Episodi di Fringe (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Fringe.

LogoFringe.png

La quarta stagione della serie televisiva Fringe è stata trasmessa in prima visione assoluta negli Stati Uniti d'America da Fox dal 23 settembre 2011 all'11 maggio 2012.

In Italia la stagione è stata trasmessa in prima visione dal canale pay Steel, della piattaforma Mediaset Premium, dal 9 aprile al 25 giugno 2012; la messa in onda in chiaro è avvenuta su Italia 1 dal 6 dicembre 2012 al 18 gennaio 2013, ma in versione rieditata poiché trasmessa nella fascia pomeridiana.[1]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Neither Here Nor There Né di qua né di là 23 settembre 2011 9 aprile 2012
2 One Night in October Una sera di ottobre 30 settembre 2011 16 aprile 2012
3 Alone in the World Solo al mondo 7 ottobre 2011 23 aprile 2012
4 Subject 9 Soggetto 9 14 ottobre 2011 23 aprile 2012
5 Novation Sostituzione 4 novembre 2011 30 aprile 2012
6 And Those We've Left Behind Chi non è più con noi 11 novembre 2011 30 aprile 2012
7 Wallflower Camaleonte 18 novembre 2011 7 maggio 2012
8 Back To Where You've Never Been Missione per due 13 gennaio 2012 7 maggio 2012
9 Enemy of My Enemy Nemico del mio nemico 20 gennaio 2012 14 maggio 2012
10 Forced Perspective Visioni forzate 27 gennaio 2012 14 maggio 2012
11 Making Angels Per diventare angeli 3 febbraio 2012 21 maggio 2012
12 Welcome to Westfield Benvenuti a Westfield 10 febbraio 2012 21 maggio 2012
13 A Better Human Being Un essere umano migliore 17 febbraio 2012 28 maggio 2012
14 The End of All Things La fine di tutto 24 febbraio 2012 28 maggio 2012
15 A Short Story About Love Brevi amori 23 marzo 2012 4 giugno 2012
16 Nothing As It Seems Nulla è come sembra 30 marzo 2012 4 giugno 2012
17 Everything In Its Right Place Ogni cosa al suo posto 6 aprile 2012 11 giugno 2012
18 The Consultant Il consulente 13 aprile 2012 11 giugno 2012
19 Letters of Transit Lettere di transito 20 aprile 2012 18 giugno 2012
20 Worlds Apart A un mondo di distanza 27 aprile 2012 18 giugno 2012
21 Brave New World: Part I Il coraggio di un nuovo mondo, prima parte 4 maggio 2012 25 giugno 2012
22 Brave New World: Part II Il coraggio di un nuovo mondo, seconda parte 11 maggio 2012 25 giugno 2012

Né di qua né di là[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver trovato un punto d'incontro, pur mantenendo il loro astio, i due universi cominciano a collaborare scambiandosi dati e informazioni su casi passati e presenti.
Intanto, Olivia segue un nuovo caso che la porta a far la conoscenza di Lincoln Lee, agente dell'FBI a lei ora sconosciuto a causa dell'intervento degli Osservatori. I due, scontrandosi su un caso che vede la morte del partner dell'agente Lee, si trovano poi a collaborare a casi analoghi di morti in condizioni sconosciute e corpi con una strana lucentezza. Sconvolto dal vedere tutte queste cose nuove, Lincoln non si lascia intimorire ma, anzi, dà ottimi consigli per trovare la giusta pista per arrivare all'assassino: tutte le vittime infatti erano affette da patologie diverse che riconoscevano la stessa causa, un'intossicazione da metalli pesanti, i quali venivano prelevati dall'assassino. Trovato poi l'ultimo indizio, Olivia e Lincoln riescono a trovare e uccidere gli assassini, ignari di essere osservati proprio da una loro vittima, miracolosamente viva.
Dopo aver esaminato i corpi, Walter e Astrid trovano uno strano congegno nei corpi delle vittime che li porta ancora di più ad avere sospetti sull'altro universo e così Olivia, accompagnata da Lincoln, porta tutti i documenti all'altra Olivia, lasciando basito l'agente.
Intanto, gli Osservatori si riuniscono in quanto, nonostante la definitiva cancellazione di Peter, sembrano essere rimaste ancora tracce temporali della sua presenza: il loro compito è quello di eliminare anche le ultime reminiscenze. L'osservatore incaricato, Settembre, non riesce però a portare a termine il suo compito e lascia in vita quest'ultimo ricordo.
A caso concluso, Walter, che ora vive nel laboratorio per paura di lasciarlo, si mette a letto, sorvegliato da una guardia. Improvvisamente però, Walter comincia ad urlare, in quanto nella TV vede di nuovo l'uomo visto lo stesso giorno nello specchio: è l'immagine di Peter, a lui però sconosciuto.

Una sera di ottobre[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Uno strano caso porta i due universi a collaborare: Olivia, infatti, si trova costretta a sottostare al volere dell'altra Olivia e, mediante un inganno, portare nell'altro universo il professore John, la cui versione alternativa è quella di un pericoloso serial killer che sta mietendo numerose vittime. Il piano di Olivia alternativa sembra andare per il meglio e John (tenuto all'oscuro sul fatto di essere stato portato nell'universo alternativo) collabora con l'FBI per risalire al serial killer ma le cose si complicano quando, tra le vittime, John riconosce suo padre. Sconvolto, l'uomo prova a fuggire ma di fronte a sé trova un'altra Olivia che, preoccupata per la stabilità mentale dell'uomo gli racconta tutta la verità facendo rinascere nell'uomo quei sentimenti di paura e terrore, soppressi per tanto tempo. John infatti, nella descrizione dell'altro sé stesso, ritrova la sua personalità nascosta, tenuta sotto controllo grazie all'aiuto di Marjorie, una donna che, anni prima, riuscì a salvarlo dall'oscurità e dalla furia del padre. Nonostante le parole di entrambe le Olivia, John decide di aiutare di persona la sua nemesi e fugge per recarsi da lui. Colti alla sprovvista, solo grazie alle grandi capacità di Olivia gli agenti dell'universo parallelo riescono a trovare John, ma troppo tardi: avendo preso la personalità e i ricordi dell'altro John, l'uomo preferisce uccidersi piuttosto che vivere con il ricordo dei suoi omicidi. Concluso il caso, ognuno torna nel proprio universo ma John, ricoverato in ospedale, ha perso la memoria riguardo alle due ultime settimane e, inoltre, non ricorda chi sia la donna che lo aiutò anni prima ma solo i suoi insegnamenti, scolpiti nella sua anima.
Nel mentre, Walter, dopo aver oscurato tutto ciò che potesse riflettere e mostrare la figura di quell'uomo, prova a dormire quando, improvvisamente, una voce comincia a chiamarlo ed a chiedergli aiuto.

Solo al mondo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Aaron, un bambino di dieci anni, viene attaccato da due dodicenni; riesce miracolosamente a salvarsi con l'aiuto di una strana presenza che uccide i due bulli. La sezione Fringe viene coinvolta al caso: Walter comincia ad analizzare uno dei corpi ipotizzando che, a causare la morte così precoce, possa essere stato un fungo. Walter riesce ad evitare il peggio e a rinchiudere il corpo prima che esploda, con conseguente diffusione delle spore nell'aria. L'intera squadra inizia così le procedure per distruggere il fungo, quando Aaron, improvvisamente, comincia a stare male facendo così capire a Walter che, in qualche modo, il fungo e il ragazzo sono empaticamente collegati. Scioccati dalla cosa, Walter e Astrid cercano una soluzione per permettere al bambino di vivere separato dal fungo ma, proprio mentre Walter sta cercando un modo, Broyles si trova costretto ad intervenire a causa di un altro attacco, non preoccupandosi della salute del bambino. Il piano di eliminazione sta prendendo luogo quando, però, qualcosa va storto: l'organismo reagisce attaccando sia un agente sia lo stesso Lincoln. In quello stesso istante, al laboratorio, Walter capisce finalmente come fare per salvare il ragazzo e, con un tentativo disperato, riesce a portare a termine il suo piano e a salvare sia Aaron sia Lincoln e a sconfiggere l'organismo.
La giornata è finita e Aaron è ora guarito e nelle mani dei dottori quando Walter, rimasto solo, decide di ricorrere ad un tentativo estremo per far smettere le allucinazioni. In quello stesso istante, entra in laboratorio Olivia che lo ferma e, parlando, i due scoprono di avere la stessa visione riguardante quel giovane ragazzo a loro sconosciuto (Peter).

Soggetto 9[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Olivia si risveglia in camera sua a causa di una strana energia che, come poco dopo mostrerà a Walter, oltre ad aver attirato tutti gli oggetti metallici a sé, le ha lasciato una strana bruciatura sul polso. Mentre Olivia è con Astrid, Walter, che intanto è alle prese con un metodo per immortalare l'immagine del ragazzo visto sia da lui che da Olivia, trova una lettera dell'istituto psichiatrico sulla quale l'ultima parola spetta ad Olivia. Spinto dalla paura di essere nuovamente internato e da uno strano avvenimento legato alla seconda apparizione dell'energia, Walter decide di uscire dal laboratorio e andare con Olivia a cercare un bambino, Cameron, che, anni prima, fu sottoposto agli esperimenti insieme ad Olivia. Giunti in casa del ragazzo, trovano la posta indirizzata ad un altro ragazzo, e, ancora fermi sulla loro strada, decidono di ripassare l'indomani, ma, la sera, i due hanno nuovamente un faccia-a-faccia con l'energia che crea diversi disagi. Giunti all'"appuntamento" con Cameron, che ora si fa chiamare Mark, dopo un primo incontro turbolento, Walter e Olivia scoprono che non è lui la causa dell'energia, ma che, in compenso, è in grado di contrastarla. Così, forti della nuova scoperta, i tre si recano vicino ad una sorgente di energia dove, come previsto, l'energia si presenta nuovamente ad Olivia. Mentre Mark prova a contrastarla, però, Olivia riconosce nell'energia Peter, il ragazzo da lei visto, e così, interrompendo Mark, permette a Peter di "risorgere", sotto gli occhi di un Osservatore.
La vicenda sembra conclusa quando, però, Broyles convoca in ospedale Olivia e Walter per informarli del fatto che questo ragazzo conosce i segreti più nascosti della Divisione e che continua a cercare Olivia. Così, mentre Walter scopre che non verrà nuovamente internato, Olivia va dal ragazzo che, felice di vederla, scopre suo malgrado che Olivia non ricorda chi sia.

Sostituzione[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Peter non riesce a far credere la sua versione dei fatti a Walter, Olivia e Lee si ritrovano sul caso dei mutaforma che, questa volta, vede coinvolto un ex dipendente della Massive Dynamic, il dottor Truss, rapito da Nadine, una mutaforma in cerca di una formula che riesca a sintetizzare le cellule e a stabilizzarle. Mentre le ricerche si trovano ad un punto morto, Peter riesce a farsi ascoltare, a convincere Broyles delle sue capacità e collaborare con loro. Grazie al suo aiuto, l'FBI scopre nuove informazioni fondamentali sui mutaforma e, inoltre, riesce a localizzare Nadine la quale, intanto, è riuscita a far sintetizzare la formula al dottore. Arrivati sul posto però, Nadine, prendendo le sembianze di una guardia, riesce a fuggire e il dottore racconta ad Olivia tutto ciò che aveva visto.
Walter intanto, sconvolto dalle parole di Peter, e dall'aver riconosciuto in lui gli occhi di suo figlio, dopo aver parlato con Nina, decide di tornare da lui e, dopo avergli fatto capire di sapere di essere suo padre lo informa che, non meritandosi un'ulteriore possibilità, non può aiutarlo nel suo intento.
Alla stazione di Boston intanto, Nadine, grazie alla macchina da scrivere, riesce a contattare l'altro universo e, dopo averli informati riguardo al successo ottenuto, riceve la risposta desiderata: si stanno mobilitando per inviare altri mutaforma.

Chi non è più con noi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Uno strano incendio in una casa che, a quanto pare, ha proiettato il palazzo indietro nel tempo di quattro anni, coinvolge la Fringe Division che, questa volta, ha bisogno dell'aiuto di Peter, considerato la causa di questi salti temporali. Questi strani eventi cominciano a diffondersi in varie città e, durante un'indagine, lo stesso Peter viene coinvolto da questi spazi temporali tanto da fargli capire che, dietro tutto, non c'è lui, bensì il lavoro di qualche altra persona. Non trovando aiuto in Walter, che non vuole farsi coinvolgere da Peter, il ragazzo comincia le sue indagini da solo, aiutato da Olivia e da Lincoln. Le loro ricerche, però, si fermano sempre allo stesso punto fino a quando, lasciandosi coinvolgere, Walter trova il modo per localizzare la possibile fonte di questi salti temporali.
In una casa nei pressi di Brooklyn, il signor Raymond sta aiutando sua moglie Kate a risolvere una difficile equazione. Pochi secondi dopo, un salto temporale riporta la casa nel presente: la donna è seduta in camera affetta da Alzheimer che le impedisce anche di riconoscere il suo stesso marito. L'uomo, per l'amore della moglie, ha quindi costruito una macchina basata sull'equazione della stessa per poter così stabilizzare l'anno in cui Kate stava bene.
Giunti sul posto, Peter cerca di capire se, in qualche modo, nelle visioni avute sia da Walter sia da Olivia, c'era una reminiscenza dei loro rapporti e, subito dopo, viene nuovamente coinvolto nel caso: la casa di Raymond e Kate è stata individuata come causa dei salti temporali, e per entrarvi è necessario un macchinario costruito da Walter (gabbia di Faraday) che, grazie alle sue conoscenze, solo Peter può usare senza problemi. Così, mentre Peter entra in casa, Walter assiste alla scena dal suo laboratorio e Lincoln cerca di evitare un altro imminente disastro; Raymond mostra la sua creazione a Kate, sconvolta di quanto il marito abbia costruito. In quel momento arriva Peter, che, dopo essere stato tramortito dall'uomo, riesce poi a raggiungere un patto con lui per fargli spegnere la macchina, dopo che Kate ha concluso finalmente la sua equazione. Tutto è ora tornato nella norma e Raymond, prima di essere portato in centrale per delle domande, scopre che Kate invece di completare l'equazione, cancellò tutto quanto scoperto fino a quel momento per evitare nuove ripercussioni.
Tornati in centrale, Peter parla con Broyles confessandogli che, sicuramente, dietro tutto c'era davvero il suo ritorno e che ha capito che non è quello il suo posto. Broyles, capendo che il ragazzo non è una minaccia, gli concede di trasferirsi nella casa che Walter ha nel campus e, una volta arrivato lì accompagnato da Olivia, Peter conferma alla donna che, nel suo tempo, tra loro due c'è qualcosa di importante e che, ora, farà di tutto per tornare dalla sua Olivia.

  • Riferimenti: dopo essere riuscito ad entrare nella casa, Peter prende un giornale dal tavolo per sapere a che momento storico si trovi: il giornale, "The Boston Press", del 29 ottobre 2007, riporta in prima pagina la notizia della vittoria delle World Series da parte dei Red Sox; questo è un chiaro richiamo alla frase ripetuta spesso da Christian Shepard in LOST: "perciò i Red Sox non vinceranno mai le World Series", affermazione poi smentita proprio nel 2007.
  • Altri interpreti: Stephen Root (Raymond), Romy Rosemont (Kate), Victoria Bidewell (Anne)

Camaleonte[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Peter cerca un modo per tornare nella sua linea temporale, Olivia e la Fringe Division segue uno strano caso: dei corpi sono stati trovati senza vita e senza melanina. Le prime indagini di Walter conducono a strani risultati ma, grazie alle ricerche di Astrid, riescono a risalire ad un nome, "Neonato Bryant" che, però, morì ventidue anni prima, quattro giorni dopo la nascita. Olivia e Lincoln, seguendo la pista, si recano nell'ospedale di nascita dove scoprono che, quel piccolo, nacque con una malattia rara congenita e che, dopo la sua morte, fu affidato ad una corporazione che risulta essere collegata con la Dynamic. Seguendo su questa pista, Olivia e Lincoln vanno da Nina che conferma loro l'esistenza di un caso e che Diogene, così venne chiamato il bambino, fu curato e poi sfruttato dall'esercito grazie alla sua invisibilità. Su questa base e grazie all'aiuto di Walter, Broyles pianifica un piano d'azione per catturare Diogene. Durante le ricerche, Olivia si imbatte nel ragazzo il quale le fa capire il perché delle sue azioni.
L'indomani però, il ragazzo, come previsto, muore a causa del suo tentativo di guarirsi mentre Olivia, cercando di curare i suoi mal di testa, prova a dare un appuntamento a Lincoln per mandare avanti la sua vita. Poco prima di uscire però, Olivia viene misteriosamente drogata e le viene iniettato il Cortexiphan, tutto sotto la supervisione di Nina.

  • Riferimenti: il ragazzo ricercato dall'FBI viene trovato da Olivia al piano 23 (uno dei sei numeri di LOST).
  • Altri interpreti: Tobias Segal (Eugene Bryant), Monte Markham (Dr. Blake West), Nancy Sivak (Jaffe)

Missione per due[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Peter si rende conto che l'unico modo per tornare nella sua linea temporale è farsi aiutare da Walter e, dopo aver constatato che Walter di quell'universo non è disposto ad aiutarlo, grazie all'aiuto di Olivia e di Lincoln riesce ad attraversare gli universi per andare da Walternativo.
Nell'altro universo intanto, Olivia e Lee si imbattono nel loro primo mutaforma mentre Walternativo decide di tener fuori la Fringe Division dal caso.
Arrivati nell'altro universo, Lee, fingendosi l'agente Lincoln, avrebbe dovuto condurre Peter da Walternativo ma il piano finisce per saltare e i due vengono arrestati. Durante il tragitto però, uno dei due agenti riceve una chiamata e, dopo aver ucciso il suo collega, prova ad uccidere anche Peter e Lee che riescono a fuggire. L'agente Lee però, viene preso e, dopo aver insospettito Olivia con la sua versione dei fatti, viene messo sotto custodia.
Peter è invece andato a casa di Walter dove Elizabeth, che è anche la madre di un'altra versione di sé, lo riconosce e decide di aiutarlo facendolo scortare da Walter. I due riescono finalmente a parlarsi e, prima di accettare di aiutare Peter, Walter gli affida il compito di portare un messaggio nell'altro universo: non è lui il mandante dei mutaforma. Qualcuno più potente si sta divertendo alle loro spalle mettendo a repentaglio l'equilibrio di entrambi gli universi.
In quell'istante, Olivia e Lee vanno da Broyles per informarlo dei fatti e metterlo al corrente delle loro indagini. Liquidati i due, Broyles fa una chiamata per informare l'interlocutore che i due agenti stanno andando da lui: dall'altro capo del telefono c'è David Robert Jones, circondato da mutaforma in via di creazione.
Nell'altro universo intanto, Olivia sta aspettando il ritorno di Lee e Peter quando riceve la visita di uno strano uomo: è l'Osservatore Settembre che, ferito gravemente, confessa ad Olivia di aver visto tutti i suoi possibili futuri, ma che in ognuno la fine è sempre la stessa: lei deve morire.

Nemico del mio nemico[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Olivia deve fare i conti con Broyles riguardo al "viaggio" di Lee e Peter nell'altro universo, dall'altro lato (B) Olivia e (B) Lee arrivano al capanno di Robert Jones dove, dopo aver ucciso un suo mutaforma, si fa portare in centrale. Intanto, Broyles sta per andare da Lee (il quale era stato chiuso in un ripostiglio) con l'intento di liquidarlo ma viene fermato dall'arrivo di Peter e Walternativo. Nel frattempo viene condotto in centrale Jones. Peter, preoccupato, rimane perché ritiene di poter essere d'aiuto (infatti lo aveva già affrontato nel suo universo). Durante l'interrogatorio con Broyles, Jones appare reticente e ambiguo e minaccia la divisione Fringe di compiere una strage se non sarà liberato e se non gli verrà consegnato un hard disk contenente dei dati preziosi. L'uomo non mente: una sua complice uccide molte persone in un ospedale e Peter, visto il fatto, decide di intervenire per aiutare la Fringe Division. Dopo averlo interrogato e messo alle strette con tutte le informazioni che possiede, Peter è costretto a sottostare al volere di Robert che minacciava altre stragi così Walternativo lo fa rilasciare mettendo però nel suo tè un tracciante chimico così da poterlo seguire. Le cose però non vanno come pianificato: Jones infatti, sembra essere a conoscenza del piano della Fringe Division e riesce ad eluderli e a fuggire, sotto gli occhi di Broyles che non lo ferma. Intanto dalla sede centrale, Peter riesce a capire i movimenti di Jones grazie anche ai dati contenuti dall'hard disk che si rivelano una serie di mappe: Jones sembra infatti essere diretto ad una cava per poter prendere un minerale che, lavorato, gli renderà possibile il passaggio da un universo all'altro. Olivia, Lee e tutti gli agenti, si recano alla cava ma, una volta lì, Peter si rende conto che quello è il posto sbagliato: la cava della mappa appartiene all'altro universo. Corsi dal lato giusto, ora tutti collaborano per cercare di prendere Jones il quale, però, riesce a fuggire attraverso un varco dimensionale rischiando anche di uccidere Olivia: la donna infatti, nonostante gli avvertimenti di Peter lo insegue, riuscendo però a frenare in tempo con la sua auto evitando così che il varco dimensionale la tagliasse a metà chiudendosi.
Ora, le forze dei due universi devono unirsi per combattere il nuovo nemico comune e Peter, decidendo di aiutarli, li informa di poter essere la loro arma segreta.
Intanto Walter riceve la visita di Elizabeth dell'altro universo la quale lo fa ragionare riguardo al passato e alle sorti di Peter, esortandolo ad aiutare il ragazzo. Così la sera, Walter decide di andare da Peter e comunicargli di volerlo aiutare per tornare nella sua linea temporale.
Jones, intanto, è libero e con la macchina da scrivere invia un messaggio dicendo che la prima parte del piano è conclusa. A dargli ordini per la seconda parte riguardante Olivia, dall'altro lato della macchina da scrivere, c'è Nina Sharp.

Nota: in questo episodio l'osservatore compare per qualche istante nella folla che si assiepa attorno a Robert Jones che distribuisce il denaro. Non lo si vede in volto ma si riconosce il vestito.

Visioni forzate[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una ragazza, Emily Mallun, sta disegnando quando, avvicinandosi ad un uomo, gli consegna un suo disegno che rappresenta la sua morte: il fatto poco dopo si avvera. Il caso, distraendo Olivia dalla sua ricerca riguardante l'uomo del teatro, coinvolge subito la Fringe Division che, grazie alle telecamere e alle testimonianze, riesce a risalire alla ragazza. Inizialmente bloccata dal padre, Emily acconsente in segreto di incontrare Olivia che, intanto, è andata a parlare con Nina riguardo ai test fatti proprio sulla ragazza. Portata Emily nel laboratorio di Walter, l'uomo scopre una particolarità nel suo cervello che le permette di vivere in anticipo degli avvenimenti. Grazie all'aiuto poi di Peter, Walter acconsente di sottoporre all'ipnosi la ragazza per risalire ad un altro suo disegno: grazie a ciò, Olivia e la Fringe Division, scopre che il prossimo incidente disegnato da Emily, si svolgerà in un tribunale per mano del signor Duncan. Arrivati sul posto, gli agenti si dividono e, mentre Peter si reca con Lincoln sul luogo della bomba, Olivia è nell'edificio a cercare l'uomo. Quando però, il detonatore di Duncan non attiva la bomba, disinnescata grazie ad un ingegno di Peter, Olivia si trova di fronte l'uomo pronto a farsi esplodere. Grazie alle sue parole però, tutto finisce per il meglio.
Emily intanto, si è allontanata da casa pronta a morire, lasciando il padre nella disperazione.
La giornata è finita ed Olivia è nel laboratorio quando incontra Peter che, vedendo delle foto, le parla degli Osservatori e di come, le cose da loro predette, non possono essere alterate.
Sconvolta dalle parole di Peter, Olivia torna a casa dove riceve la visita di Nina, ignara del fatto che, fuori, un Osservatore la sta osservando.

Per diventare angeli[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo è appena uscito dallo studio del medico quando, alla fermata dell'autobus, incontra un uomo che dopo avergli parlato, lo uccide.
Intanto al laboratorio di Walter è arrivata Astrid dell'altro universo che, dopo aver incontrato la sua "gemella", le confessa di essere turbata per la morte del padre e, accolta bene da Walter, decide di rimanere e collaborare allo strano caso dell'uomo morto. Il caso infatti, attira l'attenzione della Fringe Division a causa delle lacrime di sangue uscenti dagli occhi della vittima, alla quale intanto si è unita un'altra donna. Al caso partecipa anche Peter che, ora, è diventato il partner di Olivia.
Al laboratorio intanto, Walter deve combattere con i suoi sentimenti per Peter e per l'altra Olivia, giunta per portare indietro Astrid. Proprio grazie alla ragazza, la Fringe Division scopre un collegamento tra le vittime, e un superstite, Jared Colin, che è riuscito a scappare dall'uomo. Il killer, individuato in Neil, lavora all'aeroporto ed è un ex professore del MIT che, dopo aver trovato la formula per appiattire la linea spazio temporale, si è licenziato.
Walter, dal canto suo, ha capito che l'uomo, riuscendo a prevedere i fatti futuri, si sente come un dio misericordioso che agisce per eliminare le pene da alcune persone.
Peter e Olivia intanto, scoprono che Neil ha una casa sul lago Reiden, lo stesso dove Peter arrivò e fu salvato da un Osservatore, ricordo che gli fa pensare che proprio un Osservatore sia alle spalle degli avvenimenti. Arrivati alla casa dell'uomo, scoprono che Neil si trova a casa della madre e, una volta arrivati lì, l'uomo spara a Olivia che finisce per ucciderlo.
La giornata è finita e Olivia e Astrid tornano nel loro universo dopo che, Olivia, è riuscita a far ricredere Walter sul suo conto, e che l' Astrid dell'altra dimensione fa riflettere Walter sulla possibilita di' amare Peter come fosse suo figlio e vivere felice.
A casa della madre di Neil intanto, due Osservatori trovano l'arma usata dall'uomo che, come pensavano, appartiene a Settembre e, uno dei due, comunica all'altro che l'Osservatore non ha rispettato i piani e che Peter Bishop è tornato.

Benvenuti a Westfield[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Walter e Peter fanno progressi con la macchina e Olivia fa degli strani sogni e i suoi ricordi sembrano mostrarle la realtà dell'Olivia di Peter, nei pressi della cittadina di Westfield qualcosa di strano accade alle auto: improvvisamente smettono di funzionare e un aereo, avendo perso i controlli, precipita uccidendo tutti i viaggiatori. Viste le anomalie, la Fringe Division si reca sul posto e, dopo i primi accertamenti, Olivia, Peter e Walter, lasciato finalmente il suo laboratorio, si recano a Westfield dove Walter ha sentito facciano un'ottima torta al rabarbaro. Una volta lì, però, i tre notano subito qualcosa che non va: Olivia non riesce a telefonare, Peter trova un uomo ferito gravemente in un ripostiglio mentre Walter viene aggredito dal cameriere. Dopo l'intervento di Olivia, i tre cercano di portare Cliff, l'uomo ferito, in ospedale ma qualcosa glielo impedisce: non riescono a lasciare la città, continuando a girare intorno. Giunti nella stazione di polizia per aiutare Cliff, dall'uomo i tre scoprono che qualcosa, come una schizofrenia generale, ha colpito quasi tutti gli abitanti, tranne alcuni riuniti nel liceo, che sono immuni perché i loro doppi, grazie a scelte diverse si trovano altrove. Così, per andare in loro soccorso, Olivia, Peter, Walter e Cliff si recano al liceo e, durante il tragitto, Olivia confessa a Peter di provare gli stessi sintomi delle persone descritte da Cliff. Arrivati al liceo, dopo alcune analisi, Walter rassicura Olivia di non essere malata e, inoltre, confessa a lei e a Peter di aver capito cosa stia succedendo: la città di Westifield si sta unendo con la sua rispettiva dell'altro universo. Dopo un iniziale sconforto, Walter grazie a Peter riesce a trovare una soluzione: spostare i superstiti nel centro del ciclone, unico posto che non verrà inghiottito dall'unione tra le città. Arrivati per un pelo nel posto, Walter, Peter e Olivia riescono a salvarsi e a salvare i superstiti, messi poi in salvo dall'arrivo di Broyles.
La giornata è finita e Peter saluta Walter per poi passare a trovare Olivia. Una volta arrivato a casa da lei, però, la ragazza si comporta stranamente: pensa infatti di avere una relazione con Peter, così come la sua Olivia, cosa che turba il ragazzo.

  • Altri interpreti: Tim Kelleher (Cliff Hayes)

Un essere umano migliore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre uomini stanno compiendo un omicidio mentre in un ospedale psichiatrico un paziente, Sean, sta vivendo l'omicidio in prima persona. L'indomani, un'infermiera, ascoltando la notizia al telegiornale, chiama la polizia riferendo il comportamento del ragazzo e, essendo un caso unico, la Fringe Division entra in azione. Durante le indagini, Olivia ha delle strane visioni che le fanno rivivere i momenti passati insieme con Peter (casi delle precedenti stagioni) ma che comunque non influiscono sul suo lavoro. Dopo una prima osservazione al caso, e a Sean, Walter conviene che le voci sentite dal ragazzo sono reali e così, in accordo con lui, gli sospende le cure per cercare di capire meglio cosa stia succedendo.
La sera, Olivia decide di andare da Peter il quale, sconvolto, ascolta le parole e le descrizioni della ragazza: ha i ricordi della sua Olivia. L'indomani, preoccupato, Peter fa analizzare Olivia da Walter il quale pensa che la ragazza stia creando un legame empatico con lui, ovvero che Peter stia proiettando su di lei senza volerlo i suoi ricordi in modo tale da farla divenire uguale alla sua Olivia; un po' come era successo con le persone di Westfield (episodio 4x12). Lincoln segue la pista fornita da Sean e scopre delle prove dell'omicidio che rendono veritiera la deposizione del ragazzo. Walter, intanto, riesce ad ipotizzare che gli assassini siano fratelli di Sean. Così, insieme a Lincoln, Olivia va dalla madre del ragazzo la quale confessa loro che Sean è nato grazie all'inseminazione, effettuata dal dottor Frank. Rintracciato il dottor Frank, Olivia va da lui insieme a Peter e, insieme, scoprono che l'uomo, donatore lui stesso, aveva manipolato gli embrioni per costruire un essere umano migliore (da qui il titolo). Grazie poi alle indicazioni del dottore, Olivia e Peter si recano al suo deposito dove, grazie ad alcune descrizioni della ragazza, Peter capisce che i suoi non sono ricordi legati alla loro empatia.
Nello stesso momento, Astrid è con Sean che, sentendo delle voci, riesce a far avvertire i colleghi del pericolo che stanno correndo: Peter e Olivia, infatti, vengono attaccati dai fratelli di Sean ma riescono a prendere e arrestare i ragazzi.
Nello stesso attimo, però, altri due ragazzi si recano dal dottor Frank per ucciderlo, riuscendoci.
In laboratorio, Walter ha i risultati dei test fatti su Olivia e, con Lincoln, si reca da Nina Sharp: nel sangue di Olivia vi sono infatti alte dosi di Cortexiphan. La donna, preoccupata, porta i due nel caveau, dove gli apparenti campioni di Cortexiphan risultano essere stati sostituiti.
Peter e Olivia stanno tornando ognuno alle rispettive case quando si fermano ad una stazione di servizio. Parlando, Peter confessa alla donna di aver paura ma di riconoscere nei suoi occhi la sua Olivia, baciando così la sua ritrovata metà. Scesa un attimo per andare in bagno, Olivia tarda a tornare, e così, Peter scende per andarla a cercare, ma la ragazza non c'è: Olivia è stata rapita e si risveglia in una stanza legata di fronte a Nina, prigioniera anche lei.

La fine di tutto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Imprigionate, Nina racconta ad Olivia di come abbia passato gli ultimi tempi in quella stanza, facendo capire così alla ragazza che, in tutto questo tempo, la Nina che entrava in casa sua e le parlava non era la vera lei. Proprio in quel momento, entra nella stanza Robert Jones che, informando Olivia di tutto, la mette alla prova cominciando a torturare Nina per riuscire a riattivare i suoi ricordi. Non riuscendo, però, Olivia prova a parlare con Nina per far riemergere i suoi ricordi e confessarle che, in precedenza, solo Peter era riuscito ad attivarla. In quell'istante, Nina ha un malore, e, portata fuori, la donna si alza informando Jones della conversazione avuta con la ragazza.
Nel frattempo, Peter ha mobilitato Broyles per ritrovare Olivia il quale, insieme a Lincoln, sta tentando di far parlare Nina.
Intanto, dopo aver trovato una telecamera nascosta in casa di Olivia, Peter cerca di risalire alle immagini registrate quando improvvisamente, nel laboratorio, appare sanguinante e ferito Settembre, che riesce solo a dirgli che Olivia ha bisogno di lui. Non sapendo cosa fare, Peter riesce a convincere Walter a farlo entrare nella mente di Settembre e, una volta qui, riesce a parlare con lui il quale gli racconta di come abbia tentato di rimediare ai suoi errori, ma, a causa della nascita di suo figlio dalla Olivia sbagliata, anche in quell'occasione fallì. Gli racconta inoltre che, dopo essere sparito in seguito alla sua entrata nella macchina, anche suo figlio sparì con lui e come, a causa della sua riapparizione, soltanto un figlio con Olivia, quella giusta, potrebbe sistemare tutto. Prima di mandare via Peter, Settembre gli dice di andare a casa e, in quel momento, Peter si risveglia vedendo la sparizione del corpo di Settembre sotto i suoi occhi. Pur non capendo il senso delle parole di Settembre, Peter segue le sue parole e si reca a casa dove viene sorpreso e catturato dagli uomini di Jones che lo portano da Olivia. Vedendo il ragazzo sotto minaccia, Olivia riesce ad "attivarsi" e, dopo aver informato Nina di sapere che lei non è la vera Nina, riesce a far esplodere alcune luci e a far correre fuori Nina e Jones. Salvato Peter, i due tentano di uscire e, nonostante alcune ricadute della ragazza, Olivia e Peter si trovano faccia-a-faccia con Nina e Jones che, nonostante gli spari, riesce ad attraversare il portale e tornare nell'altro universo.
Una volta fuori, Peter chiama i soccorsi e, nonostante le parole di Olivia, la informa che deve tornare dalla sua Olivia: deve tornare a casa.

Brevi amori[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La Fringe Division si trova ad indagare riguardo alla morte di alcune donne per mano del marito, defunto anch'egli. Grazie all'aiuto di Walter, scoprono che l'assassino prima di uccidere le proprie vittime le attrae a sé con i feromoni presi dai corpi dei mariti dopo averli essiccati. Come ipotesi, Walter supportato da Olivia, pensa che l'assassino stia cercando l'elisir dell'amore. Risalendo ad alcuni elementi chimici dei profumi, la Fringe Division arriva al signor Carr, licenziato poco prima proprio da una fabbrica di profumi. Riuscendo a scoprire il suo indirizzo, però, Olivia e Lincoln arrivano quando Carr ha già ucciso un uomo. Per evitare un altro omicidio, Olivia e la sua squadra corre a casa della moglie, dove però scopre che il marito aveva un'amante: in quell'istante, Carr si trova da lei e sta per ucciderla, se non fosse per il repentino intervento di Olivia che riesce a salvare la donna e ad arrestare l'uomo, il quale, parlando proprio con Olivia, le confessa che il suo intento era quello di dare amore all'umanità, amore che lei possiede già.
Walter, intanto, riesce a fermare Peter che, per allontanarsi da Olivia, decide di andare a New York. Tornato in laboratorio, però, Peter, insieme a Walter, scopre che l'Osservatore ha lasciato qualcosa nel suo occhio, e, dopo un'analisi, scoprono che è una sorta di lente con su scritto un indirizzo. Spinto dalla curiosità, Peter si reca in quel posto dove, con sorpresa, scopre si tratta proprio della casa dell'Osservatore. Curiosando, trova una valigetta con una sorta di bussola che comincia a seguire. Arrivato in un bosco deserto, Peter viene sorpreso dallo spuntare dalla terra di uno strano oggetto.
Nel mentre, Olivia, dopo aver provato a parlare a Walter delle sue paure per l'imminente scomparsa dei suoi ricordi, confessa a Nina di non voler tornare indietro ed essere di nuovo un'Olivia che non si piace. La donna, però, dispiaciuta, promette ad Olivia di starle sempre accanto e di instaurare nuovamente, laddove necessario, un rapporto con lei. Peter porta a casa lo strano oggetto e prova, invano, di attivarlo. Improvvisamente, però, dall' oggetto parte un fascio di luce che conduce Peter al piano di sopra: qui, con sorpresa, Peter si trova di fronte proprio a Settembre, che lo ringrazia per averlo aiutato a tornare. Di contro, Peter chiede a Settembre di aiutarlo a tornare indietro, e lui gli spiega come in realtà quella sia sempre stata casa sua, così come quella è sempre stata la sua Olivia. Tornando a casa, Olivia trova sotto al portone Peter che, ora con la consapevolezza di esser nel suo mondo, l'abbraccia e la bacia, pronto a stare ancora con lei.

Nulla è come sembra[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A causa dei suoi ricordi confusi, Olivia viene esonerata per un periodo dalla Fringe Division mentre Peter, chiamato da Lincoln, si trova a collaborare ad un caso già risolto nella sua linea temporale (episodio 1x13, The Transformation): l'agente infiltrato Bowman, in un volo che ha finito per schiantarsi al suolo, ha subito una strana trasformazione in una sorta di gigante porcospino. Fatta eccezione per il volo che, ora, è atterrato, la situazione è la stessa. Chiedendo aiuto ad Olivia, Peter e Lincoln, mentre Walter svolge le analisi sull'ormai defunto Bowman, si trovano a collaborare per cercare il partner della vittima, scoprendo però che anche lui ha già subito la trasformazione. Tornati in laboratorio, Walter comincia a pensare che, dato il contatto, anche Lincoln ora sia contagiato, e, per precauzione, lo tiene con sé mentre Peter e Olivia si recano da Nina dove scoprono che, quel determinato protocollo, è stato cancellato e che all'epoca era sotto la direzione di Jones.
Tornati in laboratorio, dove Lincoln si sta sottoponendo alle cure di Walter, grazie ad un campione di sangue perso proprio dall'agente, Peter scopre che questi esseri hanno le ali, cosa che li conduce al nuovo obiettivo: Walter ha infatti scoperto che per ultimare la trasformazione sono necessari grassi umani, così da portare la Fringe Division, ora senza Olivia, ad un centro di chirurgia. Arrivati qui, grazie all'aiuto di Olivia rimasta in laboratorio, Peter riesce a trovare e ad uccidere l'"uomo-porcospino", scatenando l'ira della ragazza che, una volta arrestata, nega di sapere chi si celi dietro l'operazione.
Il caso sembra momentaneamente risolto e Olivia, parlando con Broyles, viene nuovamente integrata nella Fringe Division.
Intanto, la sorella di Bowman convince il ragazzo a sottoporsi ai trattamenti per ultimare la trasformazione, mentre una nave-cargo sta trasportando molti esseri già trasformati.

  • Altri interpreti: Neal Huff (Marshall Bowman), Gina Holden (Kate Hicks), Clark Middleton (Edward Markham), Gabrielle Rose (dott. Anderson)
  • Peculiarità: trattandosi dello stesso caso dell'episodio 13 della prima stagione (The Transformation), quest'episodio ha lo stesso incipit. Inoltre, nella scena finale ambientata sulla nave, tra le gabbie possiamo scorgere la creatura dell'episodio 1x16 (Unleashed) e 2x09 (Snakehead).

Ogni cosa al suo posto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Visti gli impegni dei suoi colleghi, Lincoln decide di andare nell'altro universo per collaborare con l'altra Olivia riguardo al caso David Jones. Qui, Lincoln viene reso partecipe di un caso che, proprio grazie a lui, viene classificato come di interesse riguardo David Jones: Lincoln, infatti, capisce che dietro le varie sparizioni si cela un mutaforma. Nonostante il volere del Colonnello Broyles, Lincoln rimane a collaborare con l'altro universo e ad osservare come, nonostante un passato uguale, lui e l'altro Lincoln siano così diversi.
Grazie all'ennesima morte, gli agenti riescono a risalire all'ultimo mutaforma che viene preso grazie all'aiuto di Lincoln. In quel momento, Broyles aggiorna Nina Sharp dei progressi e dei successivi movimenti. Il mutaforma, infatti, dopo aver parlato con Lincoln, viene portato fuori per essere trasferito in centrale, ma durante il trasferimento, qualcuno spara ferendo il Lincoln dell'altro universo, che nonostante la ferita incita Olivia e Lincoln a proseguire senza di lui e li rassicura dicendo che se la caverà.
Grazie a Lincoln, il mutaforma decide di collaborare e Olivia, con la sua divisione, riesce a catturare Nina e a risalire ad un primo schema di David Jones.
In quel momento, però, arriva il comunicato che la ferita del Lincoln dell'altro universo era più grave di quanto sembrasse e non ce l'ha fatta.
Il caso è chiuso e Lincoln torna nel suo universo insieme al mutaforma, lasciato alle cure di Walter e Peter per aiutarlo e per permettere anche a loro di capire meglio il suo modo di essere.
Olivia dell'altro universo sta sistemando le cose del suo Lincoln, quando arriva Lincoln che, dandole sostegno, le chiede di poter rimanere lì per aiutarla riguardo al caso Jones, cosa che Olivia accetta di buon grado.

Il consulente[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In seguito ai funerali di Lincoln, Olivia chiede a Broyles di far controllare i membri della Fringe Division, sospettando che tra di loro ci sia una talpa. I risultati, però, non fanno emergere niente di utile.
Intanto, un incidente nell'altro universo porta Walter a collaborare con l'universo parallelo in quanto sembra che, per motivi ancora sconosciuti, catastrofi e morti successe in quell'universo si ripercuotano anche nel suo. Una volta nell'altro universo, Walter comincia a collaborare con l'altra Olivia mentre Jones, su una panchina lontano dagli occhi di tutti, prepara l'ennesimo colpo. A causa proprio di questa morte, grazie alla collaborazione di Peter e Olivia, anche nell'altro universo riescono a ricondurre Jones ai fatti che stanno accadendo, senza però capirne il motivo.
Intanto il colonnello Broyles riceve l'inaspettata visita di Jones a casa sua, il quale, consegnandogli i farmaci per suo figlio, lo informa che presto dovrà fare una cosa per lui. L'indomani, infatti, Jones consegna al colonnello un dispositivo che quest'ultimo dovrà collegare alla macchina che permette il collegamento tra i due universi.
A casa di Olivia, Walter cerca di consolarla riguardo alla morte del suo partner e, inoltre, riesce ad aiutarla a scoprire chi sia la talpa: Olivia infatti, grazie ad un bluff, riesce a far confermare da Nina Sharp che la talpa sia Broyles. L'indomani, il colonnello sembra sparito: è infatti diretto alla macchina. Mentre Broyles è sempre più vicino a portare a termine la sua missione, Olivia e Lee corrono per fermarlo, e, una volta qui, scoprono che il colonnello ha contattato Broyles dell'altro universo per costituirsi. L'uomo, dopo essersi scusato, viene condotto in prigione, dove Nina osserva attonita l'arrivo del complice.
Walter torna nel suo universo dove, chiamando in fretta Peter e Olivia, informa loro della gravità della situazione: se il colonnello avesse collegato il marchingegno alla macchina, Jones non avrebbe limitato i danni solo a semplici incidenti, ma avrebbe addirittura potuto far collassare i due interi universi.

Lettere di transito[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2036: il mondo è nelle mani degli Osservatori. Scopriamo che nel 2015 essi smisero di osservare e si spinsero ben oltre, uccidendo migliaia di persone e salendo al potere. Sono loro che controllano l'andamento delle cose; la neo Fringe Division è sempre sotto il controllo di Broyles, che però è controllato da un Osservatore di nome Windmark. I membri della Fringe Division sono Rick, ucciso da un ribelle, Etta e Simon Foster i quali vogliono cercare i corpi della Fringe Division Originale, perché si narra che in passato i suoi membri riuscirono a trovare un modo per fermare gli Osservatori. Il primo corpo ritrovato è quello di Walter che, però, una volta fatto tornare in vita dalla sua protezione d'Ambra, sembra aver riportato dei danni cerebrali. Etta e Simon si rivolgono ad un'anziana Nina che, felice di rivedere il suo vecchio amico, dà ai ragazzi la chiave d'accesso alla vecchia Massive Dynamic, dove sono tenute parti del cervello di Walter. Una volta arrivati, Simon addormenta Walter per portare a termine l'operazione, ignaro del fatto che gli Osservatori si stanno avvicinando. Una volta risvegliatosi, Walter sembra rinsavito e, arrogante più che mai, conduce i ragazzi fuori per scampare agli Osservatori, utilizzando un congegno provvisto di antimateria, che annichilisce l'intero edificio, e con esso gli uomini di Windmark. Walter porta i due agenti nel posto dove è nascosta la sua squadra, anch'essa bloccata nell'Ambra. Una volta arrivati però, Walter, Simon ed Etta riescono a liberare solo Astrid in quanto il congegno utilizzato per liberare i membri della divisione Fringe dall'ambra è rotto. Un Walter particolarmente adirato osserva una delle figure intrappolate nell'ambra: è William Bell; Walter prega Astrid di non dire nulla. Intanto, dalla centrale hanno attivato il ricettore di Simon, a causa di ciò per salvare il mondo e liberare Peter, decide di prendere il suo posto, rimanendo bloccato nell'Ambra. Broyles arriva sul posto, ma troppo tardi e, nelle ricerche, trova una liquirizia rossa, riconducendo l'indizio a Walter.
Su un vagone della metro, Astrid domanda a Walter che ne sarà di Bell, e lui afferma che rimanere bloccato nell'Ambra è quello che gli spetta per ciò che ha fatto a Olivia. Astrid obietta che comunque Bell è importante per il proseguimento del loro viaggio. Walter afferma che non c'è problema, e le mostra la mano tagliata di William Bell, ancora imprigionata in un frammento d'Ambra. Intanto Etta, addolorata per la perdita del compagno, guarda fuori dal finestrino, quando Peter si avvicina e le promette che libereranno Simon dall'ambra; la giovane gli chiede se sappia chi lei sia, al che Peter, con grande meraviglia la riconosce: è Henrietta, sua figlia. I due si abbracciano.

A un mondo di distanza[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In tutto il mondo si stanno verificando degli strani terremoti che, con sorpresa, coincidono nei due universi. Durante una riunione indetta da Walter, quest'ultimo espone il grave problema che Jones sta procurando: l'uomo vuole infatti far esplodere entrambi gli universi per creare un Big Bang con conseguente nascita di un nuovo universo dove lui governerebbe indisturbato sulle leggi della natura e della fisica.
Preoccupati per la situazione, Olivia, Peter, Astrid, Walter e Olivia dell'altro universo, cercano di capire come fermare i terremoti ma, durante le ricerche, Walter capisce un ulteriore dettaglio: Jones sta cercando un equilibrio tra i due universi per farli collidere. Grazie ad alcuni video amatoriali e alla testimonianza di un uomo nell'altro universo, Olivia risale a Nick Lane, un suo compagno di Cortexiphan, il quale sembra stia lavorando per Jones.
Grazie all'aiuto dell'altra versione di Nick ed alle abilità di Olivia, la Fringe Division riesce a fermare l'ennesimo terremoto che, proprio Nick, si stava accingendo a scatenare ma, con sorpresa, scoprono che nel resto del mondo il fenomeno non si è fermato.
Preoccupati per la situazione, la Fringe Division deve trovare un modo per scampare a questo pericolo, Peter si rende conto che forse chiudendo il ponte si può rallentare il piano di Jones, ma Olivia si oppone, vuole evitare di chiudere il ponte perché ciò porterebbe alla rottura dei legami tra universi e, soprattutto, finirebbe anche il miglioramento apportato dall'universo alternativo.
Olivia così, decide di interrogare Nick il quale, confessando alla donna di lavorare volentieri per Jones il quale lo ha aiutato con i suoi poteri e, soprattutto, li sta preparando per l'imminente guerra, alla fine decide di collaborare con loro. Nick conduce così Olivia ed i suoi uomini ad un vecchio deposito dove, tempo prima, si incontrò con Jones: qui però, Olivia e la sua squadra non trovano niente e, usciti, scoprono che era tutta una farsa architettata da Nick che, utilizzando il suo potere per sfuggire all'agente di guardia, è fuggito per portare a termine la sua opera.
Distrutti dalla cosa, i due universi si trovano costretti a chiudere il ponte.
Peter usa l'interfaccia che lui e Walter hanno costruito alcune settimane prima e manda in sovraccarico la macchina così, ognuno, inizia gli strazianti saluti, durante i quali Lincoln decide di rimanere nell'altro universo a fianco dell'altra Olivia e Walter, confessa all'altro sé, di temere per la scomparsa di Peter.
Walternativo gli cita Marco Aurelio dicendo che forse loro faranno come lui, il re filosofo che dopo essere sopravvissuto ad una guerra passò il resto della vita a lavorare per il bene della sua gente. Il sovraccarico è terminato e, in un attimo di paura, il ponte viene chiuso: i membri della Fringe Division alternativa spariscono e Walter, vedendo ancora Peter, gli va vicino e gli confessa che gli altri gli mancheranno moltissimo.

Il coraggio di un nuovo mondo, prima parte[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una strana reazione, apparentemente al camminare o al muoversi, causa diverse ed inspiegabili morti ad una stazione. Sul posto si reca subito la Fringe Division che grazie alla genialità di Walter e all'aiuto dato da Jessica, una ragazza rimasta coinvolta nell'apparente dispersione di virus, riesce a capire che dietro tutto c'è una nanotecnologia creata artificialmente. Creando in laboratorio una cura per Jessica e quanti altri come lei, Walter rimane stupito quando osserva Olivia che, messa di fronte al pericolo, riesce a gestire la situazione grazie al suo potere attivato dal Cortexiphan.
Mentre Peter e Olivia vengono messi al corrente del fatto che dietro tutto c'è Jones, Walter scopre, e comincia a pensare, che in realtà Jones sia manipolato da una mente superiore: quella di William Bell. Nonostante anche Nina non creda alla sua versione e anche i registri del Saint Claire non mostrino un riscontro con la teoria di Walter, l'uomo continua le sue ricerche che lo portano sempre più vicino alla verità. Così, mentre Olivia e Peter si recano ad un magazzino per spegnere dei satelliti che hanno appena attivato un fascio di luce tanto potente da poter distruggere Boston, Walter insieme ad Astrid si reca ad un altro magazzino che, anni prima, Bell usava come deposito.
Peter e Olivia riescono a disattivare le antenne ma Peter viene colto alle spalle e attaccato da Jones che, con violenza, colpisce l'uomo. Dall'altra parte del tetto però, Olivia inerme, raccoglie tutte le sue forze e riesce a manovrare Peter e a fargli vincere lo scontro con Jones che cade a terra per poi smaterializzarsi.
Walter arriva con Astrid al magazzino dove incontra una guardia che li informa che, quanto da loro cercato, non è più lì da anni. I due stanno per andarsene quando, attirato da strani rumori, Walter entra in una stanza. Qui, incontrando nuovamente la guardia, questa volta accompagnata da altri uomini armati, Astrid riesce a colpirli e a fuggire ma, trovandosi di fronte un uomo, la donna viene colpita e ferita gravemente, cadendo così tra le braccia di Walter. L'uomo, non sapendo cosa fare, rimane ancora più di stucco quando, di fronte a sé, trova il suo vecchio amico William Bell.

Il coraggio di un nuovo mondo, seconda parte[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Olivia e Peter arrivano in laboratorio dove non trovano nessuno: poco dopo, la donna riceve una chiamata di Jessica la quale, terrorizzata, spinge l'agente ad andare a casa sua. A casa della donna intanto, Settembre è immobilizzato. Arrivati a casa di Jessica, Peter e Olivia non trovano niente e nessuno se non uno strano buco a terra. Mentre stanno cercando in casa, Olivia riceve la chiamata di Broyles che la informa del ricovero di Astrid. Corsi in ospedale, la Fringe Division scopre che Walter è sparito, in cerca di William Bell e, ricostruendo tramite Astrid gli ultimi movimenti di Walter, Peter e Olivia arrivano al magazzino al porto. Qui, i due vedono Settembre fermo su un rialzo e, dopo essere stati minacciati da Jessica, capiscono che la donna lavora per Bell. Dopo aver ferito gravemente Settembre, Jessica scatena una reazione in Olivia che, inspiegabilmente, riesce a fermare i proiettili e ad uccidere Jessica. Settembre, impressionato e ferito, parla con Olivia la quale gli dice di averlo già visto ferito, quella volta a teatro nella quale la informò che, in ogni futuro possibile, doveva morire. Sconvolto dalle parole della ragazza, l'Osservatore la informa che quel ricordo e quel passato in realtà non è ancora accaduto e, per saperne di più, sparisce lasciando attoniti Peter e Olivia. Per scoprire dove sia Walter, grazie anche l'aiuto di Nina, Peter riesce a far ritornare in vita Jessica la quale, dopo aver fatto capire ai presenti che il piano di Bell si sta attuando grazie alla forza scatenata da Olivia, lascia intendere che Walter si trovi su una nave.
Walter si trova effettivamente su una nave insieme a Bell il quale, mostrandogli le sue creature, gli dice di aver preso spunto dal suo piano originale di creare un nuovo mondo, piano in seguito al quale Walter decide di farsi recidere parti di cervello.
Con l'autorizzazione di Broyles, Peter, Olivia, Nina ed altri membri del Dipartimento cominciano a sorvolare le acque alla ricerca della nave che, però, solo Peter riesce a vedere: la nave infatti, è ormai interamente nell'altro universo e Peter, essendo nato dall'altro lato, è in grado di vederla. Insieme ad Olivia, Peter riesce a passare dall'altro lato e ad arrivare di fronte a William e Walter. Una volta di fronte all'uomo, Peter e Olivia provano a fargli cambiare idea ma, di contro, William informa i due che, ormai, il processo non è reversibile. In quel momento, non sapendo più cosa fare, Walter spara ad Olivia, interrompendo così la collisione tra universi, facendo riapparire la nave nel suo universo e lasciando però scappare William.
Sconvolto, Peter non riesce a ragionare ma, grazie alle parole di Walter, riesce ad aiutare il padre che, grazie all'azione rigenerativa del Cortexiphan, riesce ad estrarre il proiettile dalla testa di Olivia e a sistemare il tutto.
Broyles, concluso il caso, viene promosso a generale e, dopo aver ottenuto nuove sovvenzioni, offre un posto di lavoro a Nina.
In ospedale, Astrid si è ripresa e Peter corre da Olivia per mostrarle la casa che ha trovato per loro. La donna, felice, lo informa di essere incinta.
Walter è di nuovo nel suo laboratorio quando gli appare Settembre il quale gli dice di dover avvertire gli altri, perché "stanno per arrivare".

Note[modifica | modifica wikitesto]