Epiphyllum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Epiphyllum
WeißeNachtblüte.jpg
Epiphyllum oxypetalum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Tribù Hylocereeae
Genere Epiphyllum

Epiphyllum (dal greco sotto la foglia) è un genere di piante epifite della tribù delle Hylocereeae: cactacea priva di spine originaria dell'America, presenta fusti articolati e piatti, fiori che si schiudono solo di giorno di grandezza ragguardevole, tubulari con di colori sgargianti; è spesso utilizzata per creare ibridi, incrociandola specialmente con Echinopsis. La pianta in natura cresce su alberi di grande mole o su rupi umide, utilizza l'umidità atmosferica o lo stillicidio delle piogge frequenti, ricava nutrienti dal pulviscolo atmosferico e dalle sostanze residue deposte dagli animali che popolano la chioma degli alberi, su uno pseudo suolo realizzato da muschi e foglie in disfacimento, raramente è illuminata direttamente dal sole.

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

La pianta ha bisogno di modeste quantità di terreno, soffice e torboso, che deve essere mantenuto umido anche nella stagione invernale, ma non eccessivamente inzuppato. Necessita di concimazioni abbondanti da marzo a settembre, e di una temperatura mai al di sotto dei 10 °C. Trattandosi di pianta epifita tropicale necessita di un ambiente luminoso, caldo, ma non eccessivamente soleggiato.

Elenco specie di Epiphyllum[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica