Epinephelus coioides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cernia a macchie arancioni
Epinephelus coioides Thailand.jpg

Estuary cod 3.jpg

Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Famiglia Serranidae
Sottofamiglia Epinephelinae
Genere Epinephelus
Specie E. coioides
Nomenclatura binomiale
Epinephelus coioides
Hamilton, 1822

L’ Epinephelus coioides, noto in italiano come cernia a macchie arancione, è un pesce osseo marino della famiglia Serranidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è originaria del mar Rosso. In seguito alla migrazione lessepsiana si è diffuso nel bacino orientale del mar Mediterraneo.

In mar Rosso vive prevalentemente su fondi molli a profondità tra 5 3 100 metri. Frequenta anche le acque salmastre.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È molto simile alla cernia bruna da cui si distingue per la livrea che è beige o marrone molto chiaro con punti marrone rossastro o arancione su tutto il corpo (diversamente dalla cernia bruna che ha macchie simili ma di colore biancastro). Inoltre ci sono 5 fasce scure verticali sul corpo.

Può raggiungere il metro di lunghezza.

Biologia e pesca[modifica | modifica wikitesto]

Simili alla cernia bruna e alle altre cernie mediterranee.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

In passato confusa con Epinephelus tauvina , specie del mar Rosso e degli oceani Indiano e Pacifico mai ritrovata nel Mediterraneo.

Specie affini[modifica | modifica wikitesto]

L'Epinephelus malabaricus o cernia di Malabar è un’altra cernia indo pacifica immigrante lessepsiana catturata solo raramente nel Mediterraneo orientale. Questa specie, simile a E. malabaricus, ha anch’essa 5 bande scure sui fianchi ma meno definite che nella cernia a macchie arancione ed è completamente coperto di macchie biancastre grandi ed irregolari e di macchiette più piccole scure. Anch’esso è stato confuso in passato con E. coioides, a cui assomiglia per quanto riguarda i caratteri biologici.

Epinephelus malabaricus

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 888039472X

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Epinephelus coioides in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci