Epiglottite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Epiglottite
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 464.3, 476.1
ICD-10 (EN) J05.1

Per epiglottite in campo medico, si intende l'infiammazione dell'epiglottide

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Colpisce prevalentemente in età pediatrica, dai 2 ai 7 anni, in alcuni paesi in tempi recenti si mostra maggiormente negli adulti.[1]

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

L'esordio è caratteristicamente improvviso: i bambini presentano faringodinia, scialorrea, disfagia dolorosa e febbre elevata, a carattere settico (39-40 °C). La compromissione dello stato generale è marcata, fino a veri e propri stati di shock tossico. Si sviluppa, più o meno rapidamente, un progressivo distress respiratorio, con dispnea, stridore inspiratorio, tachipnea. Altrettanto tipica è l'assunzione di una posizione obbligata: a sedere, in posizione eretta, con collo, capo e mascella tesi in avanti. La voce è afona, la tosse, quando presente, è modesta. All'esame obiettivo osserviamo il tipico tirage (accentuazione inspiratoria dei rientramenti a livello giugulare, intercostale ed epigastrico), con calo del rumore respiratorio (il bambino ha difficoltà a ventilare, a causa dell 'ostacolo al livello laringeo) e ronchi all'auscultazione.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

L'Haemophilus influenzae tipo b è il responsabile dell'infiammazione in tempi pre-vaccinazione, ma gli adulti rimangono a rischio di infezione.[2] Complicanza è la polmonite. Altri patogeni responsabili possono essere Staphilococcus aureus e Streptococcus pneumoniae, ma anche Streptococcus pyogenes.

Diagnosi[modifica | modifica sorgente]

La procedura fondamentale è la laringoscopia, che deve essere eseguita solo in presenza di rianimatori: in condizioni di epiglottite, infatti, la procedura può determinare lo spasmo riflesso della glottide, con conseguente insufficienza respiratoria acuta.

Diagnosi differenziale[modifica | modifica sorgente]

Bisogna differenziarlo dall'edema angioneurotico e dalla laringite acuta ipoglottica.

Complicanze[modifica | modifica sorgente]

Complicanze dell'epiglottite sono:

- Atelettasie focali - Polmoniti - Encefalopatia ipossico-ischemica - Edema polmonare - Sindrome da shock tossico - Pneumotorace

Terapia[modifica | modifica sorgente]

Spesso si necessita dell'intubazione, si somministrano ceftriaxone o ampicillina, e altri antibiotici in intravena.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Briem B, Thorvardsson O, Petersen H., Acute epiglottitis in Iceland 1983-2005. in Auris Nasus Larynx., maggio 2008.
  2. ^ Mathoera RB, Wever PC, van Dorsten FR, Balter SG, de Jager CP., Epiglottitis in the adult patient. in Neth J Med., vol. 66, ottobre 2008, pp. 373-7.
  3. ^ Glynn F, Fenton JE., Diagnosis and management of supraglottitis (epiglottitis). in Curr Infect Dis Rep., vol. 10, maggio 2008, pp. 200-204.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006. ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004. ISBN 88-299-1716-8.
  • Giorgio Bartolozzi, Guglielmi Maurizio, Pediatria principi e pratica clinica, Torino, Elsevier-Masson, 2008. ISBN 978-88-214-3033-6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina