Epipremnum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Epipremnum
Pianta di Epipremnum pinnatum.jpg
Epipremnum pinnatum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Alismatales
Famiglia Araceae
Genere Epipremnum
Schott
Specie

vedi testo

Epipremnum Schott è un genere di piante della famiglia delle Aracee[1], originario del sud-est Asiatico, sud America e ovest Pacifico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Possiedono fusti rampicanti verde-giallastro, radici aeree che fungono anche da ancoraggio ai tronchi, foglie cuoriformi verde chiaro lucente macchiato di giallo dorato in modo irregolare e vistoso.

Le specie usate come piante ornamentali sono l'E. pinnatum e l'E. aureum che possono raggiungere lunghezze di alcuni metri. Quest'ultima era un tempo classificata nel genere Pothos.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Epipremnum sono piante rustiche, che possono essere coltivate in vasi pensili, in idrocoltura o, per ottenere effetti imponenti, indotte ad arrampicarsi su tutori ricoperti di muschio; non fioriscono negli appartamenti, prediligono ambienti caldo-umidi e luce solare filtrata. È consigliabile spuntare gli apici per rinfoltire la pianta (facendo attenzione a non toccare la linfa ricca di sostanze irritanti per pelle e mucose); richiedono innaffiature regolari senza eccessi e diradate d'inverno; pulire regolarmente le foglie con una spugna inumidita; 2 volte al mese nella bella stagione somministrare un concime liquido equilibrato.

Rinvasare quando necessario con terriccio per piante tropicali ben drenato, ed eventualmente piantare il tutore, ben spugnoso, per trattenere l'umidità.

La moltiplicazione avviene facilmente per talea posta a radicare in un vaso pieno d'acqua o di terra e in un ambiente illuminato.

Avversità[modifica | modifica wikitesto]

  • Attacchi sporadici di acari alle parti aeree.
  • Le radici e le foglie vengono attaccate da varie cocciniglie.
  • L'eccesso di somministrazione d'acqua e di fertilizzante o il ristagno idrico causano il marciume delle radici, degli steli e l'ingiallimento e caduta delle foglie inferiori.
  • La temperatura troppo bassa dell'acqua somministrata può causare macchie brunastre sulle foglie e rallentamento della crescita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Epipremnum in The Plant List. URL consultato il 14 novembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica