Episodi di Ai confini della realtà (serie televisiva 1959) (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'inquietante corridoio dell'obitorio che attende in sogno Barbara Nichols nell'episodio Ventidue (1961), 17º della Stagione 2 de Ai confini della realtà (53º complessivo), inedito in Italia fino al 2006. È uno dei 6 episodi girati su nastro magnetico.

La seconda stagione della serie televisiva classica della serie TV Ai confini della realtà, formata da 29 episodi, è andata in onda negli USA dal 20 settembre 1960 al 2 giugno 1961: di seguito sono elencati i riassunti e i dettagli degli episodi, i registi, gli sceneggiatori e gli interpreti.

Il numero degli episodi fu ridotto (la prima stagione era formata da 36 puntate, la terza sarà di 37) dall'emittente CBS per ridurre i costi di produzione che venivano ritenuti alti: per lo stesso motivo, 6 episodi di questa stagione vennero girati su nastro magnetico invece che su pellicola.

In Italia la stagione 2 venne trasmessa della RAI per la prima volta nel 1963: solo 7 episodi vennero trasmessi dal canale di stato (e in 5 di essi vennero eliminate le presentazioni di Rod Serling). In seguito, nelle reti Fininvest, durante gli anni ottanta vennero messi in onda quasi tutti i restanti episodi, tranne 6 (recentemente proposti e disponibili solo in DVD).

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 King Nine will not return Re Nove non tornerà 30 settembre 1960 24 luglio 2014
2 The Man in the bottle La vecchia bottiglia 7 ottobre 1960 22 marzo 1964
3 Nervous Man in a four dollar room La decisione 14 ottobre 1960 23 luglio 2014
4 A Thing about machines Antipatia per le macchine 28 ottobre 1960 25 luglio 2014
5 The Howling Man Ululati nella notte 4 novembre 1960 26 luglio 2014
6 The Eye of the Beholder È bello quel che piace 11 novembre 1960 27 luglio 2014
7 Nick of Time Appena in tempo 18 novembre 1960 28 luglio 2014
8 The Lateness of the hour[1] Ora tarda 2 dicembre 1960 29 luglio 2014
9 The Trouble with Templeton Problemi con Templeton 9 dicembre 1960 30 luglio 2014
10 A most unusual camera Un'insolita macchina fotografica 16 dicembre 1960 31 luglio 2014
11 Night of the meek[1] La notte degli umili 23 dicembre 1960 1º agosto 2014
12 Dust La polvere 6 gennaio 1961 2 agosto 2014
13 Back There Viaggio nel tempo 13 gennaio 1961 19 ottobre 1963
14 The Whole Truth[1] Tutta la verità 20 gennaio 1961 4 agosto 2014
15 The Invaders Gli invasori 27 gennaio 1961 5 agosto 2014
16 A Penny for your thoughts I pensieri degli altri 3 febbraio 1961 6 marzo 1963
17 Twenty-Two[1] Ventidue 10 febbraio 1961 7 agosto 2014
18 The Odyssey of Flight 33 Odissea del volo 33 24 febbraio 1961 21 febbraio 1970
19 Mr. Dingle, the strong L'Ercole 3 marzo 1961 18 agosto 2014
20 Static[1] Un vecchio apparecchio radio 10 marzo 1961 5 gennaio 1963
21 The Prime Mover Testa o croce 24 marzo 1961 9 febbraio 1966
22 Long Distance Call[1] Chiamata a lunga distanza 31 marzo 1961 19 agosto 2014
23 A Hundred yards over the rim Oltre la duna 7 aprile 1961 20 agosto 2014
24 The Rip Van Winkle Caper Il colpo della bella addormentata 21 aprile 1961 21 agosto 2014
25 The Silence Il Silenzio 28 aprile 1961 22 agosto 2014
26 Shadow Play Il teatro delle ombre 5 maggio 1961 23 agosto 2014
27 The Mind and the Matter La mente e la materia 12 maggio 1961 25 agosto 2014
28 Will the Real Martian Please Stand Up Chi è il vero marziano 26 maggio 1961 20 luglio 1969
29 The Obsolete Man Un uomo obsoleto 2 giugno 1961 28 agosto 2014

Re Nove non tornerà[modifica | modifica wikitesto]

Africa, 1943. Il bombardiere "Re Nove" precipita nel deserto e il Capitano James Embrey scopre che tutti i membri del suo equipaggio sono misteriosamente scomparsi. Anni dopo, ricoverato in ospedale, soffre di allucinazioni in cui rivede i propri compagni. Ma sono davvero solo allucinazioni? Un'infermiera, rovesciando una delle sue scarpe, scopre che è piena di sabbia.

  • Note: 37º episodio della serie

La vecchia bottiglia[modifica | modifica wikitesto]

Arthur ed Edna Castle, una matura coppia che gestisce un piccolo banco di pegni, s'imbatte in un genio che offre loro la possibilità di esprimere quattro desideri. Scettici e convinti che si tratti di una burla, usano il primo per una cosa da poco - la riparazione di un armadietto rotto. Il secondo desiderio è più sostanzioso - un milione di dollari - però si rivela inutile: i Castle ne regalano gran parte a vicini e clienti, e, quando arriva l'agente delle tasse a reclamarne il pagamento, restano loro soli cinque dollari. Per il terzo desiderio, Arthur decide di fare le cose in grande: vuol essere capo assoluto di una potente nazione moderna... e si ritrova a Berlino nel 1943, nei panni di Adolf Hitler, stretto d'assedio nel bunker. L'ultimo desiderio lo adopera per tornare ad essere sé stesso. Al termine di questa bizzarra esperienza, la coppia si ritrova nelle stesse modeste condizioni di prima, ma forse ha imparato ad apprezzare quel poco che possiede.

  • Note: 38º episodio della serie

La decisione[modifica | modifica wikitesto]

Jackie Rhoades, un gangster da quattro soldi nevrotico e insicuro, ha appena ricevuto dal suo capo George l'ordine di uccidere un uomo, con la minaccia di essere ucciso a sua volta. Solo in una squallida stanza d'albergo, Jackie è tormentato dalla sua coscienza, che si materializza nella sua immagine riflessa nello specchio. Il Jackie riflesso è forte, deciso, ed è questo nuovo uomo ad accogliere George quando rientra minacciosamente nella stanza. Dopo aver buttato fuori George a calci, Jackie lascia la stanza deciso a ricominciare una nuova vita, mentre il "vecchio" Jackie resta al posto dell'altro dietro lo specchio.

  • Note: 39º episodio della serie

Antipatia per le macchine[modifica | modifica wikitesto]

Lo scrittore Bartlett Finchley nutre un'irragionevole avversione per il mondo moderno e per tutti gli apparecchi legati al progresso, tanto da distruggere in preda all'ira quelli presenti nella sua casa, come il telefono, la televisione, la radio. Il suo carattere irosamente snob compromette i rapporti con i suoi simili e, dopo l'ennesima scenata in cui se l'è presa contro la macchina da scrivere, anche la segretaria che lo aveva sopportato per anni lo pianta in asso, dopo avergli consigliato di farsi curare. Rimasto solo, l'uomo è ossessionato da "messaggi" che gli arrivano dagli apparecchi di casa, contenenti tutti un invito: "Vattene da qui, Finchley!". Dopo che il rasoio, trasformatosi in serpente, ha tentato di morderlo, Finchley fugge per strada e si trova minacciato dalla sua macchina, dalle sembianze minacciosamente umane. Terrorizzato, l'uomo cade in piscina e annega. Al suo funerale partecipano poche persone.

  • Note: 40º episodio della serie

Ululati nella notte[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata nel vecchio continente, in un convento isolato dal mondo. Trovato riparo durante un temporale, un occasionale visitatore viene messo in guardia da un frate, Fratello Jerome, di non dare ascolto a un prigioniero, chiuso a chiave dentro una cella. Il visitatore però non segue il consiglio e, convinto dal prigioniero che questi è perseguitato ingiustamente, lo libera, senza rendersi conto che si tratta del Diavolo.

  • Note: 41º episodio della serie

È bello quel che piace[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio si svolge all'interno di un ospedale. Una giovane donna, Janet Tyler, la cui testa è interamente avvolta dalle bende, ha subito nuovamente un'operazione di chirurgia estetica. Attorno a lei dottori e infermiere - che intravediamo appena, ombre o parti del corpo come mani e gambe - ne compatiscono il destino: se anche questa volta l'operazione non avrà avuto successo, la giovane verrà confinata con altri esseri deformi come lei, dai volti troppo ripugnanti per poter vivere in mezzo agli altri. La testa di Janet viene liberata dalle bende, si sentono espressioni di disgusto o pietà, perché il suo volto è rimasto identico: quello di una bella bionda, mentre tutti quelli che la circondano sono mostruosi incroci fra umani e suini.

  • Note: 42º episodio della serie

Appena in tempo[modifica | modifica wikitesto]

Don e Pat Carter, una coppia di sposini, è costretta a fermarsi in un paesino dell'Ohio a causa di un guasto all'auto su cui stavano viaggiando. Sul tavolo del Caffè dove stanno trascorrendo alcune ore in attesa che venga effettuata la riparazione è posta una strana macchinetta, a forma di testa demoniaca, che in cambio di una monetina offre una predizione. Don prova a chiedere al "veggente mistico" se riuscirà a ottenere la promozione cui aspira: la macchinetta risponde positivamente e una telefonata all'Ufficio conferma l'esattezza della previsione. Don allora viene colto da una specie di frenesia e inizia a chiedere al "veggente mistico" informazioni sul suo futuro, nonostante la crescente preoccupazione di Pat. Alla fine, Pat riesce a convincere il marito a ripartire verso un futuro ignoto, ma che proprio per questo può essere pieno di speranza. Nello stesso Caffè, un'altra coppia prenderà posto accanto alla macchinetta del "veggente mistico".

  • Note: 43º episodio della serie
  • L'episodio si segnala per la presenza di un giovanissimo William Shatner, che tornerà a essere protagonista in un altro episodio della quinta stagione, il celebre Nightmare at 20.000 feet.

L'Ora tarda[modifica | modifica wikitesto]

Uno scienziato vive tranquillo e beato con moglie e figlia in una bella casa, servito e riverito dalla sua numerosa servitù. In realtà tutti i domestici non sono altro che dei robot programmati per servire. La figlia del dottore un giorno si spazientisce e induce il padre a sbarazzarsi di quelle macchine, fino a quando non scoprirà una strana realtà.

Problemi con Templeton[modifica | modifica wikitesto]

Booth Templeton è un anziano attore, sposato con una donna molto più giovane di lui. In realtà Templeton sogna di continuo, con nostalgia, i tempi in cui era sposato con Laura, la prima moglie ormai defunta. Un giorno, uscendo dal teatro dopo un litigio con Arthur Willis, un giovane e arrogante regista, Templeton si ritrova magicamente nel 1927: sua moglie e il suo vecchio amico Barney Flueger lo stanno aspettando in un ristorante; ma il passato non si mostra così bello come Templeton lo ricordava.

  • Note: 45º episodio della serie

Un'insolita macchina fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Due ladri dopo un furto in un negozio scoprono che fa parte della refurtiva anche una macchina fotografica che è in grado di fotografare le cose mostrandole come esse saranno alcuni minuti dopo. Alla coppia si unisce anche il fratello di lei e i tre pensano bene di sfruttare la macchina per vincere ai cavalli, ma presto si scoprirà che hanno in tutto solo 10 foto a disposizione.

  • Note: 46º episodio della serie

La notte degli umili[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo sbarca il lunario travestendosi da Babbo Natale per allietare i bambini nei negozi di giocattoli ma un giorno, presentandosi al lavoro in ritardo ed evidentemente ubriaco, viene licenziato. L'uomo esprime così il desiderio di poter fare veramente doni per rendere felice la gente: presto troverà in una strada buia un magico sacco.

La polvere[modifica | modifica wikitesto]

Nel vecchio West un giovane viene condannato a morte per aver accidentalmente travolto e ucciso una bambina con il proprio carro. Il padre del giovane acquista così a caro prezzo, da un impostore, una polvere magica che dovrebbe far perdonare suo figlio dalla collettività. La polvere non è altro che sabbia e questo desiderio non si avvererà, però la vita del giovane è destinata a non finire quel giorno.

  • Note: 48º episodio della serie

Viaggio nel tempo[modifica | modifica wikitesto]

Appena uscito da una discussione sulla possibilità di viaggiare nel tempo e di cambiare la storia, Peter si ritrova improvvisamente un secolo nel passato. Egli capirà subito di essere capitato nel giorno in cui sarà ucciso il Presidente Lincoln ma, tentando di mettere in guardia le autorità, non verrà creduto da quasi nessuno.

  • Note: 49º episodio della serie

Tutta la verità[modifica | modifica wikitesto]

Un abile venditore di auto usate acquista una vecchia macchina che, secondo il suo vecchio proprietario, sarebbe stregata: chi la possiede non sarà in grado di mentire fino al giorno in cui non se ne sbarazzerà. Il venditore d'auto vede quindi crollare i propri affari.

Gli invasori[modifica | modifica wikitesto]

Una donna anziana che vive in una isolata casa di campagna, dall'aspetto molto modesto, deve fronteggiare da sola l'assalto di minuscoli invasori spaziali, arrivati a bordo di un disco volante in miniatura. Con la forza della disperazione e usando le "armi" a sua disposizione (utensili di cucina, coltello, scopa ecc.), la donna riesce a uccidere alcuni invasori e a distruggere con un'ascia il disco prima che questo possa ripartire. Solo nell'ultima scena, prima della distruzione del disco, si sentono alcune frasi di dialogo: appaiono così i minuscoli invasori, in realtà astronauti della Terra, sbarcati su un pianeta dove vivono esseri giganteschi e ostili.

  • Note: 51º episodio della serie
  • Agnes Moorehead, unica protagonista di questo famoso episodio in cui non pronuncia una sola parola, oltre ad avere interpretato molti ruoli da caratterista al cinema, è nota per il suo ruolo nella serie TV Vita da strega, in cui interpreta la parte di Endora, una suocera "strega" a tutti gli effetti.
  • L'episodio si avvale di musiche originali di Jerry Goldsmith

I pensieri degli altri[modifica | modifica wikitesto]

Un modesto impiegato di banca, per un caso bizzarro (lancia in aria una monetina che cadendo resta in piedi), si trova a possedere, sia pure per un breve periodo, uno straordinario potere: quello di ascoltare i pensieri di chi lo circonda. Avrà così modo di scoprire intrighi, meschinità e anche piani truffaldini, ma soprattutto i veri sentimenti di una giovane e graziosa segreteria, che prova simpatia per lui ma lo vorrebbe più deciso e sicuro di sé. L'amore della ragazza gli darà fiducia in sé stesso.

  • Note: 52º episodio della serie
  • Il protagonista Dick York, un volto noto in TV per aver interpretato il marito di Samantha nelle prime stagioni di Vita da strega, era stato co-protagonista anche dell'episodio 19 della 1ª stagione della serie.

Ventidue[modifica | modifica wikitesto]

Una ballerina, rinchiusa in ospedale per i postumi di un esaurimento nervoso, ogni notte fa lo stesso incubo: seguendo un'infermiera nel seminterrato dell'ospedale viene da essa invitata a entrare nella stanza numero 22 dove è situato l'obitorio. Una volta dimessa dall'ospedale la ballerina andrà in aeroporto e scoprirà di dover prendere il volo 22 dove è di servizio una hostess del tutto identica all'infermiera del sogno.

Odissea del volo 33[modifica | modifica wikitesto]

Un volo di linea sulla tratta Londra-New York inizia ad avere una strana e inspiegabile accelerazione. Fra lo stupore generale quando l'aereo arriva a New York l'equipaggio scopre che la città è ricoperta da una fitta vegetazione e vi vivono i dinosauri. Il comandante decide così di riprendere quota e quando è di nuovo l'ora di atterrare nota che finalmente sono ricomparse le costruzioni e i grattacieli. C'è però un dettaglio: il palazzo di vetro dell'ONU non esiste e al suo posto si trova ancora il vecchio stabile dell'Esposizione Universale.

  • Note: 54º episodio della serie

L'Ercole[modifica | modifica wikitesto]

Il signor Dingle è un debole di cui i frequentatori di un bar si prendono burla in continuazione. Due alieni decidono così, per esperimento, di dotarlo di una forza di 300 volte superiore a quella dell'uomo medio. Dingle mostrerà a tutti i propri incredibili poteri e riceverà anche numerose offerte economiche, la super forza non è però destinata a durare in eterno.

  • Note: 55º episodio della serie

Un vecchio apparecchio radio[modifica | modifica wikitesto]

In una casa di riposo un uomo è stufo della televisione e così ritrova una vecchia radio. Chiuso nella propria stanza scopre che l'apparecchio emette segnali provenienti dal passato: sarà l'occasione per ripensare con nostalgia ai tempi in cui era giovane e innamorato.

  • Note: 56º episodio della serie

Testa o croce[modifica | modifica wikitesto]

Due gestori di un bar vedono un'auto cappottarsi davanti al locale. Uno dei due uomini, con la sola forza del pensiero, riesce a far capovolgere il mezzo traendo in salvo i due occupanti. Il socio ha l'idea di sfruttare questa capacità dell'uomo per vincere al gioco; così si recano al Casinò, dove arricchirsi al gioco dei dadi sembra fin troppo facile.

  • Note: 57º episodio della serie

Chiamata a lunga distanza[modifica | modifica wikitesto]

Billy è un bambino molto legato all'anziana nonna paterna, che il giorno del suo 5º compleanno gli regala un telefono giocattolo. Di lì a breve la donna muore ma il piccolo è fortemente convinto di poter comunicare con lei parlando nel telefono giocattolo; la madre del bambino è molto preoccupata di questa stranezza del figlio e in effetti dopo poco tempo Billy tenta due volte il suicidio pur di raggiungere la cara nonna.

  • Note: 58º episodio della serie

Oltre la duna[modifica | modifica wikitesto]

1847: una carovana di pionieri si sta muovendo dall'Ohio verso la California, ma dopo 11 mesi di cammino non sembrano aver trovato altro che deserto, sete e una grave malattia per il figlio del capo-spedizione. I membri della carovana sembrano decisi a tornare indietro ma il capo-spedizione è convinto di poter arrivare alla meta. L'uomo decide così di recarsi da solo oltre una duna di sabbia per vedere al di là; il panorama che gli si presenta è tutt'altro che ottocentesco: elettrodotti, una strada asfaltata e persino un bar, dove verrà a conoscere cose molto importanti.

  • Note: 59º episodio della serie

Il colpo della bella addormentata[modifica | modifica wikitesto]

Quattro ladri riescono ad assaltare un treno in mezzo al deserto e rubano lingotti d'oro per un valore di un milione di dollari. Certi che altrimenti verrebbero trovati e arrestati, i malviventi seguono il consiglio di uno di loro che dice di avere un piano infallibile: rinchiudersi in una grotta contenente quattro bare di cristallo, nelle quali pare sia possibile restare addormentati per ben cento anni. Seppur titubanti tutti e quattro accettano e iniziano un lungo sonno. Un secolo più tardi in tre si svegliano mentre uno è morto, il gruppo inizia così a muoversi verso la civiltà.

  • Note: 60º episodio della serie

Il silenzio[modifica | modifica wikitesto]

In un club di lusso un vecchio socio non sopporta affatto un giovane membro con il pessimo difetto di chiacchierare in continuo. I due fanno così una strana scommessa: se il giovane riuscisse a rimanere in completo silenzio per un anno riceverebbe un premio di 500.000 dollari, l'uomo farà di tutto per vincere.

  • Note: 61º episodio della serie

Il teatro delle ombre[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo viene condannato a morte sulla sedia elettrica per aver commesso un omicidio. L'imputato implora però il procuratore di riaprire il caso perché, se fosse realmente ucciso, tutti morirebbero in quanto la realtà che li circonda sarebbe solo frutto di un suo sogno: le sue argomentazioni sono molto realistiche.

  • Note: 62º episodio della serie

La mente e la materia[modifica | modifica wikitesto]

L'impiegato Archibald Beechroft è talmente stressato dalla vita quotidiana e dalla continua e fastidiosa presenza delle persone che sogna di poter far scomparire tutta la gente. Grazie ai consigli letti in un libro capisce che, grazie a una forte concentrazione, è possibile ottenere anche questo insolito desiderio...

  • Note: 63º episodio della serie

Chi è il vero marziano[modifica | modifica wikitesto]

La polizia viene avvertita dell'atterraggio di un oggetto volante non identificato e delle tracce sembrano portare in un cafè. All'interno del locale la polizia avvia un'insolita indagine per capire se fra i clienti vi è qualcuno non proprio terrestre...

  • Note: 64º episodio della serie

Un uomo obsoleto[modifica | modifica wikitesto]

Sotto un regime dittatoriale il bibliotecario Romney è posto sotto processo per essere obsoleto (infatti in quella forma di stato dispotica i libri sono stati aboliti e la professione di bibliotecario è divenuta inutile). Il giudice condanna a morte Romney, ma l'imputato chiede di poter essere l'unico a sapere anzitempo il modo in cui sarà ucciso e che l'esecuzione avvenga in diretta TV. Poco prima dell'esecuzione Romney chiede che il giudice vada a fargli visita...

  • Note: 65º episodio della serie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Girato su Nastro magnetico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione