Web (browser)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Epiphany (browser))
Web (Epiphany)
Logo di Web (browser)
Screenshot di Web (browser)
Web 3.4.1 su Fedora 17
Sviluppatore GNOME
Ultima versione 3.12[1] (25 marzo 2014)
Sistema operativo Linux
Berkeley Software Distribution
Mac OS X
Linguaggio C (GTK+)
Genere Browser
Licenza GNU GPL v2
(Licenza libera)
Lingua Multilingua
Sito web https://wiki.gnome.org/Apps/Web

Web (precedentemente noto come Epiphany[2]) è il browser ufficiale del desktop environment GNOME. È disponibile anche per Mac OS X[3].

Precedentemente il browser usava il motore Gecko di Mozilla ma dalla versione 2.26 usa per default il nuovo motore WebKitGtk+[4], il porting su GTK+ di WebKit della Apple.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Tra le caratteristiche di Web ci sono la funzione di tabbed browsing per la navigazione contemporanea in più siti (cosiddetta navigazione a schede), un filtro integrato contro le finestre popup ed un sistema di estensioni che permette di aggiungere nuove funzionalità al programma. Dalla versione 3.0 è inoltre stata aggiunta la geolocalizzazione.

L'interfaccia utente è basata sulle librerie GTK+, a differenza di altri browser come Konqueror (che usa le librerie Qt). Questo consente una maggiore integrazione con l'ambiente di GNOME rispetto agli altri browser tra cui lo stesso Firefox.

Al contrario di altri browser che usano un sistema di bookmark gerarchico basato su cartelle, Epiphany categorizza i collegamenti e ognuno di essi può avere più categorie. Alcune, come quella con i bookmark più usati, sono trattate in modo speciale e non permettono l'assegnazione di ulteriori categorie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Icona di default di Epiphany su GNOME

Epiphany era la naturale evoluzione di Galeon (un progetto amministrato da Marco Pesenti Gritti) che aveva come obiettivo lo sviluppo di un programma che fungesse solo da browser. Il passaggio alla versione 2 delle librerie GTK+ ha portato molte novità (e incompatibilità), così si è optato per la riscrittura da zero del programma: Galeon è stato gradualmente inglobato[5] in Epiphany.

Un anno dopo il passaggio alla versione 3 di GTK+, il browser è stato rinominato in Web.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ftp.gnome.org
  2. ^ a b (EN) GNOME 3.4 Release Notes
  3. ^ (EN) Porting Epiphany to Mac OS X [collegamento interrotto]
  4. ^ (EN) Obiettivi del progetto GNOME. URL consultato il 19 maggio 2008.
  5. ^ (EN) Stato dell'inclusione di Galeon in Epiphany. URL consultato il 19 maggio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]