Epimachus fastuosus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Paradisea dal becco a falce
Epimachus fastuosus by Bowdler Sharpe.jpg
Epimachus fastuosus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Passeriformes
Famiglia Paradisaeidae
Genere Epimachus
Specie E. fastuosus
Nomenclatura binomiale
Epimachus fastuosus
(Hermann, 1783)

La paradisea dal becco a falce (Epimachus fastuosus (Hermann, 1783)) è un uccello della famiglia Paradisaeidae, diffuso in Nuova Guinea.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie presenta un marcato dimorfismo sessuale.

Il maschio, che può raggiungere i 110 cm di lunghezza (compresa la coda) è molto appariscente: ha un piumaggio nero con iridescenze verdi, blu e porpora, un lungo becco ricurvo, occhi rossi, una grande coda a forma di falce e dei ventagli di piume erettili sui lati del torace. La femmina è più piccola (circa 48 cm) ed ha un piumaggio bruno-rossastro.

Con i suoi 110 cm di lunghezza il maschio di E. fastuosus è considerato il più grande degli uccelli del paradiso[3].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di bacche, frutta e insetti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il maschio è poligamo.

Durante la stagione degli amori, ai maschi crescono due lunghe piume caudali, che possono raggiungere la lunghezza di 85 cm, grazie alle quali attraggono le femmine. Durante il rituale di corteggiamento, aprono il caratteristico becco a forma di falce, mostrando l’interno della bocca, piena di colori vivaci.

La femmina depone due uova, e senza alcun aiuto imbecca i piccoli appena nati.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale di questa specie comprende i rilievi montuosi della porzione occidentale della Nuova Guinea, territorio che dal punto di vista amministrativo è sotto la giurisdizione dell'Indonesia (Papua Occidentale) e della Papua Nuova Guinea.

E. fastuosus popola aree di foresta primaria, in una fascia di altitudine tra 1.500 e 2.500 m.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN red list classifica questa specie come vulnerabile[1]. Ne è vietato il commercio (Appendice II della CITES).

Sia l'Indonesia che Papua Nuova Guinea adottano misure legali di protezione di questa specie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Epimachus fastuosus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Paradisaeidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 7 maggio 2014.
  3. ^ Perrins C. Firefly Encyclopedia of Birds. Firefly Books. ISBN 1-55297-777-3

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli