane che è così costretto a sciogliere la trasformazione. Inuyasha vorrebbe usare Meido Zangetsuha, ma Magatsuhi si divide e non ne permette l'uso, allora Sesshomaru scopre l'entità spiritica e usa Tenseiga che può colpire esseri che non sono di questo mondo riuscendolo a ferire, in tutta risposta il nemico lo trafigge mortalmente e cerca di inglobarlo, finché ad un certo punto Magatsuhi si trova distrutto dall'interno. Sesshomaru è uscito con un nuovo braccio e una nuova spada creata dal suo corpo; Bakusaiga. Il colpo della spada ha effetto distruttivo continuo che distrugge tutto il resto del corpo mettendo in fuga Magatsuhi.
185 18 La cosa più importante
「人生の一大事」 - Jinsei no ichidaiji
1º febbraio 2010 8 gennaio 2011
Capitoli del manga corrispondenti: 494,512,519-520 Vol.50,52,53[23]
Kagome si riprende dopo aver perso i sensi nello scontro con Magatsuhi ma non ha più i suoi poteri mistici, a causa di un sigillo, difatti non riesce a purificare il frammento corrotto di Kohaku che rimane quindi svenuto. Sesshomaru intanto parte alla ricerca di Magatsuhi lasciando Jaken e Rin al villaggio di Kaede. Kagome torna nella sua epoca per fare un esame, qui però non trova nessuno perché i suoi sono andati alle terme, così resta sola finché non arriva Inuyasha; tra i due ci sarà un momento quasi intimo. Il mezzo-demone le propone di rimanere nella sua era finché non sarà sconfitto Naraku perché preoccupato per la sua sorte, ma la ragazza non accetta, comunque Inuyasha spiega che probabilmente quando Kikyo morì, la sfera sfruttò i sentimenti della sacerdotessa, cioè l'attaccamento per Inuyasha, per reincarnarsi in Kagome e tornare nell'epoca Sengoku, inoltre il desiderio di Kikyo di non voler più combattere ha fatto sì di sigillare alla nascita il massimo potere di Kagome. In seguito Kagome svolgerà con successo il suo esame ma non prima di avere qualche grana con il tesserino.
186 19 Il frammento di Kohaku
「琥珀の欠片」 - Kohaku no kakera
8 febbraio 2010 15 gennaio 2011
187 20 Il completamento della Sfera dei Quattro Spiriti
「四魂の玉が完成する時」 - Shikon no Tama ga kanseisuru toki
15 febbraio 2010 15 gennaio 2011
188 21 Dentro il corpo di Naraku
「奈落の体内へ」 - Naraku no tainai e
22 febbraio 2010 22 gennaio 2011
189 22 Naraku: La trappola dell'oscurità
「奈落 闇の罠」 - Naraku Yami no wana
1º marzo 2010 22 gennaio 2011
190 23 Naraku e la trappola della luce
「奈落 光の罠」 - Naraku Hikari no wana
8 marzo 2010 29 gennaio 2011
191 24 La fugace speranza di Naraku
「奈落 儚き望み」 - Naraku Hakanaki nozomi
15 marzo 2010 29 gennaio 2011
192 25 Desideri ineusaditi
「届かぬ想い」 - Todoka nu omoi
22 marzo 2010 5 febbraio 2011
193 26 Verso il futuro
「明日へ」 - Ashita e
29 marzo 2010 5 febbraio 2011
Kagome risucchiata dal meido, si trova nel nulla dinnanzi alla Sfera dei Quattro Spiriti, essa parla con Kagome chiedendole di esprimere il desiderio, che la gemma avrebbe esaudito, di tornare a casa nella sua era, unico modo per non rimanere intrappolata nel nulla. Intanto Inuyasha vede i demoni della sfera combattere con Midoriko, questi spiegano che Kagome nel momento in cui esprimerà un desiderio egoistico alla sfera, perderà i voti di sacerdotessa, e lei e Naraku (che si trova morto all'interno della sfera) combatteranno per sempre nella sfera come anime dannate ripristinando il ciclo infinito dei quattro spiriti. Kagome avendo paura dell'oscurità sta per cedere ma dopo, grazie ai poteri di Tessaiga, arriva InuYasha, e le dice di non esprimere alcun desiderio. Kagome tuttavia sa che se non esprime un desiderio non uscirà, così esprime il desiderio che la sfera non esistesse più. Finito questo Kagome ritorna nella sua era e InuYasha nella sua. Il pozzo ritorna ma non si può più attraversare dall'era moderna a quella Sengoku poiché non vi è più alcun collegamento tra i due mondi. Passano 3 anni e Kagome diplomata, capisce che forse nell'ultima occasione in cui poteva tornare nell'altro mondo, non è riuscita perché non era pronta a lasciare i suoi cari, e viceversa. Ora che è pronta nota che nel pozzo si vede il cielo così, per l'ultima volta, ritorna nell'era Sengoku, questa volta per sempre, senza poter mai più ritornare nel suo. Segue un epilogo in cui si vede con abiti da sacerdotessa con InuYasha, presumibilmente sposati, allo stesso tempo, Sango già sposata con Miroku, ha 2 gemelle ed un altro bimbo appena nato, mentre Rin vive al villaggio di Kaede per scelta di Sesshomaru che la viene a trovare di tanto in tanto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dynit: Inuyasha - The Final Act
  2. ^ Numerazione che tiene conto dei 167 episodi della serie precedente.
  3. ^ Numerazione ufficiale della sola serie finale Kanketsu-hen.
  4. ^ a b c d e I capitoli sono trasposti in modo rapido e sintetico, altri invece sono condensati o appena accennati, inoltre l'ordine degli avvenimenti non rispettano quelli del manga.
  5. ^ Alcune scene come Hakudoshi che ruba il frammento o l'incontro tra Koga e Moryomaru, non sono tratte dal manga, il loro inserimento è servito a sopperire alcune parti non trasposte per questioni di tempo.
  6. ^ Non sono stati trasposti i capitoli finali del 36 (357-358), dove Naraku introduceva Kagura alla prigione di Goryomaru e il gruppo di Inuyasha andava alla ricerca del venditore di medicine.
  7. ^ I capitoli dell'Hitokon del volume 37 (359-360-361) si risolvono rapidamente e in modo diverso nell'anime.
  8. ^ Lo scontro tra Moryomaru e Sesshomaru è l'unificazione di due combattimenti tratti dai volumi 37 e 41. Inoltre l'assorbimento della corazza di Meioju, avviene in una sola sequenza di pochi secondi, mentre nel manga erano ad esso dedicati 4 capitoli.
  9. ^ La storia di Mujina del volume 39 e dell'Ostello delle Volpi del 51, sono stati unificati.
  10. ^ Alcune parti della battaglia tra Inuyasha e Moryomaru sono state riprese dai volumi 40 e 41, tra cui la prima apparizione di Byakuya dell'illusione, perciò è stato omesso il combattimento contro il Mizuchi velenoso, inoltre i fasti di Kai e Shinta avvenivano dopo che Inuyasha aveva già imparato a fendere i vortici demoniaci.
  11. ^ I capitoli del tempio delle monache che avvenivano dopo l'acquisizione delle Scaglie di Drago, nei capitoli 393-394-395 del volume 40, non sono stati trasposti.
  12. ^ I fasti di Ginka e Kinka dei volumi 42-43 si risolvono in pochi minuti e sono unificati al primo incontro tra Sesshomaru e Byakuya del 41.
  13. ^ L'atto del Nikosen presente nei capitoli 412-413-414-415 (vol.42), in cui Inuyasha otteneva l'aura santa su Tessaiga, sono stati omessi del tutto. Inoltre prima di andare da Yoreitaisei, Inuyasha affrontava un mostro fatto di acqua chiamato Numawatari, sconfitto poi da Sesshomaru, questo nei capitoli 423-424-425 (vol.43).
  14. ^ Da questo episodio l'ordine degli avvenimenti torna ad essere rispettato, i tagli diminuiscono e la storia rimane più fedele al manga con un ritmo meno rapido.
  15. ^ a b c Alcune sequenze non sono trasposte per questioni di tempo
  16. ^ L'atto dei demoni porcospino Yamaarashi, presenti nei capitoli 449-450-451 del volume 46, è stato tagliato.
  17. ^ La scena di Kikyo che da l'ultimo saluto alla sorella Kaede, è aggiunta nell'anime.
  18. ^ Nell'anime Naraku stringe una pietra per far esplodere Kanna, mentre nel manga si limita semplicemente a darle l'ordine.
  19. ^ Le vicende dei demoni mangia ossa dei capitoli 481 a 484 sono stati accorciati e sintetizzati nei primi 5 minuti partendo da duello già iniziato.
  20. ^ Il video dell'episodio deriva dall'OAV Kuroi Tessaiga. Le scene in cui Sesshomaru usa Tessaiga Rossa e Bakuryuha sono presenti solo nell'anime.
  21. ^ Il passato di Hitomiko, nonché la sua conoscenza passata con Naraku, è aggiunto nell'anime, così come la faccenda del nome di Kagome ed i suoi flashback da bambina.
  22. ^ La scena dove Inuyasha racconta a Kaede della morte di Kikyo proviene dal 494, mentre parte del discorso sul potere sigillato di Kagome deriva dal flashback del 512, in modo un po' diverso dal manga.
  23. ^ Il discorso sulla sfera a casa di Kagome deriva dal capitolo 512 "Il desiderio corretto".
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga