Episodi di C'era una volta (prima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Once Upon A Time logo.svg

La prima stagione della serie televisiva C'era una volta, composta da 22 episodi, è stata trasmessa negli Stati Uniti per la prima volta dall'emittente ABC dal 23 ottobre 2011 al 13 maggio 2012.[1]

In Italia la stagione è andata in onda in prima visione sul canale satellitare Fox dal 25 dicembre 2011;[2] dopo l'anteprima dell'episodio pilota, la stagione è stata trasmessa dal 17 gennaio al 19 giugno 2012.[2] In chiaro, la stagione va in onda dal 12 settembre 2012 su Rai 2, con il titolo originale Once Upon a Time, per poi essere spostata, a causa di ascolti relativamente bassi, dal 1º novembre 2012 su Rai 4.

Gli antagonisti principali sono: Regina e Tremotino

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Pilot Mai più un lieto fine 23 ottobre 2011 25 dicembre 2011
2 The Thing You Love the Most La cosa che più ami 30 ottobre 2011 17 gennaio 2012
3 Snow Falls La cosa giusta da fare 6 novembre 2011 24 gennaio 2012
4 The Price of Gold Il prezzo della magia 13 novembre 2011 31 gennaio 2012
5 That Still Small Voice La voce della coscienza 27 novembre 2011 7 febbraio 2012
6 The Shepherd Il pastore 4 dicembre 2011 14 febbraio 2012
7 The Heart Is a Lonely Hunter Il cacciatore 11 dicembre 2011 21 febbraio 2012
8 Desperate Souls Anime disperate 8 gennaio 2012 28 febbraio 2012
9 True North La bussola 15 gennaio 2012 6 marzo 2012
10 7:15 A.M. 07:15 del mattino 22 gennaio 2012 13 marzo 2012
11 Fruit of the Poisonous Tree Il frutto dell'albero avvelenato 29 gennaio 2012 20 marzo 2012
12 Skin Deep Belle 12 febbraio 2012 27 marzo 2012
13 What Happened to Frederick Che cosa è successo a Frederick? 19 febbraio 2012 3 aprile 2012
14 Dreamy Sognolo 4 marzo 2012 10 aprile 2012
15 Red-Handed Mani rosso sangue 11 marzo 2012 17 aprile 2012
16 Heart of Darkness Cuore di tenebra 18 marzo 2012 24 aprile 2012
17 Hat Trick Il trucco del cappello 25 marzo 2012 8 maggio 2012
18 The Stable Boy Lo stalliere 1º aprile 2012 15 maggio 2012
19 The Return Il ritorno 22 aprile 2012 22 maggio 2012
20 The Stranger Lo sconosciuto 29 aprile 2012 29 maggio 2012
21 An Apple Red as Blood Una mela rosso sangue 6 maggio 2012 12 giugno 2012
22 A Land Without Magic Un mondo senza magia 13 maggio 2012 19 giugno 2012

Mai più un lieto fine[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Azzurro sta cavalcando per salvare Biancaneve, caduta in un sonno profondo dopo aver mangiato una mela avvelenata che le è stata data dalla Regina Cattiva. Il principe trova la ragazza in una bara di cristallo in mezzo a una radura, circondata dai Sette Nani. Dotto informa Azzurro che è arrivato troppo tardi, ma il principe bacia comunque Biancaneve, spezzando la maledizione.

Nel giorno del matrimonio tra Biancaneve e il principe Azzurro, la Regina Cattiva si presenta proprio nel mezzo della cerimonia per lanciare un'inquietante minaccia a proposito di una potente maledizione che ha intenzione di lanciare su Biancaneve, Azzurro e tutti i personaggi di fiaba, affinché tutti perdano ciò che amano di più e non possano mai più essere felici.

Tempo dopo Biancaneve, incinta, è ancora preoccupata per le minacce della Regina, nonostante tutti pensino che fossero solo parole prive di significato e, appunto, usate per causare terrore in lei. Credendo tuttavia che la Regina stia tramando veramente qualcosa, ella si reca con Azzurro nelle prigioni dove è rinchiuso Tremotino, una creatura dalle sembianze umane ma dotato di enormi poteri magici, che rivela una profezia secondo la quale la maledizione della Regina li porterà tutti in un posto orribile, dove "non ci sarà mai più un lieto fine". Aggiunge che la figlia che Biancaneve ha in grembo ritornerà, una volta compiuti 28 anni, per salvarli, dando il via alla battaglia finale contro la Regina. Seguendo il consiglio della Fata Turchina, Geppetto e Pinocchio costruiscono una teca con legno proveniente da un albero magico che permetterà a una sola persona di sfuggire alla maledizione della Regina.

Il giorno in cui Biancaneve dà alla luce sua figlia, la maledizione della Regina colpisce e si abbatte sul mondo di fiaba. Il progetto originale prevede che sia Biancaneve a mettersi in salvo, ma ella, fidandosi della profezia di Tremotino, vuole che sua figlia venga tratta in salvo dal sortilegio. Il principe Azzurro allora depone la loro figlia all'interno dell'armadio magico, ma viene ferito mortalmente duellando contro gli sgherri della Regina che hanno fatto irruzione nel castello. La Regina sovrasta trionfalmente su Biancaneve e il principe Azzurro, mentre la maledizione li porta in un "posto orribile".

Nel presente, a Boston, Emma Swan vive una solitaria esistenza lavorando come cacciatrice di taglie e garante per la cauzione di criminali. Dopo il disastroso tentativo di catturare un uomo uscito di galera, nel giorno del suo compleanno, se ne torna a casa, quando riceve la visita di un ragazzino di 10 anni, Henry, che si presenta come suo figlio biologico, che ha dato in adozione quando era un'adolescente. La donna, leggermente sconvolta, non volendo instaurare un rapporto affettivo con lui, accetta di riportarlo a casa sua, a Storybrooke, nello stato del Maine. Lungo la strada, Henry le mostra un libro di fiabe, insistendo che tutte le storie al suo interno sono reali. Quando arrivano a Storybrooke, Henry la informa che tutti in città sono personaggi delle fiabe, esiliati dal loro mondo natale a causa di una maledizione, immemori della loro identità: questa strana teoria include il terapeuta di Henry, Archie Hopper, che è in realtà, secondo il ragazzino, il Grillo Parlante, e la sua insegnante, Mary Margaret Blanchard, che è in realtà Biancaneve. Henry spiega a Emma che il tempo si è congelato a Storybrooke, e le persone non possono né entrare nella città né andarsene, ma la maledizione sarà spezzata da Emma, l'unica vera Salvatrice dei personaggi di fiaba. Lei, ovviamente scettica, riporta Henry dalla madre adottiva, nonché il sindaco della città, Regina, che è in realtà la Regina Cattiva. Emma tenta di andarsene da Storybrooke, ma dopo aver bevuto del sidro di mele offertole dal sindaco e aver quasi investito un lupo, ha un incidente d'auto e perde conoscenza. Viene arrestata e rinchiusa nella prigione di Storybrooke. Quando Henry fugge di nuovo, Emma fa un accordo con il sindaco e lo sceriffo Graham: se la rilasciano, lei ritroverà il ragazzino. Dopo aver controllato qualsiasi posto, chiede aiuto a Mary Margaret, che le consiglia di "controllare il suo castello". Dopo aver trovato Henry in una giostra di legno (che ricorda il castello del Principe Azzurro), parlano ed Emma decide di rimanere a Storybrooke per il momento, specialmente dopo che Regina le intima di andarsene, temendo che ella possa rivendicare qualche diritto su Henry e portarglielo via. Questo induce Emma ad essere sospettosa verso le motivazioni del sindaco.

Poco dopo la conversazione avuta con Emma, Mary Margaret Blanchard fa volontariato all'Ospedale di Storybrooke ponendo fiori sui comodini dei pazienti. Si ferma nella stanza di uno sconosciuto (il Principe Azzurro, in realtà) in coma da molto tempo, ormai. Nel frattempo, in casa del sindaco, Regina prende il libro dalla stanza di Henry, scende le scale e si guarda allo specchio, con un'espressione che sembra far intuire che lei sia a conoscenza del mondo delle fiabe.

Quando Emma arriva al Bed&Breakfast gestito da Granny, che in realtà è la nonna di Cappuccetto, le viene data la chiave di una stanza. Scende le scale dopo aver chiamato ad alta voce la nipote Ruby, seguita da un uomo che è venuto per prendere del denaro: il signor Gold (Tremotino), che ha aiutato a costruire la città di cui è proprietario. Quando Emma dice il suo nome, il Signor Gold si blocca come se sapesse qualcosa su di lei. La decisione di Emma di rimanere a Storybrooke fa sì che le lancette dell'orologio, precedentemente bloccate sulle 8:15, si muovano di nuovo.

La cosa che più ami[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il giorno dopo l'arrivo di Emma a Storybrooke. Adesso, tutti in città hanno notato che le lancette dell'orologio hanno cominciato a muoversi, specialmente Regina, che dopo aver chiesto a Henry che cosa sia successo alle pagine strappate del libro di fiabe, rimane sconvolta nel vedere l'auto di Emma parcheggiata davanti al motel. Credendo che lei voglia portarle via Henry, Regina si ferma nella sua stanza per consegnarle un cestino pieno di mele e in seguito la esorta a lasciare la città, ma Emma non rimane impressionata dalle minacce. Quando Emma si ferma al bar gestito da Ruby, nota la sua foto segnaletica sulla prima pagina del giornale cittadino, il Daily Mirror. La cameriera le serve una tazza di cioccolata calda con panna al gusto di cannella che lei crede le abbia offerto lo sceriffo Graham (che sembra abbia una cotta per lei), poi scoprendo che invece è stato suo figlio Henry. Il bambino le consegna le pagine del libro che ha strappato per mostrargliele, leggendole assieme per capire qualche piano per spezzare la maledizione, cosa della quale Emma è scettica.

Emma infatti, preoccupata dal comportamento di Henry, decide di scoprire il motivo per cui lui crede a queste storie: è per questo che si reca da Archie, il quale le consegna la cartella clinica di Henry affinché la consulti. Ma sembra che Regina sia sempre un passo avanti ad Emma: riesce a far credere che abbia rubato lei la cartella di Henry dallo studio di Archie, e per questo la farà arrestare, le blocca la macchina mettendole le ganasce e la fa perfino espellere dal motel di Granny. Regina, però, non ha la fortuna di scoprire i dettagli del passato di Emma dal redattore del Daily Mirror, il signor Sydney (in realtà lo spettro che vive nello Specchio Magico), e nemmeno dallo sceriffo, che tradisce la sua cotta per la nuova arrivata.

Dopo essere uscita di prigione grazie a Henry e Mary Margaret, la quale ha pagato la cauzione perché si fida di lei, Emma vuole vendicarsi con Regina: taglia i rami dell'albero di mele tanto caro alla donna che, per nulla intimidita, le chiede di vederla nel proprio studio, e le rivela di ritenerla una minaccia per la custodia di Henry. Emma sostiene di non volere tale custodia, e afferma di stare soltanto fingendo di credere alla storia del sortilegio raccontatale da Henry, che secondo lei è pura "follia". Il discorso viene sentito dal bambino che era rientrato da poco a casa, e che sconvolto fugge via. Emma allora capisce che Regina aveva fatto in modo che Henry ascoltasse la conversazione, e corre a cercarlo per scusarsi. Con l'aiuto di Mary Margaret, Emma scopre che Henry è nello studio del dottor Hopper, così lo raggiunge e dopo aver impedito al dottore di chiamare Regina dice a Henry di aver letto le pagine che le ha dato e che gli crede. Emma aggiunge che le piacerebbe far parte del piano per spezzare la maledizione e decide che l'unico modo di impedire alla Regina di scoprire la verità è quello di bruciare le pagine.

Nel frattempo, nel mondo delle fiabe, dopo essere sfuggita alla spada lanciatole contro dal Principe Azzurro, la Regina Cattiva ritorna al suo palazzo, dove spiega al suo Specchio Magico e a suo padre, il maggiordomo, che è intenzionata a proseguire con il suo piano. Quando parla loro della maledizione per vendicarsi di Biancaneve, i due pensano che stia facendo il più grande errore della sua vita, ma lei non vuole sentir parlare delle conseguenze che verrebbero provocate dalla maledizione, e così fa visita a Malefica, una strega sua amica, che custodisce la maledizione nel suo bastone magico. Quando Malefica si rifiuta di consegnargliela, la Regina Cattiva usa i suoi poteri per prendersela da sola e la sconfigge in battaglia, ma la lascia in vita perché è l'unica amica che ha.

All'inizio, insieme a tutti i cattivi della Foresta Incantata (che includono l'Orco, una Strega dagli occhi cuciti, il Re dalle Lunghe Corna da "Il Libro dei Tre", e il Nano da "Biancaneve e Rosarossa"), la Regina testa la maledizione chiedendo a tutti una ciocca di capelli, ma l'incantesimo non funziona, inducendo il Nano a deriderla (viene trasformato in una statua che si trova nel giardino di Regina). Allora la Regina si rivolge alla persona che le ha consegnato l'incantesimo all'inizio, Tremotino. Si scopre che lui sa come far funzionare la maledizione, inducendo la Regina a chiedergli la cosa che possa farla funzionare. Tremotino le spiega che deve prendere il cuore di ciò che ama di più, e quando la Regina afferma di aver immolato il proprio destriero, l'uomo la aggredisce intimandogli che deve uccidere una persona, che si rivelerà essere il di lei padre. Aggiunge che Biancaneve e Azzurro gli hanno fatto visita in precedenza parlando della loro nascitura, che la Regina non sarà in grado di catturare, ma le dice che può aiutarla se lei in cambio lo trasformerà in una persona rispettabile nel nuovo mondo, cosa che la Regina accetta riluttante, entrambi consci che non avrebbero avuto nessun ricordo del loro accordo. Quando ritorna al castello, affronta suo padre, che dopo aver sentito cosa ha in mente di fare, la prega di non farlo. Come se avesse capito il suo errore, la Regina stringe il padre in un abbraccio, poi lo pugnala.

Mentre la maledizione si prepara a colpire, depone una rosa nera sulla tomba del padre, il cui nome è Henry. Nel presente, Regina riceve una visita dal signor Gold, che si scopre essere la persona responsabile di aver portato Henry a Storybrooke e aver riempito i moduli di adozione per Regina. Quando Regina apprende che Emma si trova ancora in città, chiede di sapere perché le abbia portato Henry e perché questo coinvolge Emma. Il signor Gold dice a Regina di ricordarsi dell'accordo che hanno stipulato, e che conosce il passato di Regina, facendo presumere che il signor Gold sia a conoscenza della sua vita precedente nel mondo delle favole. L'episodio termina con il signor Gold che dà un morso a una mela dell'albero di Regina e se ne va, rivelando che il melo è innocuo.

La cosa giusta da fare[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe un drappello armato che sta scortando il Principe Azzurro e la sua fidanzata, Abigail, a palazzo, viene bloccato da un tronco in mezzo al sentiero. Quando il Principe scende dalla carrozza per controllare, nota che il tronco è stato abbattuto di proposito, perché si tratta dell'esca per un furto, commesso da un vagabondo incappucciato, il quale sgraffigna una borsa contenente dei gioielli, incluso l'anello di matrimonio che avrebbe sancito la promessa tra Azzurro e Abigail. Quando il Principe vede il ladro fuggire, lo insegue e, raggiuntolo, lo scaraventa giù da cavallo. Mentre esamina l'identità del ladro, gli slega la sciarpa dal volto e scopre che si tratta di una donna, che altri non è che la bellissima Biancaneve. Prima che possa avere una risposta sul perché abbia rubato quei gioielli, Biancaneve lo colpisce con una pietra, ferendolo, per poi fuggire. Tuttavia, il Principe resiste all'attacco e le dice che la troverà comunque.

La promessa di Azzurro non tarda ad avverarsi. Non appena Biancaneve esce dal proprio nascondiglio nella foresta, cade nella trappola del Principe. Biancaneve intima al Principe di liberarla, ma lui vuole sapere che fine hanno fatto i suoi gioielli e come può riprenderseli, in particolare l'anello di matrimonio. Biancaneve accetta riluttante di dirglielo, e rivela che tutti i suoi cimeli sono stati venduti in cambio di monete d'oro, ma che possono essere recuperati. Il Principe, che dice di chiamarsi James, la libera, così che possa condurlo dai compratori. Lungo la strada, il Principe trova una foto segnaletica di Biancaneve nella sua borsa: la Regina la accusa di crimini contro la corona e contro la propria incolumità e, per questo, è ricercata in tutto il reame; tuttavia, lei afferma che si tratta di una messinscena della Regina Cattiva, che si vuole liberare di lei poiché il cacciatore che aveva ingaggiato per ucciderla è stato mosso dalla pietà e l'ha lasciata fuggire. Quando il principe, dopo aver ascoltato la storia, le domanda come mai la Regina la odi così tanto, Biancaneve ammette di aver fatto qualcosa di malvagio alla Regina Cattiva, che ha fatto scaturire l'odio tra di loro.

A un certo punto, i due arrivano ai piedi di un ruscello, e Biancaneve chiede al principe il permesso di bere. Ignaro delle sue intenzioni, egli la lascia fare, ma viene nuovamente colpito dalla principessa, la quale fugge nuovamente, solamente per essere catturata poco dopo, questa volta dagli scagnozzi della Regina, che hanno l'ordine di prendere il cuore di Biancaneve e portarlo dalla loro padrona. Il principe, tuttavia, insegue Biancaneve e attacca le guardie reali con la spada, uccidendone due, ma uno di loro fugge con la principessa. Il Principe allora scocca velocemente una freccia, uccide il nemico in fuga, guadagnandosi così la fiducia della donna, la quale accetta di condurlo nel posto dove ha venduto gli oggetti.

Mentre raggiungono il ponte malandato nel quale incontreranno i compratori dei gioielli, Biancaneve rivela a James la loro natura: essi sono dei troll, creature magiche molto irascibili e diffidenti che vanno trattate con rispetto e con cautela, per non rischiare di incappare nella loro ira. I troll si presentano ai due, ma quando Biancaneve chiede loro se può riavere indietro solamente l'anello di matrimonio, che sarà pagato con tutte le monete ottenute dal baratto, i troll si insospettiscono, scoprono il poster segnaletico di Biancaneve e si accaniscono su James, una volta scoperta la sua natura reale e pensando di essere finiti in una trappola, iniziando una battaglia che si conclude con il salvataggio di James da parte di Bianca, che usa un'arma potentissima, la polvere di fata che portava al collo come: avrebbe voluto usarla contro la Regina, ma decide di sacrificarla per salvare la vita a James. I roll, a cuasa della magia della polvere, vengono trasformati in scarafaggi innocui. James è sorpreso del fatto che Bianca l'abbia salvato, ma lei l'ha fatto solamente per ripagarlo di averle salvato la vita dagli sgherri della Regina. Quando gli consegna gli oggetti, incluso l'anello nuziale, Biancaneve osserva l'anello, poi se lo infila al dito prima di restituirglielo. Dopodiché, si dividono.

A Storybrooke, durante un appuntamento con il dottor Whale, Mary Margaret cerca di conversare con lui, ma lui sembra più interessato a Ruby, l'attraente cameriera del bar di Granny, inducendo Mary ad abbandonare il bar, ferita dal suo comportamento. Mentre cammina verso casa, Mary Margaret nota Emma seduta in auto, intenta a leggere un giornale, in cerca di un posto dove stare, cosa che fa piacere a Margaret: adesso che sa che Emma ha deciso di rimanere, le offre di condividere il suo appartamento. Emma, tuttavia, afferma di funzionare meglio da sola e declina gentilmente l'offerta dell'amica.

Il giorno dopo, Mary nota Henry intento a osservare il paziente sconosciuto in coma, mentre stanno allestendo le decorazioni all'ospedale, il quale dà ad Henry un'idea: convincere Emma a leggere il libro di fiabe al paziente. Ma ad Emma viene in mente una soluzione migliore, cioè lasciare che sia Mary a leggere il libro per il paziente in coma, cosa che lei accetta di fare. In ospedale, Mary legge il libro al paziente per un po' -in particolare, la storia di Biancaneve e Azzurro, le loro vere identità, fino a quando lui non le afferra, inaspettatamenye, una mano. Sconvolta, va chiamare il dottor Whale, dicendogli che lo sconosciuto potrebbe essersi risvegliato, ma il dottore le rivela di non notare alcun segno di miglioramento nell'attività cerebrale del paziente, e quindi immagina che Mary si sia immaginato tutto. Dopo che Mary se ne va, ancora convinta di non aver immaginato nulla, il dottor Whale telefona a Regina informandola che l'attività cerebrale del paziente sta migliorando, dato che gli è stato ordinato di avvertirla non appena ci fossero stati degli sviluppi: questo fa capire che in precedenza ha mentito a Mary Margaret. Il giorno dopo, Emma, Henry e Mary si fermano all'ospedale per fare una visita al paziente, ma scoprono che quest'ultimo è scappato durante la notte. In quel momento arrivano Regina e lo sceriffo Graham: Regina è molto interessata al paziente, in quanto l'ha trovato lei, sull'orlo di una strada in una notte freddissima, svenuto e senza memoria.

Mentre Regina porta Henry a casa, Emma, Mary e lo sceriffo decidono di indagare su quello che è successo durante la notte, così si dirigono verso la sala della sicurezza per cercare di scoprire qualcosa guardando il video delle telecamere, attive a tutte le ore nell'ospedale. Qui incontrano l'inserviente Leroy -in realtà Brontolo- e la guardia della sicurezza, Walter, che stava come al solito dormendo durante l'orario di lavoro (dato che in realtà è Pisolo), e si era dimenticato di aggiornare il video di sorveglianza; se ne occupa Emma, che riesce a trovare il video e scopre che il paziente è uscito nel bosco. Mentre Emma, Mary e lo sceriffo perlustrano il bosco alla sua ricerca, Henry si unisce a loro, perché conosce il motivo per cui il paziente ha lasciato l'ospedale: stava cercando Mary-Biancaneve, il suo vero amore, segno che le cose a Storybrooke stanno davvero cambiando, grazie all'arrivo di Emma.

Il paziente viene trovato svenuto vicino a un ponte, Toll Bridge, -il ponte che nella realtà è quello in cui Biancaneve e Azzurro hanno incontrato e sconfitto i troll- e, come c'era da aspettarsi conoscendo la storia originale, Mary lo salva e lo fa rinvenire.

Quando lo riportano in ospedale, Regina si presenta con una donna sconosciuta che si butta tra le braccia di lui: è Kathryn, è la moglie del paziente sconosciuto, il cui nome è David Nolan. La notizia devasta Mary (che ironicamente, porta al dito un anello molto simile a quello che si era provata Biancaneve prima di dire addio a James), mentre David guarda verso di lei come se la conoscesse. Questo insospettisce Emma verso Regina, sul fatto del come e del quando il sindaco abbia potuto trovare la moglie, e domanda al sindaco perché Kathryn non si fosse mai interessata nel cercarlo prima. Tuttavia, Regina fornisce a Emma le sue motivazioni riguardanti David, affermando che ha scoperto grazie ai video di sorveglianza che egli stesse menzionando il nome di Kathryn mentre dormiva. Emma è ancora convinta che Regina stia mentendo, ma prende per vere le sue parole. Più tardi, Emma arriva a casa di Mary e accetta l'offerta fattole in precedenza di abitare insieme.

Il prezzo della magia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe, Cenerentola, il cui nome reale è Ellam sta osservando tristemente i fuochi d’artificio che brillano in lontananza: segnano l'inizio del gran ballo al castello del principe, a cui lei non potrà andare perché costretta a pulire la casa in cui vive con la matrigna cattiva e le sue due sorellastre. Pochi istanti dopo, tuttavia, è sorpresa dall'arrivo della sua Fata Madrina, la quale la informa che le permetterà di partecipare al ballo, ma proprio quando sta per esaudire il suo desiderio, viene uccisa da Tremotino, il quale le ruba la bacchetta magica. L'uomo rivela a Cenerentola che lui è comunque in grado di realizzare il suo desiderio, ma che se l'avesse fatto, la ragazza sarebbe stata in debito con lui, perché ogni magia ha il proprio prezzo, e in futuro gli avrebbe dovuto rendere qualcosa di molto prezioso. Cenerentola, volendo a tutti i costi partecipare al ballo, accetta l'accordo e sigilla il patto firmando un contratto senza prendersi la briga di leggerlo.

Nel mondo reale, a Storybrooke, Emma accompagna Henry allo scuolabus; dopo aver lasciato il bambino, viene raggiunta dallo sceriffo Graham, che le offre il posto di vice-sceriffo. Emma, tuttavia, rifiuta l'offerta di lavoro, poiché sostiene che la sua permanenza nella cittadina non è definitiva e presto tornerà a Boston. Successivamente, si reca nel bar gestito da Granny e Ruby per fare colazione, e qui ha un nuovo, tormentato, incontro con il sindaco, Regina, che ancora una volta sottolinea quanto la donna sia inadatta a far parte della vita del piccolo Henry, a causa della sua mancanza di radici che, nel corso della sua vita, l'ha portata a compiere un'esistenza da girovaga e da solitaria. Una volta che Regina si è allontana, soddisfatta dal proprio discorsetto intimidatorio, Emma rovescia accidentalmente la cioccolata che stava bevendo sui propri vestiti, così si reca nella lavanderia sul retro del locale, dove fa la conoscenza di Ashley -in realtà Cenerentola-, una giovane cameriera di diciannove anni, che è in attesa del suo primo figlio. La ragazza le confida di essere confusa, disperata e terrorizzata da ciò che sta per succedere nella sua vita, poiché tutti ritengono che lei non sia in grado di gestire la situazione a causa della sua giovane età. Emma, trovando il racconto della ragazza molto simile al suo (anche lei era rimasta incinta giovanissima, a diciotto anni, e aveva deciso di abbandonare il figlio, Henry appunto, per dargli l'opportunità di vivere una vita migliore, ritenendosi inadatta a fare la madre) la esorta a prendere in mano la sua vita e a cercare di cambiarla per il meglio, non dando importanza all'opinione gli altri. La ragazza, confortata dalle praole di Emma, la ringrazia e si mette subito all'opera: la sera stessa, si reca presso il negozio dei pegni del signor Gold, dove ruba qualcosa dalla cassaforte, e, sorpresa nell'atto dallo stesso proprietario, lo stordisce con uno spray antistupro.

Nel frattempo, nel mondo delle fiabe, Cenerentola continua ad osservare i fuochi d’artificio, ma stavolta in compagnia del principe Thomas, nel giorno del loro matrimonio. Durante le danze, nel bel mezzo della festa per la cerimonia, sopraggiunge Tremotino, il quale le ricorda che deve onorare l'accordo e ripagare il debito: Cenerentola conferma che gli renderà tutto l'oro e tutto ciò che vorrà. Tremotino, però, rivela a Cenerentola che in realtà non è interessato alle sue ricchezze, ma al suo primogenito. In preda alla disperazione, Cenerentola decide di preparare i bagagli e andar via dal castello, ma viene sorpresa dal principe Thomas, a cui dopo poco rivela l'accordo, e di essere incinta. Il principe la rassicura, e le dice che riusciranno ad ingannare Tremotino con un nuovo accordo. Così, iniziando a preparare un piano per fermare la creatura malvagia.

A Storybrooke, nel frattempo, Regina, prima di recarsi a una riunione comunale, raccomanda a Hanry di non uscire di casa per alcun motivo, tuttavia il bambino si reca presso l'appartamento di Mary per far visita ad Emma, dove interrompe un colloquio tra lei e il signor Gold. Questo infatti, richiede l'aiuto di Emma, per ritrovare Ashley, poiché gli ha sottratto qualcosa di molto prezioso. Emma accetta l'incarico, senza essere a conoscenza di cosa la ragazza lo avesse derubato, poiché non vuole che questa finisca in prigione; si reca così da Ruby, la quale le comunica l'indirizzo di Sean (Thomas), il ragazzo di Ashley.

Una volta raggiunta l'abitazione del ragazzo, Emma lo esorta ad aiutarla a cercare Ashley e di agire contro il volere dei suoi genitori, che gli hanno impedito di stare con la ragazza e di crescere insieme il loro bambino. Il loro dialogo è interrotto dal padre di Sean, che comunica ad Emma di non preoccuparsi ulteriormente per le sorti di Ashley, poiché non appena nato suo figlio sarà nato, dovrà consegnarlo al signor Gold, in cambio di una cospicua somma di denaro. Emma capisce, dunque, di essere stata inconsapevolmente assunta dal signor Gold per ritrovare Ashley, a causa dell'accordo stretto in precedenza tra i due. Preoccupata, si reca nuovamente da Ruby (Cappuccetto Rosso), la quale le confida che in realtà Ashley è sulla strada per Boston, poiché vuole abbandonare definitivamente la città.

Nel frattempo, nel mondo delle fiabe, Cenerentola ha un nuovo incontro con Tremotino, convocato per stipulare con lei un nuovo accordo, facendogli credere di aspettare due gemelli; pur essendo molto sospettoso, l'uomo firma il nuovo contratto, e rimane immobilizzato da una magia, scaturita da una penna magica, con cui ha firmato. Tremotino viene catturato dalle guardie del principe e condotto in una gabbia; egli, rivolgendosi a Cenerentola, la minaccia, dicedole che prima o poi, in un mondo o nell'altro, avrebbe avuto il suo bambino. Il piano organizzato dal principe Thomas sembra essere andato a buon fine e, mentre lui e Cenerentola cominciano a rasserenarsi e a intraprendere la strada di ritorno al castello, Cenerentola ha un malore. Thomas corre allora verso un pozzo nel bosco, per prenderle un po’ d’acqua, ma di lì a poco scompare senza lasciare traccia. Cenerentola intuisce che il colpevole dell'accaduto è ancora una volta Tremotino, il quale. poco distante, prima di essere scortato in prigione, informa la ragazza, che nessuno può rompere un accordo con lui, e che non rivedrà mai più il suo amato fin quando non terrà fede all'accordo e non gli darà il suo primogenito.

Sulla via per Boston, proprio all'uscita di Storybrooke, Emma e Henry ritrovano Ashley, ormai prossima al parto. I due la trasportano in ospedale, dove poco dopo sopraggiunge il signor Gold, venuto a conoscenza dell'accaduto. Egli ha un colloquio con Emma, con cui stringe un accordo: rinuncerà al bambino di Ashley, ma in futuro Emma gli dovrà restituire un favore. Una volta accettato l'accordo, Emma si reca nella stanza d’ospedale di Ashley, per informarla che ormai è libera da ogni vincolo e che può tenersi il suo bambino. Poco dopo, nella stanza arriva anche Sean, il quale rivela ad Ashley che ha intenzione di crescere con lei la loro bambina, che si chiamerà Alexandra -lo stesso nome che avevano scelto Ella e Thomas. Riaccompagnato Henry a casa prima dell'arrivo di Regina dalla riunione comunale, Emma chiama lo sceriffo Graham e accetta il lavoro di vice sceriffo offertole in mattinata, sancendo il volere di rimanere a Storybrooke.

Conclusa la telefonata si scopre, però, che lo sceriffo era in realtà in una stanza d’albergo, dove ha segretamente incontrato Regina, con la quale ha una relazione.

La voce della coscienza[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Siamo nel mondo della fiabe. Durante uno spettacolo di burattini, un bambino di nome Gimini, tra la folla, ruba delle monete agli spettatori. Poco tempo dopo, il piccolo ladro torna con il bottino dai suoi genitori, due burattinai che rubano per sopravvivere, e i quali hanno insegnato tutti i loro trucchetti da furfanti al figlio, affinché egli li aiutasse, una volta vecchi e deboli. Gimini, tuttavia, è stanco di andare contro la legge, e cerca di convincere i suoi genitori a smettere di rubare, ma poi è costretto a rassegnarsi a quella vita, seguendo i suoi genitori burattinai.

Passa il tempo, e Gimini è ormai un adulto, ma è sempre in viaggio con i suoi vecchi genitori, che lo costringono ancora a truffare e a derubare la gente. Durante un temporale, mentre Gimini sta portando a termine i preparativi per lo spettacolo di burattini dei genitori, incontra un bambino, entusiasta per la presenza delle marionette, che gli regala un ombrello affinché non si bagni. Gimini sogna di non fare più quella vita, di essere libero come un grillo, ma sa che i suoi genitori non glielo permetterebbero, ed è per questo che decide di provare a cambiare le cose definitivamente. Recatosi a fare una consegna di paglia per Tremotino, Gimini stringe un patto con lui, il quale gli consegna una pozione elfica che muterà i suoi genitori in qualcos'altro (che poi prenderà lui come pagamento). Purtroppo il piano di Gimini non funziona a causa del padre, che scambia la boccetta con la pozione con una di acqua piovana: quella con la pozione finisce per essere bevuta da due brave persone, vittime della truffa dei genitori e di Gimini, che vengono trasformate in marionette, e che poi si rivelano essere i genitori del ragazzino che aveva regalato a Gimini l'ombrello. Sconvolto, Gimini desidera intensamente fare qualcosa per rimediare a tutto il dolore che aveva causato al bambino, e il suo desiderio viene sentito dalla Fata Turchina: ella dice di non poter dare nuova vita alla coppia, ma può dare a lui una forma nuova, con la quale essere libero e poter aiutare quel ragazzino, che si scopre chiamarsi Geppetto. Gimini esprime il desiderio di essere un grillo, e viene trasformato nel Grillo Parlante.

A Storybrooke, Henry è dal dottor Hopper. I due iniziano a parlare del perché Henry sia convinto che Archie sia il Grillo Parlante e della maledizione. Henry cerca delle prove, ma il dottor Hopper continua a credere che si tratti solo di un modo per esprimere le proprie emozioni, e che nulla sia reale.

Emma riceve da Graham il distintivo di vice-sceriffo e, non appena lei lo indossa, una scossa di terremoto colpisce Storybrooke, aprendo l'accesso alle vecchie miniere, ormai chiuse. L'accaduto, ovviamente, è degno di nota e richiama l'attenzione della polizia e di gran parte della cittadina, che si reca sul posto.

Regina, in qualità di sindaco, si presenta alle miniere e cerca di tranquillizzare i cittadini, dicendo di volerle distruggere, ma Henry non è d'accordo, sospettando che qualcosa sia nascosto lì sotto. Regina dissuade il figlio, rassicurandogli che non c'è niente nascosto nelle miniere, ma lui non ci crede, essendo convinto che la madre adottiva sia la Regina Cattiva del suo libro di fiabe. Regina, mentre nessuno la vede, intravede un frammento di vetro e se lo mette in tasca. Poco dopo, prendendo il dottor Hopper in disparte, gli intima di distruggere le fantasie di Henry; il dottore ritiene che sia una mossa pericolosa per il benessere e l'equilibrio psicologico del bambino, ma è costretto ad arrendersi di fronte alla minaccia di essere licenziato. Archie riceve allora Henry nel suo ufficio, intimandogli con forza di dimenticare le fantasie sul suo libro, che sono solo storie senza fondamento reale, e il bambino corre via in lacrime.

Henry si reca di nascosto nella miniera, sperando di raccogliere indizi e dimostrare a tutti che non è pazzo e che non si sta inventando niente; viene raggiunto da Archie, tremendamente in colpa per essersi piegato ai voleri di Regina e aver distrutto le fantasie del bambino, ma la miniera crolla, intrappolandoli. Mentre tutta la cittadinanza si mobilita per aiutarli, i due hanno un chiarimento: Archie dice a Henry che crede alla sua teoria.

Alla fine, grazie a Pongo, il cane di Archie, e a Emma, i due vengono tirati fuori dalla miniera, ed il dr. Hopper dice a Regina che d'ora in poi seguirà la sua coscienza nella terapia per Henry, ignorando le sue minacce e ricordandole che se Emma avesse iniziato, prima o poi, una battaglia legale per l'affidamento di Henry, il suo giudizio sarebbe stato molto rilevante, in quanto terapeuta del piccolo. Regina è costretta ad accettare, furiosa, e di nascosto butta il pezzo di vetro nel fondo della miniera.

Il pastore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe, Azzurro, dopo aver battuto in duello un troll, viene invitato da re Mida, grande amico del padre, il re George, e dotato del potere di trasformare tutto ciò che tocca in oro, a uccidere il drago che vive tra le montagne del loro regno, in cambio di una grande quantità d'oro e, per dimostrare l'apprezzamento per il coraggio e l'abilità del giovane principe, trasforma in oro la sua spada. Tuttavia, il troll non è morto, e trafigge a morte il principe James, con grande disperazione del padre. Mentre piange sul corpo esanime del figlio sopraggiunge Tremotino, che in cambio di un altro favore concede al re la possibilità di riavere il figlio: George, infatti, non può accettare la morte del figlio non solo per motivi personali, ma anche perché, se Mida avesse scoperto che l'eroe più valoroso del regno era morto, non avrebbe più dato al suo reame alleato l'oro promesso in cambio dell'uccisione del drago. Il problema è che Azzurro è morto, e nessuna magia può riportarlo in vita.

Si scopre, dunque, che James non era il figlio biologico di George, ma era stato sottratto da Tremotino, grazie a un precedente accordo tra i due, da una famiglia di pastori al momento della sua nascita, ed era stato cresciuto come principe. In realtà, la famiglia da cui aveva prelevato il neonato diversi anni addietro aveva avuto due figli, in particolare due gemelli. Tremotino ha intenzione di andare a prelevare l'altro gemello e portarlo dal re George.

Il fratello gemello di Azzurro, James, vive in una fattoria con la madre e fa il pastore, ignaro di tutto quanto: è un uomo gentile, premuroso e che sogna di sposare il suo vero amore, e non vuole accettare il matrimonio con la figlia di un ricco mugnaio che sua madre gli propone costantemente. Solo l'arrivo di Tremotino nella loro fattoria convince la madre a rivelare al figlio la verità, e lui accetta di fingere di essere James per aiutare il re, che a sua volta promette di far vivere la madre in agiatezze per il resto della vita. Scortato dai soldati che dovranno uccidere il drago al posto suo, il falso principe Azzurro è costretto comunque ad affrontare la bestia e ucciderla. Il re Mida, rimasto all'oscuro della morte del vero principe, come promesso concede al padre di Azzurro il denaro pattuito, e comunica che oltre all'oro Azzurro dovrà accettare anche la mano della figlia, la principessa Abigail: ciò significa che le due corone dei due regni di George e Mida stanno per unirsi. Inizialmente vorrebbe rifiutare, data la sua volontà di sposare solo la donna del suo cuore, ma il re George lo interrompe e lo abbraccia, in modo da farsi udire solo da lui: se avesse provato a rifiutare il matrimonio, avrebbe ucciso sua madre.

Nel mondo reale, intanto, David (Azzurro) viene riportato a casa dalla moglie Kathryn dove ad accoglierlo ci sono tutti gli amici della coppia e gli amici che David ha conosciuto dopo il risveglio dal coma, tra cui anche Emma e il piccolo Henry. Manca solo Mary Margaret, che ha preferito non presentarsi alla festa per non creare altri problemi. Tuttavia, David si accorge della sua assenza. Nel frattempo, Regina parla con Kathryn, dicendole di non lasciare il marito da solo, e la donna la ringrazia per esserle vicina, per averle permesso di ritrovare il marito e di esserle amica. Intanto David raggiunge Mary Margaret a casa, ma lei lo respinge perché lui è un uomo sposato ed è sbagliato cercare di intrattenere una relazione con lui. David non demorde, e chiede a Mary Margert di incontrarlo quella sera stessa nel punto in cui si sono incontrati per la prima volta.

Nel mondo delle fiabe, James/Azzurro ritorna dalla madre per dirle addio, e la donna, dopo aver capito che il figlio è costretto contro la sua volontà a sposare la principessa sotto la minaccia del re, gli dice che un giorno troverà il vero amore, e gli regala l'anello che il padre di Azzurro le aveva donato il giorno del matrimonio, e che lui dovrà dare alla sua futura sposa.

Nel mondo reale, David fugge di casa, alla ricerca di sé stesso, e Regina incolpa Mary Margaret di essere una rovina famiglia per aver provato a intrattenere una relazione con un uomo già sposato. Emma, però, le comunica che se lui è fuggito dalla sua vera moglie per lei, allora Mary deve ripagarlo presentandosi all'incontro che lui le ha dato al ponte, il Toll Bridge, dove l'hanno trovato. Tuttavia, David si perde e incontra Regina per strada, che gli dà delle indicazioni errate. facendolo arrivare al negozio dei pegni del Sig. Gold. All'interno del negozio, la sua attenzione viene attirata da un carillon di piccoli unicorni di cristallo bianchi e blu e il sig. Gold lo chiama Azzurro, riferendosi però all'unicorno blu che ha colpito lo stesso James. Dopo aver ricevuto le indicazioni corrette, il giovane torna verso l'uscita ma prima di uscire, vede un piccolo mulino a vento posato su un mobile che gli sembra famigliare e dice che gli appartiene. Il sig. Gold sorride, come se avesse intuito qualcosa. Al ponte Mary Margaret è in attesa di David, ma quando lui la raggiunge capisce che qualcosa è cambiato in lui. David sembra ricordare qualcosa riguardo a Kathryn, e preferisce rimanere con lei per cercare di ricordare tutto il resto e mettere insieme i pezzi del puzzle e Mary Margaret si allontana, nascondendo le lacrime.

Nel mondo delle fiabe, James ha accettato la mano della principessa Abigail e, dopo aver salutato i re, genitori di entrambi, i due si allontanano verso la carrozza che li attende per il viaggio verso il castello dove saranno celebrate le nozze. Tuttavia, James ha scelto un percorso che non va molto a genio alla principessa, che non manca di sottolinearlo, e lungo la strada qualcuno, arrampicato su un albero, spia il passaggio della carrozza verso un albero caduto con un sorriso. È Biancaneve.

Il cacciatore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe, viene mostrata la storia del cacciatore che dovrebbe uccidere Biancaneve: nella realtà, è lo sceriffo Graham.

Viene spiegato che è stato allevato dai lupi, che è un amante degli animali, il quale piange dopo aver ucciso le proprie prede, considerando la loro morte un sacrificio degno di onore. Una sera, si reca in una locanda assieme al proprio lupo, un bellissimo esemplare con un occhio nero e un occhio rosso, e viene deriso da altri cacciatori presenti, che sanno delle sue strane abitudini. Il lupo, improvvisamente, inizia a ringhiare verso uno dei cacciatori, e quando quest'ultimo fa intendere che vuole uccidere l'animale, il cacciatore-Graham viene preso da una strana ira e fa una strage nella locanda. La Regina osserva tutto grazie al suo specchio magico e sentenzia che quel cacciatore è quello adatto per il suo piano: ella, infatti, sta cercando un cacciatore abbastanza spietato da poter uccidere Biancaneve senza problemi. La Regina, dopo aver inscenato la morte del padre di Biancaneva, ingaggia il cacciatore affinché uccida Biancaneve e le strappi il cuore (dato che facendola uccidere dai suoi uomini rischierebbe una rivolta) in cambio della fine della caccia ai lupi, gli animali che lo hanno allevato.

Mentre il cacciatore scorta Biancaneve nel bosco per ucciderla, la ragazza scopre la sua identità: Biancaneve scappa impaurita, e dunque comincia ad inseguirla, finché non la trova seduta su un masso nel bosco, intenta a scrivere una lettera, e viene incaricato dalla ragazza stessa a consegnarla alla Regina, dopo che il cacciatore l'avrà uccisa. Dopo averla letta, tuttavia, il cacciatore si commuove e lascia fuggire Biancaneve, con l'intenzione di provare a ingannare la Regina mostrandole il cuore di un daino. Il cacciatore torna dalla regina, sperando di non essere scoperto, ma la donna scopre la verità e, furiosa per non essere stata obbedita, strappa il cuore del cacciatore dal suo petto, dicendo che da quel momento in poi sarebbe stato il suo cagnolino e il suo schiavo: il Cacciatore non è morto, bensì da quel momento non proverà più emozioni, non avendo più un cuore. Regina, da quel momento, custodisce il cuore del Cacciatore, e gli dice che d'ora in poi lui sarà il suo schiavo e farà tutto quello che lei vorrà, altrimenti la Regina Cattiva lo ucciderà stringendo il suo cuore fino a farlo diventare polvere, e gliene da una dimostrazione.

A Storybrooke, un Graham ubriaco bacia una Emma arrabbiata per aver scoperto la sua relazione segreta con Regina, e subito dopo comincia ad avere delle visioni su un lupo con un occhio nero e un occhio rosso. Si dirige, dunque, a casa di Regina dove, dopo aver fatto l'amore con lei, sogna di uccidere un daino e di incontrare sempre lo stesso lupo, quindi si sveglia di soprassalto e se ne va in cerca di spiegazioni. Graham continua ad avere strane visioni e chiede aiuto a Mary Margaret, la quale le dice dell'ipotesi di Henry secondo cui tutti sarebbero personaggi delle fiabe. Graham decide quindi di andare a chiedere spiegazioni al bambino. Graham, grazie ad Henry, ha scoperto di essere quel cacciatore a cui la regina ha rubato il cuore dopo che le aveva disobbedito, perciò non era più in grado di provare emozioni. Uscito dalla casa di Henry, incontra Emma, e insieme vedono il lupo che li guida al mausoleo di Regina; decidono di entrarci, ma dentro non trovano nulla e vengono scoperti da Regina, la quale ha un corpo a corpo con Emma, e subito dopo viene mollata da Graham. Dopo la piccola rissa tra le due, Emma si fa curare alla centrale da Graham, mentre Regina, spostata la tomba del padre, sotto la quale c'è un passaggio segreto, arriva al proprio mausoleo. Graham bacia nuovamente Emma e si ricorda della sua precedente vita di cacciatore; l'episodio si conclude con la morte di Graham, ucciso da una Regina abbandonata, sola e furiosa, che ha stretto il suo cuore fino a polverizzarlo

  • Guest star: Giancarlo Esposito (Specchio Magico/Sidney Glass), Meghan Ory (Ruby).
  • Ascolti USA: telespettatori 8 920 000 – share 7%[15]
  • Ascolti Italia: telespettatori 283 888[16]

Anime disperate[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe, Tremotino era un povero contadino costretto a scegliere tra lasciar arruolare il figlio quattordicenne nell'esercito o impedire che ciò avvenga. Deciso per la seconda opzione, Tremotino tenta di scappare col figlio di notte, ma viene scoperto dai soldati che lo riconoscono come l'uomo che disertò lasciando i compagni durante la Guerra degli Orchi, tanto che la moglie lo lasciò dalla vergogna nei suoi confronti. I soldati umiliano così Tremotino senza pietà di fronte al figlio. Tremotino viene soccorso da un vecchio mendicante che gli suggerisce di rubare il pugnale del Signore Oscuro, un potente essere magico, che adesso sta agli ordini del Re proprio grazie del pugnale, che, tra l'altro, è l'unica arma che può ucciderlo. Tremotino, determinato a impossessarsi di questo potere in modo tale da salvaguardare il figlio ed impedire che venga arruolato nell'esercito e condotto a morte certa, dà fuoco al palazzo del Re grazie ad un trucco e riesce a rubare il pugnale; quando però evoca il Signore Oscuro, questi lo provoca, spingendo ad ucciderlo. Il Signore Oscuro si rivela essere proprio il vecchio mendicante, che gli spiega che ora tutti i suoi poteri passeranno a Tremotino, mentre lui può finalmente morire, dato che odiava la sua esistenza, ma non poteva suicidarsi. Sul pugnale compare così il nome di Tremotino, il nuovo Signore Oscuro. Coi suoi nuovi poteri, Tremotino salva il figlio dai soldati che volevano arruolarlo e si vendica su chi l'aveva umiliato convincendosi che il potere è tutto.

Nel frattempo, nel paese di Storybrooke, si cerca un nuovo Sceriffo, dato che Graham è venuto a mancare, ed Emma si candida per il posto. Regina vorrebbe assumere Sidney, il giornalista, come sceriffo, dato che è un suo fedelissimo collaboratore, ma Emma viene a sapere dal signor Gold che si devono fare delle elezioni per nominare il nuovo sceriffo. Mentre Emma discute con Regina a casa sua, si verifica un incendio, ed Emma porta in salvo Regina, che era rimasta bloccata a causa di una storta; in questo modo Emma si mette in bella mostra di fronte ai cittadini. Emma, però, scopre che è stato il signor Gold a causare l'incendio, anche se non ha prove, e si convince che Henry abbia ragione dato che le aveva detto che i buoni sono destinati a perdere, dato che devono seguire le regole. Tuttavia, per dimostrare al figlio che non è così, all'ultimo comizio prima delle elezioni, Emma racconta la verità ai cittadini, accusando Gold. Con sorpresa di Emma, tuttavia, ella vince le elezioni ed è nominata nuovo sceriffo. Alla centrale, trova Gold ad aspettarla che le fa intendere che è andato tutto come voleva lui; infatti sapeva che Emma avrebbe avuto il coraggio di affrontarlo e, dato che i cittadini temono più lui di Regina, vedere qualcuno tenergli testa avrebbe fatto loro una buona impressione. Gold se ne va ricordandole che le deve ancora un favore.

La bussola[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Emma viene chiamata per via di un piccolo furto commesso da due bambini. Intenerita dalla loro storia decide di non arrestarli e di riportarli a casa senza conseguenze. Accompagnati i bambini però, scopre che sono due orfani che vivono in totale povertà e non dicono di non avere i genitori per non essere separati.

Nella fiaba i due fratelli sono Hansel e Gretel, che mentre erano nel bosco col padre, all'improvviso si trovano da soli e alla disperata ricerca del genitore. Purtroppo per loro invece del padre, si ritrovano sulla strada di Regina che, in cambio di un "favore" li aiuterà a ricongiungersi col padre. Così Hansel e Gretel vengono accompagnati alla casa di dolci della Strega Cieca, che custodisce un sacchetto nero che Regina vuole a tutti a costi. I bambini riescono a sfuggire alla Strega Cieca (che si nutre proprio di bambini e che verrà bruciata infine da Regina dopo essere stata chiusa nel forno) ed a prendere il sacchetto e a portarlo a Regina, e dentro al sacchetto altro non c'era che la mela rossa avvelenata destinata a Biancaneve. Regina offre ai due ragazzini la possibilità di diventare suoi figli, ma i due rifiutano così che questi li teletrasporta nel bosco per tenerli lontani dal padre (dopo avere interrogato anche quest'ultimo che le dice che i membri di una famiglia prima o poi si rincontrano sempre).

Nella realtà invece, Emma ha ritrovato il padre dei bambini, che non è al corrente nemmeno di avere due figli. Ma l'uomo è riluttante nel prendersi una responsabilità del genere, così manda via Emma dicendo che non si sente in grado di fare il padre. Regina nel frattempo ha già disposto il trasferimento dei bambini in un centro a Boston dove verranno divisi e adottati, e a malincuore Emma è costretta a portarli via da Storybrooke, nonostante l'avvertimento di Henry che nessuno può uscire dalla città senza che gli accadano brutte cose. Ma a metà strada Emma finge di avere un problema all'auto, e così chiama il carroattrezzi, gestito appunto dal padre dei bambini. Con questo pretesto costringe il padre a vedere i suoi figli, e alla fine l'uomo cede e li prende con sé. Emma è riuscita a tenere insieme la famiglia.

Intanto Henry a seguito della storia (non vera) che la madre gli ha raccontato su suo padre, dipingendolo come un eroe vigile del fuoco morto per salvare delle persone e che mangiava sempre torta di zucca e caffè, si ritrova con Emma a mangiare torta di zucca, e contrariamente alla legge di Storybrooke in cui nessuno arriva e nessuno se ne va, a parte Emma, spunta fuori un uomo sulla moto, che chiede ad Emma ed Henry dove può passare la notte.

07:15 del mattino[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel Mondo delle Fiabe, le nozze tra il Principe Azzurro e la figlia del re Mida si avvicinano. Biancaneve vorrebbe dimenticarsi del principe, ma non ci riesce e sotto consiglio di Cappuccetto Rosso si reca da Tremotino che, in cambio di una sua ciocca di capelli, le consegna una pozione che una volta bevuta le cancellerà ogni ricordo del principe. Intanto a palazzo il principe James è ancora innamorato di Biancaneve e contravvenendo agli ordini di re George, le manda un messaggio tramite un piccione un attimo prima che la ragazza beva la pozione. Biancaneve si reca così di nascosto al palazzo, ma viene catturata dagli uomini del re e chiusa in una prigione dove conosce un nano di nome Brontolo, imprigionato per una falsa accusa. Quando un altro nano, Svicolo, giunge per salvare il compagno, Brontolo libera anche Biancaneve che si era dimostrata molto gentile con lui. Purtroppo però la fuga ha breve durata; Svicolo viene ucciso dagli uomini del re George e solo l'intervento di Biancaneve, che minaccia di dare tutto in fiamme, permette a Brontolo di fuggire. Re George obbliga Biancaneve a incontrare il principe e dirgli che non lo ama in modo da spezzargli il cuore, altrimenti lo ucciderà. La ragazza è costretta a farlo e liberata se ne ritorna nel bosco dove incontra Brontolo e i suoi sei fratelli che promettono di aiutarla; pochi giorni dopo però, Biancaneve beve la pozione di Tremotino, dimenticandosi così del principe.

Nel mondo reale sia Emma che Regina sono molto sospettose sul nuovo arrivato dopo che questi parla con Henry. Emma lo affronta incuriosita anche dalla valigia che si porta sempre dietro e l'uomo le mostra che dentro c'è una macchina da scrivere perché lui è uno scrittore, ma non le rivela altro rimandando il tutto al prossimo incontro. Intanto Mary Margaret non riesce a mettere da parte i sentimenti per David presentandosi alla locanda di Granny ogni giorno alle 7:15 solo perché sa che lui si recherà lì a quell'ora. La situazione si complica quando si presenta la possibilità che Kathryn sia incinta (che comunque poi si rivela un falso allarme). Il giorno dopo Mary Margaret trova una colomba leggermente ferita che, secondo il veterinario, deve tornare al suo stormo altrimenti rimarrà sola per sempre. Mary si reca così nel bosco per riportare la colomba al suo stormo, rifiutando l'aiuto di David il quale però la segue lo stesso salvandola quando rischia di cadere da un dirupo. I due affrontano così il fatto di provare sentimenti l'uno per l'altro, ma Mary pensa che sia sbagliato e che non debbano vedersi. I due cercano di evitarsi il giorno dopo, ma finiscono per incontrarsi e per baciarsi (tutto sotto lo sguardo di Regina).

Il frutto dell'albero avvelenato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Genio della Lampada viene trovato dal padre di Biancaneve e come desiderio, avendo già tutto, ordina che questi venga liberato dalla lampada e come secondo desiderio gli regala il suo terzo desiderio. Una volta a palazzo, diventa la persona di cui il re si fida ciecamente. Conosce la regina e se ne innamora. La donna sembra ricambiare i suoi sentimenti, ma il re sembra accorgersi di qualcosa e fa rinchiudere la donna chiedendo al Genio di trovare la persona di cui è innamorata. Contattato dal padre di Regina, quest'ultima gli confessa di voler uccidere il re. Il Genio promette di aiutarla usando le vipere di Agrabah, la sua terra d'origine, il cui veleno è mortale pensando che, una volta ucciso il re, scapperanno insieme. Purtroppo, ciò si rivela un inganno della regina per poter far ricadere la colpa su qualcuno invece di sporcarsi le mani lei stessa. Sconvolto e adirato per essere stato preso in giro, il Genio desidera di non lasciarla mai e quindi viene trasformato nello Specchio Magico.

Nel mondo reale Emma viene contatta da Sidney che, licenziato dal giornale, dice di volersi vendicare di Regina chiedendo a Emma di aiutarlo nello scoprire i suoi scheletri nell'armadio. I due pensano di aver trovato delle prove che mostrano che Regina abbia usato dei soldi pubblici per comprare un terreno da Gold per farne una seconda casa. Affrontano così Regina nel consiglio cittadino, ma Regina mostra che il terreno serve per la costruzione di un nuovo parco-giochi per i bambini (quello vecchio era stato abbattuto) facendo così bella figura ai danni di Emma. Si scopre infine che Sidney in realtà lavora ancora per Regina con lo scopo di controllare Emma. Nel frattempo Henry non trova più il suo libro che aveva nascosto nel vecchio rifugio, libro caduto nelle mani del misterioso Forestiero.

Belle[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Tremotino fa un patto con Belle, la quale promette di diventare la sua governante per il resto dell'eternità in cambio della vittoria e della salvezza della sua famiglia e dei suoi amici, poiché stanno per essere sconfitti in una guerra. Intanto a Storybrooke il signor Gold, dopo aver privato un suo debitore, Moe French, del suo furgone per la vendita delle rose, evita una conversazione con Regina andandosene senza nemmeno ascoltarla. Emma e Mary Margaret incontrano Ashley (Cenerentola) che si lamenta di non avere un attimo libero e che dovrà passare anche San Valentino senza il suo fidanzato Sean, impegnato con il lavoro; Ruby propone allora alle tre amiche di passare la serata con lei, ma Emma rifiuta e viene avvertita di un furto in casa del signor Gold, che la informa di sapere chi sia il ladro. Infatti Emma trova tutto a casa di Moe French tranne l'uomo e il signor Gold le dice che manca ancora qualcosa.

Nel frattempo Belle cerca di conoscere meglio Tremotino, soprattutto dopo che lui le salva la vita dopo essere caduta da una scala per aprire le tende. Scopre che Tremotino aveva un figlio, ma la storia viene interrotta dall'arrivo di sir Gaston, il promesso sposo di Belle, che Tremotino trasforma in una rosa per la ragazza. Le chiede per quale motivo abbia scelto di andare con lui e lei risponde che l'ha fatto perché voleva dimostrare quanto valeva ed essere eroica; Tremotino le promette allora di raccontarle il resto della storia di suo figlio dopo che lei fosse andata a prendere della paglia e fosse tornata, permettendole così di scegliere se restare con lui o fuggire.

Mentre si reca in paese, Belle incontra la Regina, che le dice che un bacio del vero amore, se contraccambiato, può spezzare qualsiasi maledizione e far tornare Tremotino umano. Tornata al castello della "bestia", la ragazza cerca di farsi raccontare la sua storia e alla fine lo bacia; lui all'inizio la guarda negli occhi, poi però si infuria, credendo che lei lo voglia privare dei suoi poteri e che Regina c'entri qualcosa; per questo la rinchiude nelle segrete. Intanto a Storybrooke il signor Gold rapisce Moe French per scoprire dove si trova l'oggetto mancante e arriva a picchiarlo con il suo bastone ripetendo più volte che era colpa dell'uomo se "lei" se n'era andata, in quanto suo padre; Emma lo ferma e lo porta in cella, nel suo ufficio. Nel frattempo la serata ragazze per San Valentino procede noiosa sia per Mary Margaret sia per Ashley, la quale però, mentre se ne sta andando, riceve la visita di Sean con un mazzo di rose rosse e un anello, per chiederle di sposarlo.

Dallo sceriffo, Regina concede a Emma mezz'ora con il figlio in cambio di poter parlare con Gold; la donna lo ricatta di non rendergli l'oggetto mancante rubato, chiedendogli il suo nome nella vita precedente e l'uomo le rivela di sapere che era Tremotino, così il sindaco, con la velata minaccia che forse non è più lui quello più potente, gli ridà la tazza che Belle aveva sbeccato. Nel mondo delle fiabe, Tremotino lascia andare Belle, che l'accusa di codardia perché non vuole ammettere che qualcuno possa amarlo. In seguito la Regina fa visita a Tremotino e gli rivela che Belle, dopo essere stata rifiutata da tutti gli uomini del suo palazzo ed esorcizzata dal padre, si è gettata dalla torre in cui era rinchiusa. La regina se ne va, lasciando l'uomo sconvolto dal dolore, tanto da mettere la tazza sbeccata su un piedistallo come suo tesoro più prezioso.

Regina fa visita a una ragazza chiusa in manicomio: Belle.

Che cosa è successo a Frederick?[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe il principe azzurro scappa dal regno con l'aiuto di Abgail, sua sposa promessa che come lui non ha intenzione di sposarsi con qualcuno che non ama, infatti il suo cuore appartiene a un ragazzo di nome Frederick ma che sfortunatamente dopo un salvataggio eroico a Re Mida viene accidentalmente trasformato totalmente in oro. Il principe conosciuta la tragica storia decide di aiutare Abgail, dato che Biancaneve gli aveva detto liberamente di non amarlo e che almeno loro potessero avere il loro lieto fine. Va dunque alla ricerca di un lago la cui acqua miracolosa riesce a spezzare qualunque incantesimo, ma il lago è la dimora di un mostro che altro non è che una sirena che cerca di sedurre il principe trasformandosi in Biancaneve, per poi ucciderlo. Il principe riuscirà a resistere alle sue lusinghe e ad ucciderla facendo così tornare Frederick alla normalità e decidendo di tornare a cercare Biancaneve mentre Re George decide di dargli la caccia.

Nel mondo reale David decide insieme a Mary Margaret di lasciare Kathryn, ma non trovandone il coraggio non le rivela il motivo. A pensarci sarà Regina che le mosterà le foto, scattate di nascosto, della coppia. Kathryn conosciuta tutta la verità va a sfogarsi su Mary Margaret pubblicamente a scuola, così tutti iniziano a darle della rovina famiglie e sgualdrina. Mary Margaret giunta alla conclusione che la storia fra lei e David non porterà a nulla di buono decide di lasciarlo. Kathryn parte per Boston per studiare legge, ma in circostanze misteriose sparisce dopo aver avuto un incidente prima di uscire da Storybrooke. Inoltre Regina ruba la lettera che Kathryn aveva preparato per David, in cui lo perdonava, e la brucia.

Sognolo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'apprendista fata Nova è incaricata di portare la polvere di fata per il regno quando un pizzico di povere fatata vola fino alle profondità della terra fino a penetrare in un uovo; da quell'uovo nasce "Sognolo", un nano. I nani nascono da uova, i loro nomi vengono assegnati loro da una picca, non si innamorano, non sognano e non hanno aspettative, ma lui sì. Incontrata fata Nova e resosi conto che è lei che lo ha svegliato rendendolo un nano con dei sentimenti non fa che pensare a lei. Belle (della Bella e la Bestia) gli conferma che quello che sta provando che gli toglie il sonno e non lo fa mangiare è l'amore. Sognolo così si reca al luogo dell'appuntamento preso con Nova ed i due si promettono di partire insieme per vedere il mondo, ma quando il nano sta per lasciare i nani per seguire il suo cuore la maestra di Nova e il suo insegnante lo convincono che non è il suo destino e gli comunicano che se lo fa Nova non potrà mai diventare una Fata Madrina come aveva sempre sognato, così, quando si presenta al luogo dell'appuntamento, dice a Nova che non andrà con lei. Tornato in miniera, arrabbiato rompe la sua picca, e quando gliene viene data una nuova il suo nome non è più Sognolo (Dreamy) ma Brontolo (Grumpy).

A Storybrook, invece, Emma indaga sulla scomparsa della moglie di David dove lui è il primo sospettato; intanto in città si festeggia il giorno dei minatori e le suore del convento vendono le candele. Mary Margaret si è offerta volontaria ma visto che l'intero paese la odia non riesce a vendere nessuna candela. Brontolo nella realtà è Leroy, l'ubriacone della città, ovvero la seconda persona più odiata dai cittadini dopo Mary Margaret. Si comporta sempre in maniera scorbutica con le altre persone, ma quando una suora del convento, sorella Astrid (ovvero Nova nel mondo delle fiabe) gli chiede il suo aiuto e lo elogia per quello che ha fatto se ne innamora a prima vista. Diventa così volontario per vendere le candele che avrebbero pagato l'affitto delle suore al Signor Gold, ma Leroy e Mary non riescono a venderle per via del fatto d'essere odiati ed evitati da tutti. Leroy cerca anche di vendere la sua barca (che rappresentava i suoi sogni) al signor Gold, ma invano. Non riescono a vendere nulla fino a che Leroy non ha la brillante idea di rompere il generatore così che le candele siano necessarie. Le suore possono pagare l'affitto e non dovranno andarsene, e tutto si risolve nel migliore dei modi. Intanto Emma, lavorando sul caso della donna scomparsa, trova come unico sospettato David, e si trova costretta a portarlo alla centrale. La puntata finisce con David che sale nella macchina dello sceriffo.

Mani rosso sangue[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Red è una bellissima ragazza con un cappuccio rosso che vive con la nonna in una capanna, è innamorata di Peter, un artigiano del villaggio, ma la nonna impedisce l'unione reputando Peter un buono a nulla. È il tempo dei lupi, e il periodo di luna piena, vengono organizzate battute di caccia per uccidere il lupo che terrorizza il villaggio di Red, che è obbligata a tenere il cappuccetto, poiché secondo la superstizione della nonna il colore rosso scaccia i lupi. Passata una notte, Cappuccetto va a raccogliere le uova nel pollaio e lì incontra Biancaneve, che si presenta come "Margaret, no.. Mary", in quanto scappa dalla Regina Cattiva e non vuole far conoscere la sua identità. Insieme le due ragazze scoprono che tutti i cacciatori sono stati uccisi dal lupo in un vero e proprio lago di sangue. Cappuccetto Rosso convince Biancaneve ad andare a stanare il lupo all'insaputa della nonna, così si mettono sulle sue tracce, che porteranno poi alla capanna delle due donne, portandole a pensare che è Peter il lupo, dato che le impronte da animali diventano umane. Cappuccetto parla così con Peter, che si legherà con catene per cercare di evitare un altro massacro, avendo la ragazza al suo fianco. Biancaneve invece si camuffa col Cappuccetto Rosso di Red e va a dormire nel suo letto, ma verrà subito riconosciuta dalla nonna. Dopo aver raccontato tutto dell'intento di Cappuccetto Rosso, la nonna spiega a Biancaneve l'immenso pericolo in cui si trova il giovane Peter, perché la maledizione dei lupi ha colpito la loro famiglia, trasformandole nei periodi di luna piena, in veri e propri lupi mannari giganti! Lo spettacolo che si troveranno davanti non sarà di certo dei migliori, Peter sbranato dal lupo che in realtà è proprio Red, ormai conscia di quello che ha fatto.

A Storybrooke, Ruby si licenzia dal bar della nonna e aiuterà Emma nel suo lavoro, prima trovando David sperduto nel bosco (che si muove inconsciamente e non ricorderà nulla di cosa stava facendo) e poi trovando un cuore umano in un cofanetto portagioie (grazie al fiuto di lupo che usa inconsciamente). Resasi conto che il suo intento è far felice la gente col suo lavoro, ritorna dalla nonna. Intanto sul cofanetto nel quale Emma presume ci sia il cuore di Kathryn vengono riscontrate le impronte digitali di Mary Margareth.

Cuore di tenebra[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A causa della pozione presa da Tremotino, Biancaneve è cambiata, diventando sempre più cinica e irascibile. I nani con l'aiuto del Grillo Parlante le fanno notare la questione, ma lei, sempre più in preda all'odio, decide di uccidere colei che ritiene la causa di tutti i suoi mali: la Regina Cattiva. Così estorce con la violenza a un cavaliere della Regina informazioni su dove si trova, ed egli le riferisce la sua posizione, dicendole pure che l'indomani sarebbe partita per il Castello Estivo. Biancaneve si reca allora da Tremotino con Brontolo per cercare un modo per ucciderla, e il Signore Oscuro le consegna un arco e una freccia, che avrebbe colpito ciò di cui lei aveva bisogno, e una mappa con la posizione da cui scoccare la freccia. Intanto James, il principe Azzurro, è alla ricerca della sua amata con Cappuccetto Rosso, quando viene intercettato dai soldati del padre che tentano di catturarlo, ma con l'aiuto di Red che si trasforma in lupo riuscirà a fuggire. Si recherà anche lui da Tremotino dopo aver trovato il cavaliere della Regina lasciato nel bosco senza vestiti da Biancaneve, il quale gli spiegherà l'accaduto. Otterrà così anche lui una mappa con la posizione di Biancaneve in cambio del suo mantello. James trova Biancaneve che a causa della pozione non si ricorda di lui, e tenta di rubarle un bacio con la forza, ma lei lo colpisce e lo lega ad un albero poi si reca nella posizione indicatale da Tremotino per uccidere la Regina. Il principe James, aiutato dal Grillo Parlante, decide di impedire a tutti i costi che Biancaneve si macchi di omicidio, così si mette tra la Regina e Biancaneve al momento dello scocco della freccia, che lo colpirà. Biancaneve così si rende conto di quanto James la ami e lo bacia, e questo fa svanire l'effetto della pozione, ma proprio nel momento in cui lo riconosce arrivano i soldati di re George e lo catturano.

A Storybrooke Emma cerca prove per scagionare Mary Margaret, ma trova solo elementi accusatori come il coltello nel condotto dell'aria vicino al letto di casa Blanchard. David intanto fa una seduta di ipnosi da Archie per tentare di compensare i suoi vuoti di memoria, ma avrà solo una visione del mondo delle fiabe che gli farà credere che Mary Margaret potrebbe aver ucciso davvero Kathryn. Henry intanto cerca in tutti i modi di trovare prove che accusino la madre e porta ad Emma un mazzo di chiavi di Regina: i due scoprono che in effetti una delle chiavi apre la porta della casa di Mary Margaret. Tuttavia Emma, una volta confermato dal laboratorio che il DNA appartiene a Kathryn, è costretta ad incriminare ufficialmente Mary che accetta l'offerta del signor Gold di essere il suo avvocato. Mary inoltre trova nascoste le chiavi della sua stessa cella e le nasconde a Emma mentre quest'ultima deve chiedere l'aiuto di Gold (e dei suoi metodi) per battere Regina dato che è convinta che sia stata lei a incastrare Mary, ma non può provarlo.

  • Guest star: Lee Arenberg (Brontolo), Meghan Ory (Cappuccetto Rosso).
  • Ascolti USA: telespettatori 8 697 000 – share 8%[33]
  • Ascolti Italia: telespettatori 265 477[34]

Il trucco del cappello[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jefferson, in condizioni di estrema povertà, vuole dare un futuro migliore alla figlia, allora aiuta Regina nel suo obiettivo di riprendersi qualcosa che le è stata presa dalla Regina di Cuori, nel Paese delle Meraviglie. Solo Jefferson tramite il suo cappello magico può portarla in quel mondo, dato che il cappello è una porta per altri mondi, ove vige una regola (la Legge del Cappello): Il numero di persone che entra deve pure uscire. Ma viene ingannato da Regina che mostra che la cosa che doveva riprendersi era suo padre stesso (rimpicciolito e imprigionato dentro a uno scrigno), dopodiché immobilizza Jefferson permettendo così al padre di fuggire con lei. Catturato dalla Regina di Cuori, questa ordina inizialmente il taglio della testa al cappellaio (vediamo che la testa staccata può vivere lo stesso ed essere riattaccata), dopodiché lo obbliga a fare un cappello come quello che li ha portati nel Paese delle Meraviglie. È lì che Jefferson diventa matto nella furia di preparare un cappello magico come il primo, ma non ci riesce, e fabbrica cappelli su cappelli nell'intento di riuscirci.

A Storybrooke, Emma va alla ricerca di Mary Margaret, fuggita dalla prigione, ma investe un uomo sulla strada. Si tratta di Jefferson, un uomo che vive isolato nella sua grande casa ai margini della città. Quest'ultimo dopo essersi dimostrato amichevole all'inizio, la droga e la obbliga a fare un cappello magico dato che anche lui è conscio di chi è nel mondo delle fiabe e vuole ritornare a casa con sua figlia, a cui deve la promessa di ritornare indietro (nel mondo reale lei non si ricorda di lui). Lo strano personaggio aveva rapito anche Mary Margaret, così da non permetterle la fuga da Storybrooke, che avrebbe comportato conseguenze amare per la donna. Emma riesce a portarla in salvo, scappando da Jefferson, sparito dopo essere stato spinto dalla finestra mentre tentava di costringere le due ragazze con la forza a restare dov'erano. Mary Margaret torna poi in cella, sconvolgendo i piani di Regina e Mr. Gold, che avevano appena stretto un accordo per far fuggire Mary Margaret e farla sparire completamente. Emma comincia a credere alle storie di Henry.

Lo stalliere[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Regina, ancora giovane e innocente, trascorre i pomeriggi andando a cavallo sotto l'occhio amorevole del padre e in compagnia dello stalliere Daniel di cui è innamorata. La madre Cora, una potente strega, però sembra avere altri progetti per lei ossessionata dalla posizione sociale. Un giorno Regina si imbatte in Biancaneve ancora bambina in sella a un cavallo imbizzarrito e la salva guadagnando così la simpatia della piccola. Conseguenzialmente a questo incontro il re, padre di Biancaneve, ammirando il gesto della ragazza la chiede in sposa. Regina decide subito di scappare con Daniel, il suo vero amore, ma viene però scoperta dalla piccola Biancaneve a cui spiega così il significato del vero amore e le chiede in seguito di mantenere il segreto. Biancaneve tuttavia viene ingannata dalla madre di Regina a rivelarle il segreto così la madre di Regina, dopo aver scoperto il piano della figlia, uccide Daniel costringendo la figlia a sposare il re. Ecco svelato il motivo dell'odio della Regina cattiva nei confronti di Biancaneve.

Intanto a Storybrooke Emma viene aiutata dal misterioso scrittore sul caso di Mary Margaret, tornano sul luogo del delitto e trovano un pezzo di quella che potrebbe essere la pala usata per sotterrare lo scrigno. Si intrufolano a casa di Regina e la loro ricerca si rivela vincente. Quando il giorno dopo Emma va da Regina convinta di avere una grossa prova in mano scopre che già era stato occultato tutto, ed è convinta che sia stato lo scrittore a tradirla. Dopo poco scoprirà che la spia era Sidney che aveva lasciato una cimice in un vaso di fiori che le aveva portato in ufficio. Vedendo Mary portata via per il processo Emma ormai è convinta di aver perso definitivamente, ma Gold le dice che non è ancora finita e deve fare la sua mossa. La puntata finisce con la scoperta in un vicolo, da parte di Ruby, di Kathryn ancora viva.

Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Baelfire, il figlio di Tremotino non riesce più a sopportare che cosa sia diventato il padre che, dopo aver fermato la guerra, ha cominciato ad abusare dei suoi poteri giustificandosi che vuole proteggerlo e trasformandosi a poco a poco in un mostro. Gli strappa così la promessa che se troverà un modo di farlo tornare normale senza che muoia, lui lo userà. Baelfire, desideroso di far tornare suo padre com'era prima, si rivolge alla Fata Turchina che gli regala un fagiolo che gli permetterà di accedere, attraverso un vortice, a un mondo privo di magia dove suo padre sarà libero. Tremotino però quando si presenta l'occasione di abbandonare il mondo delle Fiabe insieme al figlio, si tira indietro e abbandona Bealfire che cade nel vortice da solo, scomparendo. Subito pentito Tremotino si scaglia contro la Fata Turchina, dicendo che troverà un modo per ricongiungersi al figlio e capisce che c'è un maleficio che può farlo.

Nel mondo reale, Mr. Gold tenta di scoprire la vera identità di August (dopo che questi si era infiltrato nel suo negozio) mentre Emma si confronta con Regina sul suo coinvolgimento nella misteriosa sparizione di Kathryn. Mary, nel frattempo di nuovo libera, è arrabbiata con David per non aver creduto nella sua innocenza. Pedinando l'uomo e intrufolandosi in casa, Gold/Tremotino comincia a sospettare che possa essere suo figlio Bealfire ma ha paura di incontrarlo per il timore che voglia ucciderlo. Si rivolge così al Dr. Hopper che, pur non capendo cosa succeda, gli consiglia di affrontarlo faccia a faccia e chiarirsi con lui. Gold affronta così August che confessa di essere suo figlio, Gold lo porta così dove ha nascosto il pugnale col nome di Tremotino. Appena preso però August cerca di controllare Tremotino svelando così di averlo ingannato, ma ciò si rivela inutile dato che la magia non esiste in quel mondo. Gold, irato, gli chiede perché ha fatto tutto ciò e minaccia di ucciderlo dopo essersi ripreso il pugnale; August gli dice che sta morendo e per salvarsi deve fare in modo che Emma cominci a credere e la maledizione si spezzi. Gold decide quindi di lasciarlo stare dato che la sua presenza potrebbe rivelarsi utile. Il giorno dopo all'ufficio dello sceriffo, Sidney si presenta (con Regina) ad Emma "confessando" di aver rapito Kathryn perché ritrovandola sarebbe diventato un eroe. Emma capisce che sta coprendo Regina e le dice, prendendola da parte, che lei non si fermerà davanti a nulla fino a quando Henry non sarà sotto la sua custodia.

  • Ascolti USA: telespettatori 9 080 000 – share 8%[39]
  • Ascolti Italia: telespettatori 326 084[40]

Lo sconosciuto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

August impianta a casa di Emma un chiavistello in modo che nessuno possa più entrare nell'appartamento e invita la donna a fare attenzione perché Regina non le permetterà di portare via Henry. Madre e figlio si incontrano intanto alla tavola calda e Henry dice a Emma che qualcuno ha toccato il libro e ci ha aggiunto una nuova storia: quella di Pinocchio; ma la storia è incompleta.

Geppetto e Pinocchio stanno fuggendo dalla Balena e il burattino, con un gesto eroico, salva il padre e viene infine trasformato in un ragazzo vero dalla Fata Turchina. Un giorno la Fata Turchina ritorna da Geppetto e gli chiede di costruire un armadio, con il legno di un magico albero, che possa proteggere la famiglia reale, ma Geppetto, temendo per la vita del figlio che in un mondo senza magia diventerebbe un burattino senza vita, dice che lo costruirà solo a patto che uno dei due posti sia per il figlio. Nonostante le proteste del Grillo parlante, la Fata Turchina è costretta ad accettare e mentire a tutti dicendo che l'armadio potrà proteggere solo una persona. Viene quindi deciso che sarà Biancaneve, che è quasi alla fine della gravidanza, ad essere protetta dall'armadio. La nascita prematura di Emma sconvolge però i loro piani. La Fata Turchina invita Geppetto a raccontare la verità a Biancaneve e a fare sì che il secondo posto sia affidato a lei. Ma Geppetto rifiuta l'idea e fa entrare Pinocchio nell'armadio facendogli promettere che avrebbe protetto la bambina, rivelandole il suo destino dopo 28 anni.

Nel mondo reale, August chiama il signor Gold dicendo che gli deve parlare di Emma, ma al momento di aprire la porta si butta sulla sedia dolorante: la gamba sinistra è di legno! August è Pinocchio. Intanto Regina ha un duro scontro; prima con Mary Margaret la quale accusa direttamente il sindaco di essere coinvolta nella scomparsa di Kathryn (ma con grande sorpresa dice anche di perdonarla) e poi in un secondo momento con Henry, che accusa la madre di essere la Regina Cattiva e l'avverte che nonostante i suoi tentativi alla fine il bene trionferà. Successivamente, Regina invita David a cena a casa sua e prova a sedurlo, ma David la respinge e se ne va. August, aiutato dal signor Gold (che rifiuta di dare assistenza legale ad Emma per l'affido di Henry), porta Emma nel luogo in cui fu trovata e le rivela la verità: era lui il bambino di 7 anni che l'aveva trovata e le racconta particolari sul suo ritrovamento. Ma quando August rivela di essere Pinocchio e la verità sulla maledizione, Emma non ci crede e il suo rifiuto è tale da impedirle di vedere la gamba di legno. Si vede poi che August e Emma, dopo essere stati mandati nel mondo reale tramite l'armadio magico, erano stati affidati ad un orfanotrofio. Un giorno il ragazzo decise di scappare assieme ad altri bambini abbandonando la piccola. Così anni dopo, quando Emma decise di fermarsi in città il tempo cominciò a riprendere e la vita spensierata condotta da August cominciò a ritorcerglisi contro, ritrasformandolo in un burattino di legno.

Alla fine Emma dice che non potrà mai credere a questa storia e dopo aver chiesto al figlio se desiderasse vivere con lei, mette in moto la macchina e decide di andarsene con il figlio. August intanto, fallito con Emma, chiede a Marco (Geppetto) di potergli fare da assistente gratuitamente (il motivo è che vuole passare i suoi ultimi giorni con il padre).

  • Ascolti USA: telespettatori 9 200 000 – share 8%[41]
  • Ascolti Italia: telespettatori 294 958[42]

Una mela rosso sangue[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Regina ha un incubo e sogna di venir legata a un albero dagli abitanti di Storybrooke che hanno riacquistato la memoria e di venir uccisa da Emma. Svegliatasi di soprassalto si dirige in camera di Henry dove crede di vedere il ragazzo dormire, ma Henry è in macchina con Emma. Capito che Emma vuole andarsene Henry fa uscire la macchina fuori di strada e supplica Emma di aiutare la città. Regina, dopo aver visto che il suo prezioso albero di mele sta morendo va da Mr Gold e gli chiede un altro accordo che l'uomo però rifiuta. Sembra infatti intenzionato a spezzare la maledizione e avverte Regina di non uccidere Emma o la maledizione si spezzerà lo stesso. Emma torna da Mary Margaret e dopo un furente litigio per via del suo comportamento, la donna invita Emma a capire cosa sia meglio per Henry e a non fuggire dalle sue responsabilità.

Nel mondo delle fiabe re George sta per far uccidere Azzurro, ma Regina lo salva e dice che darà lei le ricchezze al regno che gli aveva promesso re Mida in cambio del principe. Il re accetta e Azzurro viene rinchiuso nelle segrete dove riceve la visita della Regina che gli mostra la mela avvelenata. Intanto Biancaneve, i 7 nani, la Nonna e Cappuccetto Rosso si stanno preparando a liberare il principe. Cappuccetto Rosso si trasforma in un lupo e spiana la strada a Biancaneve. Intanto le fate attaccano il palazzo permettendo alla ragazza di entrare nelle segrete dove però vede solo il riflesso del giovane che è stato portato via. Regina si mostra quindi a Biancaneve e le chiede di andare senza armi nel luogo in cui le salvò la vita, da sola e disarmata. La ragazza accetta e Regina la conduce davanti alla tomba di Daniel. Qui Regina le pone la mela avvelenata avvertendola che non la ucciderà semplicemente, ma la farà caderà in un sonno eterno dal quale non si sveglierà mai più. Se la mangerà Azzurro vivrà. Biancaneve accetta e dopo il primo morso cade addormentata di fronte a Regina. Intanto il principe percepisce che qualcosa è accaduto alla ragazza. Poco dopo arrivano i 7 nani cappuccetto rosso e la nonna che vedono la ragazza a terra e la credono morta.

Nel mondo reale intanto Regina riceve la visita di Jefferson/Cappellaio Matto dopo averlo attirato mettendo il disegno di un coniglio bianco sulla bici della figlia. Regina ridà all'uomo il suo cappello e gli chiede di collaborare per distruggere Emma. In cambio lei asseconderà il suo desiderio: fargli dimenticare la sua precedente vita e permettergli di vivere con la figlia a Storybrooke. Henry intanto va da August e vede ciò che Emma non era stata in grado di vedere: i suoi arti di legno. Henry ora sa di avere ragione e chiede ad August di aiutarlo. Ma a lui ormai rimane poco tempo e vuole spenderlo con Marco. Jefferson prova a far funzionare il cappello, ma la magia di Regina è troppo poca e il varco non si apre; permette solo di portare un oggetto molto piccolo dal mondo delle fiabe, in qualsiasi tempo, al nostro. Regina sceglie la mela avvelenata appena morsa da Biancaneve. Poiché la mela deve essere mangiata per libera scelta Regina ci cucina un dolce che offre ad Emma che annuncia che per il bene del bambino andrà via: in cambio chiede solo di vederlo qualche volta. Emma comincia a preparare le sue cose finché non arriva Henry. Il ragazzo non vuole che Emma se ne vada e quando vede il dolce decide di rischiare il tutto per tutto. Dice a Emma che si fida di lei e mangia il dolce cadendo a terra privo di sensi.

  • Ascolti USA: telespettatori 8 950 000 – share 8%[43]
  • Ascolti Italia: telespettatori 258 760[44]

Un mondo senza magia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Emma, dopo aver portato Henry in ospedale e messa di fronte al fatto che non ci sia una spiegazione logica al suo stato, finalmente ora crede alla maledizione. Appena arriva anche Regina l'affronta furiosamente; Regina confessa che il dolce era per lei e rimane sconvolta dal fatto che l'abbia mangiato Henry. Le due decidono di collaborare insieme così da trovare un modo per salvare la vita di Henry.

Nel mondo delle fiabe, il Principe Azzurro tenta di scappare dalla Regina Cattiva, cosicché possa stare con Biancaneve, la quale, ad insaputa del Principe, aveva morso la mela della Regina Cattiva. Ci riesce grazie all'aiuto del Cacciatore che tramortisce le guardie. Durante la sua fuga incontra Tremotino, che gli promette di fare un incantesimo all'anello che dovrà donare a Biancaneve, cosicché possa trovarla più facilmente dato che Regina ha fatto finire l'uomo nella Foresta Infinita e senza la magia non potrà mai uscirne. In cambio però Tremotino chiede al Principe Azzurro di recarsi al castello di Malefica per mettere al sicuro la pozione del vero amore (fatta coi capelli di Biancaneve e di Azzurro) all'interno della belva che custodisce il castello. Azzurro compie la sua missione mettendo la pozione nello stomaco del drago, che si scopre essere la stessa Malefica e torna da Tremotino, che gli consegna l'anello e finalmente ritrova la sua amata Biancaneve e il suo bacio di vero amore la salva.

Nel mondo reale Emma e Regina si rivolgono al signor Gold/Tremotino per avere aiuto e quest'ultimo consegna loro la spada del principe Azzurro per far in modo che Emma possa recuperare la pozione del vero amore. La pozione è però ancora nel drago-Malefica, portato nel mondo reale sotto questa forma, e rinchiuso in uno scantinato di un edificio abbandonato. Nello stesso momento le condizioni di Henry si aggravano e approfittando della confusione Jefferson (irato dal fatto che Regina non sia stata ai patti) libera Belle dal reparto psichiatrico e la invita a trovare il signor Gold e a riferirgli che è stata Regina a rinchiuderla. Emma nel frattempo riesce a sconfiggere il drago con la stessa spada utilizzata da suo padre James, e risale sul montacarichi. Il congegno viene però bloccato da Gold che si fa consegnare la pozione da Emma, la quale non sa di essere stata ingannata. Gold, infatti, si allontana ed Emma risale sulla superficie dove trova Regina imbavagliata. La pozione, ormai, è sparita insieme a Gold. Tornato al suo negozio con il grande tesoro, Gold incontra la sua Belle, che riferisce quanto gli è stato raccontato da Jefferson. Quando Emma e Regina tornano in ospedale scoprono con dolore estremo che il piccolo Henry è morto. Tra le lacrime Emma si avvicina al corpo e dà un bacio sulla fronte al suo bambino e in quel momento una luce investe gli abitanti di Storybrooke: il sortilegio viene finalmente spezzato e tutti ricordano la loro vera identità. Regina è costretta ad andarsene dall'ospedale prima di avere dei guai con gli altri abitanti, ma prima di farlo dice a Henry (ritornato in vita grazie al bacio) quanto gli voglia bene nonostante tutto. Anche Mary e David, recuperate le loro memorie, si ritrovano definitivamente. Nel frattempo Tremotino e Belle (che anch'ella ha ricordato la sua identità) si recano al pozzo dei desideri, il pozzo dove può essere recuperato ciò che è perduto. Viene svelato il piano di Gold: attraverso l'ampolla tanto agognata con dentro la pozione, Gold è riuscito a portare la magia in questo mondo, perché, come dice lui stesso, la magia è potere. In quell'istante una densa nube viola si diffonde su tutto il villaggio, e la Regina, inizialmente sconvolta per la fine del sortilegio e triste per la perdita di Henry, scorge l'avvicinarsi della nube, sorridendo. La torre dell'orologio viene avvolta dalla nube viola, e segna esattamente le 8:15. La magia è giunta nel mondo reale.

  • Ascolti USA: telespettatori 9 660 000 – share 10%[45]
  • Ascolti Italia: telespettatori 265 772[46]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Robert Seidman, ABC Announces Fall Series Premiere Dates: Late Starts for 'Once Upon a Time,' 'Man Up', TV by the Numbers, 27 giugno 2011. URL consultato il 22 maggio 2012.
  2. ^ a b Paolino, C'era una volta, il primo episodio in anteprima a Natale su Fox, TV Blog, 24 dicembre 2011. URL consultato il 22 maggio 2012.
  3. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time' Adjusted Up + Final Ratings For World Series Game 4 & Saints/Colts, TV by the Numbers, 24 ottobre 2011. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  4. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI DOMENICA 25 DICEMBRE 2011: IL DUPLICE PASSAGGIO DI UN NATALE PER DUE SUPERA I 900.000 SPETTATORI. CANALI CINEMA AL 5.6% IN PT, Davide Maggio, 26 dicembre 2011. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  5. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: 'Cleveland Show' Adjusted Up; 'Pan Am' Adjusted Down + Unscrambled CBS Shows & 'Sunday Night Football', TV by the Numbers, 1º novembre 2011. URL consultato il 13 gennaio 2012.
  6. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 17 GENNAIO 2012: OTTIMO DEBUTTO PER C’ERA UNA VOLTA (340.000 – 430.000 SPETTATORI), Davide Maggio, 18 gennaio 2012. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  7. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time,' 'Family Guy' Adjusted Up; 'Pan Am' Down + CBS & 'Sunday Night Football', TV by the Numbers, 8 novembre 2011. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  8. ^ Marco Bosatra, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 24 GENNAIO 2012: C’ERA UNA VOLTA CRESCE A 461.000 TELESPETTATORI, PERMANENZA AL 67%, Davide Maggio, 25 gennaio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  9. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'The Simpsons,' '60 Minutes' Adjusted Down + Final CBS & 'Sunday Night Football' Ratings, TV by the Numbers, 15 novembre 2011. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  10. ^ Marco Bosatra, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 31 GENNAIO 2012: BENE C’ERA UNA VOLTA (390.000 SPETTATORI), BODY OF PROOF (380.000) E CASTLE (322.000), Davide Maggio, 1º febbraio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  11. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: Big Adjustment Up for 'Amazing Race'; No Adjustment for 'Once Upon a Time' + Steelers-Chiefs, TV by the Numbers, 29 novembre 2011. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  12. ^ Redazione, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 7 FEBBRAIO 2012: VALLANZASCA SI FERMA A 460.000 SPETTATORI. BENE CASTLE (393.000) E C’ERA UNA VOLTA (325.000), Davide Maggio, 8 febbraio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  13. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time,' 'Housewives,' 'Family Guy' Adjusted Up; 'Pan Am,' 'CSI: Miami,' '60 Minutes' Adjusted Down, TV by the Numbers, 6 dicembre 2011. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  14. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 14 FEBBRAIO 2012: IN 565.000 PER LA SERATA DI CHAMPIONS LEAGUE. FLOP DI MONTI A SKY TG24, Davide Maggio, 15 febbraio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  15. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: No Adjustments for 'Once Upon A Time' + Giants/Cowboys & Unscrambled CBS, TV by the Numbers, 13 dicembre 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  16. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MAREDI 21 FEBBRAIO 2012: NAPOLI-CHELSEA MEGLIO SU MEDIASET PREMIUM (5.53%) CHE SU SKY (5.46%), Davide Maggio, 22 febbraio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  17. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: 'Cleveland,' 'Family Guy,' 'American Dad' Adjusted Up + Unscrambled 'The Good Wife,' 'CSI: Miami' & '60 Minutes', TV by the Numbers, 10 gennaio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  18. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 28 FEBBRAIO 2012: IN 335.000 PER ‘UNA VITA TRANQUILLA’, RECORD PER ‘CONCORDIA: IO C’ERO’, Davide Maggio, 28 febbraio 2012. URL consultato il 1º marzo 2012.
  19. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'The Good Wife' Adjusted Up; 'Pan Am' Adjusted Down + Giants/Packers, Unscrambled Fox, TV by the Numbers, 18 gennaio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  20. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 6 MARZO 2012: ARSENAL-MILAN FA ‘SOFFRIRE’ BEN 1,2MLN DI TIFOSI (4.1%), Davide Maggio, 7 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  21. ^ (EN) Robert Seidman, Sunday Final Ratings: 'Undercover Boss' Adjusted Up; 'Pan Am' Adusted Down + Giants/49ers, TV by the Numbers, 24 gennaio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  22. ^ Marco Bosatra, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 13 MARZO 2012: QUASI 1.7MLN (5.7%) PER INTER-MARSIGLIA. C’ERA UNA VOLTA A QUOTA 308.000 SPETTATORI, Davide Maggio, 14 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  23. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time,' 'Family Guy,' 'CSI: Miami' Adjusted Up; NFL 'Pro Bowl' Down vs. Last Seaso, TV by the Numbers, 31 gennaio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  24. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 20 MARZO 2012: NONOSTANTE IL BUON ESORDIO DI TOUCH (468.000 SPETTATORI), I CANALI SKY SI FERMANO AL 5.6% IN PRIME TIME, Davide Maggio, 21 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  25. ^ (EN) Bill Gorman, Sunday Final Ratings: 'Napoleon Dynamite,' 'American Dad' Adjusted Up; '60 Minutes' Adjusted Down + 'Grammy Awards' Finals, TV by the Numbers, 14 febbraio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  26. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 27 MARZO 2012: TOUCH CRESCE A 508.000 SPETTATORI, Davide Maggio, 28 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  27. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time,' 'Family Guy' Adjusted Up + Unscrambled CBS, TV by the Numbers, 22 febbraio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  28. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 3 APRILE 2012: BARCELLONA-MILAN OTTIENE 4MLN DI SPETTATORI TRA SKY (2,5MLN – 8.6%) E MEDIASET PREMIUM (1,5MLN – 5.35%), Davide Maggio, 4 aprile 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  29. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Good Wife,' 'CSI Miami' Adjusted Up; 'Cleveland' Adjusted Down, TV by the Numbers, 6 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  30. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 10 APRILE 2012: BENE CHIEVO-MILAN (1,7MLN – 5.63%), TOUCH IN PICCHIATA A 253.000, Davide Maggio, 11 aprile 2012. URL consultato l'11 aprile 2012.
  31. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: '60 Minutes', 'America's Funniest Home Videos', 'Once Upon a Time', 'The Amazing Race' & 'Desperate Housewives' Adjusted Up, TV by the Numbers, 13 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  32. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 17 APRILE 2012: BENE LA SEMIFINALE DI CHAMPIONS BAYERN MONACO – REAL MADRID (1,1MLN – 3.72%), Davide Maggio, 18 aprile 2012. URL consultato il 20 aprile 2012.
  33. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Harry's Law' Adjusted Down to Series Lows; 'Desperate Housewives' Adjusted Up + Unscrambled CBS, TV by the Numbers, 20 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  34. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 24 APRILE 2012: BARCELLONA-CHELSEA (1,4MLN – 4.96%) FA RECORD PER UN MATCH DI CHAMPIONS SENZA ITALIANE. TOUCH CALA ANCORA (222.000), Davide Maggio, 25 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  35. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time' Adjusted Up, 'GCB' Adjusted Down + Final CBS Numbers, TV by the Numbers, 27 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  36. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 8 MAGGIO 2012: CON APPENA 253.000 SPETTATORI C’ERA UNA VOLTA È IL PROGRAMMA PIU’ VISTO, Davide Maggio, 9 maggio 2012. URL consultato il 10 maggio 2012.
  37. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings:'Once Upon A Time,' 'Bob's Burgers,' '60 Minutes' Adjusted Up, TV by the Numbers, 3 aprile 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  38. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 15 MAGGIO 2012: BENE IL TEEN MOVIE BEASTLY (406.000 SPETTATORI), TOUCH CROLLA A 184.000, Davide Maggio, 16 maggio 2012. URL consultato il 16 maggio 2012.
  39. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings:'Once', '60 Minutes', 'Amazing Race', 'Good Wife', & 'Celebrity Apprentice' all Adjusted Up, TV by the Numbers, 24 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  40. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 22 MAGGIO 2012: C’ERA UNA VOLTA CRESCE A 326.000 SPETTATORI E FA MEGLIO DI CASTLE (293.000) E TOUCH (193.000), Davide Maggio, 23 maggio 2012. URL consultato il 24 maggio 2012.
  41. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time,' 'Amazing Race,' 'Celebrity Apprentice,' 'Cleveland' Adjusted Up; 'Harry's Law,' 'GCB' Adjusted Down, TV by the Numbers, 1º maggio 2012. URL consultato il 2 maggio 2012.
  42. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 29 MAGGIO 2012: 275MILA SPETTATORI PER L'EDIZIONE DELLE 19 DI SKY TG24, Davide Maggio, 30 maggio 2012. URL consultato il 30 maggio 2012.
  43. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Simpsons', 'Amazing Race' Finale, 'Harry's Law' Adjusted Up; 'Desperate Housewives', 'NYC 22' Adjusted Down, TV by the Numbers, 8 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012.
  44. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 12 GIUGNO 2012: BASTANO 281.000 SPETTATORI A CASTLE PER VINCERE LA SERATA. CANALI SKY FERMI AL 6.4%, Davide Maggio, 13 giugno 2012. URL consultato il 13 giugno 2012.
  45. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'Family Guy', 'Survivor' Adjusted Up; 'Survivor: Reunion', 'Dateline' Adjusted Down, TV by the Numbers, 15 maggio 2012. URL consultato il 16 maggio 2012.
  46. ^ Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI MARTEDI 19 GIUGNO 2012: C’ERA UNA VOLTA (266.000 SPETTATORI) MEGLIO DI CASTLE (247.000), Davide Maggio, 20 giugno 2012. URL consultato il 20 giugno 2012.
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione